Maserati Ghibli 3.0 V6 Diesel 250 CV

Pubblicato il 2 aprile 2016
Ritratto di rfantoni
alVolante di una
Maserati Ghibli 3.0 V6 Diesel 250 CV
Maserati Ghibli
Qualità prezzo
3
Dotazione
2
Posizione di guida
5
Cruscotto
4
Visibilità
4
Confort
5
Motore
5
Ripresa
5
Cambio
5
Frenata
5
Sterzo
5
Tenuta strada
5
Media:
4.4166666666667
Perchè l'ho comprata o provata
Sono un ex cliente Mercedes, marchio per il quale provo solo gratitudine per l'ottimo prodotto e per l'organizzazione dell'assistenza, ho pensato di acquistare di nuovo un prodotto italiano, anzi, della mia città: Modena, Troppe sono state le delusioni avute alle più recenti auto del marchio Lancia, marca che ho scelto fin dal rilascio della patente nel lontano 1970, fino alla K turbo, imparagonabile alle precedenti Fulvia e Statos e Thema dell'era Ghidella) per poi arrendermi, felicemente, alla stella sul cofano. Dopo aver percorso più di 8.500 KM con la Ghibli senza inconvenienti, le migliorie, che non sono poche, rispetto il MY 2013 ed il MY2015 che ho avuto la possibilità di provare, denotano un sensibile miglioramento.
Gli interni
Non sono della qualità che ci si aspetterebbe da un'auto di tale blasone. I sedili sono comodi e trattengono bene in curva la visibilità anteriore è condizionata dai montanti e dalla parte inferiore del retrovisore. Stona ancor di pià che, nell’equipaggiamento di serie, non sia possibile regolare in altezza il sedile del passeggero. L'abilità posteriore accoglie in tutta comodità 2 passeggeri e, vista una certa difficoltà ad inquadrare le auto che seguono, ho rimosso il poggiatesa centrale migliorando la visibilità. Tutti i comandi sono a portata di mano e ben disposti, ma il comando del devioluci è paragonabile al modello che equipaggia modelli di fascia molto più bassa, per non parlare del navigatore, ormai obsoleto vista la diffusione degli smartphone e non aggiornato.
Alla guida
Semplicemente fantastica. Il motore, rispetto alle versioni precedenti, è più “pastoso e progressivo”. Il propulsore penso sia difficilmente migliorabile, tenendo presente che le due bancate sono servite da un unico turbo: sviluppa già così una potenza ed una coppia più sufficienti. Il merito lo attribuirei al disegno delle testate, credo progettate dal team dell’ing. Martinelli. Il cambio ZF è perfetto: mi ricorda quello ad innesti frontali montato sulla mia Lancia Fulvia rallye 1,6 HF “fanalone” e sulla Stratos. L’insonorizzazione è migliorata, rispetto ai MY precedenti, nonostante il rumore di rotolamento maggiore dovuto alle gomme termiche. L’impianto frenante con dischi e pinze Brembo è quanto di meglio si possa trovare sul mercato per efficacia, modulabilità e sicurezza. L’assetto e la tenuta di strada, anche con i cerchi da 18” che ho scelto non per micraniosità ma per ottenere un’omogeneità di risposta nella guida turistica che, dato il volume e la qualità del traffico attuale, è l’unica possibile, sono di prima classe. Le caratteristiche dello sterzo che non mi fanno rimpiangere il perfetto comando Mercedes. I consumi sono eccellenti in ogni condizione: la possibilià di modificare la mappatura del motore è interessante, ma la dolcezza di funzionamento in posizione I.C.E è impagabile, così come poter scegliere l’uso manuale del cambio che, in certe condizioni, migliora ulteriormente i consumi ed aumenta la silenziosità. I vetri Saint Gobain, già presenti nella Lancia Thema dell’era Ghidella, dovrebbero, ma bisognerà aspettare l’esate per esserne certi, filtrare adeguatamente i raggi UVA e quindi ridurre la temperatura interna. Il design è inarrivabile per la concorrenza.
La comprerei o ricomprerei?
A mio parere Maserati dovrebbe essere come un abito di sartoria e non un prodotto con scelte di pacchetti incoerenti e obbligati (es. sensori di parcheggio + navigatore – di scarsissima qualità - e non la retrocamera, anche se non di cristallina qualità). In conclusione: non so se la ricomprerei, ma qualora Maserati intervenisse a mitigare i problemi elencati, sono sicuro che non solo la ricomprerei, ma la consiglierei vivamente.
Maserati Ghibli 3.0 V6 Diesel 250 CV
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
11
6
1
1
1
VOTO MEDIO
4,3
4.25
20


