Fiat Panda 1.3 Multijet 16V Dynamic

Pubblicato il 22 settembre 2009
Qualità prezzo
4
Dotazione
2
Posizione di guida
3
Cruscotto
3
Visibilità
3
Confort
2
Motore
3
Ripresa
2
Cambio
3
Frenata
3
Sterzo
3
Tenuta strada
3
Media:
2.8333333333333
Perchè l'ho comprata o provata
L'auto in questione è dei miei genitori in quanto io essendo studente universitario non sono in grado di mantenere un auto personale ma la utilizzo frequentemente per recarmi all'università. La uso anche nel tempo libero quando vado a fare sport oppure quando esco con gli amici alla sera. I miei genitori l'hanno acquistata poichè la linea è piacevole dato testimoniato dal fatto che è la citycar più venduta in Italia e inoltre si gode di una capillare rete si assistenza in caso anomalie tecniche dell'auto.
Gli interni
Gli interni non sono da auto di lusso ma dispngono delle dotazioni strettamente necessarie. Essi sono realizzati in plastica e sono rifiniti decentemente anche se ho notato che tendono a scolorisi e a surriscaldarsi eccessivamente durante l'estate. L'auto dispone di un numero accettabile di vani portaoggetti comodi; piacevole il posacenere a forma di bicchiere e i relativi portabicchieri, di ottima capienza il vano portaoggetti sul lato passeggero peccato per l'assenza di una chiusura con chiavee illuminazione. I comandi ( leve tergi scristallo, fari e clima e altri pulsanti) sono situati in modo razionale e sono molto facili e intuitivi da usare, azzeccato il posizionamento della leva del cambio in alto. I sedili nel complesso sono abbastanza comodi e ben realizzati ma ho notato che si scaldano troppo e quindi fanno sudare, inoltre in curva prese veloci non trattengono bene il corpo. Mentre il passeggero anteriore riesce a trovare una giusta regolazione del sedile il guidatore se più alto di 1,83m non trova soddisfacenti le regolazioni. Altro difetto che ho riscontrato è l'impossibilita di regolare il volante in profondità. Per quanto riguarda i posti posteriori essi ospitano bene solamente due adulti e quindi il quinto posto ( persino a pagamento ) è inutile poichè tre adulti starebbero compressi, adatto invece per tre bambini o ragazzi. Il bagagliaio è adatto per la vettura e la soglia non troppo alta consente agevolmente lo stivaggio dei bagagli, inoltre abbattendo i sedili posteriori si incrementa notevolmente il volume di carico.
Alla guida
L'auto alla guida è facile guidare e in città la si apprezza per la sua straordinaria maneggevolezza, si parcheggia in poco spazio, inoltre le manovre non sono stancanti grazie al servosterzo elettrico dualdrive con funzione city di serie per tutte le versioni che allegerisce ulteriormente il volante già di per sè leggiero. Fuori città la macchina tutto sommato si comporta bene e in certi casi e piacevole, ma aumentando l'andatura diventa instabile questo lo si nota nelle curve prese ad alta velocità dove si verifica un rollio marcato dovuto presumibilmente alla carrozzeria alta ( l'auto è alta 156cm ) e dall'assetto morbido. L'auto quindi non ha un temperamento sportivo anche a causa dello sterzo che è troppo leggero e impreciso sul veloce e costringe a frequenti correzioni da parte del guidatore. Tuttavia l'auto è abbastanza sicura ed è prevedibile nelle sue reazioni. Grave l'assenza dell'ESP che è a pagamento (e che dovrebbe essere di serie per tutte le versioni). Il motore dispone della giusta potenza ed è quindi adeguato anzi già il 1.2 è piacevole per brio, se poi si cerca una sorta di kart stradale si può optare per la 1.4 100hp, l'auto se la cava bene nei sorpassi non troppio impegnativi. Il cambio è facile da usare e consente una buona accelerazione grazie ai rapporti corti. Riscontrati casi in cui il cambio si impunta e si blocca temporaneamente. I freni sono proporzionati per la vettura e sono ben modulabili anche se gli spazi d'arresto sono migliorabili magari sostituendo i freni a tamburo posteriori con dischi. Ho anche notato che l'impianto ABS interviene frequentemente forse sarebbe stato utile predisporre di serie il sistema di assistenza frenata d'emergenza. In autostrada se la cava ma non il suo terreno ideale ( la città ) ma bisogna prestare attenzione all'uscita dei tunnel in presenza di vento laterale a causa del peso contenuto e all'altezza elevate essa tende a scomporsi.
