Patente a punti: 12 risposte a 12 domande

Legge e burocrazia
Pubblicato 28 settembre 2021

La nostra guida versione FAQ per tutelare la patente, stando alla larga dagli errori più comuni.

È proprio vero che gli esami non finiscono mai, neppure quando si guida. A ogni automobilista lo Stato, infatti, dal 2003 assegna una pagella: la patente a punti. Chi è bravo e non commette infrazioni al codice della strada viene premiato con un aumento di punteggio, mentre gli indisciplinati e i distratti, accusati di particolari violazioni, sono sanzionati con una diminuzione del credito della patente. In basso, 12 risposte a 12 domande per tutelare la patente: la FAQ per stare alla larga dagli errori più comuni.

1) Quando conseguo la patente B delle auto, quanti punti ho?

A ogni patente viene assegnato un punteggio iniziale di 20 punti. Il credito si perde se si commettono infrazioni di una certa gravità al codice della strada. Per esempio, il passaggio col semaforo rosso è punito con un verbale di 167 euro e il taglio di sei punti.

2) Se commetto contemporaneamente più violazioni che comportano la perdita di punti sulla patente, che cosa succede?

Quasi sempre, al massimo, in un colpo solo, perdo 15 punti. Questo limite non c’è se una delle violazioni commesse prevede la sospensione della patente (per esempio in caso di guida in stato di ebbrezza).

3) Che cosa succede se commetto violazioni entro i primi tre anni da quando ho conseguito la patente?

Le violazioni che comportano decurtazione di punti, commesse entro i primi tre anni dal rilascio della patente, sono sanzionate con il doppio dei crediti previsti. Un esempio: la guida in stato di ebbrezza, punita in genere con la sottrazione di 10 punti, comporta la perdita di 20 punti per il neopatentato.

4) Se perdo tutti i 20 punti, quali le conseguenze?

Quando la dotazione di punti è esaurita (si arriva a zero punti o sotto zero), si ha l’obbligo di sottoporsi a revisione della patente: bisogna ripetere gli esami di teoria e di guida. Altrimenti, la patente viene ritirata e sospesa, fino a quando non si superano le prove. Qualora si venga respinti agli esami, la patente viene revocata. Attenzione: esami da rifare anche se, nell’arco di 12 mesi dalla prima infrazione che prevede il taglio di almeno 5 punti, se ne commettono altre due non contestuali che prevedono ognuna il taglio di 5 punti.

5) Se perdo punti, posso recuperarli con corsi specifici?

Sì, purché il punteggio non sia esaurito. Occorre frequentare corsi presso autoscuole, senza esame finale: così, i titolari di patente B recuperano 6 punti, arrivando al massimo di 20 punti.

6) Come viene premiato il guidatore virtuoso, che non perde punti?

Il guidatore che dispone di meno di 20 punti e che per due anni non commette infrazioni taglia-punti, si vedrà riattribuito l’intero punteggio iniziale: ritornerà a 20 punti). Mentre l’automobilista che dispone di 20 o più punti e non commette violazioni che determinano la sottrazione di crediti, riceverà due punti ogni due anni di buona condotta, fino a un massimo di 30 punti. E il neopatentato con 20 o più punti che non commette infrazioni taglia-punti ne riceve uno all’anno, fino a un massimo di tre punti, che si aggiungono ai due punti attribuiti ogni due anni.

7) Come faccio a sapere quanti punti ho?

Per conoscere in tempo reale l’ammontare dei propri punti, occorre iscriversi al Portale dell’automobilista (sito del ministero delle Infrastrutture) o scaricare l’app per smartphone “iPatente”. Pagando, si può chiamare, da un telefono fisso, al costo di una telefonata urbana, il numero del ministero delle Infrastrutture 848 782782. Invece, attenzione: il ministero non invia nessuna lettera a casa con il taglio di punti.

8) Le forze dell’ordine mi fermano per un’infrazione grave con taglio di punti: che accade?

Devo pagare la multa. Subirò il taglio dei punti in base al codice della strada, che segue questa tabella di punti.

9) Una telecamera mi immortala mentre commetto un’infrazione grave: che cosa succede?

Il proprietario dell’auto riceverà la multa a casa entro 90 giorni dalla violazione. Dovrà indicare alle forze dell’ordine il nome del guidatore, entro 60 giorni dalla notifica. Se lo fa, il trasgressore perde i punti. Altrimenti, nessuno subisce la sottrazione di crediti, ma il il titolare riceve la multa supplementare di circa 300 euro, spese di spedizione incluse. 

