Pubblicato il 13 agosto 2012

Listino prezzi Fiat Cinquecento non disponibile

Ritratto di Rops
alVolante di una
Alfa Romeo 159 1.9 JTDm 16V Progression
Fiat Cinquecento
Qualità prezzo
4
Dotazione
1
Posizione di guida
3
Cruscotto
2
Visibilità
5
Confort
3
Motore
3
Ripresa
3
Cambio
2
Frenata
2
Sterzo
2
Tenuta strada
2
Media:
2.6666666666667
Perchè l'ho comprata o provata
Comprata nel 1994 da mia madre, è diventata mia una decina di anni dopo, appena presa la patente. Ora resta come auto di famiglia per uso comune per quanto riguarda i piccoli spostamenti. In 18 anni, ha fatto solo 110.000 km (!), la maggior parte dei quali in città (diciamo un 60%), qualcuno sull'extraurbano (facciamo 30%) e pochissimi, com'è giusto che sia per un'auto del genere, su strade a scorrimento veloce (il restante 10%).
Gli interni
Gli interni dell'auto sono del tutto spartani. L'abitacolo è molto luminoso grazie alle ampie vetrate (visibilità ottima in ogni direzione) e abbastanza accogliente se consideriamo le dimensioni esterne. Parecchi i portaoggetti, con l'enorme tascone sul lato passeggero che volendo contiene anche un cocomero. Lo stesso dicasi per i pannelli delle portiere, veramente utili per trasportare oggetti di ogni sorta. I sedili sono semplicissimi, in stoffa, destinati a consumarsi con l'età e l'usura, per nulla sagomati e privi di poggiatesta degni di questo nome (ciambelle di gomma perlomeno regolabili in altezza...). Il cruscotto -comprensivo di orologio digitale, una chicca per l'epoca- è zeppo di pulsanti che non si usano mai, più che altro per l'areazione (limitata e "polverosa": meglio tenere i finestrini abbassati e passa la paura). L'assemblaggio non è il massimo ma non scadente: qualche vibrazione e scricchiolio ogni tanto si sente, ma niente di fastidioso. La strumentazione è chiara e facilmente leggibile (stato del serbatoio, tachimetro, temperatura dell'acqua e contakm parziale e totale; manca il contagiri, fatto del tutto normale per una citycar di 20 anni fa). L'abitabilità, come detto, è abbastanza buona per una macchina di dimensioni così modeste: davanti lo spazio non manca anche per le persone sopra i 180 cm, mentre dietro stanno comodi solo dei ragazzini. Il bagagliaio (170 litri) è sufficiente per le buste della spesa. Ovviamente del tutto assenti gli optional. Zero abs, zero airbag, zero clima, zero radio, zero vetri/specchietti elettrici, etc.
Alla guida
La guida in città è piuttosto brillante. Le dimensioni ridotte facilitano i parcheggi anche negli spazi più angusti: la macchina entra e passa dappertutto, ed è un bel vantaggio. La pecca semmai è l'assenza del retrovisore destro, fatto del tutto penalizzante nei parcheggi. Le marce molto corte invece garantiscono un buono scatto al semaforo, mentre lo sterzo, essendo sprovvisto di servo, può risultare pesante nelle manovre che richiedono velocità e precisione. Fuori dal contesto urbano, chiaramente, la Cinquecento comincia a faticare col progredire della velocità. Le sospensioni morbide (che non assorbiscono per niente le buche) e le gomme strette accentuano il rollio e non invitano a correre nelle curve. Il motore di 40 CV però è molto adatto alla macchina: silenzioso ai bassi regimi, in progressione tiene la 5^ già ai 50 orari, e decelerando la conserva fino ai 40 km/h. La mia, nonostante l'età e la coppia bassissima, conserva una certa brillantezza e "spinge" anche con le marce alte (non sempre è necessario scalare, schiacciando a fondo riprende facilmente). Lo sterzo tutto sommato è abbastanza preciso in velocità, mentre il cambio -manuale, 5 marce- è evidentemente di antica concezione: leva altissima, innesti lunghi e rugosi, ogni tanto (ma solo con la terza e la retro) si impunta. La frenata invece non è malvagia, il pedale è modulabile. Per quanto riguarda la tenuta di strada sul bagnato, c'è poco da dire: o vai come una lumaca o l'auto risulta incontrollabile, basta un rigolo d'acqua per farla innervosire. Un lato decisamente positivo, e di questi tempi per nulla secondario, è rappresentato dai costi di gestione, prima di tutto dai consumi. Facile fare i 15 km/l in città, fuori si va per i 22 km/l. Non male per una macchina di 20 anni. La meccanica è abbastanza robusta, pur non essendo stata trattata con particolare riguardo l'officina l'ha sempre vista col binocolo e non ha mai lasciato a piedi nessuno. Avendo solo 25 KW ed essendo un 0.9 richiede una scemenza di bollo e assicurazione.
La comprerei o ricomprerei?
Per farne un certo tipo di uso, non solo la ricomprerei io, ma la consiglierei. Come detto, è una macchina adattissima per i piccoli spostamenti in città, o per chi è alle prime armi, l'ideale per fare pratica e per i neo-patentati, poi è ovvio che dopo un po' inizierà a sembrare un giocattolino. I viaggi, insomma, senza il clima e con una dotazione del genere, bisogna scordarseli, serve un'altra macchina.
Fiat Cinquecento 900 S
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
3
1
3
0
2
VOTO MEDIO
3,3
3.333335
9


