Alfa Romeo 147 1.6 TS Progression 5 porte

Pubblicato il 16 agosto 2009

Listino prezzi Alfa Romeo 147 non disponibile

Qualità prezzo
0
Dotazione
0
Posizione di guida
0
Cruscotto
0
Visibilità
0
Confort
0
Motore
0
Ripresa
0
Cambio
0
Frenata
0
Sterzo
0
Tenuta strada
0
Media:
0
Perchè l'ho comprata o provata
La scelta è caduta su questo modello in quanto al momento dell'acquisto (2006) stavo cercando una berlina media a 2 volumi ed a 3 porte che potesse offrire sportività, affidabilità, con un livello di qualità complessiva accettabile e che costasse intorno ai 20.000 euro. La linea, nonostante ormai risulti un po’ datata, è accattivante, vintage (Lo scudo sul frontale richiama la mitica 1900) e contemporaneamente moderna (forma a cuneo, con linee tondeggianti abbinate a nervature). L' esperienza avuta con un precedente modello prodotto dalla Casa del Portello ha, inoltre, influito sulla mia decisione finale. Non dovendo percorrere molti chilometri all’anno, ho scelto una motorizzazione alimentata a benzina da 1.598cc, capace di erogare una potenza di 77KW: un motore a gasolio in questo caso sarebbe risultato sprecato. Come versione ho optato per la "Distinctive" in quanto risultava maggiormente accessoriata rispetto alla "Progression": climatizzatore bizona, bracciolo, cerchi in lega da 16", interni in Alcantara, computer di bordo, cruise control, sono solo alcuni degli optional di serie rispetto all’allestimento base. Inoltre ho scelto di far aggiungere i sensori di parcheggio posteriori, l'antifurto con antisollevamento, la radio cd mp3 e i cerchi in lega da 17" (al posto di quelli da 16 per donarle un pizzico di sportività in più).
Gli interni
Nel momento in cui ci si siede al posto di guida si può subito avere la consapevolezza di essere, nella sua categoria, su una vettura dall' indole sportiva complici la posizione di guida "alla tedesca" ed il soffitto basso ed avvolgente; particolari certamente non idonei per chi cerca una vettura con la posizione di guida più alta. La strumentazione è raccolta e perfetta per l'utilizzo anche durante la marcia, eccezion fatta per il tasto relativo al controllo di trazione: è stato posizionato dietro alla leva adibita al controllo delle luci e degli indicatori di direzione. II computer di bordo risulta essere esaustivo e di facile consultazione e privo, in ogni condizione, di riflessi sullo schermo. Il climatizzatore è potente al punto giusto ed abbastanza preciso; per questo può essere utilizzato anche da quelle persone che non amano molto le apparecchiature elettroniche. Le plastiche utilizzate per la plancia sono pressoché morbide al tatto e di ottima qualità. Gradevole, infine, la posizione delle lancette a riposo verso il basso richiamo delle sportive degli anni 50-60.
Alla guida
Dopo aver avviato il motore a doppia accensione, si intuisce immediatamente dai primi “vagiti” che i punti di forza della 147 sono le doti dinamiche. Suono e velocità di punta, sono le caratteristiche nelle quali il motore eccelle salvo la ripresa che, soprattutto a bassi regimi (sotto i 3.000 giri) non risulta essere la migliore della sua categoria; ma che comunque è di buon livello fino a quasi 6.000 giri! Tenuta di strada, frenata, precisione di inserimento in curva possono accontentare i palati più fini ed esigenti. Tutto ciò implica che, ad una regolazione di tutti i parametri adatta a soddisfare una guida sportiva corrisponde una maggiore difficoltà nell'affrontare le asperità cittadine; per esempio le sospensioni posteriori risultano essere leggermente rumorose sul pavé o sui dossi. Risulta, inoltre, inadatta a chi ha bisogno molto spesso di eseguire inversioni e parcheggi in "fazzoletti" in quanto la vettura possiede un diametro di sterzata elevato ed una visibilità posteriore scarsa: quest' ultima presente su tutte le altre della sua categoria ma che è eliminabile con l'adozione dei sensori di parcheggio posteriori. Il cambio manuale risulta avere degli innesti abbastanza corti e precisi che consentono anche di eseguire cambi di marcia veloci all'occorrenza.
La comprerei o ricomprerei?
Premesso che sono soddisfatto e che il cuore mi spingerebbe a ricomprarla ad occhi chiusi (anche se ormai da inizio 2009 è presente a listino solo la versione a 5 porte in quanto il nuovo modello la sostituirà presto), la ragione mi porterebbe a pormi il seguente quesito: "Voglio acquistarla per tenerla fino a 4 anni e poi cambiarla o tenerla per un lungo periodo?" In quest’ultimo caso la prenderei in quanto viene attualmente proposta con forti sconti e risulta ben accessoriata, tenendo anche conto del fatto che, dopo ben dieci anni di produzione, ha raggiunto un'affidabilità ed una precisione di assemblaggio ottima, che riduce così al minimo il rischio di comprare un esemplare "difettoso". Nel primo caso invece, data la scarsa tenuta di valore nel tempo, opterei su altri modelli.
Alfa Romeo 147 1.6 TS Progression 5 porte
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
2
0
1
0
0
VOTO MEDIO
4,3
4.333335
3


Aggiungi un commento
Ritratto di foley
6 settembre 2009 - 23:29
bravo bella descrizione ho il tuo stesso modello e condivido in pieno la tua opinione
Ritratto di Jochen 85
22 settembre 2009 - 19:50
Ti ringrazio mi fa piacere sapere che c'è qualcuno che la pensa come me
Ritratto di Paul147
15 gennaio 2010 - 10:14
Ho la stessa auto!! Uguale pure nel colore!!!! Per ora mi ha regalato 22000 km senza alcun problema. Na sono completamente soddisfatto! Complimenti per la recensione che condivido pienamente!! Paolo
Ritratto di Jochen 85
18 marzo 2010 - 19:51
Grazie, comunque anch'io sono arrivato a 25000 km senza alcun tipo di problema e continuo ad esserne soddisfatto.
Ritratto di Jochen 85
18 marzo 2010 - 20:00
.
Ritratto di Jochen 85
18 marzo 2010 - 20:02
Errore, scusate.
listino
Le Alfa Romeo
  • Alfa Romeo Giulietta
    Alfa Romeo Giulietta
    da € 22.100 a € 30.950
  • Alfa Romeo Stelvio
    Alfa Romeo Stelvio
    da € 48.000 a € 100.500
  • Alfa Romeo Giulia
    Alfa Romeo Giulia
    da € 46.000 a € 90.500

LE ALFA ROMEO PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE ALFA ROMEO

  • L’Alfa Romeo Giulia GTAm (come la “sorella” GTA) ha 540 CV ed è pensata per l’uso in circuito ma non delude su strada. Prestazioni e facilità di guida impressionano; ma qualche regolazione elettronica andrebbe affinata. Qui per saperne di più.

  • Raikkonen e Giovinazzi hanno preso parte allo sviluppo delle berline, lavorando su aerodinamica e assetto. Qui per saperne di più.

  • Per i suoi 110 anni l’Alfa Romeo ha presentato al museo sportivo di Arese la versione più pepata della sua berlina e ha mostrato le sale dell’esposizione non accessibili al pubblico.