Ferrari 430 F430

Pubblicato il 16 ottobre 2013

Listino prezzi Ferrari 430 non disponibile

Ritratto di marco_89
alVolante di una
Fiat Tipo 1.6 Multijet Lounge
Ferrari 430
Qualità prezzo
0
Dotazione
0
Posizione di guida
5
Cruscotto
2
Visibilità
3
Confort
3
Motore
4
Ripresa
4
Cambio
4
Frenata
4
Sterzo
5
Tenuta strada
5
Media:
3.25
Perché l'ho comprata o provata
Dunque, perchè l'ho provata? Innanzitutto devo ribngraziare la mia ragazza, che mi ha fatto uno splendido regalo. Un pacchetto "wonderbox-brividi in pista" grazie al quale ho potuto effettuare questa meravigliosa esperienza. Location: motodromo di Castelletto di Branduzzo (PV), scelto per comodità non certo per le caratteristiche (anche se bene o male gli altri erano simili) Vettura: Ferrari F430
Gli interni
Faccio una premessa, anche relativamente alle stelline assegnate: ho provato l'auto per 2 giri totalizzando circa 4 minuti di guida, dei quali 2 utili a realizzare che non stessi sognando! Non aspettatevi lunghe descrizioni sugli interni e le stelline assegnate sono in funzione del breve utilizzo. Aperta la portirera ho intravisto l'istruttore seduto quasi a terra, così, con non poca fatica devo ammetterlo, mi sono infossato sul sedile di guida (in pelle nera), il quale, credetemi, è a filo asfalto. Presentazioni conl'istruttore fatte, mi accingo alla regolazione del sedile e noto che è elettrica: molto comoda e devo dire anche precisa. Posizione di guida azzeccata (pedali alla giusta distanza e braccia con il giusto angolo), pronto a partire.
Alla guida
Il motore era gia in moto per cui non ho avuto l'onore di accendere il V8, quindi, freno premuto e paddle di destra ingaggiato e si parte. Il circuito misura circa 1,8 km ed è molto tecnico, con pochi rettifili e diverse curve non semplici da impostare. Alla partenza, per quanto mi sia sforzato di dossare il gas l'accelerazione è stata brutale e accompagnata da un urlo del motore (che si trova dietro la nostra schiena!), così subito inserita la 2^ marcia, mi accorgo che gli inserimenti sono rapidi, ma non da F1; un accenno di 3^ e poi via subito la prima curva...che dire, la macchina trasmette un feeling assoluto, sembra l'auto guidata tutti i giorni e non mette mai in difficoltà (tenendo anche conto dell'utilizzo molto tranquillo rispetto alle potenzialità). Ad ogni uscita di curva il desiderio è quello di accellerare e sentire la progressione interminabile del V8. Purtroppo la pista non lo permette: non ho mai stacato gli occhi dalla pista, ma presumo di aver raggiunto al massimo i 150 km/h nelle accelerazioni fino alla terza marcia. Che dire, l'auto è impostata, solida, incredibilmente larga e piantatata a terra. Ad ogni accelerazione viene spontaneo inserire con violenza la marcia successiva e sentirne il colpo con cui ti attacca al sedile...emozionante davvero! Purtroppo non ho elementi per descrivere maggiormente l'auto, poiché ciò che mi sono rimaste sono solo emozioni, difficili da trasmettere scrivendo una prova.
La comprerei o ricomprerei?
Che domanda! La comprerei assolutamente ma non sto a dilungarmi sui soliti ed inutili discorsi sul perché non possa permettermela. Non posso e basta, purtroppo! Non per fare l'esperto, ma credo che la 458 regali emozioni ancora più forti, ovviamente il loro habitat sono le piste "serie".
Ferrari 430 F430
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
15
2
1
0
4
VOTO MEDIO
4,1
4.09091
22
Aggiungi un commento
Ritratto di Rikolas
21 ottobre 2013 - 23:33
