Nissan X-Trail 2.2 dCi Sport

Pubblicato il 25 maggio 2015
Ritratto di Whity
alVolante di una
Fiat Tempra Station Wagon 2.0 i.e. cat SLX
Nissan X-Trail
Qualità prezzo
4
Dotazione
4
Posizione di guida
5
Cruscotto
3
Visibilità
4
Confort
4
Motore
5
Ripresa
5
Cambio
2
Frenata
4
Sterzo
2
Tenuta strada
4
Media:
3.8333333333333
Perché l'ho comprata o provata
È la macchina che ha comprato mia mamma nel 2007 come fine serie
Gli interni
Interni nella media, fanno stare comodi e si trova velocemente la propria posizione. Alcune parti del cruscotto sono in "plasticaccia" e stonano un pochino, sono però caldi e avvolgenti i sedili anche se poco contenitivi. Di vani ce ne sono pochini, il sottobracciolo anteriore è molto capiente, tanto che è meglio suddividerlo per evitare che la roba vada troppo a spasso e "sbatta" durante la marcia. I tappetini hanno il fantastico "pirolotto" (non saprei come altro chiamarlo) per tenerlo in posizione e secondo me è funzionale, se non fosse che va tutte le volte controllato che non sfugga il tappetino dalla sede. Il volante è rivestito bene e convince. Il baule offre una discreta capienza, rovinata purtroppo da bombature interne che costringono, nel caso si debbano stivare pezzi lunghi, a metterli al centro non riuscendo a razionalizzare bene il carico. La tendina copri-baule è a molla e tende a lasciarsi andare con il tempo, forse scelta obbligata da Nissan in quanto i sedili posteriori hanno lo schienale regolabile.
Alla guida
Premettendo una sorta di amore/odio con questa macchina che da sempre mi accompagna, ho avuto modo di provarla in diverse occasioni (città, autostrada, traino, strade extraurbane veloci della toscana) e ne ho potuto saggiare le caratteristiche, in bene e in male. In bene perchè il motore spinge forte, si ha quel senso che non manchi mai coppia (e ci mancherebbe, 314 nm si sentono) nonostante la mole non sia proprio poca, circa 1500 kg, di contro il cambio è il lato negativo, dal mio punto di vista: sembra che sia poco proporzionato al motore, l'idea è che bisogna soffocare l'esuberanza del 2184cc continuando a cambiare marce, 6 in tutto con 1ª e 2ª distanti un sacco (cambiando la prima a 3000 giri ci ritroveremo con una seconda sotto i 1800 giri), per poi avere 3ª-4ª e 5ª distanti circa 800 giri tenendo sempre come riferimento i 3000 di prima. In autostrada a 130 km/h il motore viaggia sui 3000 rpm, risultando rumoroso e a giri sproporzionati in riferimento al motore. Il mio parere è che se ci fossero marce leggermente più lunghe si potrebbe avere il propulsore sui 2300-2500 giri a tutto vantaggio di confort e consumi, che si attestano sugli 11-12 km/l (attenzione, usata prevalentemente trainando, forse con un uso normale accorto si sta più verso i 14). Se non siete appassionati delle cambiate perfette e vi accontentate, avete però una macchina che dà molto senso di libertà.....sarà la seduta alta, il tettuccio apribile o l'elasticità del motore, ma quando la si guida sembra una vettura che si fa perdonare i piccoli errori quotidiani e metta di buon umore. Dietro le manovre sono terribili, senza i sensori si va un po' alla cieca col risultato che ci si mette sempre troppo distanti da quello che c'è dietro per paura di sbatterci. - Posizione di guida: 5 stelle, tutto sotto controllo, dà senso di non mancare niente e le regolazioni ci sono. - Visibilità: 4 stelle, ne tolgo una per le manovre in retromarcia, ma per l'uscita dalle tangenziali dove si fatica a vedere, con questa nessun problema, ne meriterebbe 6 da questo punto di vista Motore: 2184cc, 314nm a 1750giri e 136 cavalli a 4000 rpm. Difficile chiedere di meglio, affidabile e generoso nell'erogazione, è una buona unità che piace ed è proporzionata al tipo di vettura. - Cambio: 2 stelle. qui c'è da fare precisazioni: il primino non invita a partenze lampo a meno di tirare botte di frizione con la seconda (e il sincronizzatore non ringrazierebbe), molto meglio andarci cauti di prima, anche per la frizione millimetrica che attacca in un punto preciso (alto) e se troppo lasciata rischia di far spegnere l'auto (lo dico dopo 5 anni di patente). In città pertanto non mi piace, non riesco a togliermi di impiccio. In strade extraurbane le marce ravvicinate fanno la differenza e si riesce a uscire con la trazione desiderata, ma c'è un ma (vedi voce ripresa). Per il traino è perfetto (per questo 2 stelle e non una), per guidare in modo fluido il primino aiuta a non consumare tanta frizione nelle partenze e il cambio ravvicinato in alto consente di non tirare le marce per avere il turbo di supporto (comincia a spingere da 1750 giri). Corsa della leva buona, protezione della retro tirando in su l'anello della cuffia del cambio. - Sterzo: 2 stelle, leggero, fin troppo. Sembra quasi un servosterzo elettrico della 500 (in modalità City, usato a basse velocità) anche se in realtà è un'unità idraulica. Il peso è costante e l'inserimento in curva è buono, aiuta l'assetto tendente al rigido, ma non comunica cosa c'è sotto le ruote, sembra un videogioco. - Qualità prezzo: 4 stelle, auto che bada più alla sostanza che alla rigidità dell'esterno. I