Fiat 600 1.1

Pubblicato il 5 febbraio 2010

Listino prezzi Fiat 600 non disponibile

Ritratto di Falcon87
alVolante di una
Opel Corsa 1.4 Cosmo 5 porte
Fiat 600
Qualità prezzo
3
Dotazione
2
Posizione di guida
2
Cruscotto
2
Visibilità
5
Confort
2
Motore
3
Ripresa
2
Cambio
2
Frenata
3
Sterzo
3
Tenuta strada
3
Media:
2.6666666666667
Perché l'ho comprata o provata
Salve a tutti! Abbiamo acquistato una Fiat Seicento 1.1 Active nel maggio 2004, come seconda auto di famiglia, in sostituzione di una Fiat cinquecento 900 S che aveva, come è noto, problemi alla testata. La scelta è caduta sulla Citycar di casa Fiat innanzitutto per il prezzo (all'epoca il più basso in circolazione) e che beneficiava di un ulteriore sconto di 1.000 euro ed in secondo luogo sulle dimensioni davvero compatte.
Gli interni
Questa vettura è fatta, essenzialmente, per costare il meno possibile. Per questo motivo le economie sono evidenti specie negli interni dove sono presenti numerose viti a vista, alcune imprecisioni nei montaggi, plastiche rigide e sottili e tessuti non certo raffinati. Andando nello specifico la strumentazione è molto chiara anche se mancano informazioni preziose come il contagiri e la temperatura del motore. I comandi del "Clima" sono molto pratici perché posizionati in alto e quindi facilmente raggiungibili anche se il ricircolo dell'aria è attivabile con una obsoleta "levetta". Comodi da azionare anche i comandi di frecce, luci e tergicristalli. La radio, invece, è posizionata troppo in basso e distrae dalla guida così come i comandi dei vetri elettrici anch'essi alloggiati nel mobiletto centrale (ai lati della radio) e non replicati. Lo spazio non è molto sia davanti (dove chi è alto più di 175 cm urta il ginocchio sinistro sulla portiera) sia dietro dove trovano posto 2 adulti di taglia media (anche se l'omologazione è a 5 posti). Il fiore all'occhiello di questa piccola auto e senz'altro la visibilità ottima in ogni direzione (anche se gli specchietti retrovisori sono troppo piccoli) e di ciò si beneficia in fase di parcheggio dove sono preziose anche le dimensioni quasi "tascabili". Il bagagliaio è uno dei migliori della categoria; i suoi 170 litri non sono molti in assoluto ma considerate le dimensioni dell'auto (334 cm. di lunghezza) rappresentano una capienza di tutto rispetto tenendo presente, inoltre, che sotto il piano di carico composto da uno strato di sottile ma robusta moquette) è alloggiata la ruota di scorta di dimensioni normali (optional da 80 euro). Una "chicca" per il tipo di auto è la presenza della luce di cortesia nel bagagliaio stesso. Il comfort acustico non è il massimo data la quantità esigua di materiale fonoassorbente utilizzata per isolare il motore dall'abitacolo.
Alla guida
Passiamo ora all'aspetto che più mi interessa e cioè come si comporta la citycar prodotta a Tychy, in Polonia (come le sue sorelle più "giovani" Panda e 500). Questa vettura è l'unica della sua categoria a vantare 4 sospensioni indipendenti seppur non modernissime (quelle posteriori derivano da quelle utilizzate sulla vecchia Uno) e ciò comporta un'agilità sorprendente specie nelle curve strette. La limitata larghezza delle carreggiate, però, crea qualche difficoltà nei curvoni presi a velocità sostenute; anche i pneumatici di dimensioni piccole (155/65 r13) non aiutano in tal senso anche se, dopo aver sostituito i Debica di primo equipaggiamento con dei ben più moderni e performanti GoodYear la situazione è di gran lunga migliorata, specie sul bagnato. La frenata è progressiva ma la mancanza dell'ABS nel modello da me posseduto crea qualche problema di bloccaggio sui fondi viscidi. La posizione di guida è discreta soltanto per chi è di statura inferiore al metro e settanta; le regolazioni si riducono all'escursione longitudinale del sedile (che ha una seduta piuttosto corta) e l'allineamento con i pedali (troppo ravvicinati tra loro) e lo sterzo non è perfetto. Lo sterzo, servoassistito, è