...non sono io a dirlo che le auto moderne le guida un principiante, ma sono i piloti del passato come Mansell e Prost che ammettono che guidare una F1 moderna é molto più semplice! Ma lo sai che i piloti una volta uscivano dall'abitacolo sfilandosi i guanti e ritrovandosi spesso le piaghe dovute alle cambiate violente?Chi non ha seguito quegli anni, non può capire. Invece di vedere Rush, che alla fine é solo una commedia romanzata e poco più, vi consigli di guardare video di gare anni 60-70-80 e inizio anni 90...vibrazioni nell'abitacolo incredibili, controlli al limite, tacco-punta a ogni staccata, potenze che raggingevano i 1200cv e più, da gestire in curva con una mano sul volante, l'altra sul cambio...ragazi, quella era F1! Vettel e company non capiremo mai se sono veri campioni o meno, perché guidare vetture ultra sofisticate, con elettronica esasperata (basti vedere il traction control simulato della RedBull) e le marcette semi-automatiche, senza mai staccare le manine dal volante...e beh, se questa é F1, forse é meglio darsi al Rally... ;)
Ritratto di MatteFonta92
21 ottobre 2013 - 23:56
3
È il progresso... i tempi cambiano e le tecnologie diventano sempre più sofisticate, non ci si può fare niente. E non credo che sia un male: oggi le F1 hanno un'aerodinamica molto più curata e in questo modo in curva sviluppano una forza G laterale molto maggiore rispetto a quelle del secolo scorso; ciò renderebbe quasi impossibile per i piloti tenere in strada la vettura con una mano sola mentre con l'altra si aziona la leva del cambio (che tra l'altro, oltre ad essere molto pericoloso, non ci starebbe nemmeno negli abitacoli delle moderne F1). Inoltre, la tecnologia ha portato a realizzare delle monoposto molto più sicure in caso d'incidente, a differenza di quelle degli anni '70 o '80, dove in caso d'impatto ad alta velocità il pilota poteva considerarsi morto nel 90% dei casi... vorresti davvero rinunciare a tutto questo? Per quanto riguarda i motori, ci sarà un motivo se a suo tempo i turbo con oltre 1.000 CV furono banditi... allora non si disponeva di tecnologie sufficienti per poter controllare così tanta potenza, e anche adesso se si lasciassero liberi i costruttori di fabbricare il motore che pare a loro vedrebbero la luce dei "mostri" dalla potenza esagerata e quindi pericolosissimi per l'incolumità dei piloti. Concordo sul fatto che sarebbe più entusasmante lasciare libere le scuderie di scegliere tra motore turbo o aspirato, a patto però che le caratteristiche dei propulsori siano ben regolamentate (per esempio i 1.5 V6 turbo contro i 3.0 V10 aspirati).
Ritratto di Rikolas
22 ottobre 2013 - 08:11
...altrimenti diventa una cosa inutile. La F1 è calata motlo di interesse negli ultimi anni, proprio per questa "tecnolgia" che non permette in alcun modo di far emergere i veri campioni dello sport, come al contrario succedeva una volta. L'aver tolto le marce manuali, ha comportato ad esempio, ha comportato l'eliminazione della parte più importante in una competizioe motoristica: la cambiata veloce! Più sei rapido a bravo nel gestire la frizione, più andavi veloce. Oggi invece i cambi sono tutti uguali, la frizione fa da sola, devi solo splaettare e via. Non solo, ma un bravo pilota lo si vedeva anche alla partenza: gestire 1000cv senza elettonica era puro divertiemento, per il pilota e per lo spettatore. Adesso fa tutto l'elettroncia: il pilota deve solo tirare la levetta e premere al massimo l'acceleratore! Ma io dico, questa è evolzione? La Smart si può guidare così, non la F1! La sicurezza non c'entra niente, qui si tratta di auto "telecomandate" dai box, con troppa elettronica, lasicando davvero pochissimo spazio al pilota. Fare una macchina iper-sicura ma con cambio manuale e e motri più potenti, oggi non è più impossibile: fibra di carbonio e altri materiali compositi, possono aiutare in tal senso. E poi questa fissa dei pesi. Attualmente i piloti sono sempre più "minuti", per contenere il peso della vettura. Certo che poi nn sarebbero in grado di guidare con una mano sul volante e l'altra sulla marcia! No, ormai è "Formula noia", buona solo per far divertire i "figli d'arte" con queste automobiline stile "Kitt", dove fanno tutto da sole e senza alcuna bravura del pilota, se non quella di sterzare al momento opportuno. E lo stesso discorso vale anche per le auto stradali, ormai le supercar le guida pure il neo-patentato tanto che son facili da condurre. E il divertimento dov'è? La bravura del pilota dov'è? La gioia di poter riuscire a controllare un V12, dov'è finita? O nello sport e nell'automobilismo si fa un passo indietro, oppure fra qualche anno guideremo macchine telecomandate dal computer...a quel punto viaggio in treno, almeno è più comodo e più sicuro! ;)
