Fiat Croma 1.9 Multijet 16V Dynamic Skyline DPF

Pubblicato il 5 luglio 2013

Listino prezzi Fiat Croma non disponibile

Ritratto di SimonST200
alVolante di una
Fiat Croma 1.9 Multijet 16V 150 CV Dynamic DPF
Fiat Croma
Qualità prezzo
4
Dotazione
5
Posizione di guida
5
Cruscotto
5
Visibilità
3
Confort
5
Motore
5
Ripresa
3
Cambio
4
Frenata
5
Sterzo
4
Tenuta strada
4
Media:
4.3333333333333
Perché l'ho comprata o provata
La Fiat Croma è piaciuta sin dal primo momento a me e alla mia famiglia e trovando un’occasione presso un privato l’abbiamo acquistata per rimpiazzare la vecchia e cara Ford Mondeo con 12 anni di onorata carriera. Viaggiando molto in famiglia era necessaria un’auto affidabile, grande e soprattutto con un bagagliaio ben sfruttabile. La linea non è delle migliori ma non si passa inosservati per via dell’altezza superiore alla media delle altre station (160 cm) e un frontale che è composto da due grandi fari eleganti e una calandra centrale cromata che conferisce importanza all’insieme. Di lato spiccano le maniglie (anch’esse cromate) modellate sulla carrozzeria e gli ampi finestrini che sembrano appartenere a una monovolume; lo stesso Giugiaro (disegnatore dell’auto) l’ha definita un “comfort wagon” e non una vera e propria station wagon. Il posteriore è caratterizzato da un ampio portellone e i gruppi ottici si sviluppano in orizzontale fino alla fiancata. La Croma misura da un paraurti all’altro 476 cm e in larghezza ne misura 178, dunque le dimensioni risultano essere importanti e bisogna farsi l’occhio nelle manovre e soprattutto nel traffico in città.
Gli interni
Saliti a bordo ci si accorge subito che la seduta è rialzata e ci si accomoda su una vera e propria poltrona ben imbottita e con ampie regolazioni. L’ambiente è raffinato con i comandi principali ben disposti e facili da raggiungere come la radio con il lettore CD e il climatizzatore automatico bi-zona entrambi di serie in questa versione. L’abitacolo è inondato da luce e il tetto panoramico apribile elettricamente (di serie) gioca un ruolo fondamentale e l’ampio parabrezza merita di essere elogiato poiché oltre alla sua grandezza ha un sofisticato sistema per l’insonorizzazione. Il nuovo parabrezza adotta infatti un sottile foglio plastico (PVB) che attenua i rumori esterni. Comfort eccezionale anche per i passeggeri posteriori che vantano un ottimo spazio per le gambe e anche un eventuale quinto passeggero è seduto comodamente senza che il tunnel centrale lo infastidisca; naturalmente sono disponibili e regolabili le bocchette del clima anche dietro. Nota di demerito alla visibilità posteriore che soffre un po’ del lunotto piccolo e della linea di cintura alta, quindi sono d’obbligo i sensori di parcheggio che non sono presenti in questa versione da me acquistata. Ben rifinito ma non ben attrezzato il bagagliaio dell’ammiraglia di casa Fiat con una capienza di 500 litri e 1610 con divanetto ribaltato. Non è una capacità da record ma valige per quattro persone sono facilmente stivabili nonostante i marcati parafanghi. Su tutti e quattro i vetri elettrici (e anche sul tetto panoramico) è presente l’utile dispositivo antipizzicamento che interviene in caso di presenza di oggetti o parti del corpo nel perimetro del vetro mentre effettua la risalita e ne inverte il moto evitando spiacevoli conseguenze. Portaoggetti ce ne sono in quantità sufficiente e il bracciolo centrale anteriore (anche refrigerato) permette di viaggiare comodi e di mettere mani alla leva del cambio (in posizione rialzata non a caso come sulle monovolume) senza allontanare il gomito. Ottima la dotazione di sicurezza offerta di serie con 7 airbag di serie tra cui quello per le ginocchia del guidatore, attacchi isofix e il controllo elettronico della stabilità. Una volta raggiunta la posizione di guida più idonea e regolato in altezza e profondità il volante si incontra la prima problematica, ovvero come mettere in moto il motore turbodiesel Multijet. Si tratta di una “partenza svedese” poiché la chiave di accensione va inserita nel blocchetto centrale accanto alla leva del freno di stazionamento proprio come le Saab; difatti la Croma è costruita sul pianale della 9-3 e della Opel Vectra/Signum condividendo oltre cinquanta componenti per telaio e carrozzeria.
