Volkswagen up! 1.0 eco move up! 5 porte

Pubblicato il 14 giugno 2019
Ritratto di Giulio72
alVolante di una
Volkswagen up! 1.0 eco move up! 5 porte
Volkswagen up!
Qualità prezzo
4
Dotazione
3
Posizione di guida
4
Cruscotto
5
Visibilità
5
Confort
3
Motore
3
Ripresa
2
Cambio
4
Frenata
4
Sterzo
4
Tenuta strada
5
Media:
3.8333333333333
Perché l'ho comprata o provata
È la mia auto da 3 mesi e 7000km, l’ho acquistata in quanto mi serviva una macchina piccola ed economa ma allo stesso tempo che fosse di qualità e che avesse una buona guidabilità, nonché un livello di comfort quantomeno discreto.
Gli interni
Entrando nell’abitacolo si nota subito la massiccia plancia anteriore, costituita da plastiche di qualità più che discreta ed avente un design semplice ma nel complesso gradevole. Il cruscotto è abbastanza completo e qualsiasi info aggiuntiva si trova sullo schermo del cdb (fra le più interessanti vi sono consumo istantaneo, cons. medio 1 e 2, temperatura acqua di 5 gradi in 5 gradi, olio di grado in grado nonché indicazione in percentuale della qualità del metano presente nella bombola), piuttosto piccolo invece lo schermo del “sistema multimediale”...unico grande difetto di quest’auto. È generalmente sviluppato male a mio avviso, in quanto dà molti problemi che ovviamente l’assistenza non mi è riuscita a risolvere, quelli principali sono che non scarica più la rubrica del telefono e non si connette all’apposita app del telefono atta ad espandere le info vettura sullo smartphone stesso. Ed i comandi vocali nemmeno a pagarli. In compenso la ricezione radio è buona e la qualità dell’impianto ottima (in relazione alla categoria della vettura). Il cassetto portaoggetti è invece piuttosto piccolo e non illuminato ma comunque sufficiente. Parlando invece dell’abitabilità si tratta di uno dei suoi punti di forza: lo spazio, in rapporto alle dimensioni, è tanto dappertutto, le uniche due note stonate sono l’assenza del quinto posto (nonostante lo spazio non manchi) e la regolazione dell’inclinazione degli schienali anteriori e dell’escursione longitudinale dei sedili anteriori, entrambe fastidiosamente approssimative. Ciò compromette un po’ la qualità della posizione di guida, comunque nel complesso buona, con una pedaliera ed un volante (insolitamente grande peraltro) in una posizione corretta.
Alla guida
Appena partiti ci si accorge subito della frizione dalla corsa molto corta e leggera ma altrettanto brusca, cosa un po’ fastidiosa su una citycar, e dello scarso sprint fornito dal piccolo 3 cilindri. Il propulsore sviluppa 68cv a 5500g/min e 95nm a 3000g/min, tuttavia la cosa più avvilente è l’erogazione, vuota sotto i 2800g/m, soglia oltre la quale il motore riesce a far muovere la vettura con un brio sufficiente. In compenso vibra molto poco e la rumorosità, al di sotto dei 2500g/m, è molto bassa. Volendo invece cercare la massima prestazione il motore aumenta notevolmente la sua rombosità mentre intercede in una (oggettivamente penosa) progressione che prosegue fino circa a 5700g/m, quando ci si accorge che è meglio passare al rapporto successivo. Il cambio, dalla leva molto corta, ha un’ottima manovrabilità e precisione, anche se non è un amante delle indecisioni. La spaziatura dei rapporti è a mio giudizio corretta, e consente un corretto compromesso fra prestazioni e consumi, l’unica cosa fastidiosa può essere la grande spaziatura fra prima e seconda, che costringe a tirare la prima fino a quasi 3000g/m anche quando si parte con calma per non trovarsi sottocoppia. Ora passo alla parte migliore della guida di questa piccola auto; la guidabilità, ottima grazie ad un assetto veramente eccellente, garantito da un baricentro molto basso ed un ottimo bilanciamento dei pesi (caratteristiche conferite dalla pesante bombola di metano posizionata fra le ruote posteriori). Ciò rende la macchina veramente divertente nei percorsi ricchi di curve, dove ci si può divertire ad affrontare lunghi tratti a gas spalancato e gestire il sottosterzo (che bisogna comunque andare a cercare) in tutta sicurezza, anche perché l’ESP è sempre presente...forse anche troppo... I freni sono ottimi, sia come potenza che come resistenza, unico difetto è un ABS eccessivamente preventivo, che, alla minima sconnessione pronunciata del manto stradale, fa vibrare molto il pedale, falsandone la consistenza e costringendo ad aumentare notevolmente la pressione sul