paraurti si piegano appoggiando un ginocchio e la posizione delle frecce laterali, se premute, si dimostra plasticaccia che si piega come farebbe un filo di uno stendino. Se poi si pensa alle maniglie attaccate con 4 gancetti in plastica........il fatto dei paraurti sarà anche dovuto alla protezione dei pedoni o per altre ragioni, però diciamo che la salva la meccanica, in grado di convincere ben di più che l'esterno che sembra smontarsi a vista - Cruscotto: Centrale, può piacere o meno ma è ben leggibile, in fondo a destra c'è l'indicatore di temperatura liquido di raffreddamento, ma ha solo il range che va bene e non i riferimenti di temperatura, per me una pecca. L'ulteriore stella in meno è data dall'orologio che si può vedere in alternativa alle altre informazioni (i 2 parziali e la temperatura esterna) con il risultato che non so mai che ore siano. Confort: si viaggia bene, il climatizzatore è puntuale e non manca di mantenere la temperatura in automatico, non pesando nemmeno sul motore. Si macinano chilometri e non si sentono, persino l'appoggiapiede sinistro è perfetto. Unica pecca i sedili poco avvolgenti che fanno poco effetto "coccoloso", che cerco molto in una macchina soprattutto nelle giornate fredde. - Ripresa: 5 stelle, poco da dire. Se siete nelle prime tre marce e affondate, il limitatore vi saluta subito (5000 giri), complice le marce corte. In quarta la spinta sembra non finire mai, salvo affievolirsi (e ci mancherebbe) sui 4700 giri. Se siete oltre i 160 la ripresa potrebbe non bastarvi, ma a quel punto state cercando un'altra auto. Da tenere conto del grande ritardo dell'acceleratore su cui bisogna tararsi per far fare alla macchina quello che si vuole. Frenata: 4 stelle, i dischi autoventilati davanti insieme a quelli pieni dietro sono convincenti e frenano sempre bene, non saprei dire sulla fatica e sulla potenza in quanto non ho mai fatto staccate o frenate d'emergenza. Tenuta di strada: con le 215/60 R17 tiene bene, nelle curve veloci in inserimento è abbastanza precisa e se comincia ad accusare il peso interviene l'esp, che arriva comunque a provocare quel leggero sottosterzo che dà l'idea di avere tutto sotto controllo. Mi è capitato di affondare in seconda con lo sterzo girato per fare una rotatoria e l'esp taglia puntuale salvando la traiettoria, questo in 2WD perchè col manettino in posizione Auto viene chiuso il giunto centrale e si toglie la limitazione di scaricare 314 nm con le sole ruote davanti. Il manettino ha anche l'impostazione Lock, per bloccare il differenziale centrale e fissare la trazione 50:50. Lo sterzo è l'unica cosa che fa andare un po' di meno proprio per la sensazione di "non sapere cos'hai sotto le ruote", trasmette poco. Ha stranamente una buona dinamica e non delude se non per i limiti imposti dai 1500 kg. In inserimento ha un piglio da go-kart, poi soffre il peso soprattutto nelle curve veloci. Piccola nota, dietro gli ammortizzatori tendono ad arrivare "a pacco" nel caso ci sia anche poco peso dietro, con il risultato che non invita a forzare in fase di rilascio per non ritrovarsi il retrotreno che prende iniziative. Dotazione: - Qualità prezzo: 4 stelle, non saprei molto valutare in quanto non conosco gli standard, ma per 27'000 € si ha un buon veicolo con cerchi da 17", cruise control, climatizzatore automatico, pedaliera in alluminio, fendinebbia e trazione integrale automatica con possibilità di bloccare il differenziale centrale, il tutto contornato da un ESP ben tarato.
La comprerei o ricomprerei?
Ammetto che prima della Tempra che ho ora, stavo per prendermi usata una X-trail come questa, quindi la comprerei. I tre più grandi difetti (e sono grandi proprio perchè a me piace guidare) sono il ritardo all'acceleratore, le marce che tolgono il piglio sportivo del propulsore e lo sterzo poco comunicativo. Comunque buona e meglio di altre, la consiglio.
Nissan X-Trail 2.2 dCi Sport
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
0
0
2
1
0
VOTO MEDIO
2,7
2.666665
3
Aggiungi un commento
Ritratto di cris25
10 giugno 2015 - 16:20
1
auto che non mi è mai piaciuta, come d'altronde le Nissan di un decennio fa. Tutt'altra cosa la nuova, saluti...
listino
Le Nissan
  • Nissan 370 Z Roadster
    Nissan 370 Z Roadster
    da € 42.510 a € 44.960
  • Nissan Leaf
    Nissan Leaf
    da € 34.370 a € 39.790
  • Nissan Navara
    Nissan Navara
    da € 28.318 a € 46.020
  • Nissan NV200
    Nissan NV200
    da € 44.210 a € 44.300
  • Nissan GT-R
    Nissan GT-R
    da € 101.900 a € 184.950

LE NISSAN PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE NISSAN

  • Con la Nissan Qashqai dotata del nuovo 1.3 turbo a benzina e del cambio a doppia frizione si viaggia in souplesse. Manca, però, un pizzico di agilità. Qui per saperne di più.

  • L'energia "green" prodotta nella Johan Cruijff Arena verrà accumulata all'interno di una grande pila formata dalle batterie di 148 Leaf. Qui per saperne di più.

  • Il sistema ProPilot, optional, integra tre sistemi che permettono alla crossover di accelerare, frenare e curvare da sola nella guida in colonna. Qui per saperne di più.