Versione TDV6 2.7 HSE

Pubblicato il 16 giugno 2011
Ritratto di fanciullo73
alVolante di una
Land Rover Range Rover Sport 3.0 SDV6 HSE
Land Rover Range Rover Sport
Qualità prezzo
3
Dotazione
5
Posizione di guida
5
Cruscotto
4
Visibilità
5
Confort
5
Motore
3
Ripresa
3
Cambio
3
Frenata
5
Sterzo
4
Tenuta strada
4
Media:
4.0833333333333
Perché l'ho comprata o provata
L'ho acquistata perchè mi è sempre piaciuta e perchè ho avuto occasione di guidarla in diverse occasioni e su svariati percorsi: in pista, su strada urbana e su tratti di strada non asfaltati e sconnessi che conducono a bacini marmiferi. Ne avevo subito apprezzatto il confort, la polivalenza, lo spazio a bordo e la visibilità favorita sia dall'ampia superficie vertrata che dalle forme squadrate che permettono di capire esattamente dove finisce l'auto. Precedentemente avevo una BMW X3 3.0 d che era in perfette condizioni nonostante l'elevata percorrenza ma essendo cambiate le mie esigenze lavorative necessitavo di un'auto che mi permettesse di raggiungere le cave di marmo, le cui strade oltre ad essere sterrate ed a cambiare continuamente il fondo a causa delle precipitazioni atmosferiche sono caratterizzate da forti pendenze; circostanze queste che si scontravano con le caratteristiche della X3 che andava in crisi al primo rampino. Quindi dopo aver valutato cosa offriva il mercato, la mia scelta è caduta sulla Range Rover Sport anche se sinceramente dopo i primi preventivi avevo quasi desistito dall'acquisto fino a quando in una concessioaria Land Rover non ho trovato quella che sarebbe diventata mia: una HSE TDV6 2.7 grigia scura metallizzata, con interni in pelle crema, inserti in ciliegio, full optional ancora da immatricolare nonostante fosse stata sostituita da ormai almento sei mesi dalla versione restyling 3.0: la differenza da versare era ragionevole ed ho concluso l'affare.
Gli interni
Aprendo la portiera lato guida la prima cosa che impressiona è la sensazione di "opulenza" favorita da un colpo d'occhio unico: listello batticalcagno in alluminio spazzolato con la dicitura "Range Rover", le molteplici regolazioni elettriche dei sedili, la regolazione elettrica del piantone di sterzo, la pelle chiara che morbidamente riveste i sedili, i grandi poggiatesta anteriori ed il massello di legno che riveste i pannelli porta ed i lati della plancia. Sedendosi al posto guida si nota subito che i comandi sono tutti esattamente dove te li immagini e sono raggruppati con logicità, i fari a sinistra, i tergicristalli a destra; sul volante i comandi sono correttamente separati a destra i controller per la radio con lettore CD-MP3 ed ingresso Aux, a sinistra quelli del cruise control mentre fra le razze si trovano i comandi del telefono bluetooth e l'attivazione dei comandi vocali che una volta impostati sono di una comodità unica: si possono impartire comandi al telefono, all'autoradio, al lettore cd-mp3, all'ingresso Aux o al navigatore satellitare... Notevoli poi i sedili, ampi, confortevoli, dotati di regolazioni elettriche e di braccioli sul alto interno che possono essere ribaltati lasciando così la possibilità di godere dell'appoggiabraccia centrale sotto il quale si trova il frigobar. Nella zona sotto al volante è presente una griglia di aerazione che volendo, fa arrivare aria fresca o calda direttamente sulle gambe e non solo sui piedi come accade in tutte le altre auto. Sul passaruota anteriore sinistro si trova un ampio poggiapiede correttamente inclinato e comodo che non fa assumere alla caviglia angolazioni scorrette. Le stesse regolazioni del sedile guida si trovano anche su quello del passeggero che di fronte a se ha a disposizione due ampi cassetti, uno superiore ed uno inferiore dove si trova uno specifico alloggiamento per i documenti di bordo. Entrambe le alette parasole hanno lo specchio illuminato da due spot laterali. Lo spazio per chi siede dietro è sufficientemente ampio anche se a dire il vero, viste le dimensioni esterne, ci si potrebbe aspettare qualcosa di più in senso longitudinale