Fiat Bravo 1.6 Multijet 16V 120 CV Emotion DPF Dualogic

Pubblicato il 24 febbraio 2010

Listino prezzi Fiat Bravo non disponibile

Qualità prezzo
5
Dotazione
5
Posizione di guida
5
Cruscotto
3
Visibilità
3
Confort
4
Motore
3
Ripresa
4
Cambio
5
Frenata
5
Sterzo
5
Tenuta strada
5
Media:
4.3333333333333
Perché l'ho comprata o provata
Marca: FIAT Modello: BRAVO Allestimento: Sport DRIVE Motorizzazione: 1.6 Multijet 120 CV Optional: • SkyDome • Airbag alle ginocchia • Pacchetto Dynamic Perchè la linea mi piaceva tantissimo, e il rapporto qualità prezzo era il migliore della sua categoria.
Gli interni
Abitacolo La prima cosa che si nota salendo sulla Bravo Sport Drive sono gli allestimenti molto curati e ben rifiniti, buone plastiche e ottimo design, un salto di qualità che dalla FIAT si aspettava da tempo. Notevoli i sedili che altre belli sono anche molto comodi. La posizione di guida è davvero buona, le quattro regolazioni permettono una sistemazione più che personalizzata anche per i più esigenti. Lo spazio per i passeggeri posteriori non è il massimo, viste le dimensioni della vettura ci si sarebbe aspettato molta più vivibilità. In compenso lo skydome offre un’ottima vista notturna,anche se l’apertura a metà chiude il vetro posteriore. Una pecca assolutamente inaspettata è la manca di guarnizioni nella parte bassa delle portiere posteriori che “sporcano” tutto il compriruota e una parte dell’abitacolo. Strumentazione La strumentazione è buona, ma potrebbe essere migliorata, l'arancione non rende bene, fa perdere di profondità tutto il cruscotto, sarebbe stato meglio un colore più incisivo: il classico verde FIAT o il blue. Il display incastrato fra il contagiri ed il contachilometri è troppo piccolo, le informazioni fornite dal computer di bordo sono molte e dettagliate ma scorrono su di un'unica riga, facendo distrarre dalla giuda, mentre quello della radio è ben dimensionato, anche se la qualità dei cristalli liquidi poteva essere superiore, ottimi sono i tasti al volante che permettono una gestione totale di tutte le funzionalità di radio,blue&me e computer di bordo Plancia Ottima e ben rifinita, però non tutti i pulsanti sono facilmente usabili, come il tasto menù, posizionato vicino al passeggero (sopra quello dei fendinebbia), gestibile in modo sequenziale ed inutilizzabile in marcia, ed è un peccato perchè è molto ricco, una maggiore collaborazione con Microsoft, già fornitore del blue&me e di winmobile con mediaplayer, avrebbe potuto migliorarne la funzionalità. Il blue&me è comodissimo ed altamente funzionale, intuitivo l'uso, sia vocale che dal menù al volante. Non ho potuto provare il lettore vocale di messaggi in quanto il mio costosissimo Expedia X1 della Sony Ericsson non ha la lettura vocale! La presa USB non è posizionata bene, inevitabilmente il cavo passa in mezzo alla leva del cambio, sulla sport drive il problema non si pone per via del cambio automatico, ma potrebbe dare fastidio con un cambio manuale, se si inserisce un carica cellulare si ha un groviglio di fili che disturbano comunque, sarebbe stato comodo avere la presa più vinca al portaoggetti. Il vano lato passeggero è molto capiente, molto più di quanto ci si aspetterebbe, anche se per raggiungere gli oggetti in fondo alcune volte bisogna fare delle contorsioni. Il "frigo" ,che in realtà è un vano refrigerato solo a condizionatore accesso, è utile, soprattutto nei viaggi medio lunghi. Bagagliaio Soddisfa tutte le esigenze di carico necessarie ad un uso normale della macchina e ci stanno comodamente tutte le valige per quattro persone, l’invito del baule è però alto e stretto lateralmente per via dei montati posteriori piuttosto larghi.
Alla guida
