Mazda CX-3 1.5 D 105 CV Exceed 2WD

Pubblicato il 24 agosto 2015
Qualità prezzo
4
Dotazione
5
Posizione di guida
4
Cruscotto
4
Visibilità
3
Confort
4
Motore
4
Ripresa
4
Cambio
5
Frenata
4
Sterzo
4
Tenuta strada
4
Media:
4.0833333333333
Perchè l'ho comprata o provata
In cerca di un'auto diesel di massimo 4,30 m con trazione integrale e dalla cilindrata non eccessiva per l'eventuale sostituzione della nostra Fiat Sedici Emotion 4x4 del 2006 ci siamo recati al concessionario Mazda più vicino a soli 10 giorni dall'uscita dell'auto. L'auto che abbiamo provato era la versione 2WD Exceed diesel, l'unica che era presente per il test drive, però sicuramente molto simile per prestazioni e guidabilità alla AWD. L'auto era di color bianco ceramica (600 euro tranne per il rosso Soul Red a 750, mentre è "gratis" il bianco pastello) molto bello e che f° contrasto con i fascioni color grigio scuro/nero (con inserto simil-cromato in plastica solo per Exceed), i vetri oscurati (di serie per Exceed) e i cerchi bruiniti da 18" (sempre di serie solo per Exceed).
Gli interni
Salendo a bordo si ha subito la sensazione di essere su una vettura molto curata infatti l'allestimento della prova era l'Exceed, ovvero il top di gamma, l'unico abbinabile con la trazione integrale (anche sul 2.0 benzina aspirato da 150 cv) . L'auto provata aveva anche l'optional Leather Pack (700 euro disponibile solo sull'allestimento Exceed), che prevede: sedili in pelle bianca con impunture rosso/bordeaux, fascia dello stesso color bianco sempre in pelle con le medesime impunture sulla parte della plancia davanti al passeggero, rivestimento interno delle portiere in alcantara grigio e sedili riscaldabili. Dalle foto viste i sedili bianchi mi avevano dato l'impressione di essere "pacchiani", invece mi sono piaciuti molto, anche se opteremmo per quelli standard che, per l'Exceed, sono neri, sempre con impunture rosse, che prevedono seduta e schienale in tessuto e fianchetti per seduta e schienale in ecopelle, mentra la fascia sulla plancia davanti al passeggero è nera con impunture rosse. Lasciando perdere l'estetica, i sedili sono comodi e ben contenitivi. Per quanto riguarda il volante, esso è in pelle con comandi per radio, bluetooth e cruise contol (i tasti così come e comandi per indicatori di direzione sono di una buona plastica non eccessivamente rigida); la corona del volante ha un diamtero di dimensioni nella norma, forse un filo più piccolo del solito, mentre il diametro dell'impugnatura è più abbondante della media. Dietro al volante sotto l'unica palpebra del cruscotto, che oltre ad essere rigida è anche lucida e quindi più delicata, anche se gli dà un tocco di classe in più la simil cucitura rossa sul bordo, si tova il quadro stumenti che nell'allestimento top in prova prevede un unico quadrante centale con contagiri, con profilo rosso, nella cui parte inferiore destra c'è il tachimetro digitale dalle dimensioni abbondanti, nel senso che è molto bel leggibile, anche se durante il test drive non l'ho praticamente mai guardato data la presenza dell'head up display (per quanto lo riguarda vi invio alla prossima sezione). A destra e a sinistra del tachimtro si trovano due elementi simil-circolari. In quello di destra vi è l'indicatore digitale del carburante, si tratta di una barretta orizzontale sopra alla quale c'è il range rimasto, poco sopra si trova il comando, una bacchetta, per il trip. Nell'elemento a sinistra del tachimetro si ha invece il contachilomteri e l'indicatore del trip nella parte inferiore, mentre in quella centale vi è il suggeritore di marcia dai caratteri ben leggibili grazie alle dimensioni, che indica la marcia in uso e, mediante una freccetta, quella eventualmente suggerita. A destra e sinistra del quadro strumenti si hanno due bocchette circolari, smorzate nella regolazione, con profilo cromato e intero con una fascia rossa: ottime per "consistenza". La bocchetta di destra è collegata ad una terza gemella posta all'estrema destra della plancia da una feritoia con listello cromato, interrotto dal tasto degli hazard. La feritoia nasconde anche la quarta bocchetta d'aria posta subito a sinitra del tasto delle quattro frecce. La parte superiore è ricoperta da un plastica rigida di color grigio