Pubblicato il 27 agosto 2011

Listino prezzi Peugeot 307 non disponibile

Qualità prezzo
4
Dotazione
4
Posizione di guida
5
Cruscotto
4
Visibilità
4
Confort
4
Motore
4
Ripresa
4
Cambio
3
Frenata
4
Sterzo
4
Tenuta strada
4
Media:
4
Perché l'ho comprata o provata
Inizialmente ero orientato su una city-car come Grande punto e Lancia Y con motore 1.3 multijet,oppure Ford Fiesta o Peugeot 207 con motore 1.4 diesel e con non piu di 30.000km. Girovagando tra le concessionarie mi sono reso conto di come il prezzo dell’usato fresco era vicinissimo a quello di una vettura nuova, inquanto le city-car gettonate perdono poco valore nel tempo. Dopo essermi convinto che per prezzo e per come sono puntiglioso nell’esaminare un'auto semi-nuova in ogni minima parte non mi conveniva comprarla semi-nuova, ho iniziato a interessarmi solo di auto nuove o al massimo km0. Con gli incentivi delle case costruttrici e quelli statali sulla rottamazione, nel 2007 riuscivi a portarti a casa una berlina familiare con una buona dotazione di serie e un moderno motore diesel con un prezzo medio di 16.000 euro. Ho tralasciato come idea le city-car inquanto la media del nuovo era di 13.000 euro e ho preferito aggiungere altri 3.000 euro ma portarmi a casa un’auto piu grossa di cilindrata, piu capiente, ma soprattutto piu comoda nei lunghi viaggi. Le auto da me messe a confronto sono state: Alfa 147 1.9jtd, Mazda 3 1.6cd , Ford Focus 1.6tdci, Opel Astra 1.7cdti e Peugeot 307 1.6 hdi. Alla fine la scelta è ricaduta su Peugeot 307 perche come linea esterna mi ha molto soddisfatto, come motore era quello che cercavo, come confort di bordo e capienza è nettamente superiore alle altri concorrenti e soprattutto come prezzo la concessionaria mi ha subito offerto a un buon prezzo un’auto ben accessoriata e con quel appeal sportivo che desideravo. Ho ottenuto un forte sconto visto sarebbe a breve entrata di scena la 308, ma la 307 a me piaceva e ho deciso di acquistarla comunque. L’ho pagata 16.200 euro, è la versione Australian 1.6 hdi 109cv FAP 5m, a cui io ho aggiunto un pacchetto da 400 euro (2 braccioli, clima bizona, 4 vetri elettrici , portaocchiali e alette parasole illuminate), le tendine parasole originali e lo scarico cromato, tutto compreso nel prezzo di 16.200 euro. Di serie ha 6 airbag, radio cd, comandi al volante, clima manuale (io poi ho preferito quello bi-zona) oltre alle solite cose piccolezze che ormai tutte le case offrono. Ciò che manca a quest'auto è solo un ESP, all'epoca a pagamento, ma lo considero persino superfluo dato il carattere pacato dell'auto e il buon comportamento su strada. Ovvio ci fosse stato sarebbe stato ancora meglio.
Gli interni
Dall’esterno, della 307 ciò che si nota è l’ampio parabrezza e il tetto più alto delle concorrenti. Aprendo la portiera e accomodandosi sui sedili anteriori, tale sensazione non può che avere delle conferme. Infatti, la prima cosa che salta all’occhio è nettamente il grande parabrezza, la luminosità dell’abitacolo, lo spazio per guidatore e passeggero, l’ampia visuale in ogni direzione ,la seduta piu alta e il tetto che è a un bel pò di centimetri dalla testa del guidatore. Partiamo dalla seduta. Essa è comoda e regolabile in ogni direzione, se si esagera troppo con l’altezza quest’auto si trasforma in una monovolume. Sembra di essere alla guida o a bordo di una monovolume una volta regolata al massimo l'altezza dei sedili anteriori, ma al tempo stesso abbassando la leva che regola l’altezza dei sedili, la seduta si trasforma subito in una di tipo sportiva. Beh ottimo direi! Andiamo ad esaminare i materiali. I materiali interni sono di buona qualità, gradevoli al tatto e l’assemblaggio delle plastiche è di ottima fattura. Gli scricchiolii interni sono inesistenti .Le pelle e le cuciture del cambio e del volante sono di ottima qualità, i sedili hanno una gradevole trama dall’effetto sportivo, tengono bene in curva, ma il materiale non sembra tanto resistente e l’imbottitura non da il senso di robustezza. Nonostante ciò nessun problema da segnalare. Unico neo è il