mentre trasversalmente non ci sono problemi. I passeggeri posteriori godono di ampie sedute, di un largo poggiabraccio centrale, di bocchette di areazione dedicate e di poggiatesta regolabili che quando sono sollevati tolgono un pò di visibilità posteriore anche se in realtà è molto più semplice affidarsi agli ottimi sensori di parcheggio. Sulla mia sono presenti anche i monitor posteriori che contribuiscono notevolmente ad alleviare i viaggi dei miei piccoli e conseguentemente degli adulti. Il bagagliaio é ampio, completamente rivestito in morbida moquette dotato di luci di cortesia e di presa a 12V. Ha una soglia di accesso abbastanza alta tanto che in caso di necessità è bene abbassare la vettura posizinando il selettore in modalità "accesso". Oltre ai monitor posteriori è presente un'impianto stereo Harmann Kardon di grande resa. Difetti? Alcuni ci sono anche se in realtà sono dettagli che comunque, ad onor del vero, devono essere segnalati: 1) la pelle di rivestimento del volante sembra che inizi a lucidarsi in corrispondenza delle 9:15, dove maggiormente tengo le mani; 2) il diametro della corona dello sterzo forse è un pò eccessiva e dà al guidatore la sensazione di avere fra le mani un timone; 3) l'altezza del pavimento da terra, in assetto "normale", è alta e può causare difficoltà a signore con gonne strette: in questo caso è vivamente consigliata la posizione "accesso"; 4) il volume dei sensori di parcheggio potrebbe essere un pò più elevato; 5) il portellone posteriore è pesante e sarebbe stato decisamente più comodo l'azionamento elettrico; 6) la rubrica del bluetooth ha poca memoria
Alla guida
Ci si siede al posto di guida, si inserisce la chiave nel blocchetto di accensione e... magia: il sedile avanza e si alza, il volante si posiziona dove era stato lasciato prima della discesa dall'auto. Si rimane un attimo perplessi e si deve subito provare cosa accade togliendo la chiave dal blocchetto: il volante si allontana, il sedile arretra e si abbassa: il tutto per facilitare la discesa e la seguente risalita a bordo. Si reinserisce la chiave nel blocchetto, si riposiziona tutto e si avvia il motore: a freddo ed al di fuori del garage si sente qualcosa in lontananza mentre a caldo solo il contagiri indica che il motore è vivo. Si inserisce la retromarcia e ... altra magia: gli specchi retrovisori esterni si inclinano verso le ruote facilitando le manovre a filo marciapiede. Si parte! Dentro la drive e la vettura parte con un fare principesco. Giù il gas e... buonanotte! Lo scatto della X3 è un lontano ricordo: d'altronde 190 cv con oltre 2500 kg di massa fanno quello che possono e ci si rende subito conto che la guida scattante non si addice alla sua indole. Si impara a guidarla in un altro modo. Il cambio automatico nelle prime tre marce fa lavorare molto il convertitore di coppia tanto che i passaggi di marcia sono veramente inavvertibili. La sua risposta nelle partenze rapide da fermo è un pò lenta e si ha la sensazione che fra l'istante in cui si dà gas e la partenza intercorra un tempo troppo lungo. In realtà, con l'utilizzo ci si accorge di non essere mai in debito di potenza e che gli scatti brevi, quelli necessari dopo un'immissione su una strada ad uniformare la marcia in città o nei tratti extraurbani a quella delle vetture che già vi si trovavano, non sono affatto male. In autostrada, sembra di viaggiare seduti nella migliore poltrona di casa: posizione corretta, altezza da terra che permette di vedere la strada in lontananza (anche quella davanti a chi vi precede), silenzio assoluto, sottofondo musicale, volante quasi insensibile alle guinzioni longitudinali (nonostante i cerchi da 20"), cruise control impostato, ampia possibilità di movimento e tutto a portata di mano: la bibita fra i sedili e dietro alla leva del cambio, i comandi sul volante, il telefono a comandi vocali... Si esce dall'autostrada ed inizia un tratto guidato: la Range Sport non si spaventa, certo nei cambi di traiettoria non è rapida come una Elise, ma li affronta