scuro di buona consistenza (non sembra facile ai graffi) anche se non delle migliori che abbia visto e toccato, non è infatti soft-touch. Altra pecca è il cassetto portaoggetti che all'esterno è di platica dura e meno nobile di quella della parte superiore della plancia. Inoltre non è smorzato nell'apertura, nè foderato, nè illuminato, nè refrigerato (come quello della VW Golf ad esempio). Come si capisce il rosso è il colore che spesso fa capolino negli interni con cuciture sui sedili, sulla fascia in pelle della plancia. Quest'ultima è anche presente sulla leva del freno a mano, qui avrei preferito il freno di stazionamento elettrico, anche se è comunque di buona consistanza. Pezzo forte della plancia è lo schermo touchscreen del Mzd-connect a colori da 7,2 pollici già in dotazione all'allestimento intermedio Evolve con funzioni di radio (la ricezione digitale DAB di serie su Exceed), navigatore (optional a 400 euro), impostazioni varie e computer di bordo. Oltre alla funzionalità touch dello schermo, che si disattiva sopra i 7km/h, si ha la manopolona color argento (anch'essa dà un buon feedback), contornata da alcuni tasti, il tutto sul tunnel centrale di fianco alla leva del freno a mano. Per l'infotiment ci sono, sotto i comandi del clima automatico, di buona consistenza, (il clima non è però bizona, altra pecca come la mancanza delle bocchette per i passeggeri seduti dietro): lettore CD, doppia presa USB, presa AUX e SD, contornati da due piccoli pannelli in pelle rossa su cui appoggiare il ginocchio destro (e il sinistro del passeggero). Qui però riscontro un'altra pecca perchè fra la leva del cambio e le varie prese c'è solo un piccolo pianerottolo orizzontale orizzontale per appoggiare gli oggetti, che però sono così liberi di muoversi. Vi sono solo poi due porta bottiglie e un portaoggetti quadrato dietro la leva del cambio nel posto del bracciolo centrale (altra mancaza, semprea mio avviso; è comunque fra gli oprional/accessori a circa 200 euro). Dietro l'abitabilità è buona per due persone, anche per un lungo viaggio penso, basta non essere più alti di 1.80-1.85 m (io sono 1.80 e ci stavo bene) per non toccare con la testa e sbattere con le ginocchia contro lo schienale dei sedili anteriori, lo spazio infatti non è abbondante. Ancor meno abbondante è lo spazio del bagagliaio chè è comunque abbastanza profondo nel senso della lunghezza longitudinale, meno in profondità verso il basso in quanto nell'allestimento Exceed è compreso l'impianto Bose che riduce la capienza del bagagliaio dai 350 litri degli altri allestimenti meno ricchi (Essence, Evolve) a soli 287 l. Inoltre è presente solo il kit di riparazione dei pneumatici e non è disponibile nemmeno come optional il ruotino (altra pecca sempre secondo me). Il sound per quel poco che ho potuto sentire è ottimo e ti avvolge proveniendo in modo considerevole dalle casse posteriori. Come detto una delle pecche è il poco volume del bagagliaio, è poco anche quello del serbatoio di soli 44 litri per la AWD (48 l 2WD).
Alla guida
Ho svolto un test-drive (tra l'altro è stata un'iniziativa del venditore, molto gentile, che non ci era mai capitata; in nessun altro concessionario si erano proposti subito per una prova) di circa 20-25 minuti in tangenziale a Varese e in stade extraurbane lì vicine. L'ho trovata bella da guidare, per il tipo d'auto s'intende. Il volante è di buona consistenza e lo sterzo è abbastanza diretto e filtra bene le asperità così come le sospensioni. La leva del cambio in pelle è corta e gli innesti sono secchi (non è un comando "gommoso") e precisi, la frizione è leggerissima nonostante sia diesel (oltre al 6 marce manuale è disponibile una unità automatica a 1750 euro solo per diesel AWD) L'assetto mi è sembrato abbastanza morbido nonostante gli pneumetici con cerchi (bruniti) da 18" di serie per Exceed, probabimente per via della spalla non striminzita. L'insonorizzazione è ottima sia a freddo che a velocità più elevata (al massimo sono andato a 90 km/h). La ripresa è buona infatti a 90 km/h per un sorpasso in sesta marcia riprende con buon vigore e senza problemi per via della coppia elevata (per essere un 1.5 gasolio) di 270 Nm a 1600 rpm e del peso ridotto dell'auto di 1200 kg (1275 per la AWD). La