Fiat Panda 4x4 Country Club

Pubblicato il 24 agosto 2012
Ritratto di Salvo 360
alVolante di una
Fiat Multipla 110 JTD SX
Fiat Panda 4x4
Qualità prezzo
3
Dotazione
2
Posizione di guida
3
Cruscotto
2
Visibilità
4
Confort
2
Motore
3
Ripresa
3
Cambio
2
Frenata
2
Sterzo
2
Tenuta strada
2
Media:
2.5
Perché l'ho comprata o provata
Prima di iniziare vorrei fare qualche premessa... questa è la mia prima prova, consigli e suggerimenti sono quindi molto graditi, da tanto tempo leggo le vostre prove e non vedevo l’ora di poterlo fare pure io, l'auto non sarà il massimo, ma è questa quella che guido e quindi quella che posso recensire. Siate buoni! :) È una Fiat Panda 4x4 Country Club ad iniezione del 1993, comprata 2 anni fa da mio padre, è sua, ed adesso ha circa 115.500 km. Nella mia famiglia, visto il lavoro di mio padre, c'è sempre stata almeno una Panda... questa è la terza, ma l'unica ad essere anche 4x4. Da quando la possediamo ha avuto abbastanza problemi di ogni genere nei primi periodi, adesso però va benone, speriamo continui! (toccatina xD). E' del 93' ma tiene abbastanza bene i suoi quasi 19 anni. La versione 4x4 Country Club era il top di gamma in quell'anno...aveva di serie; portapacchi specifico di questa versione, specchietto lato passeggero, cassetto portaoggetti lato passeggero, orologio al quarzo sulla plancia, predisposizione autoradio, accendisigari, posacenere anteriore e posteriore e vari dettagli interni ed esterni tipici di quell' allestimento. La linea è chiaramente anni 80', molto squadrata e priva di fronzoli... ha paraurti e fascioni laterali in plastica nera non verniciati che sono molto utili sia (ovviamente) nel fuoristrada, che nelle manovre e parcheggi in quanto le piccole bottarelle e i segni da parcheggio non si notano, ha la vernice metallizata e mascherina anteriore in tinta con la carrozzeria, frecce anteriori trasparenti ed è priva della striscia adesiva verde e blu lungo le fiancate con scritta "Country Club" identificativa di questa versione della 4x4 visto che è stata riverniciata completamente qualche tempo fa. Quella in foto è proprio la "mia".
Gli interni
Molto scarna e spartana, ha vetri molto grandi che fanno entrare parecchia luce nell'abitacolo. Chi la compra non la sceglie di certo per la dotazione che ha o per il comfort, ma per la praticità. Come ho anticipato, gli interni sono molto spartani, il cruscotto è fatto di una plastica nera abbastanza rigida ed economica, comprende 4 tasti (frecce di emergenza, lava lunotto, tergilunotto e retronebbia più l'interruttore per le luci) alla sinistra di essi ci sono le levette per l'impianto di ventilazione, sotto invece si trovano le bocchette di aerazione, (altre 2 si trovano sotto il parabrezza, alle estremità) Sotto al cruscotto si trova una sorta di mobiletto porta radio e l’accendisigari... il quadro comandi ha scritte bianche su fondo nero, è ben leggibile e completo, comprende tachimetro, contakm, contakm parziale, indicatore livelli benzina e temperatura liquido di raffreddamento, manca solo il contagiri, ma a conti fatti non è una grave mancanza su una Panda. Davanti ad esso si trova lo sterzo che a parer mio è un po’ grande, ma, visto la mancanza del servosterzo, per forza di cose che deve essere così. Abbastanza sono i vani portaoggetti, è da menzionare senza dubbio il grande portaoggetti sul lato passeggero, il famoso "vascone", è molto capiente e può contenere quasi di tutto, però non ha nessuna illuminazione e nessuno sportello, il contenuto quindi è visibile da tutti all’esterno, si fa cmq presto l'abitudine a non lasciare li oggetti di una certa importanza. sotto al cambio ci sono altri 2 piccoli portaoggetti da usare come svuota tasche, sono però molto poco capienti ,e si corre quindi il rischio di sparpagliare oggetti per tutta l’auto alla prima curva e bisogna sperare che non arrivino sotto ai pedali. xD I pannelli delle portiere non sono altro che delle striscie di cartone compresso rivestite in “tessuto” e che lasciano quindi molta parte di lamiera in vista, c'è da dire però che su un auto di questo tipo non dispiace affatto, almeno a me. L'intera tappezzeria è di colore blu, moquette e tessuti