Maglie d'acciaio contro l'inverno

19 dicembre 2009
Vivere con l'auto
Catene, ragni e calze sono una valida alternativa alle gomme termiche. Costano meno e stanno nel baule. Ma quali preferire?
Cosa offre il mercato per guidare sulla neve

Le catene da neve su una Alfa Romeo 159, un auto a trazione anteriore (c'è anche con la trazione integrale). Per questo le abbiamo montate sulle ruote davanti.Il cartello che indica l'obbligo di utilizzare le catene.

I pneumatici invernali vanno sempre più diffondendosi, specialmente tra chi nei periodi freddi è costretto a percorrere strade spesso innevate. Nonostante la loro efficacia (leggi qui la prova), sono ancora in molti a preferire le tradizionali catene. Costano molto meno, rubano poco spazio e a volte sono insostituibili: in caso di condizioni limite anche un'auto 4x4 equipaggiata con pneumatici invernali può essere costretta a metterle.

In questi anni i produttori hanno ideato diverse soluzioni per rendere più pratico e veloce il montaggio delle catene. Esistono diverse misure, per tutti i pneumatici e anche con maglie sottili per quelle gomme che, a causa dei grossi cerchi, sui libretti di istruzioni vengono indicate come “non catenabili”. Inoltre, affianco alle classiche catene si stanno diffondendo sistemi alternativi come i ragni e le calze. Quali preferire? Ve lo diciamo scoprendo pro e contro di ogni soluzione.

L'importante è ricordarsi che tutti e tre questi prodotti devono avere il timbro che indichi la loro conformità alla norma CUNA NC 178-01 o alla ON V 5117. Sono le uniche omologazioni riconosciute in Italia: il TÜV ha valore legale solo in Germania.

Inoltre bisogna porre attenzione al cartello (in foto) che raffigura la ruota “catenata” con sfondo blu: in quel caso c'è l'obbligo di circolazione con le catene (secondo la legge vanno bene anche le gomme da neve). Chi non rispetta il cartello rischia una multa di 76 euro (fuori dai centri abitati) e la sottrazione di due punti della patente. Nel caso di un secondo controllo nella stessa giornata, a differenza di altre infrazioni del codice della strada, è possibile ricevere una ulteriore multa da 80 euro e il taglio di tre punti della patente.

 

Continua a pagina 2 >
 

Le tre "strade" per affrontare neve e ghiaccio

Le "classiche" catene da neve. Una soluzione "abbordabile" che va bene su quasi tutte le vetture.I ragni rappresentaziono una soluzione costosa ma adatta a chi monta cerchi di grosse dimensioni e quindi spesso non catenabili.Le "calze" sono facili da montare e ingombrano poco nel baule. Però non sono omologate e se la Polizia fa un controllo rischiate una multa.

Catene da neve: ce ne sono di tutti i tipi e prezzi

Le catene da neve sono composte da una rete di maglie che abbraccia il pneumatico offrendo la giusta trazione, anche sui tratti ghiacciati. I modelli più evoluti sono dotati di sistemi di tensionamento che aiutano a fissarle in modo veloce e corretto. Normalmente le maglie misurano 12 mm, ma ci sono modelli da 7 e 9 mm adatti per le auto che hanno un assetto sportivo o pneumatici larghi e quindi lasciano spazio a sufficienza tra il fianco della gomma e la sospensione o tra il battistrada e il passaruota.

Le catene da neve sono imbattibili sulla neve profonda. Ce ne sono di vari tipi e prezzi ma hanno dei limiti: trasmettono fastidiose vibrazioni obbligando a procedere a velocità ridotta, obbligano a fermarsi per toglierle quando la strada è pulita e il loro montaggio richiede sempre un minimo di pratica. Insomma non sono la soluzione ideale per chi odia il “fai da te”.

Ragni: sono pratici, ma non costano poco

I ragni potrebbero rappresentare la giusta soluzione per chi adotta cerchi molto grandi che non permettono l'utilizzo delle catene. Questi ultimi infatti si agganciano sul fianco della ruota e hanno ingombri di pochi millimetri. L'unico inconveniente è rappresentato dall'adattatore che deve essere fissato sul mozzo a inizio stagione. I ragni però hanno un costo molto elevato rispetto alle catene (si possono superare i 300 euro), sono molto ingombranti da tenere nel baule e provocano fastidiose vibrazioni, anche peggiori di quelle provocate dalle catene.