Ritratto di Flavio Pancione
22 ottobre 2013 - 08:43
7
rikolas, premetto però che non seguo molto la F1 e ammetto l'ignoranza ma correggetemi se sbaglio, in un passato recente ci è stato l''ausilio di un controllo di trazionee? Onestamente mi è sembrato eccessivo. Idem oggi in moto gp, ho scoperto che l'avessero quando marquez tocca e manda in tilt il sensore di pedrosa e lui cade..non sapevo che lo avessero ne mi posi il problema, convinto dell'ovvia risposta, e invece mi sbagliavo. Insomma capita a me di avere 190 cv su una moto SENZA nulla di elettronica e non sono affatto un pilota professionista. Nulla da togliere ai piloti che fanno il loro lavoro e rischiano di farsi male ma un conto è la sicurezza un conto sono gli aiuti..
Ritratto di MatteFonta92
22 ottobre 2013 - 12:47
3
Non sono assolutamente d'accordo con quello che scrivi, e ti dico anche che per me la F1 continua ad essere entusiasmante in ogni modo, perché se sei un vero appassionato certe cose non puoi ignorarle. Ma non importa, non provo neanche a ribattere, tanto ognuno di noi manterrà le proprie convinzioni, inutile stare qui a fare "muro contro muro".
Ritratto di PariTheBest93
22 ottobre 2013 - 16:34
3
Forse tu non hai presente molte cose 1) Le auto moderne, utilitarie o supercar che siano, devono essere prima di tutto sicure ma non sacrificano il piacere di guida grazie ai controlli elettronici che si possono disattivare parzialmente o totalmente, ma solo se si ha esperienza e si è in pista o comunque in luoghi chiusi al traffico... 2) Con la tecnologia attuale si potrebbero tranquillamente già costruire f1 che si guidano da sole, ma non lo fanno... Le uniche cose che c'è fra una curva e l'altra è la TP il differenziale auto bloccante e la bravura del pilota (hai visto dov'è?) non c'è nemmeno l'ABS o il TCS... 3) Per quanto riguarda il manuale è un altro discorso, prima lo sterzo "nudo" giusto un rivestimento, adesso guarda quante funzioni ci sono fra DRS, Kers radio e settaggi http://img11.imageshack.us/img11/4493/volantef1.jpg a Senna, Prost e gli altri "assi" dei tempi d'oro gli sarebbero subito venuti i capelli bianchi, vorresti che con tutte quelle funzioni tornasse il manuale? Con tutte quelle funzioni bisogna trovare anche il tempo di guidare e non di cambiare marcia manualmente...4) L'automatico cambia in 40ms tu nessuno riuscirebbe a fare start e stop con un cronometro (io al max ho fatto 70ms) figurati con le marce... 5) Non è affatto vero che ora è più facile guidare una f1 basta che guardi le faccie dei piloti nelle foto in bianco e nero per renderti conto che erano sereni anche quando affrontavano curve al limite, mentre ora, coplice il massiccio avvento dell'elettronica, guidare richiede una attenzione ben superiore a prima quindi un maggior stress per i piloti... Ho concluso e questi sono dati di fatto poi pensala come vuoi...
Ritratto di Rikolas
23 ottobre 2013 - 08:16
non posso credere davvero che l'unico fattore che conta sia la velocità di cambiata AUTOMATICA in F1 (con scalata assisttia! Orrore) ! Ma chi se ne frega se cambio in 70ms piuttosto che in 40...io voglio vedere GUIDARE il pilota, non giocare con i tastini del Kers e del DRS (c@@ate inventate negli ultimi anni tanto per simulare sorpassi alquanto "artificiosi"). La F1 non è fatta per queste cavolate, ma per mettere alla prova i 20 migliori piloti al mondo di corse. Senna, Prost, Lauda e company uscivano dalle loro vetture con le piaghe nelle mani, hai mai assisitito a gare anni 80? Mansell addiritttura svenne alla fine di una gara...quelli erano piloti, e guidano VERE auto da corsa, non delle Polistil in scala reale che viaggiano sui