Mazda

Mazda
CX-30

da 24.750

Lungh./Largh./Alt.

440/180/154 cm

Numero posti

5

Bagagliaio

422-430/1398-1406 litri

Garanzia (anni/km)

3/100.000
In sintesi

La Mazda CX-30 è una crossover media, derivata dalla berlina 3. La linea è elegante, con finestrini piccoli, fiancate prive di nervature e parte posteriore rastremata; molto estese le protezioni in plastica nera che contornano la parte inferiore della carrozzeria. Proposta con la trazione anteriore o integrale, e con cambio manuale o automatico, ha interni discretamente ampi per la categoria, bagagliaio incluso. La plancia, sinuosa, vanta forme classiche ma non banali, e comprende un cruscotto con tre grandi quadranti. Quello al centro è digitale; facile la leggibilità, come pure è agevole la gestione degli altri comandi. Le bocchette del "clima", però, non sono il massimo della praticità e il sistema multimediale si azionerebbe più rapidamente con uno schermo di tipo “touch” (invece della manopola nel tunnel). In generale le finiture sono di buon livello, con particolari molto curati (citiamo il volante e il "clima") e qualche dettaglio economico (come il cassetto nella plancia). Una volta partiti la CX-30 si mostra comoda, piuttosto precisa e sempre affidabile; buona la maneggevolezza. La scelta è fra tre motori, due dei quali ibridi "leggeri" a benzina. Il 2.0-G con 122 CV spinge con regolarità a tutti i regimi, ma la potenza esce per davvero solo a quelli medio-alti; il cambio manuale (ottima, al proposito, la manovrabilità) va usato con frequenza per viaggiare con brio. Il 2.0-X è innovativo (la combustione avviene per compressione, come nei diesel), promette di bere pochissimo e ha 179 cavalli. Le prestazioni sono superiori, ma alla guida offre sensazioni simili a quelle della versione da 122 CV: occorre sfruttare le marce basse per ottenere il meglio. Infine, il 1.8 diesel: è pronto e brioso, ma nelle riprese il suo rombo si fa sentire parecchio nell'abitacolo. Quanto alla dotazione, tutte le CX-30 sono generose.       

Versione consigliata

Una 2.0-G Executive a trazione anteriore e, se si viaggia spesso in città, con il reattivo cambio automatico: fra le Mazda CX-30, offre il miglior compromesso fra comfort, costi e piacere di guida.

Perché sì

Cambio manuale. Gli innesti sono molto precisi e morbidi.

Comfort. L'auto non saltella sulle buche e in velocità è silenziosa.

Dotazione. Anche la versione "base" è riccamente equipaggiata.

Perché no

Bocchette del "clima". Carenti nelle possibilità di regolazione, sono in una posizione che non aiuta a distribuire omogeneamente l'aria climatizzata.  

Ripresa. Le versioni con cambio manuale hanno le marce molto lunghe, che smorzano la progressione.

Sistema multimediale. Privo di schermo tattile, a volte è macchinoso da usare.

Mazda CX-30
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
54
35
19
6
6
VOTO MEDIO
4,0
4.041665
120
Photogallery