con sufficiente grinta e con una stabilità encomiabile. Solo manovre particolarmente impegnative quali ingressi bruschi e repentini su curve ampie nei tratti veloci fanno alleggerire e scivolare verso l'esterno il posteriore ma niente paura, perchè ben prima che la scodata possa diventare pericolosa interviene l'esp a riportare tutto in assetto. Lo sterzo è abbastanza preciso, senza particolare "vuoto al centro" e progressivo anche se in determinate condizioni può sembrare troppo leggero. L'assetto è rigido quando si guida sportivamente, morbido su strade sconnesse e le sollecitazioni che arrivano in abitacolo sono sempre molto filtrate: assorbe bene le insaccate ed è ben frenato in estensione. Non si notano pompaggi di nessun genere neanche in condizioni limite e l'assetto è sempre molto piatto. I freni sono ben modulabili, potenti e resistenti. Il comando è progressivo e lo sforzo aumenta di pari passo con la corsa. Inizia la settimana delle cave! Via i cerchi da 20" e su quelli da 17" con gomme adeguate all'utilizzo. Si sale lungo le strade asfaltate senza alcun problema e quando inizia lo sterrato ci si ferma, si seleziona il programma sul terrain response, si inseriscono le ridotte e si solleva la vettura. Da questo punto in poi si è scesi dal SUV e si è saliti sul fuoristrada. Le pendenze non sono un problema, i solchi trasversali vengono digeriti; i canali di scolo trasversali che si formano dopo gli imporvvisi acquazzoni non la fermano e se c'è bisogno di un passaggio in twist non si tira indietro superandolo in sicurezza. Ci si può avventurare anche lungo tratture consentite solo a mezzi fuoristrada dove a causa degli spazi limitati non arriva i buldozer o gli escavatori per creare una strada degna di tal nome e la Range Sport non abbandona. Le discese vengono affrontate con sicurezza, forti sia del HDC sia delle ridotte che soprattutto con le prime due marce trattengono la vettura impedendogli di acquistare velocità. In poche parole con le "scarpe" giuste non ci si ferma davanti a nulla e la Range non ha paura di neve, sterrati, pietraie e sabbia. Fino ad oggi non l'ho mai dovuta lasciare a bordo strada per salire su altri mezzi. Secondo me è l'auto perfetta per i miei utilizzi essendo realmente polivalente.
La comprerei o ricomprerei?
Certamente che la ricomprerei anche se in questi primi 45.000 km ho riscontrato due anzi tre difetti: 1) il filtro DPF è una sofferenza continua. Nonostante percorra diversi tragitti autostradali ed abbia l'accortezza ogni tanto di far girare il motore ben oltre 2500 giri/min per almeno 30 minuti, almeno una volta al mese mi segna il filtro pieno e la rigenerazione non sempre avviene al primo colpo. Ultimamente l'ho dovuta portare in concessionaria dove mi hanno fatto la pulizia con degli additivi ma dopo 5000 km mi ha nuovamente segnalato il problema con in aggiunta la necessià di cambiare l'olio motore che risultava inquinato dal gasolio (solo 12000 Km dopo l'ultimo tagliando); 2) Sta manifestando un consumo anomalo sulle spalle sia interna che esterna dei pneumatici anteriori (solo i 20") che secondo il mio gommista sono dovuti al fatto che dovevo tenere la pressione dei pneumatici ad una valore sensibilmente superiore a quella consigliata dalla casa perchè quella è una caratteristica dei continental che hanno poco battistrada lateralemente. 3) Il consumo medio registrato (km Percorsi/totale litri di carburante rifornito) mi da una media di 8,5 Km/l che in assoluto è consono al tipo di vettura ma quello che può essere imbarazzante è il consumo in città (media di 6,8 Km/l) o di montagna dove quest'inverno sulla neve, complice anche la presenza del Webasto ho registrato, una percorrenza inferiore a 6 Km/l! Meno male che a Livigno il gasolio costa meno. In conclusione i primi due problemi sono risolvibili (per il filtro tutti sappiamo come!) mentre il terzo è congenito. In ogni caso io l'ho consigliata a diversi miei colleghi, evidenziando loro i problemi che ho riscontrato, e chi l'ha acquistata ne è entusiasta.