pedale per mantenere la potenza frenante. Lo sterzo ha un ottimo livello di precisione ed è piuttosto diretto e molto leggero, cosa un po’ fastidiosa alle velocità più elevate. In autostrada si viaggia comodi, a patto di tenersi a massimo 100km/h tachimetrici (velocità alla quale il motore si mantiene a poco meno di 3000g/m) , oltre si inizia a sentire il rumore, nonché lo sforzo del povero motore...la velocità massima dichiarata è infatti un miraggio...165km/h... nella realtà si fatica tanto a superare i 140 di gps (in quinta, in quarta si andrà sicuramente un po’ più forte ma stento a credere che superi i 160 di gps), e ovviamente, viaggiando in crociera, alla minima salita bisogna affondare tutto il pedale per sperare di mantenere una velocità decente. Comodo il cruise control, di serie sulla move Up, anche se non visualizza da nessuna parte la velocità impostata. Il comfort della vettura è quindi nel complesso buono, con sospensioni che nonostante concedano poco al rollio assorbono decentemente le sconnessioni e con un isolamento acustico buono per la categoria. Ed ora arriva il vero piatto forte di questa macchina, l’unico campo in cui eccelle ed a mio avviso la sua unica ragione d’essere: i consumi. Con il metano si fanno tranquillamente 27km con un kg (che costa 0,99€) in città, che diventano 33 facendo attenzione, per passare a 38-42 sulle strade extraurbane guidando con attenzione, per farvi capire è teoricamente possibile fare un Roma-Milano con 13€ di carburante, guidando ad una velocità costante di circa 65 km/h, ma anche andando a tavoletta sui 150 tachimetrici si fanno fra i 18 e i 19 al kg... per giunta anche i consumi a benzina (di cui si possono stipare solamente 10 litri e non si può selezionare come alimentazione giacchè si seleziona automaticamente solo in caso di esaurimento del metano o avviamenti a temperature basse) sono eccellenti, si fanno senza problemi i 17 al litro in città, che diventano 19 abbondanti guidando con attenzione, e fuori città 24-25 con un piede accorto. Tutto ciò permette di muoversi con costi d’esercizio ridicoli (circa un terzo rispetto alle concorrenti a benzina) e fare viaggi spendendo meno rispetto al biglietto di un treno intercity. La differenza di prestazioni fra metano e benzina è invece totalmente inavvertibile, anche grazie al fatto che questo propulsore è stato modificato approfonditamente per il funzionamento a metano
La comprerei o ricomprerei?
È una macchina che ha tanti difetti, a cominciare dalle prestazioni...d’altri tempi ed a tutti i piccoli difetti che fanno riflettere come su come i progettisti spesso sembra che si siano persi in un bicchier d’acqua. Tuttavia quando arrivo dal benzinaio e mi metto in fila, nonostante attese talvolta lunghe, mi sento veramente soddisfatto, così come quando ho l’esigenza di fare chissà quale giro interminabile, penso che mi costerà pochi euro e parto a cuor leggero, quindi si, la ricomprerei mille volte ancora, ma sempre come seconda macchina, ammenochè non abito in piena città e non esco quasi mai fuori.
Volkswagen up! 1.0 eco move up! 5 porte
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
0
0
1
0
0
VOTO MEDIO
3,0
3
1
Aggiungi un commento
Ritratto di bridge
18 luglio 2019 - 19:40
1
Buona prova, completa e sincera. Hai ragione, la Up! a metano ha prestazioni veramente scarse ma ha costi di gestione molto bassi.
listino
Le Volkswagen
  • Volkswagen Touareg
    Volkswagen Touareg
    da € 61.000 a € 97.000
  • Volkswagen Golf Variant
    Volkswagen Golf Variant
    da € 22.750 a € 34.700
  • Volkswagen Sharan
    Volkswagen Sharan
    da € 44.300 a € 53.450
  • Volkswagen Arteon
    Volkswagen Arteon
    da € 50.400 a € 56.950
  • Volkswagen T-Cross
    Volkswagen T-Cross
    da € 19.000 a € 26.350

LE VOLKSWAGEN PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE VOLKSWAGEN

  • La Volkswagen Passat si rinnova con sistemi di guida e di infotainment evoluti. La versione tipo suv Alltrack è la più versatile, ma il cambio è migliorabile. Qui per saperne di più.

  • Come va la nuova Volkswagen T-Cross? Quanto consuma e cosa offre? Scoprilo in questo video in cui abbiamo analizzato la 1.0 TSI da 116 cavalli, una delle versioni più diffuse.

  • Crossover compatta molto spaziosa e versatile, la Volkswagen T-Cross si guida bene ed è curata nella sicurezza. Sottotono alcuni materiali degli interni. Qui per saperne di più.