Calze: le infili come un guanto, ma sono “illegali”

Le “calze” essenzialmente sono delle fodere in tessuto in materiale sintetico. Offrono diversi vantaggi, soprattutto a chi non è pratico con le catene. Prima di tutto possono essere montate anche sulle gomme non catenabili. Il montaggio è molto più facile delle tradizionali catene e occupano poco spazio nel bagagliaio. Inoltre non provocano vibrazioni. C'è da dire, però, che quando serve una “presa” elevata (come su una rampa) sono poco adatte. Inoltre non sono omologate e la Polizia potrebbe farvi una multa. Attenzione a utilizzarle su tratti non innevati. Si strappano con facilità.

 

Continua a pagina 3 >

Consigli utili: quando e in che modo usarle. E come conservarle

Pulire le catene a fine stagione è un buon modo per tenerle a lungo senza che le maglie o i dispositivi di tensionamento possano essere danneggiati dal sale raccolto durante l'inverno sulle strade.

Le catene, i ragni e le calze vanno sempre montati sulle ruote motrici. Per sapere quali sono sulle vostra auto potete consultare il libretto di istruzioni del veicolo o, se ne fosse sprovvisti fare attenzione a quelle che slittano in fase di partenza su neve o ghiaccio. Sulle 4x4 non conviene montarle dove preferite: per avere il massimo della resa bisogna attenersi da quanto dichiarato dal Costruttore. Le catene vanno utilizzate solo quando il manto stradale è ben innevato.

Su asfalto si corre solo il rischio di romperle e causare danni all'auto. Se procedendo con le catene installate si avvertono delle vibrazioni è normale. In ogni caso è preferibile non eccedere con la velocità: i Costruttori consigliano di non superare i 50 km/h. Quando si è costretti a montare le catene da neve è bene essere equipaggiati con dei robusti guanti: così si proteggono le mani da freddo, sporco e possibili escoriazioni.

Ricordatevi di indossare il giubbino catarifrangente per essere ben visibili. Se non si è pratici con il montaggio delle catene da neve, è bene esercitarsi a casa: si eviterà di perdere tempo e prendere freddo in mezzo alla strada nel momento del bisogno. Per garantire lunga vita alle catene, a fine inverno conviene lavarle con cura. Acqua e sapone e una spazzola aiutano a togliere lo sporco, specialmente nei più delicati dispositivi di tensionamento. Prima di riporle nella loro confezione assicurarsi che siano ben asciutte.

