NEWS

Tra sconti e superbonus, a ottobre si può risparmiare fino al 45%

13 ottobre 2015

Le case offrono ribassi generosi, potenziati da omaggi in accessori e servizi, che in qualche caso arrivano a tagliare quasi della metà il prezzo della vettura.

Tra sconti e superbonus, a ottobre si può risparmiare fino al 45%
Le offerte di questo mese sono particolarmente allettanti: non solo per effetto degli sconti previsti dalle case (in diversi casi, davvero robusti), ma anche per l’aggiunta, da parte di molti marchi, di omaggi vantaggiosi (manutenzione, polizze furto e incendio e rc auto) e di superbonus per la rottamazione dell’usato di altre marche (il gruppo FCA offre fino a 1.500 euro in più per chi consegna un usato della Hyundai o di uno dei marchi del gruppo Volkswagen). Spesso questi bonus richiedono di stipulare un finanziamento, ma il risparmio che viene assicurato dall’insieme dei vantaggi può comunque compensare (o superare) i maggiori costi tecnicamente connessi alla rateizzazione: per la Fiat Punto, per esempio, considerando tutto si arriva al 45% del prezzo “pieno” della vettura. Come sempre, però, occorre verificare che la concessionaria a cui ci si vuole rivolgere applichi la promozione (per il venditore non c’è alcun obbligo a farlo) e, nel caso in cui occorra consegnare un usato in permuta, dimostrare di essere proprietari della vettura da almeno sei mesi. 
 
ALFA ROMEO: FAVORISCE CHI PAGA CON CALMA
 
 
La casa offre sconti robusti a chi stipula il finanziamento Top Value e consegna l’usato in permuta o per demolirlo: 8.850 euro scegliendo la Giulietta (nella foto) 1.6 JTDm Progression; 5.250 per la MiTo 1.4 Impression. La formula rateale prevede, rispettivamente, 72 rate di 335 (taeg 7,63%) e 192 euro (taeg 8,82%). Obbbligatoria la marchiatura dei cristalli (200 euro), facoltativa l’assicurazione sul finanziamento (1.528 euro per la Giulietta, 870 per la MiTo). E chi “dà dentro” un usato Volkswagen o di uno degli altri marchi del gruppo (Audi, Seat, Skoda), oppure anche della Hyundai, riceve un ulteriore bonus di 500 euro per la MiTo e di 750 per la Giulietta.
 
 
 
CITROËN: SCONTI E LUNGHE RATE 
 
 
La casa francese propone sconti interessanti (ma con taeg alti) a chi sceglie di pagare l’auto con il finanziamento “linea Prime”, che prevede il rimborso in 6 anni. Chi sceglie la C1 (nella foto) 1.0 VTi Live a 3 porte paga la vettura 1.850 euro in meno e 158 euro al mese (taeg 9,97%). Formula analoga per la C3, ma con l’obbligo di indirizzarsi su un esemplare disponibile in rete: si risparmiano 3.750 euro sulla 1.0 PureTech Attraction, e le rate sono di 170 euro (taeg 9,75%). Per entrambe le vetture, la rata comprende il costo dei servizi facoltativi: 17 euro al mese per marchiatura dei cristalli e polizza furto e incendio; 23 euro per estensione di garanzia e tagliandi per 6 anni o fino a 60.000 km.
 
 
 
DACIA: UN ANNO DI RC AUTO E CINQUE DI GARANZIA 
 
 
Con la formula finanziaria “RC per te”, la casa offre oltre allo sconto un pacchetto di servizi a prezzo vantaggioso. Chi sceglie la Sandero 1.2 paga la vettura 700 euro in meno e, con 499 euro, acquista tre anni di polizza furto e incendio, 12 mesi di assicurazione rc auto e una polizza che tutela quando si viaggia, anche come passeggeri, o ci si posta a piedi; inoltre, riceve in omaggio l’estensione di garanzia fino a 5 anni o 100.000 km. Anticipati 1.200 euro, si versano 60 rate di 149 euro (taeg 9,26%). Condizioni simili per Logan MCV, Dokker, Lodgy e Duster (nella foto).
 
 
 
DS: SCONTO SECCO, E NIENTE “SOPRESE”
 
 
Chi “dà dentro” l’usato (in permuta o per demolirlo) e acquista la DS3 (nella foto) 1.2 PureTech Chic risparmia 3.875 euro (il 24%) se sceglie di pagare la vettura con il finanziamento Freedrive. Non sono previsti né un anticipo né “servizi” aggiuntivi: si versano 35 rate di 199 euro e una maxirata finale di 7.197 (taeg 6,99).
 