Alla guida
La Croma monta il noto 1.9 Multijet 16V con cambio manuale a 6 marce, un’unità che rappresenta il miglior compromesso su questo genere di vetture in grado di muovere con disinvoltura gli oltre 1500 kg di peso e di garantire riprese e sorpassi in totale sicurezza. Sotto il piede destro ci sono 150 CV e per le velleità turistiche più che sportive dell’auto, non ci si aspetterebbe un’entrata in coppia così violenta superati i 2000 giri e un allungo senza incertezze fino a 4000 giri. Nei lunghi viaggi si apprezza la già citata comodità dei sedili (Milano-Taranto senza un filo di mal di schiena), il motore che lavora a poco più di 2400 giri a 130 km/h (con leggeri fruscii provenienti dal rotolamento dei grandi cerchi da 17”), il cruise control (di serie) e l’ottimo impianto di climatizzazione che mantiene la temperatura desiderata. L’impianto frenante non ha alcun affaticamento nemmeno dopo diverse ore di impiego e si è rivelato efficace soprattutto durante le discese in montagna. Il cambio manuale a 6 marce ha una leva dura da azionare ma in compenso ha innesti precisi. Un po’ di preoccupazione cresce quando si entra in curva in maniera allegra e il marcato rollio fa temere il peggio ma a controllare il tutto ci sono i sistemi elettronici ESP e ASR che correggono un’eventuale sbandata. Non delude nemmeno lo sterzo (a parte la noia elettronica che ha afflitto la maggior parte delle Croma del 2005) che consente di trarsi d’impaccio in spazi inaspettatamente ristretti senza alcuno sforzo. Un dispositivo davvero utile è l’Hill Holder per l’assistenza alle partenze in salita che mantiene l’auto ferma per poco più di un secondo consentendo al guidatore di ripartire agevolmente dando un addio definitivo alle partenze con il freno a mano. A dispetto di quanto si possa pensare, il motore 1.9 nella variante da 150 CV richiede meno carburante rispetto al 120 CV con consumi impensabili per una vettura di questa “taglia”. Nei percorsi extraurbani il computer di bordo mi ha segnato i 20.9 km/l, in città i 13 km/l e in autostrada i 14 km/l rispettando le velocità imposte e adottando alcuni consigli come “saltare” la quinta marcia e passare dalla quarta direttamente alla sesta.
La comprerei o ricomprerei?
Nonostante qualche grattacapo di natura elettronica, la ricomprerei volentieri questa Fiat poiché c’è oramai l’abitudine di “viaggiare alti” e ogni qualvolta si prova o si sale semplicemente su un’altra auto ci si sente rasoterra. Inoltre la sicurezza che infonde il motore durante i sorpassi di camion o di altri autisti che non convincono nella loro andatura, non la ritrovi su tutte le auto.
Fiat Croma 1.9 Multijet 16V 150 CV Dynamic DPF
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
4
3
3
2
0
VOTO MEDIO
3,8
3.75
12
Aggiungi un commento
Ritratto di Flavio Pancione
9 luglio 2013 - 00:06
7
un mio amico la tiene identica spiccicata nel colore, nei cerchi, nel motore e nell'allestimento ! E un bel motore anche se, se paragonato agli attuali si nota ovviamente qualche "cedimento di colpi" però soprattutto quando è montato su auto ben più piccole e leggere si dimostra assai sveglio ma allo stesso tempo leggermente brusco. Comunque il principale obiettivo che l'auto vuole raggiungere è lo spazio e il confort e ci è riuscita in pieno, davvero assai assai larga avanti e dietro.. e seduta alta.. infatti quando ritorno nella mia auto mi sembra di guidare a terra. Buona scelta quindi per chi interessa lo spazio!
Ritratto di SimonST200
9 luglio 2013 - 00:09
1
Grazie del commento. Ovviamente stiam parlando di un'auto del 2006 e di un motore diciamo oramai superato ma regala ancora parecchie soddisfazioni. Ci sono motori della volkswagen (vecchi iniettori-pompa) che rompono le testate a 100000 km e consumano anche di più con "soli" 140 CV.
Ritratto di Flavio Pancione
9 luglio 2013 - 15:56
