Alfa Romeo Giulietta 1.6 JTDm Distinctive

Pubblicato il 4 febbraio 2013
Qualità prezzo
3
Dotazione
5
Posizione di guida
5
Cruscotto
4
Visibilità
3
Confort
5
Motore
4
Ripresa
5
Cambio
3
Frenata
5
Sterzo
5
Tenuta strada
5
Media:
4.3333333333333
Perché l'ho comprata o provata
Ho sempre avuto auto tedesche di piccole-medie dimensioni (Opel Vectra e Corsa, WV Golf 4° serie, Ford Fiesta, tutte ottime e mai un problema), e a noleggio per lavoro ho guidato un po' di tutto (auto grandi e piccole, monovolume, suv, anche una cabriolet). Proprio grazie al noleggio e al fatto di tenere l'auto almeno una settimana ho notato i grandi passi avanti fatti dal gruppo FIAT a partire dalla Grande Punto. Quindi da un po' di tempo avevo l'idea di passare a un'auto italiana che fosse ANCHE costruita in Italia (non in Polonia o altrove), anche con la speranza di pagare un pezzetto di stipendio a un operaio/impiegato italiano. Inoltre é la più avanzata come dotazione di controlli elettronici DI SERIE. Ho provato le 1.6 e 2.0 JTDM di colleghi (ce ne sono ben 4 nel parcheggio, segno che é piaciuta) e la 1.4 TB 120CV del concessionario, poi ho scelto per me una 1.6 JTDM. Annualmente faccio 20-25.000Km, poteva starci anche il benzina. L'ho acquistata a KM 0, allestimento distinctive, bianca, col ruotino di scorta anziché il kit riparagomme e il blu&me. La scelta é dovuta anche al prezzo e alla disponibilità del Km0. Se non fosse stata la Giuly, sarebbe stata la Lancia Delta: macchina ben rifinita e purtroppo poco capita. Premetto che non sono un appassionato Alfa Romeo, né un difensore a tutti i costi del prodotto italico, ma dato che ormai le auto sono tutte buone non vedevo il motivo di spendere i miei soldi all'estero.
Gli interni
Ottimi i sedili in stoffa di serie dal profilo sportivo, che trattengono abbastanza e sono comunque comodi. Hanno purtroppo la rotella di regolazione molto vicina al montante centrale e faccio fatica a infilare la mano. Dal sedile guida ogni tanto in frenata e ripartenza si sente un leggero scatto nella schiena: é un difetto noto e sembra che basti aprire le cerniere e lubrificare il pezzo incriminato, per ora lo tengo così poiché é davvero sporadico. Dal sedile passeggero, quando é vuoto, a volte proviene uno scricchiolio dovuto alla regolazione dello schienale: muovendo di poco la rotella sparisce per qualche giorno. La plastica sulla parte superiore del cruscotto e delle portiere é leggermente mordida, e convive con parti in plastica rigida: sembra ben montata ma in realtà la qualità é mediocre. Dall'interno del cruscotto, dietro il tachimetro, provengono ogni tanto degli scricchiolii di plastica, così come dalla parte destra dell'abitacolo e dalla fascia orizzontale centrale vicino alla radio. Inoltre é stata consegnata con lo sportello fusibili incastrato male, che era a sua volta fonte di fastidioso scricchiolio (va beh, basta infilarlo bene, ma é indice di poca cura da parte del concessionario). La parte inferiore del cruscotto é molto meno curata: la plastica del tunnel centrale é solo appoggiata, é leggera e flette, così come il profilo nero di contorno alla base del cambio (che é come quello leggerino della Lancia Y nuova). Il cassetto portaoggetti é molto capiente, tuttavia mancano altri vani portaoggetti. Quello sopra al cruscotto (dove ci andrebbe il navigatore) é inservibile poiché piccolo e lo sportellino ha un aggancio debole che richiede tre-quattro tentativi per farlo chiudere. Il piccolissimo vano accanto al mantettino DNA va bene solo per un mazzo di chiavi. Insomma, se avete un CD o una busta non sapete dove metteli. I comandi al volante per blu&me e radio sono comodi, però la presa usb é inspiegabilmente posta in fondo al cassetto portaoggetti: é irraggiungibile durante la guida, e anche da fermi é difficile trovarla. Ma perché non l'hanno messa sul tunnel centrale come tuttle le altre macchine? Il blu&me funziona con le telefonate ma il suo volume é sempre basso e ad ogni telefonata devo alzarlo, mentre non legge gli sms in arrivo (annuncia solo l'arrivo di un messaggio) col mio telefono (che secondo la lista del sito ufficiale é compatibile!!!). I comandi del clima automatico danno una bella sensazione di solidità sotto le dita, ma i led rossi sono del tutto