 
 
FIAT: PROROGA LA MAXIOFFERTA E RILANCIA
 
 
La casa italiana conferma la maxiofferta rivolta a chi acquista la Panda (nella foto) a rate: la 1.2 Easy si può portare a casa per 8.000 euro (3.700 in meno), con un vantaggio del 36% considerando il “clima” in omaggio (costa 850 euro). Non è previsto alcun anticipo, e il versamento è di 157 euro per 72 mesi; si sborsano 200 euro per la marchiatura dei cristalli, ma la polizza sul finanziamento (708 euro) è facoltativa (taeg 9,45%). E chi dà dento un usato della Hyundai o di uno dei marchi del gruppo di Wolfsburg (Audi, Seat, Skoda o Volkswagen), riceve un ulteriore bonus di 500 euro, che porta il vantaggio al 40%. Condizioni simili per la Punto 1.2 Street: 8.500 euro (5.500 in meno, il 39%) e la radio (altri 520 euro) è omaggio; 72 le rate, di 166 euro (taeg 8.98%), e i costi dei “servizi” sono molto vicini a quelli della Panda (749 euro il prezzo dell’assicurazione facoltativa). E il vantaggio arriva al 45% col superbonus di 500 euro, già citato a proposito della Panda, per la permuta. 
 
 
 
FORD: REGALA ACCESSORI E OFFRE BASSI INTERESSI 
 
 
Acquistando una Ka 1.2 Plus pronta da targare si risparmiano 2.000 euro (il 20%) e si ricevono 1.250 euro in accessori (“clima” e radio); l’auto si può pagare versando 170 euro per 36 mesi e 3.795 di saldo (taeg 6,44%). Formula analoga e accessori identici (per un valore di 1.250 euro) se si consegna un usato (in permuta o per rottamarlo) per acquistare la Fiesta 1.2 16V a 5 porte, ribassata di 3.000 euro (il 24%); si versano 180 euro per tre anni e 5.040 di saldo (taeg 6,02%). Condizioni identiche per la Focus (nella foto), nel qual caso il vantaggio sale a 5.800 euro (il 28%), considerando i 4.050 euro di ribasso e i 1.750 in accessori: alzacristalli elettrici posteriori (250 euro), navigatore con comandi tattili (1.000 euro) e pacchetto Plus (cerchi di 16”, fendinebbia e luci diurne a led, costa 500 euro); a rate si sborsano 180 euro al mese e 9.051 di riscatto (taeg 5,28%). 
 
 
 
HONDA: PROTEZIONE CONTRO IL FURTO
 
 
La casa giapponese offre in omaggio, ai clienti che acquistano una Jazz (nella foto), un localizzatore satellitare e una polizza che tutela in caso di furto o incendio.
 
 
 
HYUNDAI: DIESEL AL PREZZO DELLA VERSIONE A BENZINA
 
 
La casa coreana propone a chi dà dentro l’usato in permuta o per demolirlo la possibilità di acquistare la i20 (nella foto) 1.1 CRD Classic allo stesso prezzo della versione a benzina: si risparmiano 5.500 euro (il 35%) e la vettura si può anche pagare a rate, anticipando 1.390 euro e versandone 149 per 35 mesi e 5.616 a saldo (taeg 8,65%). 
 
 
 
JEEP: QUATTRO ANNI DI TAGLIANDI OMAGGIO
 
 
Oltre allo sconto, di 2.000 euro, la casa regala quattro anni di manutenzione programmata a chi acquista la Renegade (nella foto) con finanziamento: per la 1.6 E-TorQ Evo Sport si anticipano 7.614 euro, la rata è di 179 euro al mese per quattro anni, la maxirata finale di 7.597 (taeg 5,83%). E chi consegna un usato della Volkswagen o di un altro marchio del gruppo di Wolfsburg (Audi, Seat o Skoda) ottiene altri 1.250 euro di ribasso.
 
 
 
LANCIA: SUBITO A BORDO E PER PAGARE C’È TEMPO 
 
 
Chi fa una permuta o “rottama” e stipula il finanziamanto “Value Free” può acquistare la Ypsilon (nella foto) 1.2 Silver per 9.950 euro (risparmiandone 3.250) e pagare in 72 mesi con rate di 184 euro, che includono 200 euro per la marchiatura dei cristalli e 832 (facoltativi) per l’assicurazione sul finanziamento (taeg 8,91%). Altri 500 euro di taglio per chi consegna un usato della Hyundai, della Volkswagen o di un altro marchio del gruppo tedesco (Audi, Seat o Skoda).
 