7
e anch'esso l'ho provato e riprovato
Ritratto di MatteFonta92
9 luglio 2013 - 18:25
3
Ottima prova, complimenti! L'auto era una delle Fiat più valide e ben fatte degli ultimi tempi... era l'auto da famiglia perfetta, non mi spiego perché la Fiat abbia deciso di sospendere la produzione così, tutt'a un tratto... eppure vendeva bene.
Ritratto di SimonST200
9 luglio 2013 - 18:28
1
Grazie dei complimenti! :-)
Ritratto di MatteFonta92
9 luglio 2013 - 18:31
3
Di nulla, figurati! :-)
Ritratto di MASSIMO69
9 luglio 2013 - 19:05
Chissà pechè la Fiat non l'ha tenuta andava benissimo. Mi piace tantissimo, purtroppo è fuori portato per le mie esigenze e per il mantenimento, anche usata l'ho cercata ma troppi km alle spalle era un rischio acquistarla. Ho avuto occasione di vederne una in concessionario e ne sono rimasto ovviamente positivamente colpito. Bella linea e poi l'intelligente e originale posizione dlla chiave d'accensione sul tunnel come le Saab.
Ritratto di marian123
11 luglio 2013 - 13:16
con questa macchina è rimasto a piedi diverse volte soprattutto a causa del DPF. Anche dopo averlo cambiato con una spesa di quasi 500 € la macchina dava sempre problemi e infine decise di toglierlo. Peccato che dopo tutti questi interventi, la macchina lo lascio ancora a piedi a causa di un problema ai connettori degli iniettori e così decise di venderla. A parte questo secondo lui il maggior pregio di questa macchina era il comfort di marcia e spazio per le persone anche se il bagagliaio poteva essere un po' più grande. Visto che veniva da una 147, alla guida la trovava rilassante e brillante in accelerazione anche se nelle curve era un mondo diverso. Infine le finiture secondo me lasciano un po' a desiderare soprattutto i materiali plastici di colore chiaro. Saluti
Ritratto di SimonST200
11 luglio 2013 - 14:26
1
Dispiace sentire queste cose. Indubbiamente la Croma non è stata perfetta ma sul fatto del DPF c'è un particolare. Il DPF della Croma va in rigenerazione mediamente ogni 1000 km (per un uso medio tra città e fuori) e ci si accorge che va in rigenerazione quando al minimo l'auto sobbalza e non ha un funzionamento regolare dai 1000 giri ai 2000 giri con qualche lieve singhiozzo. Nulla di preoccuparsi ma la cosa fondamentale è che non bisogna nè spegnere il motore nè stare fermi. Bisogna continuare a girare (magari intorno all'isolato di casa), tirare poco poco le marce e far scorrere mediamente 7-8 minuti fino a quando non si sentono più le elettroventole girare. Così facendo sono arrivato "sano e salvo" ai 141000 km mentre proprio l'altro giorno ero dal mio meccanico di fiducia e c'era una Croma più nuova della mia (se non erro 2008) con problemi al DPF. La causa? mancate rigenerazioni! Questo particolare non tutti lo sanno, ecco perché molta gente ha avuto problemi.
Ritratto di pitsax
14 luglio 2013 - 14:44
in lei credevo di rivedere una riscossa della FIAT ma poi...cambio di frontale che reputo orrendo e poi piu nulla...strana filosofia FIAT...l'ho provata in versione emotion e quasi volevo comprarmela ma gia sentivo delle piccole noie ma questa del DPF proprio no...non credo che 1 macchina di questo livello dia questi tipi di problemi....cmq ottima prova ciao
Pagine
listino
Le Fiat
  • Fiat 124 Spider
    Fiat 124 Spider
    da € 28.040 a € 32.340
  • Fiat Tipo 5 porte
    Fiat Tipo 5 porte
    da € 16.050 a € 25.050
  • Fiat 500X
    Fiat 500X
    da € 19.250 a € 31.000
  • Fiat Qubo
    Fiat Qubo
    da € 14.500 a € 21.250
  • Fiat 500L Wagon
    Fiat 500L Wagon
    da € 19.050 a € 25.600

LE FIAT PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE FIAT

  • In vendita da quattro anni, la Fiat 500X si rinnova e cambia in pochi dettagli all'esterno. Ma ci sono nuovi motori e tecnologie. Qui per saperne di più.

  • Fiat 500 Spiaggina ‘58 by Garage Italia: l'intervista a Lapo Elkann, che l’ha voluta fortemente.

  • Realizzata in 1958 esemplari, la serie speciale Fiat 500 Spiaggina ‘58 ha un look vintage e richiama l’utilitaria da “spiaggia” Jolly Spiaggina. Qui per saperne di più.