NEWS

Aprile 2018: piovono sconti un po’ ovunque

5 aprile 2018

In base ai modelli si possono risparmiare fino a 8.000 euro rispetto ai listini. E non mancano maxi-bonus per chi punta sul diesel.

Aprile 2018: piovono sconti un po’ ovunque

ABARTH

Per le sportivette dello Scorpione sconti fino a 8.000 euro per chi acquista nel mese di aprile. La 595 1.4 T-Jet da 145 CV si porta a casa con 17.990 euro (a fronte di un listino di 19.990) a cui si sommano altri 2.000 euro di extrabonus per un numero limitato di vetture in pronta consegna. L’importo è finanziabile con 48 rate da 149 euro/mese (l’anticipo è di 5.850 euro e la rata finale di 7.445). Non allettanti i tassi: tan 3,95%; taeg 6,31%. Per la 124 Spider i vantaggi raddoppiano: 4.000 euro di sconto e altrettanti di extrabonus. Per una 1.4 con cambio manuale si spendono 32.000 euro (o 28.000 se si accede agli esemplari limitati in pronta consegna), finanziabili con un anticipo di 9.500 euro, 48 rate da 249 euro e un riscatto di 14.407 euro.

ALFA ROMEO

La casa del Biscione prevede fino al 30 aprile 2018 offerte interessanti su tutta la gamma, a fronte della permuta di un usato e di pagamenti rateizzati. Per la verità, i tassi non sono bassi, salvo che per la 4C: la Spider si paga 69.652 euro (anziché 75.500) col finanziamento Alfa Free, che prevede 32.557 euro di anticipo e una rata finale dopo due anni di 37.557 euro (tan 0%, taeg 0,70%). Invece, per la Stelvio 2.2 Turbodiesel Q4 Executive da 209 CV il prezzo promozionale è di 49.500 euro (contro i 55.100 di listino): anticipo € 16.485 e 35 rate da 270 euro. Valore del riscatto già definito: 28.700 euro. Alti però il tan (4,99%) e il taeg (6,20%). La Giulia Veloce (nella foto sopra, 44.800 euro prezzo promo, 51.050 il listino) ha un’offerta analoga: anticipo di 18.500 euro, 35 rate da 199 euro e riscatto di 23.570 euro (tan 4,99%; taeg 6,46%). Ancora più alti il tan (5,99%) e il taeg (8,47%) per la Giulietta 1.6 JTD Tech Edition, che spalma su cinque anni le rate di 169 euro al mese (anticipo 5.850 euro, rata finale 5.643 euro). Sulla MiTo 1.4 Urban si risparmiano 1.650 euro (12.250 euro il prezzo promozionale, oppure 11.150 aderendo al finanziamento MenoMille): nessun anticipo né riscatto, e 72 rate da 203 euro (tan 6,25%, taeg 9,47%).

BMW

Per le vetture tedesche gli sconti partono dalla Serie 1 (nella foto sopra), e sono validi fino al 30 giugno: sull’allestimento M Sport (assetto ribassato di 10 mm, cerchi in lega di 18”, pacchetto aerodinamico M e sedili sportivi) si risparmiano fino 4.100 euro. Infatti, una 118d a cinque porte si paga 29.950 (anziché 34.050). Sconti analoghi, o leggermente più bassi, con gli altri motori. La Serie 2 Active Tourer si può portare a casa con 23.900 euro nel caso della 216i: il risparmio è di 2.500 euro. Per la Serie 5, berlina o Touring, il vantaggio cliente sale fino a 5.000 euro nel caso di permuta di un’auto posseduta da almeno sei mesi. Sconti anche per la suv X1: sull’allestimento xLine si risparmiano 3.250 euro.

CITROËN

Per chi vuole cambiare l’auto, per tutto aprile la casa francese offre sconti interessanti fin dalla citycar C1, sia per chi paga in contanti sia per chi accede al finanziamento: nel primo caso per una 1.2 PureTech 82 CV Shine a 5 porte si paga 10.800 euro anziché 13.750. Pagando a rate, invece, lo stesso modello si può avere con un anticipo di 3.360 euro, 35 rate da 99 euro e un saldo di 7877 (non bassi i tassi: tan 4,5%, taeg 7,2%). Offerte analoghe per la meno pratica versione a tre porte. Elevato lo sconto di 7.441 euro per l’elettrica C-Zero, che in contanti si paga 23.300 euro.

Sulla C3 le offerte riguardano la 1.2 PureTech Feel da 68 CV: 3.100 euro di sconto per chi l’acquista senza finanziamento, oppure rate da 129 euro al mese, anticipo di 2.210 e saldo di 6.012 euro (stessi tassi della C1). In contanti, con 3.000 euro di sconto si può avere anche la 1.2 a Gpl nell’allestimento Feel con l’aggiunta del pacchetto City. Nel caso della crossover compatta C3 Aircross (nella foto sopra), una 1.2 Feel da 80 cavalli (prezzo di listino 17.350), arricchita con pacchetto City Connect e cerchi in lega di 16” (valore, 500 euro ciascuno), si può avere in contanti per 15.150 euro. Pagando a rate, invece, si versa un anticipo di 3.570 euro, 35 rate da 159 euro e il riscatto finale è di 7.950 euro (tan 4,5%, taeg 6,59%). Con 179 euro al mese per 35 rate (e un anticipo di 4.648 euro) si diventa proprietari di una C4 Cactus 1.6 BlueHDi S&S da 99 CV nell’allestimento Shine, con l’aggiunta di cerchi in lega da 17”, pacchetto City Camera Plus e sistema di accesso e avviamento senza chiave (importo complessivo 22.600 euro); valore finale garantito per la media francese (appena rinnovata) di 10.807 euro (tan 4,5%, taeg 6,21%).

