Fiat Punto base

Pubblicato il 25 marzo 2010
Ritratto di Niko46
alVolante di una
Peugeot 208 1.6 8V e-HDi 115 CV Allure Stop&Start
Fiat Punto
Qualità prezzo
3
Dotazione
3
Posizione di guida
4
Cruscotto
2
Visibilità
4
Confort
2
Motore
4
Ripresa
4
Cambio
4
Frenata
2
Sterzo
3
Tenuta strada
5
Media:
3.3333333333333
Perché l'ho comprata o provata
Inizialmente cercavo un auto usata che costasse poco ma che fosse ugualmente giovanile, da tenere giusto il tempo necessario per mettere da parte "abbastanza" per comprarmi una sportivetta di quelle nuove... Ho impiegato pochissimo tempo a cambiare idea su quest'auto, esclusa la linea, molto bella, sono stato conquistato dal "fascino" della sigla dell'allestimento, Sporting, che non è solo un nome senza sostanza anzi, ho capito perché due generazioni di ventenni l'hanno desiderata tanto.
Gli interni
Gli interni della Punto Sporting differiscono dalla versione "ELX" solo per i sedili anteriori sportivi con fianchetti molto pronunciati e molto duri (attenti a non andarci sopra con la schiena, ve ne pentireste) e per i tessuti, belli ma cedevoli e non molto robusti. Il volante è molto bello e sportivo però, come i sedili non si è dimostrato molto resistente all'usura, infatti la pelle nella parte alta della corona ormai è del tutto consumata creando quell'effetto "granuloso" poco piacevole al tatto e alla vista. Di grande rilevanza è l'ergonomia dell'abitacolo, i comandi sono ben posizionati - anche se avrei preferito gli alzacristalli sulla portiera invece che sulla plancia -, i sedili anteriori sono molto comodi grazie alla loro insolita grandezza (la seduta è molto lunga consentendo di appoggiare quasi completamente la coscia e lo schienale da l'impressione di essere più alto di quanto invece non sia) inoltre il sedile di guida può essere regolato in altezza (come il volante) ed ha anche il supporto lombare regolabile, anche dietro non si sta scomodi, nemmeno in tre, anche se, ovviamente, bisogna stringersi un pochino, il problema magari è lo spazio per le gambe, dietro non è effettivamente moltissimo, se poi chi guida è anche alto (come nel mio caso) la faccenda non può far altro che peggiorare. Molti e ben disposti i vani portaoggetti, dai portamonete sotto il volante e accanto al freno a mano (come i due praticissimi portaschede) ai vari vani sparsi per la plancia, è possibile trovare posto per qualunque cosa si abbia addosso, minutaglie comprese; molto grandi pure i due portabicchieri davanti alla leva del cambio, posizionata quest'ultima né troppo distante né troppo vicina al guidatore, semmai "l'innesto" della 5° va a rifinire nello spazio dedicato alle gambe del passeggero, non è raro inserire la marcia e "rifilargli" un pugno... Il cruscotto, ricco considerando quando è stata prodotta quest'auto è però un po' anonimo, in confronto alle altre versioni cambia poco o nulla, una maggior caratterizzazione non avrebbe guastato, utile il fatto che dia una stima del chilometraggio residuo prima di finire la benzina nel serbatoio. Una pecca di notevole importanza è la scarsa tenuta dei montaggi, percorrendo strade malandate c'è il rischio (o la sicurezza) che i "commenti" tra un componente e l'altro dell'abitacolo inizino a diventare sensibilmente grandi arrivando anche a scricchiolare; ma è un "danno" da poco, basta avere pazienza ed un po' di praticità nel "fai da te" che è possibile smontare e rimontare il tutto con relativa facilità, riportando il tutto ad una situazione abbastanza tollerabile. Una lode va invece al climatizzatore, fin troppo potente per il piccolo abitacolo di questa vettura, rinfresca in pochissimo tempo e non fa nemmeno perdere troppa potenza al motore, evitando così di consumare più del dovuto. Se invece non si vuole usare il clima, nessun problema, pure chi siede dietro ha l'opportunità di godere di aria fresca in quanto, sulla versione a tre porte, i finestrini posteriori sono dotati di "compassi", una rarità di questi tempi, dando la possibilità di aprire (notevolmente) pure i cristalli posteriori; quando sono aperti, sulle sconnessioni, generano fastidiosi scricchiolii, dovuti all'alto chilometraggio della macchina. Ciò che mi ha stupito invece è l'impianto stereo: ottimo, sotto ogni punto di vista: quattro altoparlanti, due tweeter ed un subwoofer da 100 w messo su un "fianco" del baule (proporzionato all'auto e ben sfruttabile) in modo che occupi pochissimo spazio, radio con mangianastri e caricatore da 10 cd nella bauliera, ad oggi, dopo tutti questi anni, continua a funzionare egregiamente con una notevole purezza del suono.
