Volkswagen Golf 1.8 90 CV 5 porte GL

Pubblicato il 28 dicembre 2014
Ritratto di Mattia Bertero
alVolante di una
Kia Stonic 1.0 T-GDI 120 CV Energy
Volkswagen Golf
Qualità prezzo
5
Dotazione
4
Posizione di guida
4
Cruscotto
3
Visibilità
5
Confort
3
Motore
3
Ripresa
3
Cambio
3
Frenata
2
Sterzo
4
Tenuta strada
3
Media:
3.5
Perché l'ho comprata o provata
Questa Golf terza serie appartiene ad un mio amico e ci sono salito diverse volte e l'ho guidata in un recente sabato sera perché il proprietario non se la sentiva di guidare per via di qualche bicchiere di troppo. La macchina in questione è uguale identica a quella della foto che ho inserito sia come allestimento, che come colore. L'auto è stata presa di seconda mano, è del 1995 ed ha solo 80000 Km, cosa che ha spinto il mio amico a comprarla come auto per andare al lavoro in attesa di guadagnare soldi per un'auto più nuova di questa. A causa di questi pochi chilometri in rapporto all'età la vettura risulta molto ben tenuta in tutti gli aspetti.
Gli interni
Vorrei iniziare dall'ESTERNO: questa terza serie della compatta tedesca rappresenta una sorta di punto di mezzo in cui si assiste di un piccolo punto di svolta del design Volkswagen, considerando che tra la seconda e quarta serie si assiste al cambio più marcato del tradizionale design di tutte le serie della Golf a mio parere. Qui si hanno le forme ancora un po' dure della seconda serie, soprattutto nella carrozzeria, ma ci sono molti elementi che si ritroveranno poi nella quarta serie come la fanaleria sia anteriore che posteriore. Il tutto si presenta un insieme armonioso senza troppi fronzoli, in perfetta linea con la mentalità Volkswagen. Ora passiamo agli INTERNI: anche qui ritroviamo il tipico disegno della casa tedesca e si nota subito che il design di questa terza serie ha molte assomiglianze con le Golf che verranno, segno di una continua evoluzione di un design preciso per la compatta teutonica. Al posto di guida ritrovo la strumentazione della Polo terza serie di mia madre, uguale in tutto per tutto; alla sua sinistra troviamo la manopola per il controllo delle luci assieme alla rotella della manopola della regolazione della luminosità della strumentazione di bordo, il volante risulta abbastanza compatto non ancora dotato dell'airbag, proseguendo verso destra troviamo la console centrale con l'autoradio (non originale montata dal mio amico) e più sotto i comandi manuali del climatizzatore che risultano piacevoli al tatto e ancora molto precisi; ancora più sotto troviamo un ampio portaoggetti, un po' ostacolato dalla presenza di una leva del cambio abbastanza alta rispetto a quelle odierne. Dalla parte del passeggero troviamo un ampio cassetto posto in una comoda posizione quasi all'altezza del busto visto la mancanza dell'airbag. La qualità della plancia risulta ottima considerando che si tratta di una macchina di venti anni fà, fatti di una plastica rigida ma bella spessa e liscia gradevole al tatto che non presenta alcun segno di usura in nessuna parte, volante e cambio compresi, gli accoppiamenti delle varie parti risultano ancora molto precisi. I sedili hanno un tessuto di velluto al centro della seduta e non risultano molto profilati nonostante siamo molto comodi. Questi ultimi invece qualche piccolo segno di usura si trova ma niente di eclatante. All'interno di questa Golf ci si sta bene a parte il fatto che io tocco il volante con le gambe nonostante la regolazione all'altezza massima che mi impedisce lievemente la guida. I posti dietro sono spaziosi per 2 persone, una terza risulta un po' sacrificata dal posto intermedio del divanetto scomodo e dalla presenza del tunnel centrale un po' invadente. Il tutto si presenta molto arioso e luminoso per via di una ottima superficie vetrata non ancora limitata dalle vigenti norme di sicurezza. Ad aumentare notevolmente la luminosità dell'abitacolo ci pensa un vetro panoramico apribile già con un comando elettrico. I finestrini sono elettrici sia quelli anteriori, sia quelli posteriori. Il bagagliaio risulta capiente e sufficiente per i piccoli viaggi senza la necessità di abbattere il divanetto posteriore.
