Opinione

Pubblicato il 18 agosto 2011
Ritratto di gig
Dacia Sandero
Qualità prezzo
3
Dotazione
2
Posizione di guida
4
Cruscotto
3
Visibilità
5
Confort
3
Motore
3
Ripresa
3
Cambio
4
Frenata
4
Sterzo
3
Tenuta strada
4
Media:
3.4166666666667
Perchè l'ho comprata o provata
Forse vi chiederete perchè non ho specificato l' allestimento di quest' auto. Beh, la risposta è semplice: non è catalogabile. E' stata acquistata da mio nonno per sostituire (finalmente!) la sua scarcagnata Skoda Octavia Wagon del 1997. La prima volta che ci sono salito sono rimasto alquanto scettico, presto saprete il perchè. L' auto è stata acquistata nuova a 9800 euro grazie agli incentivi per il gas e la rottamazione, nell' allestimento (presumibilmente) Laureate.
Gli interni
Prima di cominciare a parlare degli interni veri e propri, vorrei togliervi dalle spine, dicendovi perchè quest' auto non è catalogabile: non è destinata al nostro mercato! Non esiste una versione adatta a classificarla perchè è composta da alcuni optional che hanno determinate versioni e da alcune dotazioni di serie che fanno uscire gli occhi dalla testa. Tutti e quattro gli alzavetro sono a... manovella! Spaventoso se si considera che lui ha pagato per averli tutti e quattro elettrici, ma, soprattutto che, accanto ad essi trova posto l' enorme manopolone per reggersi nei percorsi accidentati (che l' auto affronta ad occhi chiusi grazie alla generosa altezza da terra, ma di questo parleremo dopo), il quale dovrebbe esserci solo senza la manovella e che rende assai difficile il suo lavoro. Manca anche il computer di bordo, ma, stranamente, ci sono i cerchi. Questi ultimi sono in acciaio e da 14'', ma, per come è dotata questa vettura, non saprei dire se fanno parte del suo equipaggiamento di serie. Il clima e la radio ci sono, e funzionano ambedue molto bene. I fendinebbia sono assenti, però, dove abita, la nebbia non c' è, quindi mio nonno non ne ha bisogno (anche perchè non saprebbe nemmeno come accenderli - gli ho dovuto spiegare io come funzionano il clima e la radio, assenti su quel catorcio di macchina che aveva antecedentemente -) Il baule è assai capiente, infatti riesce ad accogliere la spesa più le solite cose che si tengono in macchina abitualmente. L' auto è dotata di kit Gonfia&Ripara, utile quando si "buca", ma alquanto complesso da usare. Tornando agli interni, aggiungo altre due parole: i comandi del sistema di ventilazione sono assai infossati e compromettono la sicurezza e le plastiche usate per i pannelli porta e i rivestimenti anche più in vista, sono montate con poca attenzione e, soprattutto, rigide. Che i montaggi siano approssimativi, lo dimostra il coperchio della cassa dell' impianto audio posteriore che, a pochi mesi dall' acquisto dell' auto, appena chiuso lo sportello, si è staccato. I sedili hanno un' imbottitura poco rigida e sono rivestiti decentemente ma con una grafica un pò "morta". Il cassetto di fronte al passeggero anteriore è abbastanza capiente e contiene il libretto di circolazione e altre cose utili quando l' agente delle forze dell' ordine ti ferma. La spia del passaggio da benzina a gas è infossata, poco visibile e troppo sensibile ai riflessi del sole.
Alla guida
Sui viottoli di campagna, le strade sconnesse e i tombini, le sospensioni morbide fanno il loro onesto lavoro senza farla nemmeno coricare troppo in curva: una manna dal cielo, data la scarsità di dispositivi di sicurezza quali qualche airbag in più (sono solo due) e il controllo di stabilità e di trazione. I consumi di GPL non sono poi così onesti, ma si viene ricompensati dal prezzo basso del GPL. Il passaggio da un carburante all'altro è quasi imparcettibile. Si avverte giust' appunto un minor spunto al semaforo ed una frenata più lunga, niente di più. L'altezza da terra la favorisce, e non di poco: 16 cm si sentono, soprattutto quando, al mare, si è costretti nell' ultimo posto che si trova su una collinetta sterrata. Lo sterzo è alquanto pesante in manovra perchè manca il "servo", però un corpo sicuro come mio nonno, non fa certo fatica a muovere le sue ruote. Si riesce a vedere bene in tutte le direzioni, e non si sente la mancanza di aiuti elettronici quali i sensori di parcheggio. Il confort sulle buche e il pavé è decente, però, con l' aumentare della velocità, le orecchie smettono di ringraziare e bisogna alzare la voce e il volume della radio. Il cambio ha innesti molto precisi e non si avvertono strappi. Il consumo di gas di petrolio liquefatti, come ho detto prima, è alto (circa 11km/l) ma si viene ricompensati da quello un pò più basso della benzina, che si aggira sui 15/16 km/l.
La comprerei o ricomprerei?
Io personalmente la comprerei, ma dotandola più decentemente e, soprattutto, stando attento a quel furbetto del venditore. Non so a quale paese fosse destinata quest' auto, sta di fatto che è unica e che mio nonno si è lasciato ingannare in concessionaria. Dimanticavo, grazie a tutti per la lettura di questa prova.
Dacia Sandero 1.4 Ambiance GPL
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
0
0
0
3
3
VOTO MEDIO
1,5
1.5
6


Aggiungi un commento
Ritratto di wfiatmultijetfire
4 settembre 2017 - 12:25
9
ottima prova, auto appena passabile
Ritratto di grande_punto
28 ottobre 2017 - 18:55
3
Le tue sono sempre state ottime prove, dalla prima all'ultima. Bravo gig! :)
Pagine
listino
Le Dacia
  • Dacia Dokker Stepway
    Dacia Dokker Stepway
    da € 16.450 a € 16.450
  • Dacia Lodgy Stepway
    Dacia Lodgy Stepway
    da € 16.850 a € 16.850
  • Dacia Lodgy
    Dacia Lodgy
    da € 13.900 a € 17.200
  • Dacia Dokker
    Dacia Dokker
    da € 14.400 a € 15.750
  • Dacia Duster
    Dacia Duster
    da € 12.600 a € 21.650

LE DACIA PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE DACIA

  • Tutta nuova la Dacia Sandero ha sempre un costo allettante, ma aggiunge di serie dispositivi come la frenata automatica d’emergenza. Vispo il 1.0 a benzina, poco pronto il cambio CVT. Qui per saperne di più.

  • Nel video la prova della Dacia Duster. Abbiamo scelto la versione 1.5 dCi con 109 CV (ne esiste anche una con 90 CV) dotata del cambio manuale e della trazione integrale 4x4.

  • Di primo acchito, la Dacia Duster non cambia molto con questa terza serie, ma in realtà le novità sono tante.