Peugeot 208 1.4 8V HDi 68 CV Allure 5p

Pubblicato il 29 ottobre 2014
Qualità prezzo
5
Dotazione
5
Posizione di guida
5
Cruscotto
5
Visibilità
5
Confort
4
Motore
4
Ripresa
2
Cambio
4
Frenata
3
Sterzo
5
Tenuta strada
4
Media:
4.25
Perché l'ho comprata o provata
Ero in cerca di una segmento B compatta ed efficiente, che in primo luogo doveva essere comoda da guidare e parsimoniosa. Col senno di poi, riscontro entrambe le caratteristiche in quest'auto. Che mi ha colpito anche per la dotazione, completissima su questa versione Allure, e completata con qualche optional, certo, ma assolutamente non paragonabile alle cifre che occorre sborsare se invece si vuole completare la dotazione di un'auto premium. La cura riservata all'ambiente interno ha avuto la sua parte nella scelta, così come il design a mio avviso armonioso, molto più azzeccato ed elegante di quello della 207. L'esemplare era in pronta consegna, equipaggiato anche con tetto panoramico e navigatore satellitare, rendendola davvero il non plus ultra quanto a dotazioni, e il prezzo era molto concorrenziale. L'auto è configurata con vernice bianco pastello, cerchi in lega da 16" e interni in tessuto nero.
Gli interni
Sono l'elemento forte della 208. Colpisce immediatamente il volante ridottissimo che contribuisce anche a migliorare l'agilità in città. Occorre abituarsi, ma una volta presa la mano diventa molto comoda ed ergonomica: la strumentazione è infatti posizionata più in alto, e la si guarda non più attraverso il volante, che rimane più basso, consentendo di mantenere alto lo sguardo. L'ambiente, col tetto panoramico, è molto luminoso, sensazione data anche dal design minimale della plancia, che si concentra tutta attorno al grande sistema di infotainment. Sistema, a mio avviso, completissimo: due ingressi usb, uno aux, bluetooth, lettore cd e navigatore integrato. Meglio di così! E' anche piuttosto reattivo e consente lo streaming audio via bluetooth, il che vuol dire che collegando un telefono con musica in memoria potrete riprodurla attraverso l'impianto. Ottimo il climatizzatore automatico bizona, di serie, che fortunatamente gode di una pulsantiera a parte, non incorporata nel display come invece sulla 308, dove secondo me risulta meno immediato. Scenografiche le luci d'ambiente, che in combinazione col tetto panoramico sono disposte anche sui binari della tendina ripara sole: decisamente appariscenti. Comfort molto buono, anche nei viaggi più lunghi: c'è tanto spazio anche dietro, a patto di non viaggiare in 5, e il bagagliaio è più grande del previsto. Molto buona anche l'insonorizzazione: il motore si sente solo a freddo. Ed è strano, perchè alzando il cofano ci si rende conto che c'è solo un sottile strato fonoassorbente sulla lamiera, ma il motore è scoperto.
Alla guida
Il volante ridotto e lo sterzo preciso la rendono davvero agile, nel traffico si "sguscia", e le dimensioni chiaramente non sono mai impegnative. Ho imparato a conoscere questa 208 grazie ad un viaggio di ben 2800km filati quest'estate: a sorprendermi maggiormente sono stati i consumi. Bassissimi, in autostrada l'autonomia sale fino a 23 km/litro, con una media complessiva sul totale del viaggio scesa a 21,3 km/litro che include anche gli spostamenti urbani una volta giunto a destinazione. Sulle tratte casa-lavoro invece è comunque difficile scendere sotto i 18 km/litro, percorrenza più che buona contando che i percorsi sono urbani. Il piccolo 1.4 da 68 cv è tutto fuorché un corridore, e anche per questo si tende a guidare rilassati. Il cambio è piuttosto turistico, con 5 marce lunghe e gli innesti sulla leva di nuovo piuttosto lunghi. Come lunga è anche la frizione, un po' pesante e molto dosabile. A me un'impostazione più dura per la frizione piace molto, mentre chi apprezza maggiormente le frizioni leggere che si trovano, ad esempio, su Volkswagen, qui resterà amareggiato. La ripresa è una nota dolente: in autostrada si utilizza solo la quinta, molto lunga, e se dovete riprendere serve tempo. In città, se per una qualsiasi frenata improvvisa si finisce abbondantemente sottocoppia, cioè in zona minimo, i vuoti sono imbarazzanti. Il 1.4 HDi non è quindi il motore che consiglio ai corridori: sceglietelo se avete bisogno di consumare poco o non avete particolari esigenze in fatto di prestazioni. Nell'utilizzo quotidiano è anche più brillante di quanto si pensi, ma coi limiti citati. Merito anche della costruzione dell'auto, che è estremamente leggera.
La comprerei o ricomprerei?