La comprerei o ricomprerei?
Ricomprerei questo modello poichè è un auto pratica comoda e funzionale per molte esigenze, l'abitabilità è discreta grazie alla carrozeria alta, inoltre la plancia bicolore le dà eleganza. Personalmentre trovo che sia un'auto dalla linea moderna e gradevole e si puo darle un tocco di sportività scegliendo i cerchi in lega. Altro pregio è il fatto che non è un 'auto dispendiosa, bollo e assicurazione "non costano troppo " ed è un auto parca nei consumi specialmente la 1.3 multijet diesel. Se dovessi compiere una scelta io mi orinterei sulla versione natural power a metano per abbattere i costi di gestioni e per potere aggirare i blocchi del traffico in città. Le modifiche che apporterei sono: diminuizione dell'altezza da terra e irrigidimento delle sospensioni per eliminare il rollio; migliorerei lo sterzo rendendolo più duro eliminando le correzioni frequenti in marcia
Fiat Panda 1.3 Multijet 16V Dynamic
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
5
3
0
0
2
VOTO MEDIO
3,9
3.9
10
Aggiungi un commento
Ritratto di p.eugenio
22 settembre 2009 - 16:41
w made in italy
Ritratto di roberto88vv
31 gennaio 2010 - 21:10
guarda che su una trazione anteriore è sull'anteriore che si scarica oltre il 90% della potenza frenante infatti esiste un limitatore di frenata sul posteriore per evitare bloccaggi, freni posteriori più potenti sarebbero inutili (ma anche su auto con i pesi meglio bilanciati la forza frenante deve essere maggiore sull'anteriore). Ti piacerebbe la natural power??? la 1200 a benzina certo non è potente ma è elastica e piacevole, riprende benissimo. la versione a metano non la vorrei neanche reagalata, a parte la perdita di 8cv considera che le bombole pesano qualcosa come 100-150kg quindi se da un lato abbassano il baricentro dall'altro uccidono le prestazioni (52cv sotto oltre 1000kg di auto!!!) e stressano i freni che già normalmente soffrono un pò di fading. l'autonomia inoltre sarebbe ridicola (entro 250km) e in pratica consumeresti di più perchè essendo le colonnine di metano molto rare dovresti fare molti km a benzina trascinandoti appresso l'inutile peso delle bombole (che fra l'altro devono essere revisionate ogni 5 anni). La versione a gpl invece deve essere ottima: poca perdita di coppia e minimo aggravio di peso oltre a un'autonomia dignitosa e consumi bassissimi (in termini di denaro, non di litri). Una cosa non capisco della panda 1200: se a 5000 giri il motore muore a cosa serve il limitatore a 6500? perchè non anticiparlo a 5500? comunque è apprezzabile questo tipo di erogazione: su un'utilitaria sono inutili motori che raggiungono potenza massima a 6000 giri o oltre (come la matiz, inutile scatoletta)
Ritratto di franco7586
2 maggio 2010 - 12:16
possiedo anch'io una panda diesel multijet, volevo sapere da qualcuno di voi se avete avuto problemi con la valvola e.g.r. a me è successo a ventimila chilometri, e a voi.....
listino
Le Fiat
  • Fiat Doblò
    Fiat Doblò
    da € 19.980 a € 25.700
  • Fiat Fullback
    Fiat Fullback
    da € 31.782 a € 44.836
  • Fiat Tipo
    Fiat Tipo
    da € 15.800 a € 22.300
  • Fiat 500L
    Fiat 500L
    da € 19.050 a € 25.800
  • Fiat 124 Spider
    Fiat 124 Spider
    da € 28.040 a € 32.340

LE FIAT PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE FIAT

  • La Centoventi è una concept molto innovativa: vediamo quali sono le soluzioni pensate dai progettisti della Fiat per quella che potrebbe essere la sostituta della Panda.

  • Nel quarto episodio della serie di brevi documentari sul dietro le quinte dello sviluppo, la FCA ci porta nella galleria aerodinamica di Orbassano. Qui per saperne di più.

  • Nella terza puntata della miniserie FCA What’s Behind, dove il costruttore mostra il dietro le quinte dello sviluppo delle nuove auto, il centro prove di Balocco. Qui per saperne di più.