Maserati Ghibli 3.0 V6 Diesel 250 CV

Pubblicato il 2 aprile 2016
Ritratto di rfantoni
alVolante di una
Maserati Ghibli 3.0 V6 Diesel 250 CV
Maserati Ghibli
Qualità prezzo
3
Dotazione
2
Posizione di guida
5
Cruscotto
4
Visibilità
4
Confort
5
Motore
5
Ripresa
5
Cambio
5
Frenata
5
Sterzo
5
Tenuta strada
5
Media:
4.4166666666667
Perchè l'ho comprata o provata
Sono un ex cliente Mercedes, marchio per il quale provo solo gratitudine per l'ottimo prodotto e per l'organizzazione dell'assistenza, ho pensato di acquistare di nuovo un prodotto italiano, anzi, della mia città: Modena, Troppe sono state le delusioni avute alle più recenti auto del marchio Lancia, marca che ho scelto fin dal rilascio della patente nel lontano 1970, fino alla K turbo, imparagonabile alle precedenti Fulvia e Statos e Thema dell'era Ghidella) per poi arrendermi, felicemente, alla stella sul cofano. Dopo aver percorso più di 8.500 KM con la Ghibli senza inconvenienti, le migliorie, che non sono poche, rispetto il MY 2013 ed il MY2015 che ho avuto la possibilità di provare, denotano un sensibile miglioramento.
Gli interni
Non sono della qualità che ci si aspetterebbe da un'auto di tale blasone. I sedili sono comodi e trattengono bene in curva la visibilità anteriore è condizionata dai montanti e dalla parte inferiore del retrovisore. Stona ancor di pià che, nell’equipaggiamento di serie, non sia possibile regolare in altezza il sedile del passeggero. L'abilità posteriore accoglie in tutta comodità 2 passeggeri e, vista una certa difficoltà ad inquadrare le auto che seguono, ho rimosso il poggiatesa centrale migliorando la visibilità. Tutti i comandi sono a portata di mano e ben disposti, ma il comando del devioluci è paragonabile al modello che equipaggia modelli di fascia molto più bassa, per non parlare del navigatore, ormai obsoleto vista la diffusione degli smartphone e non aggiornato.
Alla guida
Semplicemente fantastica. Il motore, rispetto alle versioni precedenti, è più “pastoso e progressivo”. Il propulsore penso sia difficilmente migliorabile, tenendo presente che le due bancate sono servite da un unico turbo: sviluppa già così una potenza ed una coppia più sufficienti. Il merito lo attribuirei al disegno delle testate, credo progettate dal team dell’ing. Martinelli. Il cambio ZF è perfetto: mi ricorda quello ad innesti frontali montato sulla mia Lancia Fulvia rallye 1,6 HF “fanalone” e sulla Stratos. L’insonorizzazione è migliorata, rispetto ai MY precedenti, nonostante il rumore di rotolamento maggiore dovuto alle gomme termiche. L’impianto frenante con dischi e pinze Brembo è quanto di meglio si possa trovare sul mercato per efficacia, modulabilità e sicurezza. L’assetto e la tenuta di strada, anche con i cerchi da 18” che ho scelto non per micraniosità ma per ottenere un’omogeneità di risposta nella guida turistica che, dato il volume e la qualità del traffico attuale, è l’unica possibile, sono di prima classe. Le caratteristiche dello sterzo che non mi fanno rimpiangere il perfetto comando Mercedes. I consumi sono eccellenti in ogni condizione: la possibilià di modificare la mappatura del motore è interessante, ma la dolcezza di funzionamento in posizione I.C.E è impagabile, così come poter scegliere l’uso manuale del cambio che, in certe condizioni, migliora ulteriormente i consumi ed aumenta la silenziosità. I vetri Saint Gobain, già presenti nella Lancia Thema dell’era Ghidella, dovrebbero, ma bisognerà aspettare l’esate per esserne certi, filtrare adeguatamente i raggi UVA e quindi ridurre la temperatura interna. Il design è inarrivabile per la concorrenza.
La comprerei o ricomprerei?
A mio parere Maserati dovrebbe essere come un abito di sartoria e non un prodotto con scelte di pacchetti incoerenti e obbligati (es. sensori di parcheggio + navigatore – di scarsissima qualità - e non la retrocamera, anche se non di cristallina qualità). In conclusione: non so se la ricomprerei, ma qualora Maserati intervenisse a mitigare i problemi elencati, sono sicuro che non solo la ricomprerei, ma la consiglierei vivamente.
Maserati Ghibli 3.0 V6 Diesel 250 CV
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
11
6
1
1
1
VOTO MEDIO
4,3
4.25
20