invisibili con la luce del giorno e bisogna usarlo "a occhio" facendoci l'abitudine. Il clima sembra funzionare bene in tutte le sue funzioni, ma il flusso dell'aria é molto rumoroso già a metà velocità. Le bocchete per i piedi e per il parabrezza fanno il loro mestiere, ma dalle bocchette centrali esce solo un leggero soffio di aria e sono poco usabili: evidentemente i flussi di aria non sono stati ben studiati o i condotti non sono ben dimensionati. Inoltre spesso arrivano delle lame di aria fredda sui piedi e sulle gambe all'improvviso pur col riscaldamento acceso. Lo schermo del computer tra i due strumenti circolari fornisce molte info ed é configurabile sui dati da mostrare: bello graficamente ma poi dopo aver scorso i menù si trova il preferito e non lo si usa più. Inoltre é illuminato di rosso ed é illeggibile con la luce del giorno: questa é una pecca notevole, mai successo sulle altre auto. Il resto della strumentazione (analogica) é bella e funzionale, così come sono pratici i comandi luci e cruise sulle levette sinistre. Bagagliaio notevole: buona capacità, tasche laterali comode per esempio per infilarci bottiglie o piccoli oggetti, presa 12V, buona illuminazione. Sedili reclinabili facili da usare però si piega solo lo schienale mentre la seduta non si ribalta in avanti: resta così un piano inclinato invece che piatto. La soglia ha una altezza uguale alle altre auto, però il paraurti sporge un po' col risultato di strofinarci sopra i pantaloni e di doversi sporgere di più in avanti per caricare: scomodo per esempio per caricare pacchi di acqua al supermercato. Alette parasole piccole, non parano niente e si sganciano lateralmente troppo facilmente, in compenso buoni gli specchietti di cortesia illuminati.
Alla guida
Motore buono ma non eccezionale, bisogna capirlo e non pretendere ciò che non ha. Pur essendo un 1.6 e col peso dell'auto di oltre 1300 Kg ha una discreta ripresa, però vibra molto al minimo: basta però salire di giri di un'inezia che le vibrazioni spariscono. In movimento é molto fluido e riprende sempre bene in tutte le marce, anche se si sveglia sui 2000 rpm. É anche silenzioso tanto che diventano fastidiosi i rumori aerodinamici (che si presentano già molto evidenti da 70-80Km/h). A questo aspetto contribuisce sicuramente l'insonorizzazione anche sul cofano motore. In Normal é un po' pigro e spinge fino a 3500 rpm, mentre in Dinamic l'acceleratore elettronico é molto più brusco, ha un effetto on-off notevole (come sulle moto ma é il suo bello), spinge bene oltre i 4000 rpm e sale di giri molto velocemente. Come prestazioni non posso lamentarmi, sò che non é il 2.0 da 140-170 CV e quindi non gli chiedo di più: per un uso normale basta e avanza, arriva a 130Km/h velocemente e in silenzio e confort, continua ad allungare senza sforzo e mura un po' verso i 160-170Km/h (3500 rpm in 6°). Sulle statali ha sempre una buona riserva e per un sorpasso un po' rapido il Dinamic fa davvero il suo mestiere. É anche un po' sportivo, nel senso che altri diesel (gruppo PSA per esempio) che ho provato gradivano di più i bassi regimi (1500-2000 rpm) dove invece questo mostra di essere un po' sforzato. E' un motore che va guidato a partire dai 2000 rpm, dove lo si sente realmente più sciolto e scattante. L'indicatore di cambiata GSI si ostina invece a voler far mettere tutte le marce (anche la 6°!!!) a bassa velocità col risultato (se lo si segue) di avere sempre il motore sotto i 1500 rpm dove vibra e sforza inutilmente. Inoltre, che ironia, se si segue il GSI i consumi ne risentomo moltissimo: consuma di più in 5° marcia a 1500-1700 rpm che in 4° marcia a 2000-2500 rpm. I consumi sono buoni ma mi aspettavo di meglio: ovviamente i dati dichiarati sono scandalosi rispetto alla realtà.. Il mio percorso tipico é 25+25Km in tangenziale e autostrada: con la mia guida tranquilla e costante a 80-110Km/h senza grosse accelerate la media é 18Km/l. Su una statale in piano in 4° marcia a 70-90 Km/h si percorrono 20-21Km/l, se si tiene la 5° siamo sui 18-19Km/l. In autostrada fisso ai 130Km/h col cruise control 17Km/l. Questo coi cerchi da 16" e le gomme invernali. Il computer é preciso: le indicazini corrispondono poi al rifornimento che faccio. A questo punto un benzina non era