leggerissimo in manovra e abbastanza preciso alle andature più elevate (anche se un po' scivoloso per via della plastica dura di cui è rivestito). Il cambio ha rapporti ben spaziati ma non è preciso negli innesti che danno la sensazione di essere un po' "gommosi". La frizione è leggerissima e in città non affatica nella guida a "singhiozzo". Il Motore pur non essendo un tradizionale "fire" a 8 valvole da 54 cv. muove senza problemi i 735 Kg. a vuoto di questa automobile e, anzi, garantisce un piacevole scatto fino agli 80 Km/h che permette di divincolarsi nel traffico con una notevole agilità; la ripresa, invece, è lenta e per effettuare dei sorpassi è bene scalare una marcia. In definitiva posso affermare che è un'auto molto divertente e nello stesso tempo facile da guidare anche se, già nelle medie percorrenze stanca per via del poco comfort offerto.
La comprerei o ricomprerei?
Ad oggi credo che si possa comprare soltanto sfruttando le offerte a Km.0 che talcolta propongo la 600 a meno di 6.000 euro, perché ci sono tantissime concorrenti (ultima nata la Chevrolet Spark) che con un costo di poco superiore offrono di più. La nota dolente di questa macchina è certamente la sicurezza passiva offerta agli occupanti, troppo scarsa per gli standard attuali, Come molti sapranno ha ottenuto solo 1 stella e mezza nei Crash test EuroNcap. Per i motivi suddetti io non credo che ricomprerei quest'auto, meglio spendere qualcosina in più ed acquistare una Panda (per restare in casa Fiat) che offre più spazio e soprattutto più sicurezza agli occupanti.
Fiat 600 1.1
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
2
4
3
1
10
VOTO MEDIO
2,4
2.35
20
Aggiungi un commento
Ritratto di Alessandro
12 febbraio 2010 - 11:45
Fino a 15 anni fa quella misura di pneumatici la montavano auto di segmento C...........Adesso forse solo la Hyundai i10........Diciamo che proggettando auto sempre più grandi i pneumatici devevono essere adeguati,però in certi casi sono davvero esagerati......Opel Insignia parte da 245R17/!!!!!!!!!!! Quando uscirà l'erede della 600 che forse la chiameranno Topolino,sicuramete avrà dimensioni molto maggiori della tua e i pneumatici partiranno almeno da 175R14.......Ormai 5 posti anche solo di libretto,in meno di 3,40m non li farranno più....... Bella prova molto molto piacevole.
Ritratto di Falcon87
12 febbraio 2010 - 14:53
Ciao Alessandro innanzitutto ti ringrazio per il tuo apprezzamento, sei molto gentile. Per quanto riguarda i pneumatici, come ho scritto nella prova, la macchina montava di primo equipaggiamento dei Debica Vivo che rendevano l'auto inguidabile appena cadeva una goccia di pioggia. Finalmente dopo circa 3 anni e 30.000 Km percorsi ho deciso che non era più il caso di girare con quelle gomme assurde (che hanno ancora la carcassa il acciaio) e ho montato 4 Good Year Duragrip. Da allora il comportamento della macchina è migliorato in maniera esponenziale specie in curva ed in frenata sul bagnato. L'unico difetto di questi pneumatici è che sono un pochino rumorosi su fondi non omogenei, ma per il resto davvero ottimi!
Ritratto di roberto88vv
12 febbraio 2010 - 14:35
ottima recensione per quella che oggi è l'ultima vera utilitaria oltre che l'ultima vera fiat (insieme alla panda). un'auto economica, robusta, che si mantiene con nulla e che risulta pratica e piacevole in ogni situazione, sarebbe un peccato toglierla dal mercato. un'auto che rende inutile la iq che per risparmiare 30 miseri cm costa il doppio e offre una praticità pessima (mi riferisco soprattutto al vano bagagli). è leggerissima e anche con soli 54cv ha prestazioni adeguate, la ripresa purtroppo è penalizzata dalle marce troppo lunghe, a mio avviso un errore progettuale molto grave. poco tempo fa ne ho provata una e sono rimasto stupito di vedere che in II tirava fino a 80-90km/h di tachimetro. il motore oltre a essere indistruttibile ha un'erogazione valida per una citycar, è elastico e raggiunge la potenza