Toyota Yaris

Pubblicato il 10 ottobre 2009
Ritratto di Zack TS
alVolante di una
Toyota Celica 1.8 16V VVTL-i T Sport
Toyota Yaris
Qualità prezzo
0
Dotazione
0
Posizione di guida
0
Cruscotto
0
Visibilità
0
Confort
0
Motore
0
Ripresa
0
Cambio
0
Frenata
0
Sterzo
0
Tenuta strada
0
Media:
0
Perché l'ho comprata o provata
Appena presa la patente di guida cercavo un' utilitaria lunga meno di quattro metri per svicolare nel traffico caotico di Roma, capace però di offrirmi anche un certo sprint. Per trovare un'auto con certe caratteristiche e rimanere sotto la soglia dei 7000 euro mi sono orientato sull'usato cercando qua e la... poi ho finalmente trovato quella giusta e con 6000 euro (passaggio di proprietà compreso) ho acquistato una Toyota Yaris 1.5 16V VVT-i TS 5 porte (dove "TS" sta per Toyota Sport) immatricolata a novembre 2002.
Gli interni
Gli interni di questa Yaris TS sono accoglienti e appena saliti a bordo si nota il notevole spazio a disposizione dei passeggeri in rapporto al limitato ingombro esterno della vettura: ciò avviene anche grazie al "furbo" divano posteriore scorrevole. I sedili anteriori sono differenti da quelli delle altre versioni, sono molto più profilati e sportivi per contenere meglio il corpo quando si affronta una curva. Il sedile del guidatore è regolabile anche in altezza e non si fatica a trovare la giusta posizione di guida, anche se quest'ultima per un'auto sportiva è un po troppo alta, ma d'altro canto è sempre una Yaris (seppur ribassata). Lo sterzo è regolabile solo in altezza. Per quanto riguarda la plancia le plastiche sono abbastanza economiche, ma trattandosi di un'utilitaria neanche recentissima si può chiudere un occhio: comunque si nota anche l'ampia disponibilità di vani portaoggetti che sono sicuramente utili nella routine quotidiana. Il quadro strumenti è posto al centro della plancia e orientato verso il guidatore, il tachimetro e il contagiri non sono digitali come sulle altre versioni, bensì analogici a fondo bianco: purtroppo non ci sono strumenti per l'acqua e l'olio (come si vorrebbe su una sportiva), ci sono solo semplici spie come per le altre Yaris. Il livello del carburante è segnalato con delle tacchette su un piccolo display digitale dove c'è anche l'indicazione sui chilometri percorsi. La dotazione è discreta, con "clima" manuale, radio con lettore cd, airbag anteriori, abs, specchietti elettrici. Ovviamente mancano diversi accessori presenti sulle auto più moderne, come lo stereo che legge anche il formato mp3 e dotato di presa aux o usb.
Alla guida
Alla guida si possono apprezzare tutte le qualità migliori di questa vettura. Prima di salire uno sguardo alla linea, sportiva ma senza eccessi: calandra specifica con logo TS sulla griglia, paraurti anteriori e posteriori specifici, minigonne laterali, assetto ribassato di 2 cm rispetto alla Yaris "base", scarico cromato e cerchi in lega di 15". Quindi già prima di salire si capisce che c'è da divertirsi. Una volta entrati si storce il naso per la posizione di guida troppo alta (come già detto in precedenza), ma poi ci si lascia conquistare dal vero pezzo forte della TS: il 1.5 VVT-i sviluppato dalla Toyota è eccezionale e il rombo "rauco" allo scarico è gratificante. Dotato di una sorprendente elasticità si guida nel traffico con piacere e spinge già bene ai bassi regimi consentendo di cambiare marcia già a 2500 giri, sicuramente pochi per un benzina. La ripresa è ottima, si riprende anche in 5 sotto i 2000 giri senza difficoltà quindi si può minimizzare l'uso del cambio. In particolare segnalo la progressione 60-100 km/h in quarta marcia. L'elasticità di questo motore diventa "cattiveria" quando si superano i 