Alla guida
Come si intuisce dal nome dell'allestimento (Sporting) è più propensa alla guida sportiva che a quella tranquilla, infatti l'assetto estremamente rigido le dona una stabilità incredibile, in rari casi si sente l'assenza dell'esp e quando questo accade è solo per le "mancanze" della gommatura (inverno, pioggia o altro) per altro corretta (185/55 R15). Appena si affrontano le prime curve ci si accorge subito che quest'auto è stata pensata per i percorsi tortuosi come le stradine di montagna: piatta e stabilissima da fin troppa fiducia a chi la guida e quando si sta per superare il limite non si hanno problemi a rimettere in linea l'auto, tanto è capace e ben studiato l'assetto, il risvolto della medaglia è che si sente fin troppo bene ogni buca presente sulla strada... Ma non dimentichiamoci che quest'auto "deriva" da un modello studiato per la città e, perché no, per le famiglie; non disdegna la guida tranquilla, anzi, l'ottimo cambio a sei marce sembra adatto un po' a tutto consentendo al motore di avere due diverse personalità: una tranquilla e pacata che consente grandi percorrenze con consumi ridotti e l'altra aggressiva e prepotente che invece concede meno all'economia, come si addice a vetture di questa indole. Parliamo un po' di più di questo cambio: manuale a sei marce con retro a "siringa". I rapporti sono perfetti, anche se avrei apprezzato dei rapporti un po' più lunghi (si parte, in 5 a pieno carico in salita pure in seconda...), infatti il prezzo da pagare per avere una tale vivacità in partenza e in ripresa è la scarsa velocità di punta e l'impossibilità di avere medie autostradali di un certo livello (a 130 il motore lavora ben oltre i 4000 giri, troppi). Gli innesti sono un po' duri ma è un bene, nelle frenate intense su strade un po' sconnesse non si corre il rischio che il cambio rifiuti la marcia, inoltre, a seconda di che stile di guida si usa, il cambio "modifica" la durezza degli innesti: con una guida tranquilla e votata al confort di viaggio non si sente nemmeno lo sforzo per far entrare le marce, tanto morbido diventa l'innesto; con una guida "cattiva" e sportiva invece il cambio s'indurisce moltissimo facendo stancare molto e in fretta il braccio (il che è un bene, dato che funziona da deterrente per fare sciocchezze in strada). Assieme a questo motore, un 1.2 16V da 80 cv, sembra creare un connubio perfetto: in prima ed in seconda il motore sembra avere ben più potenza di quella che ha veramente dimostrando doti di accelerazione da vettura di maggior cilindrata, in terza questa vivacità un po' si smorza, ma basta salire di giri (oltre i 3500) per continuare a godere dell'esuberanza di questo piccolo motore; la quarta e la quinta vanificano un po' l'accelerazione pura per darle delle doti di allungo di tutto rispetto, nonostante i rapporti siano corti, la capacità di raggiungere un numero di giri assai elevato (7800) da parte del motore, fa si che i cambi di marcia non siano così frequenti, a patto di non lamentarsi poi dei consumi; la sesta invece è una marcia di potenza, anche ad elevante andature, spingendo a fondo l'acceleratore, si percepisce tutto il vigore del piccolo 1.2 che, nei limiti del possibile, regala un'emozionante spinta, costante, fino al raggiungimento della velocità massima: 182 km/h a 5800 giri/min. Guardando invece all'aspetto economico l'elasticità del motore (riprende bene anche dai 1500 giri) consente di ottenere medie di tutto rispetto. Una critica pesante invece va alla frizione: è troppo dura e nel traffico porta a stanchezza e indolenzimenti. I freni, nonostante l'impianto sia misto (freni anteriori, pieni, e tamburi posteriori) e non da sportiva, ha comunque un buon mordente, riesce a fermare l'auto in spazi relativamente brevi, a patto che non si inserisca l'abs mal tarato e alle volte estremamente fastidioso. Una nota positiva è rappresentata dallo sterzo invece, molto leggero alle basse andature e stabile e abbastanza preciso alle alte velocità, essendo elettrico potrebbe dar fastidio la scarsa sensibilità e l'impossibilità di percepire bene cosa succede sotto gli pneumatici, ma è un problema di poco conto, guidandola ci si fa l'abitudine. Utile, per chi lo vuole usare, la funzione City, alleggerisce ulteriormente lo sterzo per le manovre.