Aggiungi un commento
Ritratto di DWONLY
20 gennaio 2017 - 16:03
Un mese e 4500 km dopo l'arrivo della Ghibli inizio ad avere un'opinione... L'auto mi piace moltissimo, esteticamente si fa guardare. E' Blu emozione, cerchi urano 20, pinze rosse, interni neri con cuciture rosse, pacchetto sport, business plus e convenience. Il plus principale dal mio punto di vista è il piacere di guida. Lo sterzo, la trazione e la facilità al sovrasterzo costituiscono un pacchetto gratificante. Un diesel con una voce così è appagante ed istiga a delinquere... Ottima tenuta ed al volante non si percepisce troppo la mole della vettura, è bella da guidare sul misto anche stretto. Con le sospensioni Skyhook in modalità non sportiva non è eccessivamente rigida, ottimo confort di marcia e silenziosità. Preferisco lo sterzo "vecchio stile" della Ghibli a quello della A7 che avevo prima, molto leggero e poco sensibile. La frenata è potentissima, al punto che è difficile modularla a bassa velocità. Temevo la guida sulla neve scendendo da una trazione integrale, ma devo dire che la funzione I.C.E. aiuta molto nella fase che più mette in crisi la trazione posteriore, lo spunto in partenza, specialmente in salita. Il navigatore del MY2017 non è male, abbastanza aggiornato, c'è la Pedemontana ma non la Tangenziale esterna di Milano(TEEM) inaugurata a metà 2015. Molto veloce nell'elaborare il percorso, decisamente più di AUDI. La pelle base di Maserati (quella finissima è ancora meglio...) è molto più morbida e qualitativa della pelle Milano di Audi. Le finiture interne sono si buon livello a mio parere, si fa sempre il paragone con Audi ma garantisco che anche la A7 non è la perfezione, non tutti i materiali sono eccelsi, alla mia avevo fatto cambiare una parte del bracciolo anteriore destro la cui vernice aveva fatto le bolle e si era staccata. Difetti? Qualcuno... Mancano alcun automatismi ai quali mi ero abituato, come i tergi automatici e gli abbaglianti automatici, qui è tutto manuale. Lo spazio per le gambe dei passeggeri posteriori è ridotto (ha i sedili sport che sono voluminosi ma non so se questo influisca). I sedili posteriori si possono abbattere ma per piegare i 2/3 che sono dietro il sedile di guida devo portare il sedile di guida in avanti e guidare attaccato al volante, per cui non sono facilmente utilizzabili, cosa abbastanza assurda. Dl punto di vista della praticità d'uso la A7 era un'altra cosa ma è iniquo il confronto tra una 3 volumi ed un auto con il portellone posteriore. Comunque andare a sciare con la Ghibli non è comodissimo. Non mi piace il funzionamento dei sensori di parcheggio, iniziano a suonare vicino all'ostacolo e passano subito dal suono intermittente al suono continuo, risultando di scarso aiuto. Quelli di Audi e Mercedes sono molto meglio, non conosco BMW. Confermo che la leva del cambio non è molto pratica, mettere la retro dal drive è un po' laborioso. Non mi piace molto neanche il comando del freno a mano, si attiva e disattiva con lo stesso movimento e spesso mi confondo, penso di non averlo ancora tolto e per toglierlo lo metto... Per altri giudizi aspetto di avere più km alle spalle.
Ritratto di silvano1978
13 febbraio 2017 - 08:20
come ho scritto sopra ho il my2016, e riconosco i pregi difetti.....vero il discorso dei sedili posteriori con poco spazio....ma per abbatterli se sposti avanti il sedili ant per far ruotare quelli post poi puoi di nuovo arretrare il sedile anteriore; io che guido abbastanza indietro riesco a riportarlo in posizione. Piuttosto io ho il sistema easy entry-exit e quando spegni l'auto il volante si alza e il sedile arretra; in quel caso arretrando ed essendo lo spazio dietro poco vado a "schiacciare" il passegero posteriore cosa non bellissima.Forse è nel pacchetto premium, ma io ho sia fari che tergi automatici. Per il freno a mano, che uso pochissimo, sulla mia non è necessario toglierlo; per metterlo lo attivi con il pulsante mentre inserendo la marcia D si toglie da solo in automatico senza toccare il pulsante. Tra l'altro nelle impostazioni c'è anche una funzione che puoi impostare anche l'inserimento in automatico del freno a mano ogni volta che metti in P.
Ritratto di DWONLY
15 febbraio 2017 - 11:51
In effetti i tergi automatici ce li ho anche io, ne ho capito meglio il funzionamento leggendo le istruzioni. Non hanno una posizione "auto" come mi aspettavo ma quando nel menù di setup è flaggato l'auto le posizioni del selettore sul devio luci regolano la sensibilità del sensore di pioggia. Non proprio intuitivo, ma la mia affermazione era sbagliata, avrei fatto meglio a leggere con più attenzione le istruzioni. Per quanto riguarda i fari invece non ho ancora trovato automatismi. Riguardo ai sedili non so le la conformazione dei sedili sportivi con il poggiatesta integrato cambia qualcosa, ma quando sono abbassati i posteriori la corsa degli anteriori si riduce parecchio, non consentendomi di trovare un assetto di guida per me comodo. Uno sportello dietro il poggiabraccio posteriore mi sarebbe stato utilissimo, non so se è disponibile tra gli optional, sinceramente all'acquisto non ci ho prestato troppa attenzione ma ho fatto male. Comunque detto tutto questo della mia Ghibli sono innamorato...