Alla guida
Partiamo dal motore: questo 1.8 90 Cv benzina risulta molto prestante sulla lunga distanza nonostante soffra un po' di una ripresa un po' lenta ai giri più bassi, paragonabile a quelli dei motori più bassi di cilindrata odierni. Per i tempi era un ottimo motore. Riesce a sfruttare bene i giri e la coppia massima si fa sentire attorno ai 3500-4000 giri, a quei punti la sua potenza viene espressa in tutta la sua pienezza. Risulta un po' rumoroso ad alti giri per via di una insonorizzazione dell'abitacolo non paragonabile a quelle di oggi, risulta però una bella sonorità e molto appagante per il guidatore che ti spinge ad una guida sportiva. In un uso tranquillo i consumi sono bassi, intorno ai 20 Km/l di media generale, pestando di più l'acceleratore salgono vistosamente. Lo sterzo risulta abbastanza diretto e molto leggero, reattivo quando serve e pratico in manovra. Il tutto però viene un po' penalizzato da una gommatura non proprio ottimale e del fatto che tocca le mie gambe nonostante la regolazione massima. Infatti la tenuta di strada è accettabile anche se risulta un po' carente in curva a velocità sostenuta, servirebbero delle gomme nuove per poter sfruttare al meglio questo aspetto di questa Golf. Il cambio a 5 rapporti risulta ancora molto maneggevole in un uso normale, con inserimenti ancora ben delineati e inseribili senza difficoltà, in un uso sportivo invece si avverte una certa gommosità nei rapporti e qualche impuntamento di troppo, d'altronde ha due decenni questo cambio nonostante gli scarsi chilometri percorsi. La frizione risulta ancora molto leggera e non strappa mai nemmeno a freddo. Il sistema frenate propone un sistema a disco all'anteriore ed un sistema ad tamburi al posteriore, la potenza però risulta un po' carente considerando gli impianti odierni, infatti bisogna un po' frenare prima del "solito" per potersi frenare in tempo, in compenso è ben bilanciato e non fa scomporre la vettura. Ad ogni modo, anche considerando che le gomme montate non sono proprio nuove, trasmette molta sicurezza la guida questa Golf in piena tradizione con il marchio. E come di consueto le sospensioni risultano comode ma in alcuni casi rigide alla presenza di sconnessioni del manto stradale quali buche e dossi vari.
La comprerei o ricomprerei?
Ad essere sincero la comprerei. Certo non l'ha userei per fare molti chilometri ma per i percorsi brevi va più che bene. Inoltre il mio amico l'ha pagata 800 euro più il prezzo della voltura, considerando che è stata tenuta molto bene ed usata molto poco, direi che ha fatto un bel affare. Spero che vi piaccia la prova, non è molto lunga visto che ho guidato questa vettura solo per circa 30 chilometri. Il mio amico però ci teneva tanto che scrivessi la prova su AlVolante. Ciao a tutti da Mattia.
Volkswagen Golf 1.8 90 CV 5 porte GL
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
4
2
3
2
6
VOTO MEDIO
2,8
2.764705
17
Aggiungi un commento
Ritratto di M93
2 gennaio 2015 - 20:42
Un'ottima prova e, conoscendo bene la vettura (anche se dotata di propulsore differente), confermo le tue impressioni e la descrizione. Un saluto. Marco.
Ritratto di Mattia Bertero
3 gennaio 2015 - 09:49
3
Grazie :-). Si, mi ricordo la tua prova su questa macchina. Un saluto Mattia.
Ritratto di panda07
4 gennaio 2015 - 13:03
1
mio padre possiede una golf mk3 1.9 TDI 90Cv movie air del 96, con 212.000 km e va ancora benone! a differenza di questa ha i sedili tipo quelli della GTI, frecce e fari fumè, minigonne, cordolini parafango come la gti, clima, centralizzata con telecomando e antifurto, e bianca non ci possiamo lamentare dopo quasi 19 anni è ancora perfetta e performante, che versione è la CL?