Aggiungi un commento
Ritratto di Meolo
6 gennaio 2010 - 20:46
costeranno anche di più le gomme invernali rispetto alle catene ma va detto che quando hai su quelle da neve quelle estive non si consumano e quindi in 30.000 km la spesa è ammortizzata io personalmente è dal 2005 che monto le gomme invernali e da quando le possiedo non ho più dovuto mettere le catene (che comunque possiedo non si sa mai) sono comodissime non doversi fermare a mettere le catene ogni qualvolta che si incontra la neve o toglierle ogni qualvolta la neve sparisce è decisamente una bella cosa saluti
Ritratto di a630020
8 gennaio 2010 - 11:36
abito in provincia di Napoli e da quando ho montato la prima volta gli pneumatici invernali per recarmi in zone di montagna ho finalmente cancellato l'incubo delle mani ghiacciate per montare le catene; sono ottime. Suggerisco però di comprare gomme di buon livello e non le economiche o ricoperte perché esse devono subire maggiori strees termici. Un saluto a tutti
Ritratto di tonino
28 gennaio 2010 - 20:45
1
Anchio le ho montate ,non credevo che erano cosi' fantastiche sulla neve.Con la pioggia ancora meglio molto molto performanti,grande tecnologgia! HANKOOK
Ritratto di MENNI
9 febbraio 2010 - 13:56
La mia auto da libretto e' omologata unicamente con i cerchi da 18. Vorrei sapere se su questi cerchi (a parte il costo) le gomme termiche sono performanti: Alcuni gommisti mi hanno detto che la larghezza delle gomme e la spalla ridotta ne compromettono seriamente la performance. E' vero cosa mi consigliate? saluti Menni
Ritratto di tonino
9 febbraio 2010 - 14:04
1
Si in effetti le gomme larghe e principalmente di spalla bassa non rendono prestazioni buone,ma comunque andranno bene sicuramente ,tanto la misura non cambia.Se non sono riportate nel libretto puoi montarle solo uguali.
Ritratto di Al86
11 febbraio 2010 - 10:32
Anch'io la vedo come Tonino, anche se compromettono le performance è comunque meglio che avere le gomme estive, come si dice dalle mie parti "piuttosto che niente è meglio piuttosto", e comunque se sono omologati per la tua auto solo cerchi da 18" c'è poco da fare
Ritratto di micio49
30 aprile 2010 - 13:23
Ho visto la pubblicità relattiva a striscie di plastica dura che si installano facilmente sulle ruote motrici (almeno nel video) e che garantirebbero stabilità anche sul ghiaccio. Non ne ricordo il nome ma costavano intorno ai cento euro. Qualcuno di voi ne sa qualcosa; specifico che penso ad un utilizzo da parte di mia fuglia che spesso per lavoro viaggia di notte o di mattino presto( per evitarle il montaggio delle catene); grazie comunque dell'attenzione
Ritratto di Al86
30 aprile 2010 - 14:16
Non so se sono omologate, ma ho visto da alcune immegini in internet che lasciano grosse porzioni del pneumatico scoperte (la tradizionale catena copre invece tutto il pneumatico), dal mio punto di vista (considerando l'orario degli spostamenti) sarebbe meglio prendere 4 cerchi a cui montare le gomme invernali, così non c'è nessun problema in caso di neve o ghiaccio e non bisogna fermarsi a mettere nulla, la spesa è alta ma credo si possa ammortizzare nel tempo considernado che la vita degli pneumatici si allunga (quelli estivi non vengono utilizzati in inverno e quelli invernali li si montano solo in inverno) e montandoli su cerchi differenti da quelli con le estive non bisogna andare dal gommista ad ogni cambio di stagione
Ritratto di MotoriFumanti
31 ottobre 2010 - 02:43
E' 30'anni che guido e sono sempre andato con le estive sia d'inverno che d'estate, sia sul ghiaccio che sulla neve. Posso ritenermi fortunato perchè sono in una zona prevalentemente pianeggiante. L'ultima volta che è nevicato ho fatto 65km sulla neve con un'auto da 150cv con le gomme 225/40 R18 a 4mm di usura. Neanche un graffio, neanche una scivolata. Chi aveva furia lo facevo passare... Non le monterò finchè non ci sarà veramente l'utilità.
Ritratto di alberto80
4 dicembre 2010 - 22:04
ciao a tutti,ho una opel astra ultimo modello. esistono catene (tipo ribassate) adatte alle 225/50 R17 oppure l'unica alternativa sono le gomme invernali? grazie............
Pagine

DA SAPERE PER CATEGORIA

listino
Le ultime entrate
  • Mercedes Citan Tourer
    Mercedes Citan Tourer
    da € 23.502 a € 27.651
  • Ford Kuga
    Ford Kuga
    da € 23.650 a € 41.400
  • Mini Cabrio
    Mini Cabrio
    da € 24.300 a € 37.950
  • Toyota Prius
    Toyota Prius
    da € 29.500 a € 41.650
  • Mazda 2
    Mazda 2
    da € 14.050 a € 19.800

PROVATE PER VOI

I PRIMI CONTATTI

  • Renault Espace 2.0 Blue dCi 200 CV Initiale Paris EDC 4Control
    € 51.400
    Per l’originale Renault Espace arriva un nuovo 2.0 a gasolio da 200 CV. È brillante, ma la sua voce si fa sentire distintamente.
  • Kia Ceed Sportswagon 1.4 T-GDi Evolution DCT
    € 27.000
    La nuova Kia Ceed famigliare è più sportiva e, al contempo, offre più spazio ai bagagli e ai passeggeri (ma l’accessibilità posteriore non è il massimo). Il 1.4 a benzina da 140 CV è brillante; più dolce che rapido il cambio a doppia frizione.
  • Dacia Duster 1.6 SCe 115 CV GPL Prestige 4X2
    € 16.050
    Anche in questa versione a Gpl, la Dacia Duster si conferma facile da guidare, spaziosa e con un prezzo allettante. Il 1.6, però, manca di grinta.