4000 giri: qui il vvt-i da il meglio e spinge forte con i suoi 105 CV fino ai 6500 con un rombo entusiasmante che è musica per gli appassionati. La Yaris TS si comporta egregiamente nei percorsi extrurbani: l'assetto irrigidito conferisce all'auto un'ottima tenuta di strada e le curve si pennellano grazie allo sterzo preciso. E' proprio su queste strade che ci si gode la potenza del motore, ben servito dall'ottimo cambio a 5 rapporti che consente cambiate rapide grazie alla corsa abbastanza corta della leva. Gli inserimenti delle marce sono sempre precisi, solo la retromarcia a volte non entra a dovere: unico difetto del cambio (che fa mancare la quinta stella) è l'assenza della sesta marcia che sarebbe stata molto utile in autostrada dove il motore si fa sentire veramente tanto dato che l'insonorizzazione è carente. Per rendere l'idea in 5 e a 100 km/h il motore è già a 3000 giri (la quinta è un po' una quarta bis): peccato perché senza la rumorosità i viaggi non sarebbero un problema grazie all'ampia riserva di potenza che garantisce rapide riprese e sorpassi in sicurezza. La frenata, affidata a quattro freni a disco, non delude mai (per le altre Yaris ci sono i tamburi al posteriore). Come già detto l'agilità in città è lodevole e la visibilità è buona, ma nell'ambiente cittadino non sono tutte rose e fiori: l'assetto rigido fa saltellare l'auto su pavé e buche (che a Roma sono copiose), quindi il comfort a bordo non è il massimo nonostante la buona abitabilità. Capitolo consumi: in precedenza ho evidenziato il fatto che si può cambiare marcia molto presto, e questo aiuta il consumo che con una guida tranquilla può ragguingere i 14 km con un litro di media... poi se spinge il vvt-i oltre i 4000 per assaporare le doti sportive del motore i conti sono tutti da rifare....
La comprerei o ricomprerei?
La ricomprerei senz'altro: sono veramente contento della mia auto e la consiglierei a tutti quelli che cercano una vettura che abbini la maneggevolezza alle prestazioni per divertirsi alla guida (sempre con la testa però, ricordate), con dei costi di gestione abbordabili.
Aggiungi un commento
Ritratto di Loris 902
31 dicembre 2009 - 15:36
Non sono mai salito su questa versione "pepata", ma è proprio vero, entrando in una Yaris prima serie la cosa che sorprende maggiormente è lo spazio dell'abitacolo in rapporto alle dimensioni esterne. PS: complimenti davvero per la recensione, precisa, dettagliata ed imparziale. Le auguro davvero che venga seriamente presa in considerazione come possibile prova vincitrice dei mesi di ottobre e novembre.
Ritratto di Zack TS
2 gennaio 2010 - 18:23
1
grazie per i complimenti... parlando della propria auto non è facile essere imparziali perché come si dice ognuno tira l'acqua al suo mulino: io ho cercato di mostrare anche i difetti della mia auto, non solo i pregi, e mi fa piacere il fatto di esserci riuscito... grazie ancora
Ritratto di Zack TS
2 gennaio 2010 - 18:36
1
la vettura non è provvista del controllo di trazione e di stabilità, che è di serie per le versioni TS restyling (dal 2003 al 2005). Inoltre aggiungo le prestazioni in accelerazione e velocità massima: 0-100 km/h in 9.0 secondi e 190 km/h come velocità di punta (in quinta marcia)
Ritratto di Zack TS
2 gennaio 2010 - 18:41
1
nell'ultimo capoverso della sezione "alla guida" ("capitolo consumi"), l'ultima frase corretta è "poi se SI spinge il vvt-i ecc..."
Ritratto di Peppe
2 gennaio 2010 - 23:41