tanto più dispendioso. Fastidiosissimo per me il funzionamento del filtro DPF: si rigenera ogni 350-400Km, e impiega circa 8-10Km. L'unico indizio del funzionamento é dato dal consumo istantaneo che praticamente raddoppia. Contemporaneamente la lancetta del carburante fa uno scattino in basso: secondo me un buon 1,5 litri se ne vanno durante la rigenerazione. Altri sintomi sono la ventola che si accende, ma é molto silenziosa e si sente solo fermandosi e aprendo il finestrino. Le prestazioni sembrano restare le stesse. Sembra che abbia un sesto senso: si attiva sempre quando sto varcando il cancello del lavoro o sto posteggiando in garage. A volte spengo (e lascia un odore di bruciato veramente pestilenziale), ma quasi sempre giro indietro e la porto a spasso per un po'. Però mi da fastidio essere al servizio dell'auto e doverla a portare a fare i bisogni quando vuole. Se vogliamo ha una sua logica legata al mio percorso: rettilineo di circa 25Km. Ci mette 8km a scaldarsi, più un'altro 10Km a decidere se spurgare o no, quindi nell'intorno dei 20Km é pronta per rigenerare. Ai colleghi che fanno qualche Km più di me ad ogni tragitto casa-lavoro non succede, ha giusto il tempo di rigenerarsi completamente. Finora mai accesa la spia del DPF. Vedremo in estate come si comporta: per ora la macchina ha 3 mesi di vita e 6500 Km tutti percorsi a basse temperature e con gomme invernali. La prossima però la prendo a benzina (e probabilmete sarà ancora una Giuly). Freni ottimi, la prima parte della frena é dolce e poco potente, adatta alla guida normale su statale, mentre premendo un po' di più rallenta con decisione restando modulabile e stabile. Purtroppo le pastiglie del disco posteriore destro restano un po' incollate e cigolano un po' in colonna. In Dinamic il pre-fill é eccellente: sollevando il piede bruscamente e frenando l'azione é incisiva e immediata. Controlli elettronici: li ho provati sulla neve appena caduta e devo dire che sembrano funzionare. Una bella accelerata in 2° e non ha fatto una piega, solo un rumore gracchiante tipo il limitatore delle moto, e nessun sintomo di sbandata neanche al volante. Ho provato a esagerare volutamente in rotonda (vuota) col fondo umido di pioggia e ho avuto l'impressione che il posteriore si muovesse leggermente, però nessuna spia accesa sul cruscotto quindi ipotizzo che telaio e sospensioni facciano bene il loro dovere prima ancora dell'elettronica. Di sicuro poi le gomme invernali influiscono, devo ancora provarla bene con le estive. Non ho verificato il sistema che alza la coppia (o qualcosa del genere) in caso di scalata brusca per meglio accordare motore e cambio: come dicevo ho una guida tendenzialmente tranquilla e i controlli li vedo più come un aiuto alla sicurezza che alla guida sportiva. Il cambio é un po' duro, specie in prima e seconda, e non trasmette un gran feeling: le marce entrano, e stop, nessun piacere particolare a manovrarlo. Inoltre capita scalando 5°-4° che la marcia non entra e la leva si ferma in posizione di folle. Frizione leggera e comoda. E non venitemi a dire che non lo so usare, perché non mi é mai successo con altre auto anche più economiche. L'assetto di serie e coi cerchi da 16" é abbastanza morbido: é confortevole ma si perde un po' in percezione del fondo e in precisione della traiettoria. Di sicuro il pacchetto sport vale la pena montarlo per avere un assetto più rigido, almeno a mio gusto. Sterzo in Normal molto leggero, troppo per i miei gusti ma va bene in città, mentre in Dinamic si indurisce notevolmente: per me sarebbe preferibile lasciarlo così di serie, si segue meglio la traiettoria impostata. Col motore 1.6 JTDM é quindi un'auto molto confortevole e silenziosa, ammortizzata il giusto. D'altronde chi sceglie questa non é uno sportivo ma guarda al sodo: comodità e sicurezza. Lo specchietto retrovisore é posizionato molto al centro del parabrezza, ad altezza occhi e limita la visibilità nelle curve a destra e in città: spesso devo abbassare un po' la testa per vedere bene. La colpa é del supporto molto massiccio che contiene anche le spie delle cinture e i sensori luci/tergi. Come per lo specchietto interno, ci sono problemi di visibilità a sinistra dovuti ai montanti anteriori molto grossi: attenzione