max a un regime basso (5000 giri), il che lo rende sfruttabile a differenza di una coreana progettata malissimo come la matiz che raggiunge la potenza max a regimi altissimi, caratteristica inutile e fastidiosissima per un'auto non sportiva. le gomme 155 vanno benissimo per un'auto del genere, sarebbro inutili più grandi, la tenuta di strada purtroppo è molto scadente per colpa del baricentro alto, l'assetto morbido fa la sua parte ma è una scelta corretta perchè aiuta a percepire i limiti della vettura che, diciamolo, non ha una grande stabilità. se avesse vuto un assetto rigiso sarebbe stata nervosa e pericolosa visto anche il passo corto
Ritratto di Falcon87
12 febbraio 2010 - 15:01
Ciao Roberto, ti ringrazio per aver apprezzato la mia recensione! Concordo con te sul fatto dell'economicità e robustezza dell'auto. Come diceva Henry Ford: "Quello che non c'è non si rompe" e la Seicento adotta questa filosofia. Posso dirti che in 5 anni (quasi 6) non ho fatto NESSUN intervento al di fuori dell'ordinaria manutenzione! Molti non mi credono ma non ho dovuto sostituire nemmeno una lampadina! L'unica cosa che ho sostituito sono gli pneumatici che ho cambiato per disperazione per il resto zero! Il motore è ottimo secondo me, al semaforo "brucio" tante auto + grandi e moderne ma concordo pienamente sul fatto che i rapporti siano un po' lunghi. La sicurezza è ahimé una nota MOLTO dolente in quanto la progettazione risale al 1991 e le auto di allora non garantivano granché in fatto di protezione per gli occupanti...
Ritratto di roberto88vv
13 febbraio 2010 - 00:07
"quello che non c'è non si rompe" è il motto che ormai tutti hanno buttato nel cesso, quanto erano belle le vecchie auto! anche le sportive erano prive di elettronica e inutili fronzoli. un amante della semplicità come me oggi non avrebbe scampo dovendo comprare un'auto nuova. la 500 a sua volta è una panda accorciata nello sbalzo posteriore (se noti hanno anche lo stesso passo) quindi il progetto risale agli anni '80 ed è un (piacevole) miracolo che un'auto così vecchia sia ancora in vita, è accaduto solo a poche vecchie glorie come defender e wrangler. quest'auto e le sue cugine hanno motorizzato l'italia, dalle mie parti (calabria) non puoi neanche immaginare quante vecchie panda girano, la gente le tiene (perchè non ha una lira e) perchè sono versatili, economiche e robuste. il motore ha potenza scarsa ma suffiente ma soprattutto ha la coppia distribuita in maniera perfetta, su una city car non serve a nulla tutto ciò che sta oltre i 5000 giri e infatti questo 1100 non ha nulla oltre quella soglia, ne prendano esempio gli altri costruttori. la sicurezza è problematica ok ma praticamente ti stanno immaginando tutti già spiaccicato su un muro, toccati le palle, è un'auto, non una macchinetta dell'autoscontro, sii prudente però sul bagnato e se c'è pericolo di neve o ghiaccio. riguardo le debica so che molti si sono trovati benissimo, io stesso le avevo giudicate bene ma se ti davano problemi hai fatto bene a cambiarle. io sotto una vecchia primera avevo montato 4 kingstar (il gommista mi aveva assicurato che erano ottime). sull'asciutto tutto ok ma appena la strada si bagnava l'auto diventava una saponetta e praticamente giudare significava esibirsi in lunghe serie di spettacolari controsterzi al limite, sottosterzi, sovrasterzi, sbandatine, lunghi in frenata, pattinamenti e involontarie acrobazie varie, sembrava di fare rally. dopo pochi mesi le ho eliminate per disperazione prima che loro eliminassero me e ho rimproverato il gommista di avere tentato di farmi fuori. andrebbe vietata la commercializzazione di certe schifezze perchè sono pericolosissime, tutte le gomme dovrebbero superare obbligatoriamente dei test di grip in varie condizioni ed essere sostituite per legge dopo un max di 6 anni
Ritratto di Falcon87
13 febbraio 2010 - 15:17