Ritratto di Mattia Bertero
4 gennaio 2015 - 15:12
3
Grazie per la prova :-). Prendo in prestito le parole di Marco (M93) che tempo addietro aveva scritto una prova di questa stessa macchina: L'allestimento GL, al vertice della gamma (ad esclusione delle versioni sportive GTI e VR6) all'epoca, presentava una dotazione di serie corretta e apprezzabile, benché non particolarmente ricca, comprendente: servosterzo, specchietti retrovisori elettrici e in tinta, sedile di guida regolabile in altezza, orologio digitale, predisposizione radio con 6 altoparlanti (due sulla plancia, due nelle porte anteriori e altrettanti nelle porte posteriori), cinture di sicurezza anteriori e posteriori regolabili, vetri azzurrati, contagiri, volante a quattro razze regolabile in altezza, divanetto posteriore frazionato (40:60), spoiler anteriore, tergilunotto, chiusura centralizzata e paraurti parzialmente in tinta. Purtroppo non sono presenti i vetri elettrici, l'ABS e il climatizzatore, ottenibili come optional.
Ritratto di panda07
5 gennaio 2015 - 18:22
1
aveva di serie anche i vetri elettrici anteriori, predisposizione autoradio con 4 altoparlanti, cambio in pelle la Gl o Cl ancora non ho capito se esistevano tutte e due, comunque non mi sono mai piaciute come estetica sia esterna che interna, forse perchè abituato alla movie che ha un aspetto più sportivo come i sedili, il quadro strumenti fondo bianco e lancette arancioni fluorescenti, e esterni simili alle gti/gt con l'unica differenza che i paraurti sono tutti bianchi le altre le ho sempre considerate povere, alla mia avrei aggiunto all'epoca il clima tronic (quello automatico), vetri elettrici posteriori, cerchi in lega bbs, tetto apribile, abs, 2 airbag e appoggiatesta posteriori cosi sarebbe stata completa! ma il prezzo sarebbe stato salatissimo!
Ritratto di cris25
5 gennaio 2015 - 12:33
1
La terza serie della Golf non l'ho mai provata e tanto meno non ci sono mai salito, quindi posso dirti solo che non mi piace, ma giusto per un fattore estetico. Secondo me è la serie di Golf meno riuscita...
Ritratto di Mattia Bertero
5 gennaio 2015 - 16:56
3
Mi sono sbagliato a risponderti senza usare l'opzione "rispondi". La mia risposta è poi sotto il tuo commento. Ciao.
Ritratto di Mattia Bertero
5 gennaio 2015 - 16:53
3
Troppo buono cris, era da un po' che non scrivevo una prova. Grazie :-). Secondo me invece la Golf meno riuscita è la quinta. Infatti in quel frangente la Volkswagen aveva osato fare qualcosa di diverso ma i risultati delle vendite avevano segnato circa il 50% in meno di vendite totali rispetto alla fortunatissima quarta serie. Di conseguenza, con la sesta serie, si è tornati ad un design più tradizionale e le vendite sono tornate a salire. Un saluto.
listino
Le Volkswagen
  • Volkswagen T-Roc
    Volkswagen T-Roc
    da € 23.100 a € 34.650
  • Volkswagen Arteon
    Volkswagen Arteon
    da € 46.800 a € 55.600
  • Volkswagen Polo
    Volkswagen Polo
    da € 13.600 a € 25.650
  • Volkswagen Touareg
    Volkswagen Touareg
    da € 61.000 a € 76.500
  • Volkswagen Golf
    Volkswagen Golf
    da € 20.700 a € 46.800

LE VOLKSWAGEN PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE VOLKSWAGEN

  • Volkswagen: allo studio una piccola rivoluzione per fari e fanali. Diventeranno sempre più elemento attivo di sicurezza perché possono comunicare informazioni utili. Qui per saperne di più.

  • La Touareg se l'è cavata senza incertezze anche nell'impegnativo deserto marocchino, dove l'abbiamo messa alla prova in offroad. Qui per saperne di più.

  • Si è svolta a “casa” del marchio tedesco la seconda edizione del raduno GTI Coming Home, un grande ritrovo con oltre 4.000 auto. Qui per saperne di più.