Audi Q5 2.0 TDI 177 CV Clean Diesel Advanced Plus S tronic quattro

Pubblicato il 15 dicembre 2012
Ritratto di Enrico Q5
alVolante di una
Ford Fiesta 1.5 TDCi 75 CV Titanium 5 porte
Audi Q5
Qualità prezzo
3
Dotazione
4
Posizione di guida
4
Cruscotto
4
Visibilità
3
Confort
3
Motore
5
Ripresa
5
Cambio
5
Frenata
4
Sterzo
4
Tenuta strada
4
Media:
4
Perchè l'ho comprata o provata
Premessa: ho 13 anni e non l'ho guidata. L'ha comprata mio padre nel dicembre 2012 per sostituire la vecchia Q5 che avevamo. Rimasto pienamente soddisfatto di essa, appena dopo la presentazione della nuova, andammo da un concessionario Audi per vedere il nuovo modello. Vista e rivista, la ordinò il 25 ottobre e dopo meno di un mese e mezzo (i tempi di consegna sono di 2 mesi), il 5 dicembre arrivò quella nuova. L'abbiamo portata a casa per 23.000€ (con ritiro della vecchia Q5), contro un listino di 59.915€ chiavi in mano. Esternamente la Q5 cambia per la mascherina con il bordo cromato e gli angoli superiori smussati, per i gruppi ottici sempre allo xenon, ma con un led unico come luce diurna al posto dei led staccati, per le finte prese d'aria inferiori (dove ci sono i fendinebbia). Queste cambiano, però, perchè è presente il pacchetto S-Line esterno (oltre a quello interno), ovvero paraurti anteriore sportivo con cornici dei fendinebbia cromate, mascherina con listelli cromati, minigonne laterali, spoiler posteriore più grande e finto estrattore d'aria posteriore con, in sinistra, lo scarico cromato. Al posteriore le differenze con la vecchia sono i fari, anch'essi con le luci rosse a led continuo. Anche i cerchi sono diversi, sempre da 20". La nuova Q5 che abbiamo è più dotata dell'altra, perché è in versione Advanced Plus, ovvero con il navigatore con bluetooth e comandi vocali, sensori di parcheggio posteriori, fari xenon e cerchi da 18" di serie. Gli optional aggiunti in più rispetto alla vecchia sono: portellone del bagagliaio automatico, navigatore MMI Plus, specchio interno retrovisore schermabile automaticamente, paddles al volante, start&stop, assistenza alle partenze in salita e pacchetto luci. Vedendola fuori di notte è molto bella, impreziosita da varie luci a led facenti parte del pacchetto luci, come ad esempio sotto gli specchietti. Ma adesso apriamo la portiera...
Gli interni
Appena si apre la portiera della Q5 si nota un abitacolo luminoso, sopratutto di notte, quando sotto i piedi dei passeggeri e sopra le maniglie interne si illuminano i led del pacchetto luci. In sostanza, l'abitacolo non è cambiato granché rispetto a quello della vecchia Q5. Le differenze stanno in piccoli particolari, ma belli come i tasti degli alzavetro, i bordi delle bocchette e i bordi del perno delle lancette del contachilometri cromati (pensate un po'), nel volante, più bello e anche più pratico, visto che ha più tasti per controllare computer di bordo e navigatore (adesso viene chiamato Q-Design). Anche il computer di bordo è cambiato: è stato totalmente riprogrammato, la grafica non cambia (non ce n'era bisogno), ma può dare più informazioni nella stessa schermata, come avvisi su risparmio carburante. Altre differenze sono sono la plancia con inserti in plastica lucida, (come intorno al clima), la leva del cambio di forma diversa e il clima trizona semplificato nei comandi (esempio il riscaldamento dei sedili con 3 funzioni al posto di 6). Ma la differenza sostanziale sta nel sistema di infotainment MMI. Noi abbiamo il "plus"con la caratteristica del joystick nella rotella centrale. Esso permette di muoversi per la mappa e in contemporanea ti dà le coordinate del luogo. Anche questo è stato semplificato nei comandi (ce ne sono meno) e la grafica, veramente chiara e gradevole, è la stessa di A6, A8, ecc... Le cose che mi piacciono di più sono il menu CAR dove si vede un Q5 con, ad esempio, il flusso