10) Posso fare ricorso contro la multa con taglio di punti della patente?

Sì. Primo: se la multa è stata recapitata a casa, comunico il nome del trasgressore alle forze dell’ordine. Secondo: ricorro gratuitamente al prefetto entro 60 giorni dalla notifica; o, entro 30 giorni, al giudice di pace, versando una tassa allo Stato di almeno 43 euro. Se vinco il ricorso, nessuno paga la multa né subisce il taglio di punteggio; se invece perdo, verbale da pagare e sottrazione di punti che scatta a carico del guidatore.

11) Il sistema della patente a punti è migliorabile?

Sì. Oggi infatti il virtuoso viene premiato con due punti ogni due anni; chi ha perso parecchi punti, torna addirittura a 20 crediti dopo due anni di guida senza infrazioni gravi. Un sistema che non pare molto equilibrato.

12) Prendo una multa che mi fa arrivare a zero punti-patente. Da questo momento, non posso più guidare: corretto?

No, posso guidare anche con zero punti sulla patente. Prima la Motorizzazione locale mi comunicherà che dovrò sostenere l’esame di revisione della patente: trascorsi 30 giorni senza che avrò superato l’esame, allora non potrò più guidare. 

In collaborazione con Valerio Platia, titolare di autoscuola



Aggiungi un commento
Ritratto di Check_mate
28 settembre 2021 - 13:13
Una FAQ per delinquenti, in poche parole! Ahahahah - si scherza eh -.
Ritratto di Volpe bianca
28 settembre 2021 - 13:53
@Check ahahah manca solo la numero 13: se perdo i punti della patente posso farmeli restituire dall'amico vigile che conosco e che a sua volta conosce un'amico all'ufficio multe? :))))
Ritratto di francyb11
28 settembre 2021 - 19:05
:)))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))
Ritratto di LanciaRules
28 settembre 2021 - 19:59
Ce lo ricordano per abituarci in attesa del pass comportamentale presente in Cina che ci priverà di qualsiasi libertà
Ritratto di Andrea Zorzan
29 settembre 2021 - 09:11
Non è molto corretta nemmeno questa norma: "esami da rifare anche se, nell’arco di 12 mesi dalla prima infrazione che prevede il taglio di almeno 5 punti, se ne commettono altre due non contestuali che prevedono ognuna il taglio di 5 punti."
Ritratto di lovedrive
29 settembre 2021 - 18:02
beh , e se la polizia per un sorpasso con la linea continua su strada extraurbana ti fa 3 verbali con: 10 punti per sorpasso con linea continua piu ritiro patente 2 punti per aver oltrepassato la linea continua 5 per velocità pericolosa si parla di velocità di ca. 70 km/h su tratto dove vige 60 km/h

DA SAPERE PER CATEGORIA

listino
Le ultime entrate
  • Audi A7 Sportback
    Audi A7 Sportback
    da € 66.100 a € 143.460
  • Seat Arona
    Seat Arona
    da € 19.500 a € 26.650
  • Fiat 500L
    Fiat 500L
    da € 19.950 a € 25.050
  • Audi A6 Allroad
    Audi A6 Allroad
    da € 66.800 a € 83.200
  • Audi A6
    Audi A6
    da € 55.700 a € 96.750

PROVATE PER VOI

I PRIMI CONTATTI

  • Kia Sportage 1.6 T-GDi HEV GT-line AWD AT
    € 44.950
    Molto originale, la nuova Kia Sportage offre comandi ben pensati, un valido infotainment (ma Android Auto e Apple CarPlay funzionano solo col cavo) e tanto spazio. Comoda e vivace, in questa versione full hybrid c’è anche 4x4.
  • Suzuki S-Cross 1.4 Hybrid StarView 4WD automatica
    € 33.690
    La nuova Suzuki S-Cross ha forme più imponenti e nella variante col cambio automatico fa viaggiare in scioltezza. Il sistema 4x4 è raffinato e la dotazione ricca; solo discrete, però, le finiture.
  • Volkswagen ID.4 GTX
    € 56.850
    Con 299 cavalli, la GTX è la versione più potente della suv elettrica Volkswagen ID.4 e anche l’unica 4x4. Oltre che scattante, è confortevole e spaziosa. Migliorabili, però, le finiture.