Ford Focus 1.8 TDCi 90 CV

Pubblicato il 29 agosto 2009
Qualità prezzo
5
Dotazione
3
Posizione di guida
4
Cruscotto
3
Visibilità
3
Confort
4
Motore
5
Ripresa
3
Cambio
4
Frenata
2
Sterzo
4
Tenuta strada
5
Media:
3.75
Perché l'ho comprata o provata
Sono possessore di una FORD FOCUS berlina 5 porte 1.8 TDCI Zetec dal dicembre/2003 (non è nella lista...). Ho acquistato questo autoveicolo perché mio padre precedentemente aveva comprato una Focus 1.8 16v benzina. Rimasi soddisfatto dal rapporto qualità/prezzo che era veramente sorprendente. Sorprendenti erano, in quel periodo, anche le sue prestazioni e pertanto, giunto il momento di cambiare auto, optai per la 1.8 turbo diesel. Orbene con le righe che seguono voglio dare una panoramica totale della vettura che uso quotidianamente e, perciò, la mia sarà una valutazione sia sul piano caratteristiche/prestazioni che su quello di durata/affidabilità. Reputo, difatti, molto importante quest’ultimo punto.
Gli interni
Gli interni si presentano di buon gusto e di durata. La plancia è rivestita di morbida plastica che ha un discreto effetto estetico e non presenta, nonostante il tempo trascorso, segni di cedimento o screpolature. Il tessuto, di cui sono rivestiti i sedili, non ha mai ceduto e l’imbottitura sino ad oggi resiste egregiamente. L’escursione dei sedili anteriori è notevole permettendo a tutti i conducenti di trovare la giusta posizione di guida; appena avvolgenti. Il cruscotto è ben collocato e gli strumenti sono ben visibili anche attraverso il volante; peccato la mancanza di alcuni strumenti (termometro olio motore; computer di bordo; strumento temperatura interna/esterna) e la rottura, dopo pochi mesi di vita, di due lampadine che rendono di notte il contakm poco visibile. Tutti i comandi, intuitivi, sono a portata di mano. Comodissimo il controllo della radio sul fianco sinistro del volante... ovviamente opzionale. Molto pratici i vari portaoggetti sparsi per l’abitacolo incluso due comodi porta-lattine ed una tasca laterale sul fianco sinistro del sedile anteriore lato passeggero dove è possibile collocare/nascondere il proprio navigatore satellitare. Unico neo il volante in pelle: si screpola abbastanza velocemente (sostituito due volte). L’abitacolo è abbastanza spazioso e si viaggia comodi anche in cinque. Potente e molto efficace l’impianto di climatizzazione; peccato sia tutto manuale. L’apparato stereo funziona egregiamente e, insieme alle quattro casse acustiche, diffonde un suono chiaro e di qualità. La luce di cortesia illumina sufficientemente di notte tutto l’abitacolo anche se una luce aggiuntiva posteriore sarebbe stata gradita. Nella marcia normale in autostrada non si notano sibili o rumori molesti segni di nota; grazie al propulsore che gira più altro degli altri diesel, stranamente, il confort acustico è decisamente accettabile. Il baule non è molto capiente anche se, in caso d’emergenza, è possibile abbattere i sedili posteriori ottenendo così un vano assai più ampio per trasportare oggetti ingombranti. Sul piano della sicurezza sono presenti quattro airbags – due frontali e due laterali.
Alla guida
L’autovettura è equipaggiata di un propulsore turbodiesel common rail di poco meno 1,8 litri erogante la potenza di circa 115 hp dalle esuberanti prestazioni; grazie ad un turbocompressore di nuova generazione il motore spinge subito dai bassi regimi allungando fino ai 4.000 giri; è abbastanza elastico e silenzioso. Non è un motore da corsa ma si difende bene sopratutto quando c’è più umidità nell’aria che, per incanto, lo accredita di qualche cavallo in più. Tirato più volte al limite ha spinto l’autovettura poco sopra i 200 km/h di strumento. E’ infaticabile e, personalmente, INDISTRUTTIBILE. Purtroppo per il propulsore il sottoscritto ha il “piede molto pesante” e spessissimo l’ho portato al limite sottoponendolo a stress termici/meccanici da collasso. Nonostante tutto continua a funzionare perfettamente beffandosi dei suoi 184.000 km. Al momento non si riscontra nessuna perdita di liquido ed il consumo d’olio motore è praticamente inesistente. Sicuramente un ottimo turbodiesel anche se i consumi lasciano un po’ perplessi; con un’andatura molto parsimoniosa si raggiungono i 16/17 km/lt. – con un’andatura sportiva si scende velocemente agli 11/12 km/lt. Frizione e cambio nella normalità. Cerchi ruote da 16” , pneumatici di 205, sospensioni non particolarmente morbide e sistema multi-link posteriore assicurano una notevole stabilità all’auto rendendola anche sportiva e grintosa quando ci vogliamo improvvisare piloti di F1. Ebbene sì, posso garantirVi che ho fatto le “capriole” con questa autovettura e non mi ha mai tradito. La stabilità è eccellente per un’autovettura di questa media categoria, precisa nelle traiettorie, stabile sullo sconnesso e perfetta sul retrotreno. Quest’ultimo ti segue sempre e non “pattina” mai; bisogna entrare su un rondò con asfalto consumato ed a velocità elevata per vederlo partire in sovrasterzo. Varianti secche non la mettono in crisi. Purtroppo, come