dell'aria nell'abitacolo e la mappa con carte 3D e i palazzi, tipo duomo di Milano, anch'essi in 3D. Questi sono presi da Google Earth. I sedili, sempre comodi e avvolgenti come prima, hanno adesso di serie con l'S-Line le cuciture in contrasto (anche nel cambio e nel volante), molto gradevoli da vedere. Il tessuto della parte centrale dei sedili è riportato nei fianchetti delle portiere, dove c'è la maniglia. L'unica lacuna rimane lo scarso spazio nei sedili posteriori, ma d'altronde le dimensioni sono inalterate e quindi non è cambiato niente. Ma adesso mettiamo la chiave nel blocchetto...
Alla guida
Si inserisce la chiave nel blocchetto, si preme la chiave e freno e il 2.0 TDI prende vita. Appena si accende si nota subito che il rumore è cambiato, dentro si sente meno e fuori si nota la differenza con l'altro (questo di adesso ha un rombo più cupo). Le 5 stelle a motore, cambio e ripresa sono davvero meritate, perché è su questo che la Q5 cambia veramente. Ci si rende subito conto, appena si parte, che ci sono quei 7 cavalli in più nel motore nella ripresa, dove nello scatto 0-100 perde addirittura 1 secondo. Merito anche del famoso S-Tronic a 7 marce. Anch'esso è cambiato e l'Audi ha lavorato diversamente sulla logica della cambiata; infatti il problema che c'era in cambiata 1°/2° è scomparso e tutte le cambiate sono dolci e rapide. Nella nuova, adesso, abbiamo anche i paddles al volante. Veramente comodi e gratificanti) per la guida sportiva. Dico guida sportiva perchè a bassa velocità non hanno la stessa sensibilità che hanno ad alta velocità. In sport, il cambio dà il meglio con cambiate rapidissime e inavertibbili, ma un po' bruschi (non si avverte tanto questo fastidio). In fuoristrada non ho avuto ancora occasione di andarci con quella nuova, ma visto che la trazione integrale Quattro è sempre la stessa, la nuova andrà bene come la vecchia. Una cosa in più che abbiamo adesso è lo start&stop che tutti gli appassionati dovrebbero sapere cos'è. Funziona molto bene e l'uso è molto semplice: basta schiacciare il freno e la macchina si segne, ma non a vettura fredda (questo è segnalato sul computer di bordo). Può sembrare una noia, ma questo porta migliorie ai consumi. Infatti i consumi sono migliorati grazie a questo e al miglior funzionamento del motore nell'erogare potenza. Aiuta anche di granlunga il cambio, che in Drive tiene constantemente le marce basse. Esempio a 130 km/h in autostrada il motore gira in settima a circa 1900/2000 giri/min. La frenata è buona e i dischi autoventilati fanno il loro dovere. Rimane la pecca del comfort, ancora per via dell'assetto sportivo e per il divanetto posteriore non tanto largo, ma la silenziosità è migliorata nettamente rispetto alla vecchia. Sembra, all'interno di sentire un 3.0, non un 2.0. La visibilità è rimasta inalterata, ovvero discreta perchè si che ci sono grandi specchi retrovisori, ma i montanti posteriori sono fin troppo grossi.
La comprerei o ricomprerei?
Bene, ho scritto la prova dopo una settimana e 580 km circa percorsi fino ad adesso e ne sono già soddisfatto come anche mio padre. La ricomprerei? Certamente, perchè l'Audi ha fatto veramente un ottimo prodotto e l'ha migliorato dove magari la vecchia Q5 non era all'altezza del resto. I pregi rimangono sostanzialmente quelli della vecchia, ovvero ottime doti in fatto di prestazioni, consumi e finiture interne e buone doti in fuoristrada. I difetti invece rimangono la scomodità nei posti posteriori, la visibilità posteriore e il prezzo, non proprio da questi tempi, ma i soldi che abbiamo sborsato li vale veramente tutti. Spero che la prova vi sia piacciuta e commentate in numerosi. Enrico Q5.
Audi Q5 2.0 TDI 177 CV Clean Diesel Advanced Plus S tronic quattro
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
9
5
5
1
6
VOTO MEDIO
3,4
3.384615
26