Aggiungi un commento
Ritratto di GFdS
26 aprile 2018 - 13:19
2
Quali sono i materiali utilizzati durante il primo tagliando?
Ritratto di DWONLY
26 aprile 2018 - 15:03
@GFdS da fattura tagliando 20.000 km (oltre ai consumabili vari): Cartuccia olio Air Filter Pollen Filter Al tagliando dopo anche Fuel Filter (174,60 scontato....)
Ritratto di DWONLY
26 aprile 2018 - 14:48
In passato ho fatto tagliandi fuori dalla rete ufficiale contando sulla legge Monti ed in effetti su una mercedes classe C mi è stato sostituito il cambio in garanzia nonostante i tagliandi non ufficiali ma con fature attestanti l'utilizzo di ricambi originali. Per il tagliando delle Ghibli però ho chiesto ad un paio di meccanici che conosco ma mi hanno detto entrambi di non poterlo fare, non so il perchè.Poi su macchine di questo valore mi sento più tranquillo con la rete ufficiale ed il mio disappunto è relativo alla differenza di costo con macchina di pari segmento, ad esempio di Audi, sempre presso la rete ufficiale. Comunque grazie per l'iformazione mi guarderò intorno con più attenzione.
Ritratto di Metal Box
26 aprile 2018 - 15:32
Io ho fatto così perché ho un mio caro amico meccanico (la messa a punto di tutte le mie macchine me la fa lui !) per cui mi fido ciecamente di quello che mi verifica ed i materiali utilizzati (attenzione che a volte quando si portano a fare i tagliandi le macchine spesso le "guardano" aspirano l'olio e poco più e ti mazzano!): ad es i prodotti tipo il filtro olio ecc sono Maserati, mentre di olio con le stesse specifiche ho messo il Bardhal invece dello Shell Helix ; olio top di gamma: la macchina va da dieci : addirittura molto più silenziosa di meccanica;
Ritratto di DWONLY
28 maggio 2018 - 18:51
Buona sera a tutti, qualcuno di voi riscontra rumorosità degli interni dell'auto? Io ho uno scricchiolio (una specie di scatto o scrocchio, non so come definirlo...) abbastanza fastidioso, mi sembra provenire dal sedile di guida o dal tunnel centrale o dal centro della plancia, non è facile capirlo. All'ultimo tagliando ho segnalato la cosa all'officina, mi hanno detto di aver lubrificato un componente del sedile ma nessun miglioramento, anzi... L'auto ha meno di un anno e mezzo e 65.000 km
Ritratto di silvano1978
4 giugno 2018 - 09:12
ciao, io avevo un rumore sotto il sedile passeggero..come dei cavi che "strisciassero" ed erano effettivamente tali e sono stati "fissati".....cmq in generale anche secondo me ci sono una serie di rumorini di troppo, anche se si evidenziano sulle pessime strade che abbiamo, in quanto quando le strade sono belle non compaiono. In ogni caso ho notato che rumorini compaiono anche sulla cls..e anche su una nuova a6 di colleghi...però in effetti sulla ghibli sono un po più presenti.
Ritratto di rfantoni
29 agosto 2018 - 17:26
Ho da poco effettutato il tagliando dei 60.000 Km: finalmente l'aggiornamento mappe del navigatore è andato a buon fine (dopo 31 mesi). Consumo AdBlue 10 Lt (su 20.000 Km), pastiglie freni (ancora originali) con residuo utile del 40%, dischi con usura regolare del 25%. Nessuna anomalia da segnalare. Consumo carburante medio 15,93 Km/lt. Unico neo la demagogica "lotta" ai motori diesel che mi obbligherà - spero di no - a "pensionarla" anzitempo. Quando dovrò sostituirla credo che difficilmente troverò un'auto con qualità e caratteristiche equivalenti.
Ritratto di Roberto Manoli
17 ottobre 2020 - 18:26
io posseggo una Ghibli del 2015 3.0 D 250 kw e ho percorso 70000 km l'auto è bellissima in tutto ottima frenata e stabilità..però ha delle grosse pecche se poi la paragono a Bmw serie 5 devo dire che c'è da lavorarci ancora molto...il cambio è lento e a partire da fermo parte con del ritardo, va bene solo in Sport, nelle strade sconnesse va usata con 2 mani perchè cambia di direzione continuamente, con Bmw non ho mai avuto questi problemi, ho anche i cerchi da 20 però, il motore in compenso mi soddisfa molto ed è generoso...purtroppo non la consiglierei o perlomeno la consiglio solo per il fattore estetico ma non per il confort di viaggio,
Pagine
listino
Le Maserati
  • Maserati GranCabrio
    Maserati GranCabrio
    da € 149.097 a € 160.839
  • Maserati GranTurismo
    Maserati GranTurismo
    da € 131.563 a € 155.287
  • Maserati Ghibli
    Maserati Ghibli
    da € 72.200 a € 104.000
  • Maserati Quattroporte
    Maserati Quattroporte
    da € 105.000 a € 139.300
  • Maserati MC20
    Maserati MC20
    da € 216.000 a € 216.000

LE MASERATI PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE MASERATI

  • Nome in codice Nettuno, il nuovo V6 biturbo, progettato e costruito in casa dalla Maserati, pesa meno di 220 kg, sviluppa 630 CV e 730 Nm. Qui per saperne di più.

  • Compie 40 anni la Quattroporte disegnata da Giugiaro con motori rigorosamente V8. Restò in produzione dal 1979 al 1990. Qui per saperne di più.

  • La base è quella di una Maserati, ma la personalizzazione della carrozzeria è totale e ricorda un modello realizzato dalla stressa carrozzeria Touring negli Anni 60.