è capibile per la pesantezza dell’avantreno, nelle curve strette si nota un notevole sottosterzo. Quest’ultimo problema l’ho parzialmente risolto montando degli pneumatici con spalla più dura. Sulle congiunzioni stradali, in curva, l’auto sobbalza leggermente e nei percorsi veloci si può perdere un istante il contatto da terra recuperandolo subito dopo senza particolari problemi. Orbene, fin’ora ho esaltato le caratteristiche della mia Ford Focus ma ora vengono le pecche. L’impianto frenante risulta veramente sottodimensionato per prestazioni, modulabilità e resistenza alla fatica. Forse sarà la mia guida molto sportiva ma i freni mi hanno veramente deluso. Il pedale spugnoso non ti aiuta a capire quando sei al limite; a freddo meglio stare lontani da chi ti precede; dopo alcune frenate, anche non esasperate, si percepisce l’affaticamento del sistema. Gli spazi d’arresto sono piuttosto lunghi; i dischi anteriori anche se nuovi/sostituiti sono nati sempre svergolati trasmettendo, così, piccole vibrazioni che, col passare del tempo, si accentuano. Per non parlare di uno “scherzetto” che alcune volte mi ha fatto tremare! In curva, con l’auto che rolla, andando a frenare il pedale va in fondo e la frenanta quasi si azzera. Ho chiesto il perché di un simile comportamento all’assistenza Ford ma non ho ricevuto risposta. Chissà, forse l’ABS con una ruota posteriore che tocca poco a terra, va in tilt??? Carrozzeria: la vernice regge e non si opacizza. L’unico difetto riscontrato (anche sull’auto di mio padre) è l’accoppiamento del tetto sul montante posteriore sinistro. Dopo circa 3-4 anni la vernice si crepa e compare la ruggine. Punto di torsione dell’auto? Impianto fari: abbastanza potenti gli anabbaglianti; ottimi gli abbaglianti. Impianto elettrico e sistema d’allarme: tutto ok!
La comprerei o ricomprerei?
Senza ombra di dubbio la ricomprerei! Infatti, complessivamente, è un’autovettura che mi ha dato e mi sta dando grandi soddisfazioni per non parlare della sua robustezza ed affidabilità. Sebbene sia stata “torchiata” pesantemente e continuamente dal sottoscritto, in questi anni non mi ha dato nessun “gratta capo” a parte i cuscinetti delle ruote posteriori ed un cuscinetto del riinvio dell’alternatore (usurati dalla percorrenza) la valvola EGR (sostituita in garanzia) ed il volano motore (sostituito in garanzia).
Ford Focus 1.8 TDCi 90 CV
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
2
3
2
0
0
VOTO MEDIO
4,0
4
7
Aggiungi un commento
Ritratto di marco89
31 agosto 2009 - 18:40
sinceramente preferisco la citroen c4 ero indeciso tra focus e c4 poi ho puntato culla c4 e fatta meglio più equipaggiata,più sicura e con un rapporto prezzo equipaggiamenti consumi ben migliore...cmq la ford focus rimsne un ottima auto,solo un gradino sotto la citroen
Ritratto di Quaglio Stefano
15 settembre 2009 - 18:29
Confermo il giudizio di Gianluca, tranne che per il volante in pelle che si screpola. Il mio è ancora integro, forse perchè è perennemente in garage al riparo dal sole per la maggior parte del tempo. Infatti la mia percorrenza media è di circa 15000 km all'anno. E' una macchina eccezionale. Di tachimetro l'ho spinta fino a 205 km all'ora, accorgendomi che avevo anche il climatizzatore acceso. Ma è sorprendente la rapidità con cui raggiungi velocità di circa 170 180 km all'ora. Ho letto di recente la prova di Al Volante della nuova Golf tdi da 140 cv, e sono rimasto colpito dal fatto che non ha entusiasmato per la ripresa nelle marce alte. Ebbene qualche anno fa quando la rivista provò il tdci da 115 cv della focus prima serie rimase sorpreso dell'ottima ripresa anche in quinta marcia. Giudizio confermato anche da quattroruote.
Ritratto di Domenico79
20 ottobre 2009 - 20:41
1
ma quando te lo sei sognato che citroen e meglio di ford??? INFORMATI MEGLIO!!! Poi la C4...ma per favore...
Ritratto di perché no
25 aprile 2010 - 14:13
Bellissimo articolo su un' auto che, pur essendo fuori produzione da parecchio tempo, continua a non sfigurare e a farsi apprezzare, anche grazie ad una linea mai invecchiata
listino
Le Ford
  • Ford Ranger
    Ford Ranger
    da € 32.474 a € 44.186
  • Ford Focus Wagon
    Ford Focus Wagon
    da € 21.000 a € 35.250
  • Ford Focus
    Ford Focus
    da € 20.000 a € 34.250
  • Ford Kuga
    Ford Kuga
    da € 23.650 a € 41.400
  • Ford Fiesta
    Ford Fiesta
    da € 14.500 a € 26.750

LE FORD PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE FORD

  • Costruita nello stabilimento romeno di Craiova e rinnovata all'inizio del 2018, questa piccola crossover ha un frontale massiccio e grintoso, con una mascherina più grande e rialzata a filo del cofano.

  • Marco Alù, direttore comunicazione della Ford Italia, spiega le funzioni del parcheggio assistito della nuova Ford Focus in occasione di un test drive sulla pista di Modena. Qui per saperne di più.

  • Dotato di un motore da 213 CV, il Ford Ranger Raptor per il mercato europeo ha un look grintoso ispirato al fratello maggiore F-150. Qui per saperne di più.