Aggiungi un commento
Ritratto di Jacopino
29 dicembre 2012 - 01:07
Il Q5 non è affatto ridicolo, l'unico problema delle Audi (e delle tedesche in generale) è che per avere tutti gli accessori che auto così si meritano (fari xenon, sedili in pelle, navigatore, cerchi da 20, tetto in vetro) bisogna sborsare cifre colossali. Alcuni, invece di riempire l'auto di accessori, preferiscono spendere di più sul motore e optare sul 3.0, però devo dire che con i limiti di oggi, il costo dei carburanti e dell'assicurazione, optare per motori downsized è una scelta ragionevole. Te lo dice uno che, per colpa di un'audi a 6 cilindri, è rimasto con due punti della patente e ha avuto più di 1000 euro di multa!!
Ritratto di Subaru_Impreza
29 dicembre 2012 - 01:20
Quello può succedere anche con una panda 750 se ci tiri il collo..................... Io ormai in diversi anni ci tiro spesso e non ho ancora perso un punto. Poi può capitare a tutti di beccare la pattuglia con l'autovelox dietro il cespuglio e rimanere f0ttuti, ma se uno sta attento è difficile. Il Q5 è assolutamente ridicolo perchè con quello che costa un po' accessoriato il 2.0 dovrebbe essere molto + grande e con un motore da 3.0 in su. Poi al giorno d'oggi è anche vero che sono pochi ormai i polli che viaggiano su auto con cilindrata superiore a 2.0 con targa italiana e fanno anche bene a metterglielo in cul0 a sto governo di m3rd4 visto che il criterio x il superbollo è quantomeno assurdo e ti partono dei controlli fiscali x toglierti anche le mutande quando sanno tutti che i patrimoni veramente grandi, quelli dei grandi imprenditori evasori risiedono nei famosi paradisi fiscali. La finanza al massimo in questo modo tira su le briciole, se volesse i polli grossi dovrebbe agire diversamente, ma si sa che ai politici fa comodo così.
Ritratto di Jacopino
29 dicembre 2012 - 13:07
Sulla dimensione del suv non sono d'accordo.. Credo che la Q5 sia la dimensione ideale: oggi non vanno più di moda i suv più grandi, sono troppo pesanti, vistosi e costosi (avresti forse comprato un Q7??).. Sul fatto di rinunciare al 3.0 per motivi fiscali sono invece d'accordo: oggi auto di quella cilindrata sono a rischio redditometro, nella più classica tradizione italiana di criminalizzazione della ricchezza
Ritratto di Max72Bergamo
27 dicembre 2012 - 10:53
Scusami Enrico ma la tua Q5 e' quella della foto?quindi bianca?
Ritratto di Enrico Q5
27 dicembre 2012 - 12:52
1
Si è quella mia
Ritratto di lada-niva22
27 dicembre 2012 - 12:45
...la prova anche se ovviamente trovo più "corrette" quelle fatte dai "proprietari guidatori". Secondo me, per quanto l'auto possa esser valida, il prezzo di listino è assolutamente folle in quanto stiamo parlando di un SUV, quindi di una categoria ibrida che non eccelle in niente di particolare. Inoltre è pur sempre una Tiguan "ricarrozzata".
Ritratto di marcoveneto
29 dicembre 2012 - 13:28
bella macchina e prova molto buona!p.s. lascia stare chi critica la tua macchina che è solo invidioso di non potersela permettere..zero obiettività!
Ritratto di Moreno1999
25 febbraio 2014 - 18:51
4
L'auto non mi dispiace affatto ma preferisco l'X3 (seppur io sia un estimatore delle Mercedes, ammetto che la GLK è proprio brutta e la Q5 mi sembra un po...triste). Comunque ottimo motore e prova scritta molto bene. Alla fine molte delle prove scritte da minorenni sono molto più complete di quelle scritte da 40enni, ad esempio anche la parte "alla guida" della tua prova penso che sia completa e veritiera.
Pagine
listino
Le Audi
  • Audi Q7
    Audi Q7
    da € 71.300 a € 81.800
  • Audi R8 Spyder
    Audi R8 Spyder
    da € 168.050 a € 213.800
  • Audi A4 Avant
    Audi A4 Avant
    da € 37.500 a € 94.600
  • Audi A8
    Audi A8
    da € 96.200 a € 160.250
  • Audi Q3 Sportback
    Audi Q3 Sportback
    da € 38.200 a € 71.100

LE AUDI PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE AUDI

  • L’Audi Q5 si aggiorna: cambia poco dentro e fuori, ma ora è ibrida “mild”. Valido il nuovo sistema multimediale e di qualità il comfort (tranne che per i sedili sportivi di serie). Qui per saperne di più.

  • La nuova generazione dell’Audi A3 Sportback mantiene le forme sportive e le linee affilate, ma la guida è ancora più precisa e appagante. Nota dolente? Il prezzo pesante. Qui per saperne di più.

  • I nuovi fanali posteriori dell'Audi Q5 restyling sono dotati dell'innovativa tecnologia Oled che consente di realizzare simpatici giochi di luce. Qui per saperne di più.