Aggiungi un commento
Ritratto di 5amuel
29 agosto 2012 - 17:41
ti diranno che non è sicura e che potevate acquistare altro ma se ci fai caso non si vede più in giro nessuna coreane/giapponesi/indiane del 94
Ritratto di marcoveneto
29 agosto 2012 - 18:58
anche io ce l'ho avuta come prima auto da neopatentato..era pratica perchè la si poteva pure maltrattare e andava sempre(anche se ha avuto parecchi difetti)..l'abbiamo rottamata con soli 99000 km e ora abbiamo una golf nuova,ovviamente tutt'altra auto(praticamente siamo passati dalla preistoria all'età moderna) ..comunque buona prova ;)
Ritratto di Gianluu
29 agosto 2012 - 19:34
1
Prova molto più che sufficiente , quasi discreta . Complimenti descrivi tutto in 'poco'. Saluti ;)
Ritratto di panda07
29 agosto 2012 - 22:05
1
descrivi tutto in poco :) auto veramente indistruttibile!!! ciao :)
Ritratto di Salvo 360
30 agosto 2012 - 00:20
Abbastanza completa, l'auto non sarà bellissima ma a queste scatolette ci si affeziona sempre! :)
Ritratto di giuseppe26
30 agosto 2012 - 08:38
prova buona
Ritratto di fabri99
30 agosto 2012 - 09:37
4
Anche se un po' sintetica, non manca di niente ed è scritta bene, complimenti! Non offenderti, ma per quanto possa essere buona quella 500, la trovo antipatica e bruttina... Ciao ;)
Ritratto di gig
30 agosto 2012 - 18:57
Prova sintetica ma dettagliata... l' auto è davvero brutta...
Ritratto di giuseppemorgy
31 agosto 2012 - 16:17
quando nel 1991 presi la patente era appena uscita,la compro un caro amico e ci avremo fatto centinaia di km in tutte le condizioni-citta,statali,autostrada,neve,ghiaccio,pioggia.perfetta era una 900 abbastanza spartana(all epoca esordì con la 900 e la 700ed,poi piu tardi arrivo la sporting 1.1 fire) come accessori aveva solo i vetri post apribili,l orologio dgt,e la quinta marcia.dentro come spaziosita era sorprendente,a dispetto delle misure esterne.ancora adesso se ne vedono tante in giro.comunque bella prova ben dettagliata.
Ritratto di fiat punto 2001
31 agosto 2012 - 16:52
la mitica 500...bellaaaaaaaaaa
Pagine
listino
Le Fiat
  • Fiat 500
    Fiat 500
    da € 15.350 a € 21.400
  • Fiat 500C
    Fiat 500C
    da € 18.050 a € 24.100
  • Fiat Nuova 500 Cabrio
    Fiat Nuova 500 Cabrio
    da € 32.900 a € 38.900
  • Fiat Panda 4x4
    Fiat Panda 4x4
    da € 17.350 a € 20.050
  • Fiat Panda
    Fiat Panda
    da € 13.900 a € 19.750

LE FIAT PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE FIAT

  • Piccole, agili, scattanti e a zero emissioni: tante le doti di queste elettriche da città con molte frecce al loro arco. Le abbiamo messe a confronto.

  • La Fiat Nuova 500 è un’elettrica sfiziosa, ricca sul fronte delle dotazioni di sicurezza e curata negli interni, se non per pochi dettagli. Davvero piacevole la guida, anche fuori città. Qui per saperne di più.

  • Dietro il look intramontabile, la Fiat Nuova 500 ospita un motore a corrente da 118 CV e i più recenti aiuti alla guida. Arriva a ottobre, ma ne abbiamo già guidato un esemplare di pre-serie: bene comfort, scatto e maneggevolezza. Qui per saperne di più.