vari, il rivestimento dei sedili è abbastanza robusto, facilmente pulibile ed ha una trama a strisce blu e rosse che ben si abbinano al resto della tappezzeria, i sedili sono discretamente comodi, hanno la seduta un pò bassa e non trattengono molto il corpo in curva, stancano un po’ la schiena a lungo andare. E' omologata per 5 persone, in effetti in 5 si riesce anche a stare, ma solo per piccoli tragitti, poi diventa molto scomodo stare dietro. Fortunatamente per i passeggeri posteriori, su questa versione, i passaruta posteriori, dal lato interno sono rivestiti in plastica nera, è una cosa molto comoda questa, sopratutto in inverno, quando, in mancanza di questi, si rimane congelati solo a toccarli per sbaglio (chi ha una panda, o ci è almeno salito mi capirà) xD Due sono i posacenere, quello anteriore è mobile ed è posto sul tubo che regge la "vasca" sotto al cruscotto, il posteriore invece è fisso e si trova sul tunnel cetrale appena sotto al divanetto posteriore, entrambi hanno una sorta di carrellino mobile per l'apertura e chiusura.
Alla guida
Il motore è un 1.1 benzina da 50 cv ad iniezione che da alla Panda una buona spinta in tutte le situazioni. Il punto di forza della vecchia Panda 4x4 è ovviamente il differenziale manuale che si inserisce (da fermo o a bassissime velocità) tirando una leva posta tra il cambio e la leva del freno a mano, la ”mia” inoltre, possiede i mozzi liberi alla ruote posteriori, questi sono molto utili quando non si usa la trazione integrale poichè, chiudendoli impediscono all'albero motore ed al differenziale di essere trascinati dalle ruote posteriori, e quindi comportano meno sforzo per il motore, consumi ridotti, e una minore usura delle parti meccaniche. In poche parole, a parte la rapportatura del cambio, diventa quasi come una panda normale. Il cambio della 4x4 è abbastanza diverso dalla panda a 2 ruote motrici, la prima è praticamente un "primino", la seconda è già abbastanza più lunga e spinge abbastanza cosi come le altre, tutte le marce però sono molto più corte del normale, questo è un grande vantaggio quando si va in fuoristrada, d'altronde quest'auto è nata proprio per questo! Su strada, con i mozzi chiusi, si hanno quindi prestazioni e consumi uguali a qualsiasi altra panda 2wd, l'unica differenza è data dalla maggiore altezza da terra, questa, insieme agli pneumatici con spalla stretta (145) è complice di un marcato rollio in curva, e che quindi porta ad avere il piede sempre leggero sull'acceleratore. Il fuoristrada è il suo mondo, basta tirare la leva del differenziale (e aprire i mozzi posteriori nel mio caso) e lei ti porterà dappertutto, davvero dappertutto, dove le altre non osano, tutto questo è dato dalla grande maneggevolezza e la leggerezza del mitico pandino. Personalmente l’ho guidata solo per brevissimi tragitti in fuoristrada, quindi non posso dire più di tanto, guidata da altri l’ho vista passare “l’impassabile” con molta nonchalance xD Guidandola ho iniziato ad odiare il cambio, si impunta spesso, specie ultimamente, poi la frizione stacca un po’ in alto e lo sterzo, in manovra è abbastanza pesante, questi sono i principali difetti, i pregi invece sono sicuramente la buona ripresa ed il ridotto raggio di sterzata che è molto comodo quando si fa manovra.
La comprerei o ricomprerei?
No, non la ricomprerei, almeno non la 4x4 che per me è abbastanza inutile. Se dovessi prenderne una la prenderei 2wd e con qualche anno in meno visto le mie esigenze che sono ben diverse da quelle di mio padre, la prenderei perché è un’ auto che mi è sempre piaciuta, perché è molto semplice, abbastanza economica da mantenere e non consuma molto se la si usa tranquillamente.
Fiat Panda 4x4
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
11
6
5
1
2
VOTO MEDIO
3,9
3.92
25
Aggiungi un commento
Ritratto di gig
19 settembre 2012 - 18:19
Prova più che sufficiente, pessima auto. Per i suggerimenti, nulla da eccepire sugli interni (per un auto simile non potevi fare di più). Qualche dettaglio in più per la guida sarebbe stato gradito. 3 su 5. Non ho dato 4 non per la prova (che lo meritava), ma per l' auto...
Ritratto di Manfred
19 settembre 2012 - 18:34