massa contenuta aiuta anche ovviamnte i consumi dato che penso che in media arrivare a 19-20 km/l non dovrebbe essere diffcile (per la AWD magari si riuscirebbe a fare i 18 km/l, sempre di media, dato che la trazione in condizioni di aderenza normale è al 100% all'anteriore). Alla guida non ci si distrae mai per via del display del mzd-connect che spicca dalla plancia a non costringe a spostare lo sguardo verso il basso e grazie all'ottimo head-up display che spunta, elettricamente, da sopra il cruscotto e proietta info come: velocità, velocità impostata del cruise control, ripetizione delle info del navi e avviso di superamento di corsia. Quest'ultimo è di serie così come la frenata automatica da 4 a 30 km/h (obbligatoria da quest'anno per aspirare alle 5 stelle EURONCAP); con un esborso di 800 euro si completa la dotazione di sicurezza con il pacchetto i-Activesense technology che aggiunge cruise control adattivo (la Exceed ha di serie quello "secco"), frenata di emergenza in autostrada, assistente di angolo cieco, fari adattivi (di serie du Exceed sono automatici e full-led, a LED anche i fedinebbia) e sensore di uscita sicura dal parcheggio (con radar che capta ostacoli in movimento fino a 40 m); quest'ultimo completa l'assistanza nel parcheggio di serie che comprende, per Exceed, sensori di parcheggio posteriori (purtroppo non anteriori neanche a pagamento) e retrocamera con indicatore delle linee di sicurezza (verdi, gialle o rosse) ma non adatattive a seconda dell'inclinazione del volante.
La comprerei o ricomprerei?
In sintesi mi sembra un'auto valida dal contenuto tecnologico elevato, così come il rapporto qualità/dotazioni su prezzo dato che quella preventivata è praticamente full optional (mancano solo interni in pelle e cambio automatico che non ci interessano). Il preventivo dice Mazda CX-3 Exceed 1.5 Skyactive-D AWD manuale + Navi + i-Activesense pack + vernice metallizzata (non rossa) + ipt a 29000 euro - 800 di sconto = 28.200 euro; a cui togliere la valutazione dell'usato, abbastanza scarsa a dire il vero rispetto ad altri concessionari di altre case.
Mazda CX-3 1.5 D 105 CV Exceed 2WD
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
22
7
0
2
0
VOTO MEDIO
4,6
4.580645
31


Aggiungi un commento
Ritratto di littlesea
15 ottobre 2015 - 00:16
1
...infatti 500X e CX-3 consumano molto meno di Mokka (non lo dicono solo le testate giornalistiche che, si sa, scrivono quello che vogliono alla fin fine...) e questa ha un bagagliaio obiettivamente imbarazzante...A volte basta dire che, alla fine, si è preferito un acquisto per proprio gusto personale piuttosto che sparare a zero senza cognizione di causa!...
Ritratto di DM1991
15 ottobre 2015 - 16:52
3
Sì il bagagliaio è piccolo, 287 l, per via dell'impianto Bose di serie sull'allestimento exceed, sinceramente io lo avrei lasciato optional con bagagliaio di 350 l, in linea con le altre. Mokka consuma sicuramente di più, la vecchia aveva versione col 1.7 CDTi (della Isuzu), quella nuova col 1.6 CDTi (finalmente un motore nuovo a gasolio progettato dall GM; anche il 1.3 e 2.0 sono comprati da FCA). Sinceramente penso che fra queste diesel 4x4, la migliore per consumi sia la mazda per via della cilindrata (solo 1.5) e il peso (< 1300 Kg) poi la mokka e infine la 500x/renegade che è un 2.0 e pesa troppo (1600 kg, dovrebbe essere sui 1450). Guarda, per farmi un'idea guardo su consumireali.it (tagliandi auto) che fa la media dei consumi, motore per motore, cambio per cambio, trazione per trazione (insomma per ogni combinazione) dei dati inseriti dai possessori e dà un valore abbastanza attendibile. Sono tutti modelli/motori nuovi: o non sono ancora nell'elenco come mazda e opel o nessuno ha ancora inserito il valore come fiat. Invece di Renegade c'è già il valore, che sarà penso identico per 500x, di 13,5 km/l. Valore basso ma penso realistico vista la massa elevata dell'auto. Fra le 2.0 diesel 4x4 permanenti c'è chi fa meglio come la Subaru XV con 16 km/l, grazie ai suoi 1400 kg di peso. Saluti
Ritratto di cris25
28 agosto 2015 - 08:59
1
Trovo che la CX-3 sia davvero bella e ben fatta, del restp come tutte le Mazda più recenti. La prova mi piace, considerando che l'hai fatta solo in seguito sd un test drive. Saluti...