Ritratto di silvano1978
16 febbraio 2017 - 18:55
probabilmente i sedili normali hanno poggiatesta posteriori piu ridotti.....vero l'assenza del vano sci....anche io non l'avevo notato e non capisco perchè non lo facciano!.....per ora non ho avuto alcun problema rilevante se non un faro difettoso subito sostituito all'inizio.......ora è comparsa una vibrazione fastidiosa dei vetrini di tachimetro e contagiri credo di facile risoluzione portandola per il tagliando. Anche io la adoro.....è bellissima....e poi con il benzina è un bel motore e ha un sound che ti mette il sorriso.....ti invidio un po il my 2017.
Ritratto di DWONLY
20 febbraio 2017 - 10:32
Sapessi io come ti invidio il benzina.... Ma con 50.000 km all'anno circa diventa oneroso, devo dire che con il Maserati active sound soffro il diesel un po' meno che in passato, per lo meno questo ha una bella voce.
Ritratto di silvano1978
17 febbraio 2017 - 07:19
ps: per i fari credo serva o il pack premium o cmq i fari adattativi......che implicano anche gli abbaglianti automatici. anche in quel caso se nelle impostazioni attivi l'opzione allora mettendo gli abbaglianti con il devio sono automaticamente automatici.
Ritratto di rfantoni
25 gennaio 2017 - 10:50
Errata corrige: il consumo su 31.832 + stato 14,81 Km/l e non 14,8 l x 100 Km
Ritratto di aquilareale
21 gennaio 2017 - 13:49
Da tempo seguo questa discussione e aspettavo gli ultimi due commenti perché ho ordinato a metà dicembre una ghibli diesel 250 CV. Nelle prove che ho effettuato ho potuto constatare che effettivamente la leva del cambio automatico non è molto pratica a differenza di quella BMW o Mercedes che attualmente possiedo. Però il fascino degli interni Maserati è tutta un'altra cosa. Mi fa piacere notare che non avete segnalato noie alla meccanica o carrozzeria. La macchina, già lanciata in produzione, dovrebbe essere in consegna per marzo: non vedo l'ora.
Ritratto di DWONLY
25 gennaio 2017 - 10:32
Per completezza di informazione segnalo che l'unica noia meccanica che si è verificata riguarda la pinza del freno posteriore sinistro: quando ho ritirato la macchina, a dicembre, sono andato direttamente dal concessionario al gommista per montare le invernali, Smontando la posteriore lato guida il gommista si è accorto che il tubicino dell'olio freni che raccorda il lato interno a quello esterno della pinza era piegato e leggermente sverniciato per aver toccato il bordo esterno del disco. Sembrava che la pinza avesse subito un urto in fase di assemblaggio dell'auto. Ho inviato subito la foto alla concessionaria che ha tempestivamente deciso di sostituire precauzionalmente tutta la pinza. Il pezzo è arrivato pochi giorni dopo e la sostituzione è stata effettuata fermando la macchina per circa un'ora e 20. In conclusione, il problema si è verificato ma sono soddisfatto di come è stato gestito e risolto.
Ritratto di Paolosf
6 febbraio 2017 - 19:05
Buonasera a Tutti. Vorrei chiedere un consiglio in quanto mio Papà vorrebbe comprare questa bellissima automobile. Quale dotazioni sarebbero irrinunciabile per una guida "turistica"? Es. Le dimensioni dei cerchi sono fondamentali per assicurare un maggior confort alla guida e dei passeggeri ? Le sospensioni skyhook possono servire a tale scopo? grazie
Pagine
listino
Le Maserati
  • Maserati GranCabrio
    Maserati GranCabrio
    da € 149.097 a € 160.839
  • Maserati GranTurismo
    Maserati GranTurismo
    da € 131.563 a € 155.287
  • Maserati Ghibli
    Maserati Ghibli
    da € 72.200 a € 104.000
  • Maserati Quattroporte
    Maserati Quattroporte
    da € 105.000 a € 139.300
  • Maserati MC20
    Maserati MC20
    da € 216.000 a € 216.000

LE MASERATI PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE MASERATI

  • Nome in codice Nettuno, il nuovo V6 biturbo, progettato e costruito in casa dalla Maserati, pesa meno di 220 kg, sviluppa 630 CV e 730 Nm. Qui per saperne di più.

  • Compie 40 anni la Quattroporte disegnata da Giugiaro con motori rigorosamente V8. Restò in produzione dal 1979 al 1990. Qui per saperne di più.

  • La base è quella di una Maserati, ma la personalizzazione della carrozzeria è totale e ricorda un modello realizzato dalla stressa carrozzeria Touring negli Anni 60.