Land Rover Range Rover Sport 3.0 SDV6 Autobiography
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
0
1
0
0
0
VOTO MEDIO
4,0
4
1
Aggiungi un commento
Ritratto di marco_89
1 luglio 2011 - 16:43
Prova dettagliata, tecnica ma personale! Bravo! In più, mi hai fatto aprire gli occhi su un problema che non pensavo affliggesse questo tipo di auto (soprattutto viste le percorrenze anche autostrdali):il filtro DPF! Per anni ho stramaledetto la Fiat per avermi venduto un'auto col filtro che si intasava ogni 300 km...si sono sempre giustificati incolpandomi del troppo utilizzo cittadino (capirai, se ho acquistato una Grande Punto, dove pensavano che la usassi??!!!) e invece oggi scopro che anche auto "fatte per l'autostrada" e utilizzate in autostrada, soffrono di questo problema! Comunque hai detto bene, la soluzione c'è!
Ritratto di HouseJr
2 luglio 2011 - 13:12
Prova davvero eccellente. I miei complimenti!
Ritratto di marcoventu19
5 ottobre 2011 - 10:41
La prova è molto bella e dettagliata e l'auto a parer mio è un capolavoro!! Complimenti x tutte e 2 le cose!
Ritratto di cesarematerasso
29 novembre 2011 - 23:36
Ottima prova, ma ravviso una dimenticanza. Le sospensioni idropneumatiche dopo i 100 mila chilometri necessitano di un tagliando particolare, nonché tutta la macchina è in Land Rover sono un tantino salatini. Un gomma da 20 pollici ha i suoi bei costi. Insomma la macchina è una favola, non ha uguali nel suo segmento, spaventano le prodezze in fuoristrada, ma i costi di gestioni sono un tantino elevati. Parola di chi l'ha avuta e ora ha il freelander, sempre HSE.
Ritratto di giuseppe26
8 marzo 2012 - 18:30
prova bellissima e ben scritta!!!
Ritratto di bmwe34
29 aprile 2012 - 21:36
6
bella auto ma soprattutto bella prova, mi permetti di dirti solo una cosa io al posto tuo avrei scelto o la versione 4.4 tdv8 o la versione 3.0 tdv6 perchè un 2.7 per il peso della tua auto e poco!!! cmq complimenti da un possessore di mercedes ml
Ritratto di PaoloPick
29 aprile 2012 - 21:43
prova bellissima e super dettagliata!!una delle migliori che abbia mai letto!
Ritratto di isola2003
21 febbraio 2016 - 11:47
in effetti ottima prova. anche io possessore di una rrs 2700 anno 2009 ottima macchina1- tolto definitivamente l'antiparticolato x i problemi riscontrati da tutti. 100000 km valvole egr cambiate 120000 km accensione spia ammortizzatori 120000 km sostituzione olio cambio automatico x scongiurare guasti futuri.Il cambio mi hanno consigliato di farlo parziale . buona guida rrs
listino
Le Land Rover
  • Land Rover Discovery
    Land Rover Discovery
    da € 52.700 a € 85.900
  • Land Rover Range Rover
    Land Rover Range Rover
    da € 106.700 a € 299.700
  • Land Rover Discovery Sport
    Land Rover Discovery Sport
    da € 37.300 a € 59.860
  • Land Rover Range Rover Sport
    Land Rover Range Rover Sport
    da € 68.100 a € 136.400
  • Land Rover Range Rover Evoque Convertibile
    Land Rover Range Rover Evoque Convertibile
    da € 51.300 a € 69.800

LE LAND ROVER PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE LAND ROVER