Opinione

Pubblicato il 27 dicembre 2010

Listino prezzi Land Rover Freelander non disponibile

Qualità prezzo
5
Dotazione
5
Posizione di guida
5
Cruscotto
4
Visibilità
5
Confort
5
Motore
5
Ripresa
4
Cambio
4
Frenata
4
Sterzo
4
Tenuta strada
5
Media:
4.5833333333333
Perchè l'ho comprata o provata
Ho acquistato una Land Rover Freelander 2 perché mi è piaciuta molto la linea da vero fuoristrada, una macchina così la desideravo da tempo. Quando l'ho provata mi ha stupito per le sue ottime prestazioni ed il suo confort. Una vettura ottima sia sui percorsi critici che sulle strade cittadine. Desideravo da tempo possedere un FUORISTRADA con queste qualità che si differenzia dai SUV di ultima generazione. Ottime doti di comfort e silenziosità come pure una buona accelerazione e buone capacità in fuoristrada.
Gli interni
La mia versione è un full optional, però molto era già di serie, comunque gli interni sono molto belli con sedili in pelle traforata (di cui gli anteriori riscaldabili), navigatore satellitare, dispositivo per ascolto indipendente della radio ai sedili posteriori tramite jack, impianto audio con otto altoparlanti più subwoofer (marca Alpine). Ottima posizione di guida e sedili posteriori ampi e comodi. Il bagagliaio è capiente e sotto il piano si trova la gomma di scorta. Insomma ha veramente di tutto. In quanto a montaggi niente da dire, sono montati perfettamente, l'unica pecca, forse, è l'uso di alcune plastiche non in sintonia con la qualità che sempre contraddistingue il marchio Land Rover. Comunque, nel complesso, un ottima vettura che certamente soddisferà anche i più intransigenti.
Alla guida
Appena saliti ci si trova subito a proprio agio, poi si cerca il buco della chiave e ci si ritrova un pulsante che premuto per un secondo insieme alla frizione fa avviare il veicolo e si sente il borbottio del 2.2 td4_e (Start&Stop) s'ingrana la prima e il motore spinge subito forte. In autostrada va che è una meraviglia, è la prima volta che quando guido mi rilasso. In fuoristrada finora non l'ho ancora provata, mi sono limitato a guidarla su una decina di centimetri di neve e andava bene grazie al Terrain Response e alle gomme M+S. In autostrada, a velocità sostenuta, con molto vento laterale, la vettura si presenta stabile e non risente di sbandamenti pur avendo fiancate massicce.
La comprerei o ricomprerei?
Penso di aver fatto un ottimo acquisto e sono soddisfatto delle prestazioni e della vettura nel suo insieme.
Land Rover Freelander 2.2 TD4 HSE DPF
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
1
2
0
0
0
VOTO MEDIO
4,3
4.333335
3