Stavolta non son proprio d'accordo con te nel definire pessima quest'auto e questa versione in particolare! Come fai a dirlo? A parte la sicurezza, ricorda che il progetto è degli anni '80! Sfido io a trovare qualcosa di lontanamente simile a questa per prezzo, capacità fuoristradistiche (impareggiabili, pochissime altre allestite di serie vanno dove va questa ma a cifre ben superiori) e costi di gestione e manutenzione!
Ritratto di Salvo 360
19 settembre 2012 - 23:59
Beh si ti do ragione su questo, è un'auto vecchia ma ancora valida su molti aspetti...peccato per la sicurezza...
Ritratto di baldo77
22 novembre 2012 - 13:08
hanno fatto delle prove con dei suv di altissimo livello esempio bmw x5 e x6 audi q5 e q7 e molti altri suv,di un percorso su neve,tra tormanti e salite,la prima vettura qual'e' stata?panda 4x4!!!
Ritratto di Manfred
10 dicembre 2012 - 20:07
Il pandino 4X4 con le coperture giuste lo blocchi solo facendolo sedere col fondo... E ad ogni modo ce ne vuole... Saluti!
Ritratto di Salvo 360
19 settembre 2012 - 23:56
Ti ringrazio! :) Beh mi sembra giusto che ognuno ha i propri pareri, poi vabbè, la Panda è quello che è, ovvio...non può più essere al passo delle nuove concorrenti..ma comunque sa ancora il fatto suo! Lo so in effetti potevo scrivere un pò di più sulla guida...ma era la prima prova e credo ci possa stare qualche mancanza :) Ti ringrazio ancora per gli accorgimenti, ciao :)
Ritratto di federix-5
20 settembre 2012 - 10:16
considerando soprattutto il fatto che una prova andrebbe votata per come è scritta e per i suoi contenuti... il voto non dovrebbe essere influenzato dal tipo di auto!!! Seguendo questo ragionamento ovviamente una prova di una riga su una I10 meriterebbe un bel 5 assicurato dal professore del sito. Oltretutto vorei ricordare che lo spazio per i commenti è dedicato a tutti coloro i quali vogliano fare domande o condividere opinioni sull'auto in questione, questo dovrebbe essere lo scopo di una prova! QUESTO SPAZIO NON E' DEDICATO A PROFESSORI O ASPIRANTI TALI, I QUALI DALL'ALTO DI UNA CATTEDRA (O I10) PENSANO DI POTERSI ARROGARE IL DIRITTO DI ESPRIMERE GIUDIZI GRATUITI E NON RICHIESTI SUGLI ALTRI UTENTI DI UN FORUM i tuoi commenti non sono mai una volta costruttivi o utili, non sono altro che una faziosa pubblicità...una vera perdita di tempo
Ritratto di komoguri
20 settembre 2012 - 12:02
Hai perfettamente ragione! Ti quoto alla grande! Prova ben scritta e completa...per il tipo di auto di più non si poteva dire. Il caro e vecchio Pandino...:D
Ritratto di Salvo 360
20 settembre 2012 - 13:28
Grazie, spero ti sia piaciuta :)
Ritratto di MaCiao5
20 settembre 2012 - 14:40
3
questa volta hai esagerato! il voto di una prova non deve essere influenzato dall'auto e poi....come fai a dire che questa prova è solo sufficiente....mica tutti scrivono dei romanzi come i tuoi....in più ha pure detto che è la sua prima prova! Quindi per me questa prova merita 5. E poi...come dice frederix-5,se la prova era di 2 righe ma di una Hyundai (soprattutto la i10) avresti messo 5. E poi, non diciamo diciamo sui fiattari"italianisti" ma sugli Hyundaisti che ci massacrano con le loro auto, non diciamo mai nulla. Senza offesa gig ma questa volta hai toppato alla grande
Pagine
listino
Le Fiat
  • Fiat Panda
    Fiat Panda
    da € 11.550 a € 17.650
  • Fiat 500L Wagon
    Fiat 500L Wagon
    da € 19.050 a € 25.600
  • Fiat Qubo
    Fiat Qubo
    da € 14.750 a € 21.250
  • Fiat 500C
    Fiat 500C
    da € 17.200 a € 24.100
  • Fiat 500
    Fiat 500
    da € 14.500 a € 22.250

LE FIAT PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE FIAT

  • Nel quarto episodio della serie di brevi documentari sul dietro le quinte dello sviluppo, la FCA ci porta nella galleria aerodinamica di Orbassano. Qui per saperne di più.

  • Nella terza puntata della miniserie FCA What’s Behind, dove il costruttore mostra il dietro le quinte dello sviluppo delle nuove auto, il centro prove di Balocco. Qui per saperne di più.

  • Per la seconda puntata dei mini-documentari nei quali la FCA ci porta dietro le quinte dei test di sviluppo, andiamo in Africa per vedere come si svolgono i collaudi al caldo torrido.