Pubblicato il 24 maggio 2011
Ritratto di gig
Hyundai i10
Qualità prezzo
5
Dotazione
5
Posizione di guida
5
Cruscotto
5
Visibilità
5
Confort
4
Motore
3
Ripresa
3
Cambio
5
Frenata
5
Sterzo
4
Tenuta strada
4
Media:
4.4166666666667
Perchè l'ho comprata o provata
Dopo tredici anni di duro lavoro, la mia vecchia Ford Ka era arrivata al capolinea e io ho pensato che aggiustandola avrei solo buttato dei soldi. Così mi sono messo alla ricerca di un' erede degna del nome. Rovistando nelle concessionarie delle varie Case, mi sono accorto che, anche se i prezzi erano stati "sgonfiati" dagli incentivi, rimanevano troppo alti per una citycar. Allora ho scelto la Hyundai i10 perchè mi offriva tutto ciò che cercavo: 5 porte, 5 posti e un bel baule.
Gli interni
Appena entrati sembra di stare su una monovolume: il sedile è alto e i comandi sono tutti al loro posto. Seduti, si ha una padronanza della strada da record, per una "piccola". Degno di nota, il montaggio delle plastiche: anche nei punti più nascosti, sono assemblate bene e senza sbavature. Dal posto guida, si riesce a governare tutto eccetto i comandi della radio (un pò troppo lontani), e quelli di fendinebbia, retronebbia, regolazione altezza fari (l' ho fatto sostituire perchè difettoso) e regolazione luminosità abitacolo letteralmente nascosti dal volante. Che dire di più? Tutto è a portata di mano e tutti i portaoggetti, che sono davvero tanti, sono capienti; una cosa che felicemente mi stupisce è che i cristalli posteriori, a fine corsa, vanno giù tutti! Tre difetti di cui sono dispiaciuto, sono la mancanza dei laccetti per sollevare la cappelliera all' apertura del baule, degli specchietti integrati nelle alette parasole e delle tasche nelle portiere posteriori (si possono avere solo passando all' allestimento superiore che ha di serie gli alzavetro elettrici anche posteriori).
Alla guida
Come ho detto prima, la padronanza della strada è da primato e riesco a far manovra senza neanche girarmi, grazie alla facilità nel controllare gli ingombri esterni ed ai sensori di parcheggio posteriori che mi sono stati regalati dalla concessionaria. Riesco a farla entrare in un "buco" e nelle curve non avverto nemmeno il rollìo tanto denigrato da alVolante. I consumi in città e fuori città, sono accettabili ma, in autostrada, aumentano assieme al fruscio degli enormi specchietti. Del resto è una citycar e, donde il nome, il suo "habitat naturale" è la città, che pretendere di più...?
La comprerei o ricomprerei?
Tralasciando i vari disguidi avuti con la concessionaria e il guasto ai fari, resta un' ottima auto che consiglio a chi serve una macchina da usare sempre e dovunque e che, quindi, ricomprerei anch'io volentieri.
Hyundai i10 1.1 Style
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
0
1
2
0
2
VOTO MEDIO
2,4
2.4
5