Le sensazioni che si provano non sono certo da formula uno, il motore multijet 1.6 120 CV, spinge bene ma non da i brividi, la vettura è fatta, sostanzialmente, per il lunghi viaggi, ma anche in città offre un comfort notevole. Con la versione Sport Drive occorre soffermarsi necessariamente sul dualogic , che, con i paddle al volante, sopperisce, per divertimento, alla poca “spinta” del motore. La mancanza della doppia frizione si fa sentire soprattutto in partenza quando “l’aggancio” è piuttosto lento e fra rimpiangere l’assenza di una frizione normale, sensazione che sparisce innestando le marce successive senza staccare le mani dal volante, e nel momento in cui si vuole scalare e cambiare in qualsiasi situazione, anche in curva. Molto comodo l’inversione dell’innesto dalla leva del cambio, ponendo la discesa della marce spingendo in avanti la leva e la salita verso l’abitacolo, rendendo, così, più naturale il movimento. La tenuta di strada è ottima, anche se è necessario fare un pochino di pratica, perché non ci si aspetta tanta maneggevolezza da una vettura con tanta mole. I sistemi di sicurezza attivi, funzionano bene e si sentono. I consumi non sono certo da guinness, soprattutto se si spinge un pochino non si va oltre i 15 Km/l nel misto, e intorno ai 10 Km/l in città, dati rilevati dal computer di bordo.
La comprerei o ricomprerei?
si! ed aggiungerei qualche altro optional.
Fiat Bravo 1.6 Multijet 16V 120 CV Emotion DPF Dualogic
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
1
0
0
0
0
VOTO MEDIO
5,0
5
1
Aggiungi un commento
Ritratto di MassySaba
13 marzo 2010 - 19:58
Rettifico quanto detto per il motore.... qst pomeriggio ho fatto un bel duello con un AUDI A4, nel misto e nel lungo....non ho perso nulla, l'effetto elastico a 198/200 ( su tachimetro ) era minimo...ergo.... :-)
Ritratto di paolorusso
14 marzo 2010 - 11:44
salve, ho letto la sua prova... a me piace davvero molto la bravo e vorrei acquistarla proprio con il dual logic.. faccio l'agente di commercio quindi di km ne faccio tanti... è lento il cambio? conviene il manuale ? La ringrazio anticipatamente
Ritratto di MassySaba
15 marzo 2010 - 09:23
Salve Paolo, la cosa che bisogna ricordare è che il duologic non è un cambio "automatico", ma un cambio "normale" robottizato, per tale ragione non è per nulla lento, e si adatta allo stile di guida, possiede sostanzialmente 3+1 opzioni : 1.Sequenziale 2.Automatico 3.Misto +1. In modalità automatica e mista è possibile inserire la mappatura "economy" Per misto indento che, anche se si è nella impostazione automatico, si può scalare o salire di marcia senza escludere l'automatico, funzione che è molto comoda qd, ad esempio, si incontra una salita o si deve effettuare un sorpasso ( ovviando alla pressione totale del pedale dell'acceleratore ). la funzionalità "economy" interviene sulla centralina e offre una guida più "morbida". Personalmente ho trovato comoda qst opzione solo nel traffico più estremo, mentre assolutamente inutile nel misto e nel fuori città. Infine se si vuole provare l'ebrezza di una cambiata rapida ( dicono i manuali 190 ms) si può, facendo salire il contagiri fino ai 4000/4500, lo stacco in questo caso è brusco ma la perdita di giri non è così consistente, poi le leve sul volante sn davvero comodissime in ogni circostanza. Se Lei fa l'agente di commercio, secondo il mio modesto parere, una volta provato il dualogic non vorrà più tornare al cambio manuale. Se ne ha la possibilità chieda a qualche concessionario la prova della vettura, se è fortunato riuscirà a trovare la sportdrive e si renderà subito conto dei vantaggi. Mi faccia sapere Cordialmente
listino
Le Fiat
  • Fiat Qubo
    Fiat Qubo
    da € 14.500 a € 21.250
  • Fiat 500L Wagon
    Fiat 500L Wagon
    da € 19.050 a € 25.600
  • Fiat Tipo Station Wagon
    Fiat Tipo Station Wagon
    da € 17.300 a € 26.300
  • Fiat Tipo
    Fiat Tipo
    da € 14.800 a € 21.300
  • Fiat Panda 4x4
    Fiat Panda 4x4
    da € 16.890 a € 19.190

LE FIAT PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE FIAT

  • Ha una linea originale, da piccola multispazio, con volumi squadrati e profili tondeggianti che le danno un aspetto “muscoloso”; utili i profili laterali in gomma (di serie per gli allestimenti più costosi, optional per la Easy) che proteggono la vernice dai piccoli urti.

  • In vendita da quattro anni, la Fiat 500X si rinnova e cambia in pochi dettagli all'esterno. Ma ci sono nuovi motori e tecnologie. Qui per saperne di più.

  • Fiat 500 Spiaggina ‘58 by Garage Italia: l'intervista a Lapo Elkann, che l’ha voluta fortemente.