materiale delle portiere dove potevano fare di meglio: le plastiche dei comandi dei vetri elettrici e il tessuto di rivestimento del pannello si sono consumati nonostante l’auto non sia mai stata al sole e sia sempre stata trattata con molta delicatezza. Da un pò fastidio sentire al tatto la plastica dei comandi dei vetri elettrici appiccicosa e vedere perdere la pelle quasi fosse un coccodrillo. Per il resto tutto ok. La plancia è essenziale, il contachilometri molto chiaro, di un aspetto sportivo e fornisce persino la temperatura dell’olio motore. Le bocchette di areazione sono semplici ma al tempo stesso eleganti, impreziosite da una cornice grigia (che è dello stesso colore di quella della plancia centrale) e da tasti di orientamento di tipo cromato. Il computer di bordo posto al centro sopra al cruscotto è chiaro e fornisce tutte le indicazioni necessarie al guidatore. L’impianto stereo è sufficiente, non chiedetegli il massimo è uno stereo di serie, non ci si può aspettare tanto. I comandi del clima bi-zona sono posti in un'ottima posizione e sono chiari. Il climatizzatore è molto efficiente, preciso nella regolazione e con le sue luci contribuisce a dare un bell’effetto alla plancia soprattutto di sera. Il vano portaoggetti e molto profondo ed è refrigerato, poi ci sono ampie tasche laterali, portabibite nel tunnel centrale, comodi cassetti sotto i sedili anteriori e altri tanti posti dove poter poggiare chiavi, telecomando, telefonino e quant altro. Ciò che predilige quest’auto insomma è il confort, infondo è una Peugeot ed è sempre stato il segno distintivo del marchio. C’è persino un portamonete vicino ai comandi elettrici dei vetri anteriori, un portaocchiali sotto al tetto, un altro comodissimo vano sotto lo stereo per chi come me non ha richiesto il caricatore cd e un altro ancora sotto il posacenere di fronte al cambio. Insomma per chi vuole una berlina con un estetica sportiva, ma una comodità interna da monovolume quest’auto la consiglio vivamente tutt’ora, beh però mi dispiace è andata fuori produzione. Tutt'ora a distanza di 4 anni non ci sono molte rivali quanto a confort interno, luminosità e sensazione di spazio se non l’erede della 307, la 308.
Alla guida
OK, si parte, giriamo la chiave! Avvertiamo una netta vibrazione all’accensione che scompare non appena l’auto va in moto, e ciò lo si nota anche allo spegnimento dell’auto. Stiamo parlando di 1 secondo per l’accensione e qualche frazione di secondo per lo spegnimento. Complice ti ciò è il volano bimassa che accentua la vibrazione del motore diesel sia all’accensione che allo spegnimento e che monta sulla versione da 109 cv oggetto della mia prova. Ok mettiamoci in movimento, abbassiamo la frizione e notiamo fin da subito che non è delle piu morbide in assoluto, inseriamo la marcia e partiamo. Alla guida ci si sente sicuri, una buona frenata ,uno sterzo che risponde bene ai comandi,a nche se non prontissimo nei cambi di direzione. Il cambio è leggermente lungo negli innesti e un po gommoso. La terza qualche volta tende ad impuntarsi, ma comunque parliamo quasi di peculiarità. Tali micro difetti non sono da considerarsi veri e propri difetti, ma peculiarità. Una volta inserita la terza marcia l’auto va che è una meraviglia, fila liscia come l’olio ed è tale rapporto quello che userete piu in città. La terza marcia è quella che possiede piu doti di allungo e con la quale è possibile godersi tutta l’elasticità del motore e la coppia di 260nm disponibile a 1750gr/m del motore 1.6hdi 109cv FAP. Il motore di quest’auto non spicca per grinta, ma per fluidità di erogazione della potenza e grande elasticità. Anche il motore predilige il confort tanto per non essere fuori tema. Inutile fare pressione bruscamente sul pedale dell'acceleratore ,esso vi risponderà sempre con un accelerazione regolare e fluida. Le brusche accelerazioni non fanno parte di questo motore. Il motore muove senza difficoltà il peso dell auto di 1330kg e anche a pieno carico e con 5 passeggeri non sembra perdere brio. Il cambio è a 5 marce e sembra quasi