ai pedoni agli incroci. Per il lunotto nessun problema, la visibilità in marcia é come tutte le auto, e anche in manovra si fa subito l'abitudine anche se i montanti posteriori grossi un po' creano difficoltà. Va detto che i sensori di parcheggio sono una grande comodità e una volta provati non si fa più senza. Gli specchietti laterali sono grandi e aiutano molto nelle manovre. Anche il raggio di sterzata é abbastanza stretto e in definitiva si parcheggia bene. Solo il muso lungo toglie un po' di visibilità in basso, casomai ci fosse un panettone, ma quel cofanone é anche il suo bello:-). Molto bella la vernice bianca lucida, buone le guarnizioni alle portiere (i montanti interni restano pulitissimi) anche se sono infilate a incastro e con le dita si sollevano facilmente. Comodissime le luci sottoporta. Le cerniere delle porte invece sono un po' economiche, e la porta posteriore sinistra é un po' dura e suppongo leggermente storta poiché i profili cromati non combaciano bene (é uguale identica anche sulle Giuly dei colleghi). Fari potenti e chiari, hanno la tendenza a perdere di lucentezza causa lo sporco che si accumula proprio davanti alla luce: sarà dovuto alla forma, ma non lo vedo come un difetto. Quando l'ho ritirata pioveva, e il giorno dopo ho trovato condensa ben visibile all'inteno di una luce della retromarcia: é un episodio unico poiché finora non é più successo (e di acqua ne ha presa). Speriamo bene. Piccola nota: coi soli led DRL accesi il posteriore resta spento, anche altre auto fanno così però io preferirei sempre tutto acceso come sulle moto.
La comprerei o ricomprerei?
Sì, la comprerei ancora. Quello che ho scritto sopra non deve far pensare che sia una cattiva auto. Io sono pignolo (e per di più lavoravo nel settore automotive) e provo soddisfazione a vedere un progetto ben realizzato con cura per i dettagli e soprattutto pensando all'uso da parte del cliente. Quest'auto purtroppo non é al livello delle sue ambizioni. É semplicemente una buona auto come Opel, Ford, Hyundai. Anche le altre hanno difetti e difettini e tanti pregi. Personalmente poi la trovo molto più bella come linea esterna e come design degli interni. Tuttavia mi aspettavo di più da un'auto che ha l'ambizione di surclassare Golf e anche BMW. Il prezzo poi é di un 1500-2000 euro più alto delle concorrenti, e se questo può essere giustificato dalle dotazioni elettroniche non lo é dalle finiture: quà i tedeschi purtroppo sono avanti (vedi plastiche, portiere, posizione usb, display poco visibile ... come scritto sopra). Questo fa anche sì che tutti i prodotti FIAT siano disponibili in gran numero a Km0, mentre Ford o WV o BMW o anche KIA/Hyundai non ce ne sono (almeno quà da me, nelle grandi città non sò). Gli allestimenti invece sono completi, più della concorrenza, e già il Progression può bastare. Addirittura la versione base coi cerchi in ferro (ma a parità di dotazioni elettroniche) é una scelta ottima per una famiglia che bada al sodo (però manca la radio, questo é inspiegabile). Se pensate di acquistarla, non pensate di avere qualcosa di veramente eccezionale o magari una "vera Alfa": prendetela con la consapevolezza che é una buona macchina, confortevole, sicura, prestante il giusto, ben dotata, bella di linea e in più é italiana di stile e di costruzione. Una scelta più consona alle ambizioni della vettura é prenderla col multiair 1.4 da 170CV, pacchetto sport (quindi assetto) e freni maggiorati. Resta il fatto che sono convinto di aver acquistato un'auto buona e anche BELLA, che ritrovo in garage con piacere ogni giorno. Se avessi preso la Focus avrei "solo" una buona auto (probabilmente con gli stessi difettini più o meno). Infine, per chiarire. Non mi interessano i commenti dei nostalgici e di quando l'Alfa era Alfa, la Lancia era Lancia e le tedesche dei cassoni tristi. La Giuly NON é semplicemente una Bravo ricarrozzata (per esempio telaio, sospensioni e sterzo sono diversi), ma oggi é obbligatorio a livello industriale condividere componenti e progetti tra auto dello stesso gruppo. Se poi col marchio Alfa ci scappa uno stile un po' più sportivo ed emozionante, meglio. Per me ha funzionato e l'ho acquistata volentieri. Al suo giusto prezzo però, che é quello delle offerte Km 0.