Aggiungi un commento
Ritratto di insubrico
20 agosto 2011 - 13:13
che auto compreresti adesso?
Ritratto di insubrico
20 agosto 2011 - 13:10
blu è veramente bella! adesso che auto compreresti?
Ritratto di gig
20 agosto 2011 - 13:25
Diciamo che se la dovessi comprare per i soldi, prenderei una Smart Fortwo (base, con vetri elettrici, clima e radio): è l' ideale per me: due posti secchi, un baule giusto per la spesa settimanale e la compattezza di un' auto che è la più piccola tra le citycar, tra le quali si è guadagnata un primato. Non l' ho comprata l' anno scorso per ragioni economiche: mi serviva per forza un' auto (come avrai letto in un mio commento nella prova ed in un commento della Ka, quest' ultima era andata!) e la i10 era troppo conveniente. Se la i10 mi lasciasse adesso (tocchiamo ferro!) la prenderei di corsa. Se dovessi seguire il cuore invece del portafogli, opterei certamente per una A1 (base ma col clima) o per una C30 (sempre base). Sarei veramente indeciso perchè sono le mie due auto preferite, senza offesa per tutte le altre, a mio avviso le migliori prodotte negli ultimi anni. Se la Smart uscisse improvvisamente di produzione, opterei per una i10 ma in un diverso allestimento: 1.2 anziche 1.1 (ho rischiato di finire sotto un camion perchè, durante un sorpasso, mi sono dimenticato di guidare un "1089") e i vetri elettrici anche dietro (è molto stancante aprirli a manovella se non si vuole il clima aceso), possibilmente con quelli anteriori ad impulso (più comodo premere e vederli scendere che schiacciare fino alla completa discesa). Comunque non sono per nulla pentito per l' acquisto (in quel periodo a meno non c' era niente). E tu, invece, quale prenderesti?
Ritratto di insubrico
20 agosto 2011 - 13:34
non ho fatto rispondi, ti ho scritto qui sotto
Ritratto di insubrico
20 agosto 2011 - 13:31
la Panda dal lato guidatore al vetro a impulso. io prenderei la nuova Panda o la Ypsilon o aspetterei la L0
Ritratto di gig
20 agosto 2011 - 13:37
Piace anche a te la Ypsilon, wow, siete tanti! A me ricorda molto un mezzo da guerra! Ora che ci penso, anch' io farei un pernsierino alla Panda, basta che non costi una follìa! Che fortuna ad avere il vetro ad impulso al lato guida! Io lo desidero così tanto... Chissà se si può far montare come optional? Quando vado a far mettere i sensori di parcheggio davanti chiedo...
Ritratto di insubrico
20 agosto 2011 - 13:39
aspetto che mi rispondi anche di la, ti saluto e poi vado veramente. prova a chiedere magari devi solo fare una piccola modifica
Ritratto di Limousine
20 agosto 2011 - 20:40
Rispetto il tuo punto di vista sulle utilitarie "scarne" e dotate appena dell'essenziale, ma non condivido. Già la Fiat Panda, con il modello lanciato sul mercato nel 2003, introdusse (di serie ed optional) diverse dotazioni per incrementare sensibilmente il comfort di bordo, oltrechè la miglior fruibilità del veicolo e la sua sicurezza (leggi: clima automatico, navigatore satellitare integrato in plancia con schermo a colori, ecc. ecc.). Strada, poi, seguita pure da altri Costruttori (inclusi i coreani), frattanto accortisi che pure sulle piccoline determinate dotazioni prima riservate solo ai modelli più grandi e costosi, eran comunque gradite pure sulle utilitarie. Naturalmente, chi non desidera certi accessori, può benissimo optare per le versioni meno equipaggiate. Quanto alle vetture DiRisio, ti ricordo che sino una decina d'anni fa pure le auto Made in Corea venivano "bistrattate" e che, man mano, con l'impegno ed il lavoro costante di affinamento e miglioramento, oggi propongono ottimi veicoli per qualità e tecnologia. Tempo al tempo, e se a Macchia d'Isernia non commettono grossolani errori, tra qualche anno le auto DR godranno di maggior considerazione e rispetto.
Ritratto di gig
20 agosto 2011 - 20:49
O mi son spiegato male io o hai capito male tu. Il senso del mio precedente post non era quello di dire che alcune dotazioni non dovrebbero esistere, bensì che le ritengo poco utili in auto atte a brevi tragitti (io con la mia vecchia Ka, in 13 anni, ho percorso 146000 km - tanti, per carità, ma pochi se confrontati con quelli che passi tu in auto viaggiando per lavoro - ) Per le DR, riscontro sempre pareri contrastanti con gli altri utenti, perchè io non ritengo le loro dotazioi eque. Forse, come hai detto tu, col passare del tempo, anche questo marchio godrà di maggior fama. Il mio parere su queste auto, però non cambia. Saluti
Ritratto di Limousine
20 agosto 2011 - 21:52
Del resto, le stesse Case Automobilistiche - giustamente - propongono nei loro listini, gamme di modelli variamente equipaggiati (dalle versioni entry-level o "base", a quelle via via sempre più ricche) proprio per soddisfare gusti ed esigenze di ciascun utente che, in rapporto i propri bisogni, acquisterà la versione che ritiene più consona.
Pagine
listino
Le Hyundai
  • Hyundai Santa Fe
    Hyundai Santa Fe
    da € 52.200 a € 57.750
  • Hyundai i10
    Hyundai i10
    da € 12.900 a € 17.800
  • Hyundai Tucson
    Hyundai Tucson
    da € 25.100 a € 38.700
  • Hyundai Kona
    Hyundai Kona
    da € 19.550 a € 49.100
  • Hyundai i20
    Hyundai i20
    da € 16.850 a € 21.350

LE HYUNDAI PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE HYUNDAI

  • Sportiva nel look e con modifiche all’assetto, la Hyundai i20 N monta un 1.6 turbo da 204 CV. Sul mercato dalla primavera del 2021. Qui per saperne di più.

  • Tutta nuova, la Hyundai i20 è tecnologica e gradevole da guidare: è “svelta” di sterzo e il 1.0 turbo spinge bene e in silenzio. C’è anche in versione ibrida “leggera”, ma la sua batteria riduce parecchio lo spazio per le valigie. Qui per saperne di più.

  • Nell’allestimento N Line la rinnovata Hyundai i30 aggiunge un pizzico di grinta, pur mantenendo un buon comfort. Ai 120 CV, però, manca un po’ di verve in ripresa. Qui per saperne di più.