carrera 996 coupè ,seconda serie , motore 3.6

Pubblicato il 28 marzo 2012
Qualità prezzo
3
Dotazione
2
Posizione di guida
3
Cruscotto
3
Visibilità
4
Confort
2
Motore
5
Ripresa
5
Cambio
5
Frenata
5
Sterzo
3
Tenuta strada
3
Media:
3.5833333333333
Perchè l'ho comprata o provata
L'ho acquistata per passione, un sogno che si realizzava (è stata la mia prima 911). L'ho acquistata usata nel 2005 con appena 29.000 km, era argento con interni neri, cambio manuale. Era un auto d'importazione tedesca e non aveva il psm (trazione di controllo) che invece per il mercato italiano era di serie, anche per questo particolare l'auto era davvero divertente ma sul bagnato diventava impegnativa e molto molto pericolosa.
Gli interni
Gli interni non erano in pelle totale (vale a dire che il cruscotto non era rivestito in pelle con le cuciture a vista), in ogni caso i sedili sportivi (optional) rivestiti in pelle nera erano molto belli e già da soli davano un aspetto splendido e sportivo a tutto l'abitacolo, il retro dei sedili sportivi era in plastica nera e si faceva guardare... alcuni clienti ordinavano i gusci rivestiti in pelle o in tinta con la carrozzeria ma comunque erano sempre scelte che costavano una cifra considerevole e raramente si potevano trovare esemplari con questi accessori. Il volante a tre razze molto sportivo e di opportuno diametro era molto bello, il clima automatico funzionava benissimo e gli strumenti circolari con il grande contagiri centrale tipico delle porsche era un piacere per gli occhi. Il fondoscala degli strumenti era nero, se lo volevi bianco... dovevi pagare... ancora. Nonostante fosse stato fatto un salto in avanti notevole rispetto alla precedente versione (993), gli interni non avevano comunque l'aspetto lussuoso che poi ho invece ritrovato nella serie 99 , nella mia 911 ad esempio mancava il navigatore e non era presente nessuno schermo a colori, lo stereo funzionava bene ma esteticamente era molto semplice. Insomma una 996 è un'auto sportiva ed anche se l'interno si puo' definire sportivo ed elegante non ci si deve aspettare finiture super esclusive. Alcuni esemplari montavano accesori come finiture in carbonio o simil alluminio o legno (sopratutto le versioni turbo), ma senza un eccessivo uso d'accessori del catalogo exclusive non si poteva certo definire un'interno particolarmente ricco. Una grave mancanza era rappresentata dall'assenza del supporto lombare per i sedili che per un'auto che costava tanti soldi mi sembrava davvero una tirchiaggine ingiustificata, molto bello invece il rivestimento del padiglione con un tessuto nero che sembrava essere alcantara.
Alla guida
Posizione di guida molto sportiva, nei sedili avvolgenti si sta raccolti e l'imbottitura non abbonda, tuttavia l'ergonomia è buona e si siede abbastanza comodi, a chi desidera una seduta piu' soffice consiglio di trovare un esemplare con i sedili standard od ancor meglio con i sedili in pelle soft. La visuale è fantastica e si apprezza quasi tutto il muso dell'auto con la visione delle bombature che concludono con i fari, il lunotto posteriore grande permette di vedere tutto dallo specchietto retrovisore, peccato che l'alettone discreto che fuoriesce a 120 km/h non sia mai visibile dal pilota. Quando si gira la chiave rigorosamente posizionata a sinistra del volante il rombo si fa sentire bene ed anche se si gira in città a bassi giri si è sempre accompagnati da un suono tipicamente porsche. Amio avviso rispetto alla prima serie 996 che montava il 3.4 questa ultima versione con il 3.6 è molto piu' sportiva ed il suono cambia molto in meglio ! Anche senza avere gli scarichi sportivi optional l'auto regala sonorità fantastiche a tutti i regimi. Le prestazioni sono entusiasmanti e la sensazione di potenza è sempre presente , nonostante i 320 cv possino sembrare pochi per una supercar, vi assicuro che su quest'auto sembra di averne molti di piu' , la prima/seconda/terza sono capaci di emozionare anche i piu' esigenti e comunque il tiro è continuo anche quando si decide di avventurarsi oltre la soglia dei limiti stradali (in terza si raggiungono quasi i 140/150 orari) . Personalmente non sono mai riuscito a passare i 260 orari nonostante il motore non mancasse di continuare a spingere , Il grosso problema è che dopo una certa velocità il muso della macchina tende ad alzarsi e Già sopra i 220 (che vi assicuro si possono raggiungere velocissimamente) la sensazione di sicurezza cala , oltre i 240 ogni km/h mi sembrava che l'auto si avvicinasse al momento del decollo con tanto di sterzo leggero e tremolante. Naturalmente con i limiti stradali odierni ed i vari tutor a sorvegliare le medie , le possibilità di andare oltre i 220 sono veramente poche ma comunque a me stupisce che un'auto del genere