binari dell'elettronica (che comunque c'è in abbondanza, visto chead esempio tutte le squadre hanno sofisticatissimo sistema di launch control...schiacci il pedale e vai! E la bravura del pilota dov'è?) Questa non è più F1 ma formula "noia", fatta di sponsor milionari, donzelle ai box e tanto marketing, tutto rigorosamente blindato al pubblico e con regolamenti ridicoli con piloti talvolta sponsorizzati dai loro "papini", cosa che rende poco onore allo sport. Guardati su Youtube filmati al mitico Nordschlife con Lauda, Moss e Bandini...quelli erano piloti e guidavano VERE auto da corsa, non le macchinine telecomandate di oggi! ;) Peccato che i giovanissimi non sapranno mai cosa sia la vera F1, a meno che Ecclestone e la sua compagine non decidano finalmente di andarsene...allora forse assisteremo alla rinascita di uno sport meraviglioso! :)
Ritratto di Rikolas
23 ottobre 2013 - 10:00
https://www.youtube.com/watch?v=cli2XEoca24 - Nota la differenza di difficoltà nel tenere la vettura! https://www.youtube.com/watch?v=A9ztr9MtAZE - Questi sono circuiti, non quelle schifezze di oggi ;) https://www.youtube.com/watch?v=s6HLgJ96t9w - alla fine della gara giovia ma urlava...perchè aveva male alle mani! Questi erano piloti...non i ragazzetti viziati e strapagati di adesso! ;)
Ritratto di PariTheBest93
23 ottobre 2013 - 15:35
3
I 70ms che intendevo erano del cronomentro dell'orologio non della cambiata ;) per questa serve circa mezzo secondo, quanto a quella automatica i tempi sono impercettibili e il vantaggio su un giro rispetto al cambio manuale è notevole (di qualche secondo su un circuito breve)... Poi senza nulla togliere ai piloti che hai citato, come ha già detto MatteFonta le nuove tecnologie permettono alle f1 valori di deportanza e accelerazioni laterali che quelle vetture si sognavano, per questo nel primo video senna fatica allo sterzo mentre hamilton va tranquillo (grazie alla configurazione aereodinamica molto carica) sul circuito di Monaco del primo video, quanto al nurburgring ora le f1 corrono nella sudschleife, probabilmente perché la nordschleife è troppo pericolosa, anche se sarei curioso che tempo farebbe una f1 moderna... I video mi sono piaciuti ed io non ero ancora nato, tu di che anno sei? Sarebbe bello se facessero una specie di "FORMULA RETRO" per i "nostalgici", io ho visto dal vivo quest'anno a maggio il gran premio di Bari dove sul "lungomare" della città correvano le f1 degli anni '40... PS Quanto riguarda il Kers lo hanno messo apposta perché una delle principali lamentele era che non c'erano molti sorpassi (a differenza della moto gp) e le f1 del 2014 monteranno un Kers più potente... Ciao!
Ritratto di antoniop24
23 ottobre 2013 - 22:45
il Drake teorizzo' gia durante la sec. guerra mond.un nuovo cambio al volante a selezione semiautomatica (o elettroattuato): questa innovazione interagiva col pilota, rendendo i tempi di cambiata più corti e di conseguenza la macchina più guidabile, visto che ora il conducente non era più costretto a togliere le mani dallo sterzo.
Pagine
listino
Le Ferrari
  • Ferrari Portofino
    Ferrari Portofino
    da € 196.061 a € 196.061
  • Ferrari 488 Spider
    Ferrari 488 Spider
    da € 254.682 a € 254.682
  • Ferrari 488
    Ferrari 488
    da € 229.235 a € 296.000
  • Ferrari 812 Superfast
    Ferrari 812 Superfast
    da € 300.308 a € 300.308
  • Ferrari GTC4Lusso
    Ferrari GTC4Lusso
    da € 233.525 a € 270.060

LE FERRARI PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE FERRARI

  • Erede della 488, la Ferrari F8 Tributo ne affina il carattere, ha un motore V8 potenziato a 720 CV e tanta elettronica. Qui per saperne di più.

  • Erede della 488, la Ferrari F8 Tributo ne affina il carattere, ha un motore V8 potenziato a 720 CV e tanta elettronica. Costa 236.000 euro.

  • L'ultima gara dei tre campionati Ferrari Challenge ha fatto da preludio alla “finalissima”, vinta dal pilota danese Niklas Nielsen. Qui per saperne di più.