Ritratto di DM1991
28 agosto 2015 - 11:02
3
Grazie!! Ho cercato di inserire tutte le prime impressioni di guida che l'auto mi ha trasmesso e di di stare molto attento ad alcuni aspetti che ritengo importanti: feedback dei tasti, dei materiali, dettagli delle scelte di posizionamento delle varie parti, consistenza di volante, cambio + 0 - secco, sforzo frizione, insonorizzazione, rivestimenti portiere, cassetto portaoggetti, leva freno a mano, ripresa ad alta velocità alle marce + alte...ecc
Ritratto di H-ROSSA無限
29 agosto 2015 - 11:09
1
Nulla da dire, auto e prova al top. La Mazda sta sfornando dei veri gioielli, peccato che molti snobbino i prodotti JAP, che a mio avviso restano comunque i migliori. Ciao
Ritratto di DM1991
30 agosto 2015 - 10:08
3
Grazie! L'auto mi è piaciuta molto e mi ha convinto molto per parecchi aspetti e meno per alcuni, in quest'ultimo caso si tratta soprattutto di elementi che si possono definire dettagli ma che ritengo cmq non di secondaria importanza. Sui jap secondo me hai ragione, per quasi tutte le case il rapporto qualità+dotazione su prezzo è elevatissimo, con dotazione eccellente anche sui modelli base e davvero completissima su quelli top con costo degli accessori ragionevole, politica opposta a quella dei tedeschi dove anche l'allestimento top ha una dotazione quasi ridicola, da auto di 10 anni fa, con costo degli optional esorbitante e per di più nemmeno disponibile in pacchetti che farebbero risparmiare qualcosa. La affidabilità dei jap è poi elevatissina, con due jap in casa (la Fiat 16 è infatti una Suzuki, solo sulla diesel il motore è fiat, la nostra è benzina) zero zero zero problemi di meccanica e elettronica (nemmeno i +stupidi) in 9 e 4 anni, toccando ferro. Poi secondo me alcuni assemblaggi e scelte dei materiali soprattutto per gli interni non è un granché,dove la qualità delle tedesche è impareggiabile a mio avviso. Molti snobbano i jap pensando, a torto, che siano inaffidabili mal costruite e di bassa qualità, restando fermi a dati che forse erano veri 20 o 30 anni fa.
Ritratto di canton
30 agosto 2015 - 12:22
Verissimo,le auto jap sono al top,ho uno zio con una Subaru Forester del 1996 e in vent'anni quasi l unico problema é stato a causa di una batteria,un saluto
Ritratto di DM1991
30 agosto 2015 - 13:41
3
Secondo me sono tutte affidabilissime e alcune case come toyota e subaru sono ancor meglio. Confermo l'esperienza suIle Subaru, il padre di un mio compagno di scuola aveva una Legay e l ha tenuta per ben 18 anni senza problemi.
Ritratto di Mardies GT
29 agosto 2015 - 11:21
Resoconto interessante. I sensori anteriori sono disponibili come accessorio (consigliabile).
Ritratto di DM1991
30 agosto 2015 - 10:13
3
Ciao, quando l'abbiamo provata il venditore non ce l'aveva detto e sulla brochure, nella sezione accessori, non c'erano. Grazie per la precisazione puntuale e precisa.
Pagine
listino
Le Mazda
  • Mazda 3
    Mazda 3
    da € 23.700 a € 35.800
  • Mazda 2
    Mazda 2
    da € 17.800 a € 22.550
  • Mazda MX-5 Roadster
    Mazda MX-5 Roadster
    da € 33.500 a € 36.100
  • Mazda 3 Sedan
    Mazda 3 Sedan
    da € 26.800 a € 35.500
  • Mazda CX-30
    Mazda CX-30
    da € 24.750 a € 38.150

LE MAZDA PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE MAZDA

  • Le linee nette e personali sono quelle di sempre ma nei contenuti la suv di medie dimensioni Mazda CX-5 si è aggiornata. Abbiamo guidato la più potente delle versioni diesel con il 2.2 da 184 CV abbinato al cambio automatico e alla trazione integrale. L'allestimento è il più ricco Signature che, a un prezzo ragionevole, include una dotazione completa. Tutti dettagli nel nostro video test.

  • Miataland è un luogo unico dove un collezionista italiano ha radunato decine di esemplari di Mazda MX-5 molto speciali. Lo abbiamo visitato a bordo della spiderina giapponese.

  • Con l'amministratore delegato di Mazda Motor Italia affrontiamo i temi caldi di questo periodo di difficoltà economica nel quale le concessionarie sono chiuse.