che veniva dichiarata dalla casa capace di 285 km/H fosse così in difficoltà dopo i 240 orari. Il problema della leggerezza all'anteriore si faceva sentire comunque anche nel misto stretto, le rotonde per esempio dovevano essere prese sul serio e non ci si poteva permettere d'entrare arzilli senza prima impostare con correttezza la manovra, a differenza di quello che accade su auto con motore anteriore o centrale , questa 911 se non la si ha in pratica rischia realmente di farti andare dritto ed il fatto che sul mio esemplare non ci fosse il controllo di trazione non aiutava di certo. E' necessario frenare con decisione prima d'entrare in curva in modo da portare il peso sull'anteriore , una volta che l'auto si abbassa davanti si puo' tenere un filo di gas costante per mantenere l'auto in traiettoria , non si puo' rendere il gas bruscamente dopo la frenata altrimenti il muso si alza e l'auto tende a portarti fuori , ne tanto meno si puo' sognare di togliere il piede dal gas in modo brusco senza dare il via ad un alleggerimento repentino del posteriore. Una volta arrivati al punto di corda è possibile schiacciare ed uscire rapidissimi con il posteriore ben piantato a terra e nella peggiore delle ipotesi il posteriore tende a scodare lasciando sull'asfalto una bella firma fatta di pneumatico. Questo accade solo in prima o seconda marcia ( il che per gli amanti del traverso non è certo una pecca) , già in terza marcia non c'è piu' una potenza tale che permette sovrasterzi di potenza e quindi in autostrada si puo' schiacciare tutto senza questo pericolo in agguato , tuttavia il problema del muso leggero rimane ed è quindi consigliabile entrare delicatamente in curva per uscire poi veloci e con il gas a fine corsa. Questa caratteristica dinamica è tipica delle porsche d'una volta e chi ha guidato modelli precedenti ve lo potrà confermare , tuttavia non è che questo comporti perdite di tempo nei confronti dei modelli apparentemente piu' stabili , va solo guidata a modo suo. Ho partecipato ad un corso della porsche driving accademy dove ho effetticamente imparato ad usare questo capolavoro , il corso l'ho fatto presso l'autodromo di IMOLA ed ho avuto modo di provare in pista sia la carrera 996 due (come la mia) sia la carrera 4 e 4s , anche se le versioni integrali davano maggiore senso di sicurezza riuscivo a girare piu' veloce con la trazione posteriore (circa 1 secondo e mezzo in meno) quindi alla fine piu' che una scelta d'efficacia è una scelta di stile di guida , chi preferisce la guida porsche vecchio stile troverà nella 996 con trazione posteriore un'autentica carrera da domare, sulle versioni 4 troverà un comportamento simile ma sicuramente si sentirà piu' sicuro, sopratutto sul bagnato la trazione 4 fa la differenza , in sincertià devo ammettere che in condizioni di bagnato la mia auto diventava pericolosa oltre ogni giustificazione passionistica. La frenata della 996 era strepitosa, in pista dove ho fatto qualche turno in piu' occasioni si puo' girare tranquillamente anche senza i rari e costosi carboceramici che per lo piu' riuscite a trovare sulle gt3 e sulle ultime turbo prodotte , durante una sessione al Mugello i dischi si sono così riscaldati che è poi stato necessario sostituirli perchè si erano deformati , in officina mi dissero che a 60.000 km era una cosa che poteva capitare. Per il resto non ho avuto problemi di alcun tipo , solo una perdita piccolissima di olio che poi è stata risolta cambiando delle guarnizioni, che con il tempo tendono a ritirarsi un po, un piccolo difetto è semmai il cigolio di una mollta della frizione che sulle 996 frequentemente si faceva sentire. NB : L'assetto già di serie è molto rigido, a dispetto della versione 997 la 996 non vi permette di viaggiare in comodità per lunghi tratti autostradali , io al massimo dopo un'ora sentivo il bisogno di fare una pausa , chi ha problemi di schiena è avvisato..
La comprerei o ricomprerei?
Viste le quotazioni che oggi hanno i modelli in buone condizioni (dai 20 ai 30.000 euro) non mi dispiacerebbe tornare a possederla, credo che sia ancora bellissima e sopratutto il modello 4s sono convinto diventerà una chicca da collezione. Tuttavia i costi di gestione, sopratutto per l'assicurazione ed il bollo non sono una cosa da sottovalutare, anche tenendola ferma ed usandola solo nel fine settimana si va comunque incontro ad una spesa fissa di svariate centinaia di euro al mese. a parte questo, credo che avendone la possibilità sia una spesa piu' che ripagata dalle emozioni fantastiche che la 996 è ancora in grado di dare. Spero che la mia prova sia gradita a tutti i passionisti , un saluto. Dario
Porsche 911 Carrera
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
1
0
1
0
0
VOTO MEDIO
4,0
4
2