La comprerei o ricomprerei?
Si, senza pensarci due volte. Anche se, ovviamente, vorrei che fosse aggiornata con gli ultimi ritrovati per le utilitarie, cose come: l'esp, che ormai non si fanno più mancare nemmeno le citycar, i vari airbag posizionati in ognidove (la mia ha solo quello di guida) e altri gadget che su auto di questo tipo non devono mancare. Ovviamente se ci fosse con il piccolo 1.3 mJet da 95 o 105 cavalli sarei ancor più contento; importante però sarebbe che fosse un po' più "caratterizzata", la linea della seconda serie era elegante e sportiva al tempo stesso, ma il muso non cambiava di una virgola rispetto alle versioni tradizionali.
Fiat Punto
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
1
0
2
5
3
VOTO MEDIO
2,2
2.18182
11
Aggiungi un commento
Ritratto di Zack TS
29 marzo 2010 - 18:19
1
questo 1.2 fiat è in grado di raggiungere i 7800 giri/min?....hai sbagliato a scrivere, vero? ;-))
Ritratto di edocas
29 marzo 2010 - 20:23
sarà 5800 lol.....a 7800 inizia a fumare lol
Ritratto di djdc89
27 giugno 2010 - 23:43
il 1.2 16 v ha il limitatore a 6800...ed in sesta l'ho tirato fino a 6500 e 200 kmh!!!pazzoooo!!!!
Ritratto di Niko46
29 marzo 2010 - 22:29
3
Mi spiace per voi, ma il contagiri ha la zona rossa tra i 7.000 e gli 8.000 giri, fino alla quarta è in grado di raggiungere il limite che si trova pochissimo sotto gli 8.000 giri... dopo entra il limitatore. E considerando che non ho ancora rifatto né testata né cilindri direi che ci arriva anche con molta tranquillità... mi pare ovvio che quel regime non lo mantengo per più di qualche secondo (quando mai ci arrivo, dato che la coppia smorza intorno ai 6.300 giri...)... direi che è insensato tenerla a quel regime no? D'altra parte se quei motori eran fatti bene che colpa ne ho io ^^
Ritratto di marco_89
30 marzo 2010 - 11:36
confrmo in tutto e per tutto le tue impressini su quest'auto fantastica! L'ho posseduta x circa un anno, era usata e con 140.000 km (fatti da cani non da persone) e pertanto mi ha dat odiversi problemi tar cui: pompa acqua e guarnizione testata, motorino d'avviamento e altro ancora.. nonostante tutto, trovando un meccanico "onesto", con qualche centinaia di euro l'ho sistemata. Il motore era davvero elastico, in città andavo quasi solo in 4^ o 5^ perche come dici tu riprende bene fina dai 1500 giri. unica nota dolente, un fastidiosissimo scricchiolio proveniente dal retro vettura ad oni mina sconnessione, che non ho mai capito a cosa fosse dovuto... capitolo consumi: SEMPLICEMENTE ECCEZIONALE, mai meno di 14 km/l (usandolo proprio in città) e fino a 16-17 km/l in tangenziale/autostrada! L'ho venduta per comprare una Grande Punto...beh, me ne sto ancora pentendo... mi manca tantissimo!!!!
Ritratto di Niko46
30 marzo 2010 - 13:47
3
Mi fa piacere vedere altri estimatori di questa fantastica auto. Gli scricchiolii sono dovuti ai sedili che, sulle sconnessioni, tendono a muoversi generando quei fastidiosi rumori; poi ci sono anche i cristalli posteriori i cui compassi (che hanno un sistema di "tenuta" tutto originale) generano dei rumori un po' noiosi, dovuti all'anzianità della plastica.... Pure io ho sempre consumato pochissima benzina, e di questo sono contentissimo.
