Pubblicato il 18 gennaio 2012
Qualità prezzo
5
Dotazione
5
Posizione di guida
5
Cruscotto
4
Visibilità
4
Confort
3
Motore
4
Ripresa
3
Cambio
4
Frenata
4
Sterzo
4
Tenuta strada
4
Media:
4.0833333333333
Perché l'ho comprata o provata
Avevo già scritto la prova di questa macchina, che ho acquistato ad aprile 2009, dichiarando tutto il mio entusiasmo. Oggi sono passati quasi 3 anni ed ho "sfondato" il muro dei 30mila km: non molti, ma comunque sufficienti per esprimere un giudizio più approfondito e per fare maggior luce sui pregi (e difetti) di quest'auto. Sto parlando sempre della Honda Jazz, nella versione 1.4 Executive. Un'auto principalmente "da famiglia", ma che con il colore "giusto" (nel mio caso il Cerulean Blue metallizzato, lo stesso della foto) e scegliendo qualche accessorio estetico dal catalogo ufficiale Honda (ad esclusione delle extra-pacchiane cromature... io mi sono limitato allo spoiler posteriore in tinta e alle fasce paracolpi in plastica nera) può essere adatta anche a un giovane (nel 2009 avevo 27 anni), data anche la presenza dei cerchi in lega di 15".
Gli interni
Appena si entra, a farla da padrone è la sensazione di "aria". Davanti c'è spazio a volontà per testa e gambe, dietro si sta egregiamente in due e discretamente in tre. L'abitacolo ha diversi portaoggetti, come si conviene a un'auto di questo tipo, di cui uno refrigerato davanti al passeggero anteriore. La plancia, con la radio integrata e il piccolo monitor tondo del climatizzatore automatico, ha un aspetto gradevole (anche se è interamente di plastica rigida, facile da graffiare), così come il cruscotto "motociclistico" retroilluminato d'arancione (che però ha il difetto di non essere riparato a dovere dai raggi del sole, che così rendono le spie difficili da leggere): specialmente di notte, insieme ai led viola nella parte inferiore dell'abitacolo, l'effetto scenico è notevole. Tra i pregi, c'è inoltre da segnalare l'efficienza del clima e la buona qualità sonora della radio (con lettore CD/MP3/AUX/USB). A proposito della radio, però, ci sono da segnalare un paio di piccole malfunzioni (anche se non so se è un problema solo mio o una caratteristica comune). La prima è che, in modalità USB, se c'è un cellulare poggiato immediatamente vicino, smette di funzionare e sullo schermo compare la scritta "UNSUPPORTED": problema comunque facilmente rimediabile tenendo lontano il telefonino, ad esempio nel portaoggetti dietro il freno a mano. La seconda malfunzione avviene più raramente e sempre in modalità USB: a volte capita che, di punto in bianco, lo schermo si spegne completamente, anche se i brani continuano a suonare normalmente; anche questo problema, comunque, scompare da sé all'utilizzo successivo. Un altro difetto è costituito dai finestrini anteriori. Quando sono leggermente aperti, guidando su terreno sconnesso, creano delle vibrazioni un po' fastidiose, anche se non drammatiche: "colpa" delle sospensioni che, specialmente dietro, sono un po' troppo rigide. Dall'abitacolo si passa al baule, che è uno dei punti di forza principali di quest'auto. Basti pensare che nel maggio scorso, quando io e mia moglie abbiamo cambiato casa, sono stato in grado di caricare TUTTI gli effetti personali (esclusi ovviamente i mobili) in un solo viaggio. E non potrebbe essere altrimenti, visto che con il divano alzato la capienza è di 400 litri e diventa "esagerata" con lo schienale abbattuto. Altra chicca, i sedili posteriori con la seduta sollevabile: sempre in quel periodo, siamo andati a comprare una pianta di dracena in un famoso negozio di arredamento svedese, ed è stato divertente caricarla dalla porta posteriore tra gli sguardi dei vicini di parcheggio.
Alla guida
Il motore è un bel 1.4 (in realtà 1339cc) da 99 cv: non esattamente un mostro ai bassi regimi, dà il meglio di sé dai 2500 giri in su e diventa quasi cattivo dai 5000 al limitatore (buon sangue i-VTEC non mente!). In città si fa valere, con il cambio morbido e preciso e una ripresa accettabile, e grazie alla lunghezza ridotta (390 cm, 13 in meno di una Grande Punto) e ai sensori posteriori, il parcheggio non è mai un problema. Fuori città, se tenuta su di giri, invoglia a divertirsi: stabile in curva nonostante sia piuttosto alta, anche grazie all'ESP, con le sospensioni rigide (un po' a scapito del confort, come ho scritto prima) e con uno sterzo diretto e preciso al punto giusto (anche se, tornando al discorso città, in manovra è un