Aggiungi un commento
Ritratto di bmwe34
7 maggio 2012 - 20:15
6
cmq trank abbiamo pensieri differenti tu la pensi in un modo e io in un altro...e stai trank che non c'è tanta differenza tra il posteriore e il posteriore centrale il fatto e che il motore della porsche distribuisce il peso meglio essendo situato più in basso grazie al suo motore boxter come tu ben sai con i cilindri che vanno da destra a sinistra e non alto basso!!! e fa si che il baricentro sia situato più in basso questo è il motivo vero
Ritratto di Davide Parente
8 maggio 2012 - 03:23
Per amor di patria mi permetto di correggere, il motore a cilindri contrapposti si chiama Boxer, e fu chiamato così proprio perché il movimento dei cilindri dà l'idea che un pugile stia sbattendo i propri guantoni, e non Boxter, che invece è il modello entry level di casa Porsche. Sono sicuro che è stato un errore di compilazione, però per togliere qualsiasi dubbio mi sono permesso di farglielo notare. Riguardo la guidabilità si, abbiamo pareri diversi, perché per esperienza preferisco le auto a motore posteriore centrale, che in piste convenzionali sono più veloci e più precise di avantreno, ma l'importante è che ci sia sempre un corretto scambio di idee, poi naturalmente, ognuno ha le proprie. Distinti e cordiali saluti!
Ritratto di luca6919
26 maggio 2015 - 13:56
per fare certe cose bisogna avere anche pneumatici, assetto e altra robetta che auto di serie, anche se sportive, non hanno. E' come voler correre il gran premio con una ferrari F1 e le gomme di una Punto. Logico che ai 100 all'ora vibra e vai fuori strada.
Ritratto di bmwe34
6 maggio 2012 - 21:22
6
cmq sia ti rendi conto il punteggio che hai dato alla tua auto( le stelle) secondo me molto severo con una auto del genere capisco se era una dodge o una chevrolet ma ad una porsche mai cosi cattivooo...e guarda che io pur essendo un pazzo di bmw mercedes amo da morire anche la porsche perchè merita molto
Ritratto di dario911
7 maggio 2012 - 09:01
Io capisco che da appassionato tu sia incredulo , ma fidati..NON SAI DI COSA PARLI ! La porsche io la amo da tutta da la vita , ma dire che la distribuzione dei pesi della 911 è l'ideale per un'auto sportiva è una contraddizione incredibile , inoltre non puoi dare comunque del bugiardo a caso..a persone che non conosci , semplicemente non è educato !
Ritratto di gig
7 maggio 2012 - 15:18
Prova abbastanza buona: per la guida mi soddisfa, molto meno per gli interni e le altre parti. Netti i passi in avanti rispetto alle altre. Credo sia vera... Ciao... :)
Ritratto di Anonimo
Anonimo (non verificato)
8 maggio 2012 - 18:16
Il commento è stato rimosso a seguito della cancellazione dell'utente dal sito.
Ritratto di dario911
8 maggio 2012 - 21:27
hai ragione ! sono stato volutamente polemico e cafone perché ormai questo scambio di mail è diventato un momento mitico ! se rileggi le varie intercorse sembriamo due bambini .. Non ho difficoltà a credere a quello che scrivi, volevo solo pungolarti come hai fatto tu con me ! Parlando di cose serie , sei rimasto impressionato dalla 458 ? hai sentito che belva è in modalità race ? e la frenata ?? ed il comfort delle sospensioni come te lo spieghi ?io ancora non mi capacito...
Ritratto di Anonimo
Anonimo (non verificato)
9 maggio 2012 - 14:47
Il commento è stato rimosso a seguito della cancellazione dell'utente dal sito.
Pagine
listino
Le Porsche
  • Porsche Panamera
    Porsche Panamera
    da € 100.574 a € 207.462
  • Porsche Panamera Sport Turismo
    Porsche Panamera Sport Turismo
    da € 103.502 a € 196.604
  • Porsche Cayenne
    Porsche Cayenne
    da € 80.030 a € 179.826
  • Porsche Taycan
    Porsche Taycan
    da € 88.471 a € 194.367
  • Porsche 911 Cabriolet
    Porsche 911 Cabriolet
    da € 124.779 a € 240.467

LE PORSCHE PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE PORSCHE

  • Il prototipo Mission R combina tecnologie moderne e materiali sostenibili; anticipa l’aspetto che avranno le auto da competizione per i campionati monomarca. Qui per saperne di più.

  • La Porsche Taycan Cross Turismo è un'elettrica velocissima, un po' shooting brake e un po' crossover. Più pratica della berlina, con l'assetto rialzato e la trazione 4x4 se la cava anche lontano dall'asfalto. Ma i comandi restano complicati. Qui per saperne di più.

  • In pista al Nürburgring la coupé tedesca ha messo sul piatto qualità dinamiche sorprendenti, freni esuberanti e, soprattutto, la coppia, vigorosa e ben distribuita, del suo 2.5 boxer a quattro cilindri.