Ritratto di emy82vts
30 marzo 2010 - 11:54
la linea è carina, e nel complesso è una buona auto! però dire che il motore è esuberante è un esagerazione bella grossa!! un mio amico aveva la punto precedente, col 1.2 che è lo stesso motore e la macchina pesa pure meno.... be non cammina granche, si sente che i cv non ci sono, è brillante ma niente di più!! mio padre ha una fiesta 1.2 75 cv e anche li superati i 100 si sente la mancanza di cv, infondo sono auto non di certo fatte per correre!
Ritratto di Niko46
30 marzo 2010 - 13:59
3
Io ho detto che l'accoppiata motore/cambio rende vivace l'auto. Infatti il motore sale con buona rapidità di giri ed il cambio ha rapporti molto corti e ottimamente scalati che le regalano (come detto, fino alla terza) un'eccellente vivacità. In sesta ho anche specificato che è briosa "nei limiti del possibile". Sono consapevolissimo che un auto da 80 cavalli non può dare le stesse sensazioni di un 2.0 turbo... però, guardando al tipo di motore, all'anno in cui è stata costruita, ai consumi, alle norme anti inquinamento che rispetta (euro 3) e a tutte le varianti del caso, mi sento di dire con sicurezza che è un auto vivace. Io non guardo alla velocità di punta per dire "si, è un auto sportiva", le auto da rally secondo te allora non sono auto sportive? Difficilmente raggiungono i 210 km/h a causa dei rapporti cortissimi, ma hanno comunque più di 300 cavalli... Per me conta lo scatto, l'accelerazione e la capacità di "reggere" una guida un po' al limite e il divertimento che da nel percorrere una strada bella tortuosa. D'altra parte questo è solo un allestimento sportivo che modifica a livello meccanico solo il cambio che da 5 va a 6 marce, punto. Per avere l'esuberanza di cui tu parli bisogna passare alla HGT ma li i prezzi di mantenimento lievitano non poco... ^^
Ritratto di emy82vts
30 marzo 2010 - 18:31
se rileggi la tua prova, vedrai che hai scritto cosi.... non l'ho detto io! cmq il motore è brillante si, ma nulla di più! parlo di accelerazione e ripresa.... infatti si vede più li la sportività di un motore!
Ritratto di Niko46
30 marzo 2010 - 20:28
3
Innanzi tutto non occorre inalberarsi (almeno dal testo dai questa idea), non ti ho accusato di nulla e lungi da me dal farlo; per quanto scriva in modo ambiguo non mi sono contraddetto (non ho detto "io non ho mai scritto che è un motore esuberante") volevo solo chiarire perché avevo l'impressione che ci fosse un fraintendimento. Ma a quanto pare non è un fraintendimento è semplicemente una divergenza di opinioni tra uno che guida quest'auto da un anno e mezzo e uno che (da quello che si evince da ciò che scrivi) ha fatto una media di pareri sulla tipologia di auto. Come ho detto prima bisogna usare dei parametri corretti e riguardati in base al tipo di auto, mi pare ovvio che a confronto di una M3 o di una Ferrari questa sia agli antipodi se si parla di sportività... se invece si rimane nella sua categoria (anche di motore) io mi sento di definirla, oltre che vivace, anche con un buon piglio sportivo, come sempre, nei limiti del possibile. Saluti ^^
Pagine
listino
Le Fiat
  • Fiat Panda 4x4
    Fiat Panda 4x4
    da € 16.890 a € 19.190
  • Fiat Punto
    Fiat Punto
    da € 14.340 a € 17.740
  • Fiat Doblò
    Fiat Doblò
    da € 19.340 a € 25.740
  • Fiat Tipo 5 porte
    Fiat Tipo 5 porte
    da € 16.050 a € 25.050
  • Fiat Tipo Station Wagon
    Fiat Tipo Station Wagon
    da € 17.300 a € 26.300

LE FIAT PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE FIAT

  • Ha una linea originale, da piccola multispazio, con volumi squadrati e profili tondeggianti che le danno un aspetto “muscoloso”; utili i profili laterali in gomma (di serie per gli allestimenti più costosi, optional per la Easy) che proteggono la vernice dai piccoli urti.

  • In vendita da quattro anni, la Fiat 500X si rinnova e cambia in pochi dettagli all'esterno. Ma ci sono nuovi motori e tecnologie. Qui per saperne di più.

  • Fiat 500 Spiaggina ‘58 by Garage Italia: l'intervista a Lapo Elkann, che l’ha voluta fortemente.