sentirsi la mancanza di una sesta marcia che avrebbe contribuito a far scendere ulteriormente i consumi gia bassissimi di questo moderno diesel soprattutto in autostrada. I consumi sono bassi anche in città, circa 15.5 km/l e anche guidando un po piu allegri i consumi non sembrano affatto scendere. In città l’auto non è paragonabile alla comodità di una city-car ma comunque risulta comoda e sarebbero stati molto utili i sensori di parcheggio a causa di paraurti anteriori e posteriori molto sporgenti. Gli ammortizzatori in città non assorbono benissimo buche e pavè, ciò però va a favore della tenuta di strada alle alte velocità. Il suo terreno ideale sono le strade extraurbane e la autostrade. Su strade extraurbane ci si gode tutto il confort di questa Peugeot, l’insonorizzazione è ottima, tanto che ci si dimentica di avere sotto al cofano un motore diesel e risulta piacevole, avvolte fin troppo rilassante scorrere su strade extraurbane alla velocita di 80-90km/h. In autostrada a 130km/h il motore è a 2750gr/m e facendo pressione sull’acceleratore l’auto arriva senza nessun problema, ne segni di sforzo alle alte velocità, fermando la lancetta a circa 190km/h. L’auto tiene bene le curve, merito anche delle gomme pirelli p7 205/55 r16 e si corica poco di lato alle alte velocità, ma meglio non esagerare visto non è dotata di ESP e la carrozzeria e la tenuta non sono pragonabili a quella di un alfa 147 per intenderci. I sorpassi non sono un problema e anche a pieno carico spesso non è necessario scalare di marcia per riprendere in fretta i giri. I consumi sono bassi in ogni condizione a meno che non si abbia il piede molto pesante. Giudizio generale: un'auto rilassante con un comportamento su strada onesto e prevedibile, un motore tuttofare fluido ed alastico che al momento sa dare anche un pò di sprint necessario grazie alla turbina a geometria variabile, dei freni, ammortizzatori cambio e sterzo adeguati all'auto.
La comprerei o ricomprerei?
Si, la ricomprerei perchè è ciò che cercavo, un'auto dall'estetica sportiva, dall'abitacolo spazioso e confortevole e con un motore affidabile e sufficiente in ogni situazione.
Peugeot 307 1.6 HDi 109 CV FAP Australian
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
1
0
0
0
0
VOTO MEDIO
5,0
5
1
Aggiungi un commento
Ritratto di nello13
22 settembre 2011 - 19:29
7
bella prova!! anche se lunga è stata piacevole da leggere,complimenti anche per la macchina,quando l'hai comprata la 307 era a fine carriera quindi aveva raggiunto l'affidabilità al contrario dei primi esemplari (pre-restyling)
Ritratto di gig
22 settembre 2011 - 19:33
Comunque bella prova. P.S Nello, vai pure ad http://www.alvolante.it/opinioni/hyundai_i10_gig, ho scritto il commento.
Ritratto di loruig
28 settembre 2011 - 12:17
@nello13 grazie x i compliementi,si lo so che a fine carriera sarebbero stati risolti gli ultimi problemi...non mi è dispiaciuto acquistarla anche se è subito dopo stata rimpiazzata da un nuovo modello perdendo in fretta il valore...cmq @gig guarda ke io non ho detto che la 307 fosse una city car,ma ho scritto è una berlina,leggi bene!
listino
Le Peugeot
  • Peugeot 2008
    Peugeot 2008
    da € 18.180 a € 28.080
  • Peugeot 3008
    Peugeot 3008
    da € 26.980 a € 39.730
  • Peugeot 208
    Peugeot 208
    da € 14.930 a € 21.580
  • Peugeot Rifter
    Peugeot Rifter
    da € 21.550 a € 29.700
  • Peugeot 308 SW
    Peugeot 308 SW
    da € 22.150 a € 275.600

LE PEUGEOT PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE PEUGEOT

  • La Peugeot 508 SW è un’auto facile da guidare e divertente, anche col 1.5 a gasolio da 131 CV. Il bagagliaio è ben sfruttabile. Peccato per le palette al volante del cambio automatico scomode da usare in curva. Qui per saperne di più.

  • Questa speciale Peugeot 308 GTi ha il motore 1.6 potenziato di 30 CV (per un totale di 302 CV), freni maggiorati e pesa solo 1.155 kg. Qui per saperne di più.

  • La notevole e-Legend Concept proietta nel futuro la casa del Leone ispirandosi apertamente alla Peugeot 504 Coupé degli anni 70.