Land Rover

Land Rover
Range Rover Evoque

da 36.950

Lungh./Largh./Alt.

437/199/166 cm

Numero posti

5

Bagagliaio

550/1.350 litri

Garanzia (anni/km)

3/100.000
In sintesi

Frontale aggressivo, fiancate muscolose e finestrini posteriori che si restringono e sembrano “fondersi” con il sottile lunotto: la compatta Land Rover Range Rover Evoque (meno di 440 cm di lunghezza) punta sull’originalità, soprattutto nella versione Coupé con carrozzeria a tre porte. Appare comunque filante anche la cinque porte, nonostante il tetto leggermente più alto (di 3 cm). Altrettanto curati gli interni, un mix di lusso e funzionalità, e in entrambi i casi non delude la capienza del bagagliaio. Anche se la notevole luce a terra permette una discreta mobilità nell’off-road, la Land Rover Range Rover Evoque non ha le marce ridotte ed è un modello studiato per dare il massimo su asfalto, con prestazioni e guidabilità di primo piano; come optional si possono avere anche le sospensioni elettroniche “MagneRide” che favoriscono la tenuta di strada: implementano la modalità Dynamic del sistema Terrain Response (di serie), che regola la trazione integrale e l’Esp in base al fondo (asfalto, neve, fango o sabbia). A benzina, la Land Rover Range Rover Evoque c’è soltanto con un 2.0 turbo a 4 cilindri da 240 o 290 CV con cambio automatico (optional per le diesel in alternativa al manuale, sempre a 9 marce), mentre il 2.0 a gasolio si può avere con 150 CV, 179 o 240 CV. 

 

Versione consigliata

La Coupé (che comunque ha cinque posti come l’altra) va bene per chi vuole apparire, ma la versione normale della Land Rover Range Rover Evoque costa un po’ meno e offre maggior praticità senza rinunciare a classe ed eleganza. Fra i tre allestimenti proposti anche quello “base”, denominato Pure, è bene equipaggiato, ma oltre ai fendinebbia fa pagare a parte i cerchi di 18” (di serie per le altre) e non può montare quelli di 20”. Il turbodiesel 2.0 in versione da 179 CV offre il miglior compromesso fra consumi e prestazioni, e, comunque, va arricchito col cambio automatico-sequenziale a 9 rapporti.

 

Perché sì

Bagagliaio La capacità è paragonabile a quella di una media famigliare: un bel risultato, tanto più se si considerano gli ingombri esterni.

Finiture La cura riservata ai dettagli è quella delle Range più grandi, come pure la qualità dei materiali.

Personalità Grintosa e innovativa, a sette anni dal debutto risulta ancora originale senza mancare di eleganza.

Qualità stradali Con optional quali i cerchi maggiorati e le sospensioni a controllo elettronico, si guida come una berlina sportiva; e grazie al peso non esagerato, i cavalli “si sentono”.

 

Perché no

Prezzi La versione “d’attacco”, la Pure TD4 da 150 CV, è relativamente “abbordabile”; ma basta aggiungere qualche (irrinunciabile) optional perché il preventivo salga vertiginosamente.

Quinto posto Anche se l’omologazione è per cinque, la presenza del tunnel e la conformazione del divano penalizza l’eventuale passeggero centrale.

Ruota di scorta Fa parte degli optional: strano, in un’auto che ha quel che serve per affrontare anche gli sterrati.

Visibilità posteriore La visuale, sacrificata all’estetica del piccolo lunotto, è davvero scarsa: giustamente i sensori sono di serie per tutta la gamma.

 

Land Rover Range Rover Evoque
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
231
82
25
22
34
VOTO MEDIO
4,2
4.152285
394
Photogallery