Roberto sei davvero un grande, non c'è che dire!! per quanto riguarda la mia presunta ed eventuale fine so che quello che dicono è per mettermi in guardia e non per portarmi sfiga (però una toccatina la do lo stesso... non si sa mai!!). Sulle Debica posso dirti che praticamente erano IDENTICHE nel comportamento alle Kingstar da te egregiamente descritte, magari erano già vecchie ed indurite al momento dell'equipaggiamento sulla mia auto, però erano qualcosa di scandaloso. Poi ad altri andranno bene per carità!! Infine spendo due parole su ciò che hai detto riguarda le vecchie auto semplici e robuste. In effetti le auto semplici come la seicento, ancora più la vecchia panda ecc. è molto difficile che vedano il meccanico (e ancor più di rado l'elettrauto!!!) e oltre l'ordinaria manutenzione non necessitano di molto altro!! E in caso di piccoli urti i pezzi li trovi ovunque e a pochi soldi!! Certamente però bisogna usarle in maniera responsabile; anche qui ci sono molte vecchie panda e sono per lo più le auto di chi vive in campagna (le strade periferiche sono a dir poco pietose!!) o di chi non fa tragitti superiori ai 10-15 km.... La prudenza non potrà MAI essere sostituita da congegni elettronici o cuscini gonfiabili, questo sicuramente, però purtroppo ci sono molti pazzi che guidano e che a chiunque potrebbe capitare di trovarsi di fronte! In questi casi un'auto + moderna e sicura fa la differenza, eccome!!
Ritratto di MIK_HF
12 febbraio 2010 - 13:29
Ciao Falcon87!! Anche io sono abruzzese.... sono di Manoppello... comunque complimenti per la prova.... come hai gia' detto la 600 e' molto ma molto pericolosa.... proprio un mese fa' un mio amico di 24 anni ha perso la vita a bordo della 600... ha avuto un frontale con una fiesta.... lui e' morto sul colpo (l'auto era completamente accartocciata e per estrarlo i vigili hanno dovuto "tagliare" la macchina)... la conducente della fiesta solo lievemente ferita.... mi raccomando fai attenzione con questa macchinetta... anzi... appena puoi vendila e compra un auto + sicura.... dammi retta!!!! ciao.
Ritratto di Falcon87
12 febbraio 2010 - 14:45
Ciao MIK siamo proprio vicini allora!! Io sono di Penne!! Mi spiace molto per la perdita del tuo amico, è davvero una tragedia... La macchina lo so, è poco sicura e non è un difetto da poco, io sono prudente alla guida ma le incognite sono sempre molte. Ti ringrazio per l'apprezzamento della prova! A presto, ciao!
Ritratto di ste85gangy
12 febbraio 2010 - 17:38
concordo è molto pericolosa anche dai crasch test ne era uscita malissimo mi chiedo perchè nel 2010 la fiat ancora tenga in listino un auto così pericolosa quando ormai si cerca sempre di più la sicurezza nelle auto cmq complimenti per la tua prova.
Ritratto di Falcon87
12 febbraio 2010 - 23:15
Ti ringrazio x i complimenti!! Lo so dal Crash test ne uscì molto male, anche se quell'esemplare non aveva gli airbag frontali. Secondo me con poche modifiche può avere un senso in mercati diversi, tipo Polonia, India e così via, dove le auto che girano sono davvero delle trappole mortali!!
Pagine
listino
Le Fiat
  • Fiat Tipo Station Wagon
    Fiat Tipo Station Wagon
    da € 18.300 a € 27.550
  • Fiat Tipo 5 porte
    Fiat Tipo 5 porte
    da € 17.050 a € 28.050
  • Fiat 500
    Fiat 500
    da € 14.500 a € 19.250
  • Fiat Panda 4x4
    Fiat Panda 4x4
    da € 17.000 a € 19.450
  • Fiat 500X
    Fiat 500X
    da € 19.750 a € 31.000

LE FIAT PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE FIAT

  • Nella terza puntata della miniserie FCA What’s Behind, dove il costruttore mostra il dietro le quinte dello sviluppo delle nuove auto, il centro prove di Balocco. Qui per saperne di più.

  • Per la seconda puntata dei mini-documentari nei quali la FCA ci porta dietro le quinte dei test di sviluppo, andiamo in Africa per vedere come si svolgono i collaudi al caldo torrido.

  • Attraverso una serie di spettacolari video, la FCA racconta come si svolgono i test per deliberare le nuove vetture del gruppo Fiat Chrysler. Qui per saperne di più.