Alfa Romeo Giulietta 1.6 JTDm Distinctive
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
18
7
3
0
1
VOTO MEDIO
4,4
4.413795
29
Aggiungi un commento
Ritratto di Flavio Pancione
10 febbraio 2013 - 17:55
7
tornando alla Giulietta.. è proprio bella devo dire e vorrei tanto provarla, è un peccato a mio avviso la scarsa attenzione nel rifinire gli interni, poichè potenzialmente poteva essere migliore delle concorrenti più acclamate
Ritratto di Littlegeek
12 febbraio 2013 - 07:56
Dimenticavo. In questi giorni di neve capita di parcheggiare e sollevare le spazzole tergi. Il profilo del cofano impedisce di sollevarle però. Sul manuale c'è la spiegazione: azionare i tergi e quando sono a metà vetro spegnere la macchina!!!!! Ho un po' paura che a lungo andare si bruci qualche fusibile così facendo. E poi al successivo check i tergi partono subito (anche a selettore in off) così danno una bella botta alla batteria fredda (i motorini tergi assorbono parecchio). Mah!!!
Ritratto di biondo89
12 febbraio 2013 - 12:12
secondo me (e l' hai scritto anche tu) hai sbagliato a scegliere il motore col 170 cv la tua prova secondo me sarebbe stata molto diversa... cmq ti appoggio sul fatto che il prezzo della giulietta è un po troppo alto rispetto alla qualità, sia per i materiali ma soprattutto per gli assemblaggi. Detto ciò l' alfa nonostante abbia perso un po della sua personalità corsaiola (anche per adeguarsi al mercato) rimane una delle numero uno in fatto di design
Ritratto di Eccellenza
14 febbraio 2013 - 13:33
Causa mancanza di autovetture Alfa di classe superiore (avevo una 156 sw) nel 2011 ho comprato una classe c Mercedes nuova (pluriaccessoriata e con cambio automatico). Lo dico perchè come seconda auto avevo bisogno di una piu' divertente per il lavoro e ho quindi scelto una Giulietta 1.6 diesel progression acquistata nuova ad ottobre 2012. Sino ad adesso ho fatto 6.000 km e non lamento alcun difetto. La plastica è di qualità superiore, non fa cigolii,non supera il consumo di 5.4 l/100 Km smanettando allegramente. Purtroppo ho letteralmente dovuto guadare ben due volte una strada allagata (l'acqua arrivava a 20 centimetri dal suolo per circa trecento metri) ma l'auto non ne ha risentito minimamente e neppure una goccia è entrata nell'abitacolo! La frenata è perfetta. Unico neo: è troppo silenziosa (un'Alfa deve fare rumore). Ho preferito mettere il Parrot Miki 9000 posto dei comandi al volante (secondo me è piu' versatile del vivavoce di serie). Lo stereo a 8 altoparlanti è veramente di qualità superiore. Non riesco a capire, però, perchè L'A.R. non vende anche il diesel 120 CV. Secondo me il diesel è una scelta obbligata: la coppia che ha un diesel non l'ha un benzina. Trovo, però, anche avvilente il fatto che l'Alfa non monti un cambio automatico anche sulla 1.6 (devo dire comunque che purtroppo il cambio automatico a doppia frizione dell'Alfa sulla 1.9 non è paragonabile a quello della Mercedes). Questa Alfa è veramente divertente e vale il prezzo d'acquisto. Sicuramente la ricomprerei in allestimento superiore e, speriamo, con il cambio automatico all'altezza dell'Alfa.