 
 
MINI: REGALA POLIZZE E MANUTENZIONE
 
 
La casa non abbassa i prezzi, ma offre in omaggio polizze e tagliandi ai clienti che pagano a rate. Scegliendo la One First si riceve un anno di copertura contro furto e incendio; si anticipano 5.900 euro, quindi si versano 155 euro per 35 mesi e infine 7.700 di saldo (taeg 8,33%). Optando per la One a 5 porte, invece, si ottiene anche il pacchetto di manutenzione per tre anni: si sborsano 6.230 euro, poi 185 euro per 35 mesi e, infine, 8.732 di saldo (taeg 8,04%). Rata identica per la Countryman (nella foto) One, con 24 mesi di polizza furto e incendio e tre anni di tagliandi: 6.700 euro di anticipo, 35 rate di 220 euro e 10.004 di maxirata (taeg 7,81%). 
 
 
 
NISSAN: QUATTRO OMAGGI PER LA JUKE
 
 
La casa giapponese offre una serie di vantaggi a chi acquista una Juke (nella foto) 1.6 Visia con il finanziamento “Easy Extesa Trade In” e consegna un usato per una permuta (o fa demolire una vettura immatricolata prima del 2010): la vettura si paga 3.200 euro in meno, si ricevono in omaggio 5 anni di garanzia e di polizza furto e incendio, il navigatore (900 euro) e le personalizzazioni estetiche (pacchetto Color Interior, 350 euro). Si versano 84 rate di 179 euro, che ne comprendono 999 per l’assicurazione sul finanziamento e la polizza furto e incendio (taeg 8,37%). 
 


Aggiungi un commento
Ritratto di Liverpool77
13 ottobre 2015 - 11:43
Niente male l'offerta Ford
Ritratto di anarchico2
13 ottobre 2015 - 11:43
Il costo del finanziamento è spesso oneroso e quasi in tutti i casi più caro che richiedere un prestito personale in banca. Qualche anno fa la commissione incassata dal concessionario talvolta superava il guadagno sul prezzo dell'auto. Era più importante vendere a rate che in contanti, ora credo che le cose non siano cambiate.
Ritratto di anarchico2
13 ottobre 2015 - 11:46
Aggiungo che "regalare" la garanzia furto e incendio è poco più di un'elemosina, per di più sul valore al netto dell'iva.
Ritratto di fidalis
21 ottobre 2015 - 09:06
Infatti, non stanno vendendo auto ma soldi. In compenso non sono gli unici. Sembra il nuovo Eldorado di come prendere per i fondelli il proprio cliente che essendo '' il proprio cliente '' sarebbe da rispettare. Ma cosi va il mondo.
Ritratto di Sepp0
13 ottobre 2015 - 11:52
Aggiungo anche che chi paga un'auto con più di 36/48 rate secondo me sta c4agando fuori dal bulacco e forse sarebbe il caso che si accontentasse di qualcosa di meno oneroso. Pensare che ci possa essere qualcuno che compra una Juke in OTTANTAQUATTRO rate mi fa ven1re i brividi.
Ritratto di Corvette
13 ottobre 2015 - 12:45
In Italia funziona così, soprattutto con certi marchi "premium"...poi si va di pasta e ceci...alcuni miei conoscenti arrivano a tenere ferma la macchina oltre un mese perchè devono risparmiare per pagare l'assicurazione.
Ritratto di Sepp0
13 ottobre 2015 - 13:26
Sì, da me è uguale, credo sia così un po' ovunque, non solo in Italia. Te ne accorgi perchè quelli che han fatto carte false (e 1000 anni di rate) girano in genere col marchio/modello premium assolutamente base (cosa che io non concepisco, ma ognuno è fatto a modo suo, ci mancherebbe).
Ritratto di Ragerino
13 ottobre 2015 - 12:11
Se devi pagare un auto in 72 o 84 rate, vuol dire che quell'auto non te la puoi permettere. E se un auto nuova non te la puoi permettere, fai come me, e compri un auto usata, in contanti.
Ritratto di Luzzo
13 ottobre 2015 - 13:04
affermazione che è un po' un luogo comune: vedila coma una sorta di noleggio a lungo termine, sempre che i tassi non siano troppo onerosi.......personalmente una volta l'ho fatto, servivano delle auto per l'ufficio e abbiamo preso delle vetture pronta consegna con anticipo ZERO ( che per tanti è fondamentale per non distogliere fondi da altre cose anche più remunerative) e tasso molto vantaggioso, spalmato in 5 anni ( quindi rate molto piccole) e con garanzia piena per tutti i cinque anni. Poi ci sono quelli che dovrebbero acquistare una dacia e si indebitano per avere una audi, ma il discorso è un pelo diverso IMHO
Ritratto di Sepp0
13 ottobre 2015 - 13:29
Per le auto aziendali il discorso è evidentemente molto diverso (se si potesse fare il noleggio a lungo termine anche per privati l'avrei fatto pure io). Qua si parla di privati che si riducono sul semi-lastrico per avere un'Audi o similare (ho notato comunque che il povero che vuol sembrare ricco in genere compra Audi, mentre BMW e Mercedes sono più appannaggio di chi se le può più o meno permettere).
Pagine