Aggiungi un commento
Ritratto di paolobolle
19 aprile 2011 - 17:28
Bè non è un Jeep Wrangler o un Discovery però rispetto ad una Fiat 16 o una Dacia Duster va molto meglio in fuori strada!!!
Ritratto di maui.maui
22 settembre 2012 - 09:51
Sarebbe il caso di non dire fesserie, poter montare molle ad ampia escursione o al limite anche i differenziali dell'unimog , semiassi e giunti rinforzati, non vuol dire nulla, in merito alla validita' di un progetto di un mezzo, potrei anche fare un big foot partendo da una carrozzeria di una freelander. === Il punto e' che questa auto non ha le ridotte ne il-i blocco-chi del differenziale-i, tale possibilita' la simula controllando con i freni la ruota che slitta. Non vorrei che passasse l'idea che avere o non avere le ridotte e' la stessa cosa perche' c'e' il terrain response, o altro sistema di gestione automatico-elettronico, che possono funzionare in generale, ma ti possono compromettere in altri casi. Faccio un esempio se io devo affrontare un percorso nella sabbia per es con una Land_cruiser o con un Pajero o Patrol con integrale inserita potrei notare che man mano che la sabbia diventa piu' asciutta e meno compatta arriva il momento che dopo esser passato dalla seconda alla prima, le ruote non ce la fanno piu' a girare e il mezzo si pianta da non poter girare le ruote nemmeno a marcia indietro; anche se sarebbe il caso di farlo prima in funzione del terreno da affrontare, ma nel momento in cui inserisco le ridotte per esempio la seconda ridotta le ruote ricominciano a girare addirittura riselendo dall'affossamento in cui si trovano, questo perche' la potenza dei 170 ipotetici cavalli e' convogliata su un riduttore che funziona un po' come una mountain bike che in salita mi si pianta con corona grande e rocchetto piccolo, ma mi permette di avanzare se uso la corona piccola col rocchetto grande, e' come se dopo aver messo la prima ho ancora altre 3-4 marce piu' corte - infatti i camion hanno anche 18 o piu' marce, proprio per affrontare le salite quando sono carichi. =============== Attenzione pero' che in caso di terreno inconsistente se si usa subito la prima ridotta es. su sabbia asciutta o neve si potrebbe rischiare di scavarsi la fossa da soli perche' la potenza e' talmente tanta con il mezzo in lento avanzamento che l'aggressione al terreno potrebbe far sprofondare da subito il mezzo, peggio che se si usassero solo le 4 ruote motrici, meglio e' tenersi su marce alte 2-3 ridotta. Da qui anche l'essenzialita' del cambio manuale, a volte e' meglio usare le marce alte es la 2 o la 3 anche se la velocita' di avanzamento richiederebbe rispettivamente la seconda o la prima per superare un terreno in salita inconsistente o scivoloso piuttosto che mettere la prima o la seconda provocando lo slittamento delle ruote perdendo motricita' fermandosi dopo poco, questo vale anche per le auto 4x2. (Piccola digrssione, puo' essere utile in salita in casi eccezionali di scarsa aderenza con neve scivolosa o ghiaccio procedere ad esempio con un'auto 4x2 in salita mantenendo la terza o la seconda con una buona velocita' che non consentirebbe di per se di affrontare una certa curva, perche' la velocita' sarebbe troppo sostenuta andando in sottosterzo, ma attraverso l'ausilio del freno a mano e dosando il volante si puo' ottenere il cambio di direzione rapido e in sicurezza senza praticamente rallentare evitando quindi di togliere gas e magari dover per forza poi inserire la prima piantandosi dopo pochi metri per avvenuta scarsa aderenza, per marcia troppo bassa.) Le ridotte sono essenziali per superare grossi ostacoli ad es. prima ridotta, in caso di terreni rocciosi con rocce piu' grandi di mezzo pneumatico ad esempio, in caso di traino di un mezzo magari perche' impantanato o per traini su notevoli salite con buon grip o superamento di salite con buon grip vicine al ribaltamento. Possono essere essenziali in caso di notevoli discese garantendo un avanzamento lento e controllato piu' della prima marcia (troppo veloce e con poco freno motore) in caso di fondi ripidi e scivolosi si da garantire sempre una accettabile trazione e direzionalita' usando non i freni, ma il freno motore. Come spesso capita ad esempio quando si guida un battipista su nevi polverose in pendenze notevoli, la neve scivola sotto i cingoli piu' velocemente del mezzo, e questo scivolamento puo' far cambiare direzione al gatto con esiti catastrofici, per questo al primo cenno di intraversamento occorre dare gas in modo controllato da recuperare la velocita' di scivolamento della neve mentre si riprende la direzionalita' della discesa evitando di mettersi di traverso, e rallentando appena possibile. E parlando di Jeep es. su una duna, o su neve, puo' capitare che con la prima marcia al minimo si proceda troppo velocemente in discesa, mettendo a rischio da subito la direzionalita' del mezzo. Tutto qui. Forse prolisso, ma spero di esser stato chiaro. Un saluto
Pagine
listino
Le Land Rover
  • Land Rover Defender
    Land Rover Defender
    da € 51.400 a € 103.120
  • Land Rover Range Rover Evoque
    Land Rover Range Rover Evoque
    da € 40.000 a € 73.000
  • Land Rover Discovery
    Land Rover Discovery
    da € 58.900 a € 89.094
  • Land Rover Range Rover Sport
    Land Rover Range Rover Sport
    da € 69.100 a € 137.400
  • Land Rover Range Rover
    Land Rover Range Rover
    da € 106.700 a € 299.700

LE LAND ROVER PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE LAND ROVER

  • Tecnicamente evoluta e molto curata nel design e nelle finiture, la nuova Defender può affrontare il fuori strada più severo. Qui per saperne di più.

  • Grazie a questa nuova tecnologia sviluppata dal gruppo Jaguar Land Rover sarà possibile interagire con lo schermo del sistema multimediale senza effettivamente toccarlo. Qui per saperne di più.

  • La Discovery Sport è cambiata molto nella sostanza e poco nell’aspetto. Le 4x4 sono ibride “leggere” e hanno doti di fuori strada non comuni. Il 2.0 a benzina da 249 CV fa poco rumore; e l’assetto privilegia soprattutto la comodità. Qui per saperne di più.