Ritratto di Mateoalvolante78
20 febbraio 2013 - 13:06
La Giulietta è una gran bella auto e fatta bene, hai pienamente ragione a voler dire che tra auto ben fatte preferisci dare un po' di stipendio ad un operaio/impiegato italiano. un mio amico che fa il rappresentante, ha preso anche lui la Giulietta 1.6 diesel come la tua (però nera) e si trova molto bene. Non mi interessa se aprirò un fiume in piena di commenti, ma per me la Giulietta se la vede alla pari con la tanto osannata e blasonata Golf; ho visto bene sia la VI che la VII adesso e la mia opinione sulla Giulietta non è cambiata. Basta con le solite critiche alle auto italiane, se vogliamo essere obiettivi la Giuly se la vede ALLA PARI con la Golf e la scelta è solo una questione di gusti. I risultati di vendita della Giulietta parlano da sè. Spero che la gamma Alfa venga potenziata e sostenuta perchè le potenzialità ci sono tutte. Se mi potessi permettere una berlina nuova del segmento C senza dubbio mi prenderei una Giulietta. Il top per me sarebbe la 1.4 multiair 170cv, ma per ragion di costo carburante prenderei o la GPL o la 1.6 turbo diesel.
Ritratto di Robx58
19 aprile 2013 - 09:58
12
Alfa Romeo Giulietta non ha uguali, è un'auto che racchiude la modernità, la continuità e la tradizione del marchio, probabilmente molti la criticano per quel muso un pò da snob, i fari che sembrano appesi, il parabrezza molto inclinato ecc... però quando apri la portiera ed entri dentro, nel posto guida, ti rendi conto di sedere in un'auto che ti potrebbe dare delle sensazioni uniche che altre non hanno. Leggendo il Tuo commento, ho ripercorso tutte le lamentele che ho letto sul forum Alfa Club.it , dove mi ero iscritto per conoscere a fondo la vettura, quando decisi di comprarla, la 1.4 T.M.A. con il TCT. Però come giustamente hai evidenziato nella Tua prova, nell'insieme l'auto è valida, avrà 100 difetti o imperfezioni, ma dopo tutto la sostanza c'è. Un mio amico ha la 2.0 JTDm con 170 cv. ed ha percorso più di 60.000 km. secondo lui è eccezionale, molto meglio della Golf V 4 Motion che aveva prima, non è certo un novellino, ne ha avute tantissime di auto... Comunque la Tua prova mi è piaciuta, può dare alcune dritte a chi è intenzionato ad acquistare una Giulietta 1.6 JTDm , ed hai evidenziato alcuni aspetti ( clima, interruttori con led poco visibili, rumorini dai sedili, alette parasole, vani portaoggetti ecc... ) che ad esempio io non ho menzionato nella mia prova, anche perchè, non le ho riscontrate nella Mito. Auguri per l'acquisto e buon divertimento alla guida di una vettura molto diffusa ( per fortuna ) nelle nostre strade. Saluti.
listino
Le Alfa Romeo
  • Alfa Romeo 4C Spider
    Alfa Romeo 4C Spider
    da € 75.550 a € 81.600
  • Alfa Romeo Stelvio
    Alfa Romeo Stelvio
    da € 48.700 a € 96.600
  • Alfa Romeo Giulia
    Alfa Romeo Giulia
    da € 43.200 a € 86.500
  • Alfa Romeo Giulietta
    Alfa Romeo Giulietta
    da € 24.600 a € 33.950

LE ALFA ROMEO PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE ALFA ROMEO

  • In occasione della presentazione della nuova livrea della monoposto Alfa Romeo che correrà il GP d’Italia, Antonio Giovinazzi ci ha raccontato che…

  • L'Alfa Romeo sorprende tutti e al Salone di Ginevra svela questa concept car che dovrebbe anticipare un prossimo modello di serie: si tratta di una suv di dimensioni compatte che potrebbe vedere la luce nel 2020.

  • L'Alfa Romeo 4C è una vettura senza compromessi, che ha riportato la passione nella gamma del Biscione in attesa dei modelli di grande serie, Giulia e Stelvio. A cinque anni dal suo debutto torniamo a guidarla e vediamo come ha retto al passare del tempo.