Quando la Yaris ha debuttato (nel '99 se non sbaglio) ha portato delle innovazioni mai viste prima sulle citycar. Però non mi convinceva esteticamente... La versione ristilizzata nel 2003 (seppur con minimi cambiamenti) ha invece suscitato le mie simpatie! La linea è stata azzeccata, infatti tutt'oggi sente poco il peso degli anni e rispetto ad altre auto coetanee è invecchiata molto meno, nonostante sia già fuori produzione da circa 4 anni.. Nel periodo del restyling i miei genitori cercavano un utilitaria, ed io "tifavo" per la Yaris 1.0 sol, perfetta per l'uso urbano che ne avremmo fatto, inoltre ero attirato dalla ricca dotazione: abs, 4 airbag, radio con cd integrata.. Purtroppo ai miei genitori non è piaciuta per il baule piccolo... Comunque per l'epoca era rifinita discretamente, aveva buoni accessori e motori brillanti: anche il piccolo 1.0 se la cavava, il 1.3 era brillante (più di quello attuale), il tuo 1.5 addirittura sportivetto in modo non esagerato; economo e con un buon rapporto potenza/cilindrata anche il 1.4 D-4D. Se dovessi prendere un utilitaria usata "nata" prima del 2006 sicuramente opterei per una Yaris (immagina che mi ero anche informato per una 1.0 sol, prima di prendere la mia 207 nuova). Un ottimo acquisto, difficilmente avrai problemi!
Ritratto di Zack TS
3 gennaio 2010 - 11:08
1
grazie per i complimenti alla yaris :)... di sicuro prendendo una yaris avresti fatto un ottimo acquisto, soprattutto per l'affidabilità toyota, però con una 207 hai preso un'auto nuova e di segmento superiore alla mia... hai deciso di fare qualche sacrificio in più ;). complimenti anche per la tua peugeot!
Ritratto di alfista89
7 gennaio 2010 - 19:05
1
al di la' delle prestazioni, ke nn posso giudicare nn avendola mai provato col tuo motore, trovo ke sia la vekkia ke la nuova yaris siano delle ottime auto, per prezzo, qualità, dotazione, spazio a bordo e tecnologia....complimenti per la scelta!!!! se ti va' leggi anke la mia prova: http://www.alvolante.it/opinioni/peugeot_207_alfista89
Ritratto di Impreza2.0Rsport
25 gennaio 2010 - 00:27
Complimenti ottima scheda! E soprattutto ottima auto...una utilitaria tutto pepe che come sempre da del filo da torcere a macchine più blasonate...con l'aggiunta di un'ottima affidabilità e un ottimo rapporto qualità prezzo!
Ritratto di Zack TS
25 gennaio 2010 - 19:38
1
grazie mille..... è un'auto che nel suo piccolo mi sta dando parecchie soddisfazioni: motore non esagerato (la maggior parte delle "rivali" monta motori 1.6) ma le marce sono belle corte e lo sprint non manca. Ancora grazie per i complimenti e da quanto ho capito anche te sei un fan delle giapponesi......... ;-)
Ritratto di Impreza2.0Rsport
27 gennaio 2010 - 13:24
Direi proprio di si! ANche se amo un marchio in particolare...credo che tutte le auto giapponesi (nessuna esclusa) sia delle ottime macchine. Ma amo anche altre cose del Giappone...
Pagine
listino
Le Toyota
  • Toyota GT86
    Toyota GT86
    da € 32.000 a € 37.200
  • Toyota C-HR
    Toyota C-HR
    da € 25.150 a € 36.150
  • Toyota Prius+
    Toyota Prius+
    da € 33.050 a € 36.250
  • Toyota Land Cruiser
    Toyota Land Cruiser
    da € 42.800 a € 69.750
  • Toyota Corolla Touring Sports
    Toyota Corolla Touring Sports
    da € 28.350 a € 34.900

LE TOYOTA PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE TOYOTA

  • Davvero maneggevole e con una coppia generosa, la Toyota Supra dispensa forti emozioni. Ma in pista i freni mostrano presto la corda. Qui per saperne di più.

  • La nuova Corolla è la protagonista dello stand Toyota al Salone di Ginevra, dove sono presenti anche la nuova Rav4 e la Prius restyling. Ne parliamo con l'amministratore delegato della Toyota Italia.

  • La Toyota Supra è un nome ben noto agli appassionati: dal 1979 al 2002 le coupé della Toyota si sono succedute in quattro generazioni. Oggi la Supra è tornata con una vettura dalle forme sinuose.