po' pesante). In autostrada non fa mai troppo rumore e non dà mai segni di "affaticamento" neanche sui falsopiani, anche se dopo un rallentamento a volte occorre scalare. I freni funzionano bene anche sotto sforzi prolungati e nelle emergenze "inchiodano" in poco spazio, pur con un leggero serpeggiamento (comunque ben gestibile), anche se alle basse velocità sono un po' troppo sensibili e peggiorano leggermente il confort. Per quanto riguarda i consumi, sono sempre bassi in ogni situazione (di media, 16 km/l). Tra l'altro, nella prova precedente, avevo scritto che le indicazioni sul computer di bordo erano falsate, per il fatto che il serbatoio è più piccolo del dichiarato: in realtà, il fatto era semplicemente che, in rodaggio, "beveva" molto di più di adesso, ma con il passare dei km il consumo si è attestato sui giusti livelli.
La comprerei o ricomprerei?
Al di là dei difetti (comunque pochi e di lieve entità), siamo sempre di fronte a un'auto che offre veramente tanta "roba" a un prezzo contenuto, con prestazioni e consumi di tutto rispetto e con un livello di abitabilità e praticità tale da tenere testa anche a tante berline di segmento C. Dopo tre anni, la risposta è sempre la stessa: SI.
Honda Jazz 1.4 Executive LE
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
3
2
0
0
0
VOTO MEDIO
4,6
4.6
5
Aggiungi un commento
Ritratto di gig
9 febbraio 2012 - 18:12
Avevo letto la precedente prova, ma questa è nettamente migliore. Bravo
Ritratto di gig
9 febbraio 2012 - 18:12
Avevo letto la precedente prova, ma questa è nettamente migliore. Bravo
Ritratto di Sash
9 febbraio 2012 - 18:49
Grazie :-)
Ritratto di oretaxa
9 febbraio 2012 - 20:09
Bella prova, mi piacerebbe conoscere i consumi nel dettaglio. Era una delle papabili quando ho acquistato l'auto nuova nel 2008, poi causa concessionario trappolone, qualità plastiche e coppia ai bassi regimi ho optato per un altro modello. Mi piace parecchio per la spaziosità dell'abitacolo e del bagagliaio.
Ritratto di Sash
13 febbraio 2012 - 15:36
so solo che il computer di bordo dà una media di 5.9l/100 km (quasi 17 km/l), mentre il sistema "casareccio" (ovvero azzerare il contakm al momento del pieno, vedere quanto segna quando il serbatoio si svuota e fare il calcolo con carta e penna) mi dà sui 16
Ritratto di ozne81
10 febbraio 2012 - 12:02
Prova a cambiare la pendrive, è capitato anche a me con uno stereo Sony aftermarket. Alcune non sono schermate e il cellulare le fa andare in palla. Avevo una kingstone da 4 gb e andava bene, presi un'altra kingstone da 8 gb con l'apertura a scatto e avevo problemi appena mettevo l'iphone nel cassettino superiore allo stereo.
Ritratto di Sash
13 febbraio 2012 - 15:37
Grazie!
Ritratto di supermax63
11 febbraio 2012 - 12:55
Honda Jazz è un'ottima vettura come moltre altre vetture giapponesi erroneamente ed ingiustamente snobbate dall'automobilista medio italiano.Per quanto mi riguarda il punto debole della Jazz è quello di non prevedere un motore diesel.Scelta comunque in linea con la politica Honda che non prevede motorizzazioni diesel e dove previste si limita solo a un 2200cc che è ovviamente fuori mercato ed impegnativo sotto molti aspetti.Peccato perché la gamma Honda è piuttosto interessante ed affidabile
Ritratto di fogliato giancarlo
13 febbraio 2012 - 00:27
Il commento è stato rimosso perché l'utente è stato disattivato per violazione della policy del sito. La redazione.
Ritratto di Sash
13 febbraio 2012 - 15:55
dei complimenti :-)
Pagine
listino
Le Honda
  • Honda Civic
    Honda Civic
    da € 22.500 a € 40.700
  • Honda Jazz
    Honda Jazz
    da € 15.700 a € 20.700
  • Honda Civic 4 porte
    Honda Civic 4 porte
    da € 25.000 a € 31.400
  • Honda NSX
    Honda NSX
    da € 201.000 a € 201.000
  • Honda CR-V
    Honda CR-V
    da € 28.900 a € 44.500

LE HONDA PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE HONDA

  • La nuova generazione della Honda CR-V è proposta anche in versione ibrida mossa da un 2.0 a benzina abbinato a due motori elettrici alimentati dalle batterie agli ioni di litio, per complessivi 184 cavalli.

  • Al Salone di Parigi la Honda porta la rinnovata HR-V, una crossover compatta che cambia in molti dettagli: nel frontale ci sono nuovi fari a led e la forma della mascherina è stata rivista.

  • La berlina sportiva Honda Civic Type R ha fatto registrare il miglior tempo per auto a trazione anteriore anche sulla pista portoghese. Qui per saperne di più.