Decisamente sì. E' un'auto completissima e comoda, che mi ha accompagnato per 3000km in un sol fiato senza battere ciglio, a medie sorprendenti. E' molto economica anche da gestire, visti i soli 50kW che contano per il calcolo del bollo e l'omologazione Euro 6. E va bene anche per i neopatentati. Potendo spendere un po' di più rispetto alle versioni base, questa Allure è davvero completissima, e per molti "sfizi" come il climatizzatore bizona o i fari automatici non è nemmeno necessario attingere alla lista degli optional, cui serve ricorrere invece per il tetto panoramico, consigliatissimo a dir poco, e che include anche i vetri posteriori oscurati. Di serie il cruise control, che ho usato abbondantemente in autostrada, ma assente l'hill start assist, per farsi aiutare nelle partenze in salita, che avrei invece voluto vista l'impostazione lunga del pedale della frizione.
Peugeot 208 1.4 8V HDi 68 CV Allure 5p
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
7
1
2
0
3
VOTO MEDIO
3,7
3.69231
13
Aggiungi un commento
Ritratto di cris25
17 novembre 2014 - 16:41
1
mi piace moltissimo, ha uno stile personale che si discosta molto dalla precedente 207! In quanto alla prova, è davvero ben fatta, bravo!
Ritratto di torque
19 novembre 2014 - 16:22
Ho altre prove in preparazione se ti può interessare! Hai ragione comunque, è un'auto con cui tutta la famiglia si sta trovando davvero bene, in particolare poi i consumi sono bassissimi, e il piccolo 1.4 HDi, su cui nutrivo dubbi, è in realtà più che sufficiente e brillante in città, pur non potendo pretendere molto.
Ritratto di Rav
22 novembre 2014 - 13:19
2
Complimenti, bella prova. Ero proprio interessato a leggerne una di una 1.4 HDi dato che era il motore che ho scartato quando l'ho comprata col 1.6 HDi 92cv perchè reputato un po' troppo sguarnito di cavalli (venivo da un'auto più potente e non volevo fare un salto troppo ampio). Leggo con piacere che siamo daccordo su tutti i punti forti della vettura ma mi hai fatto anche capire che, per le mie esigenze, ho fatto la scelta giusta per il motore. Detto ciò ti invidio molto perchè tu hai il tetto panoramico mentre la mia, anche lei in pronta consegna, non ce l'ha.
Ritratto di torque
25 novembre 2014 - 12:22
Quando abbiamo acquistato l'auto in famiglia, io ero quello più indirizzato verso il 1.6 HDi. Il concessionario ci ha detto che di 1.4 ne vendevano tanti e va benissimo per chi non ha troppe esigenze, ma in ogni caso ci ha proposto un test drive: l'abbiamo guidata e abbiamo capito che di problemi non ce n'erano, probabilmente anche grazie al peso ridotto. Però sarei davvero curioso di provarne una col 1.6 sotto il cofano per capire quale sia la reale differenza prestazionale tra le due...
Ritratto di Scorpio 81
23 novembre 2014 - 12:04
4
Buona prova. L'auto mi piace esteticamente e pure internamente e ha una buona dotazione. Come su un'altra vettura francese,la Citroen DS3 1.2 che ho guidato per un periodo, trovo tuttavia sempre lo stesso particolare che non mi ha soddisfatto per niente, ovvero la frizione molto pesante e il cambio non troppo preciso e con la corsa lunga. Poi però è ovvio che dipende dai gusti soggettivi....
Ritratto di torque
25 novembre 2014 - 12:17
Questa credo sia una "caratteristica" delle auto francesi: pescane una a caso, ma per esperienza personale il cambio sarà sempre un po' gommoso e con la frizione piuttosto rigida. Io non sopporto l'opposto, cioè frizioni che affondano sotto il piede senza il minimo sforzo, garantendo zero feeling: a questo punto meglio un buon automatico, almeno fa davvero tutto lui, senza il compromesso del cambio manuale ma a sforzo zero. Alla frizione comunque ci si abitua, perchè ho avuto anche auto col pedale appunto morbidissimo ma ci ho fatto il piede in questione di un'oretta. Secondo me, se ti piace la DS3 e a fermarti dev'essere il peso di un pedale, non dovresti avere dubbi!
listino
Le Peugeot
  • Peugeot 508
    Peugeot 508
    da € 30.350 a € 48.000
  • Peugeot 208
    Peugeot 208
    da € 14.900 a € 21.550
  • Peugeot 2008
    Peugeot 2008
    da € 18.150 a € 28.050
  • Peugeot 308 SW
    Peugeot 308 SW
    da € 22.120 a € 33.870
  • Peugeot 108
    Peugeot 108
    da € 11.850 a € 15.050

LE PEUGEOT PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE PEUGEOT

  • Questa speciale Peugeot 308 GTi ha il motore 1.6 potenziato di 30 CV (per un totale di 302 CV), freni maggiorati e pesa solo 1.155 kg. Qui per saperne di più.

  • La notevole e-Legend Concept proietta nel futuro la casa del Leone ispirandosi apertamente alla Peugeot 504 Coupé degli anni 70.

  • L’auto in verità si era già vista, ma non in versione ibrida plug-in, che la Peugeot ha presentato qui a Parigi. Andiamo a scoprirla.