Offerte anche per la gamma C4 Picasso: la versione a cinque posti della monovolume d’Oltralpe con motore 1.6 BlueHDi 99 CV, allestimento Live e pacchetto Live Plus si può avere in contanti per 19.700 euro (6.650 euro di sconto). Per chi sceglie di pagarla a rate, si parla di un anticipo di 4.440 euro, 179 euro al mese per 35 rate e un saldo di 11.914 euro (tan 4,5%, taeg 6,02%). Nel caso della Grand C4 Picasso, che di posti ne ha sette, l’offerta riguarda la 1.6 BlueHDi da 120 CV Live con l’omonimo pacchetto. La rata è di 189 euro per 35 mesi (anticipo 5.100 euro, saldo 12.764; tan 4,5%, taeg 5,93%). La multispazio Berlingo, che a ottobre sarà sostituita dal nuovo modello (ne abbiamo parlato qui), prevede uno sconto di 5.300 euro per la 1.6 BlueHDi Feel acquistata in contanti. Col finanziamento, invece, si anticipano 4.420 euro, poi per 35 mesi si versano 169 euro e alla fine altri 8.265 (tan 4,5%, taeg 6,51%).

DS

Anche il brand più chic del gruppo francese PSA non è avaro in fatto di offerte. La berlina media DS4 si può avere fino al 30 aprile con un leasing. Nel caso di una 1.6 BlueHDi 120 CV Connected Chic l’importo finanziato è di 23.540 euro (a fronte di un listino di 27.200 euro): si anticipano 7.631 euro, poi si pagano 48 mensilità di 200 euro l’una e alla fine si può riscattare l’auto per 9.877 euro (tan 3,99%, taeg 5,52%). Condizioni simili per la versione crossover, la DS4 Crossback (nella foto sopra): per la 1.6 BlueHDi 120 CV So Chic (valore di listino 27.500 euro) stesse rate e anticipo di 7.871 euro, poi riscatto di 10.010 euro. Nel caso di una più grande DS5 la rata sale a 240 euro per 48 mesi: in questo caso l’esempio si riferisce a una 1.6 BlueHDi 120 S&S Connected Chic (si pagherebbe l’equivalente di 30.270 euro a fonte di un listino di 35.150). L’anticipo è di 9.811 euro, mentre il saldo di 13.175; tan 3,99% e taeg 5,19%.

FIAT

Tantissime le promozioni per il marchio di Torino, tutte con scadenza a fine aprile. Si parte con la 500 che è proposta in un numero limitato di vetture in pronta consegna da immatricolare entro fine mese al prezzo promozionale di 10.950 euro. Stiamo parlando della 1.2 Collezione che a listino costerebbe 16.450 euro. Con il finanziamento Fiat Più si anticipano 3.310 euro, poi si versano 48 rate da 99 euro e un saldo di 4.655 euro (tan 3,95%, taeg 7,27%). Per accedere all’offerta sulla Panda 1.2 Pop (a 8.950 euro anziché a 11.340) è necessario avere un usato da dare in permuta o da rottamare. Il finanziamemento Fiat Più prevede un anticipo di 2.780 euro, 48 rate da 89 euro e un saldo di 3.445 (tan 3,95%, taeg 8,15%).

La Punto 1.2 Street è proposta a 9.000 euro (contro un listino di 14.340 euro), che scendono addirittura a 8.000 aderendo al finanziamento MenoMille: 72 mensilità da 147 euro con altissimi tan (6,25%) e taeg (10,07%). Per la 500X, a fronte di un usato da dare in permuta o da rottamare, la 1.6 Mirror (in listino a 21.050 euro) si può avere a 16.700 euro accedendo al finanziamento Galaxy4U: anticipo zero e 72 mensilità da 292 euro. Alti il tan (6,25%) e il taeg (8.23%), mentre è interessante l’omaggio di un Samsung Galaxy S9. Stesso regalo acquistando una 500L; una 1.4 Pop Star da 95 CV si porta a casa a 15.200 euro, anziché a 18.600 euro.

La Tipo (nella foto sopra) 1.4 Pop da 95 CV, che costerebbe 16.100 euro, viene scontata a 12.500 euro per chi ha un usato da dare in permuta o un turbodiesel da rottamare (tranne vetture Euro 5). Inoltre, su un numero limitato di vetture in pronta consegna sono in omaggio gli optional. L’offerta si applica anche alle versioni station wagon, con un prezzo lancio di 13.700 euro (listino 17.500). E, acquistando una turbodiesel, si beneficia di un extra-sconto di 500 euro. La 124 Spider 1.4 Turbo S-Design si può avere con rate da 199 euro per 48 mesi. Il prezzo promozionale è di 26.300 euro (listino 30.300 euro) e prevede anche un anticipo di 9.180 euro e una maxi-rata di 10.584 euro (tan 3,95%, taeg 5,46%). Sull’allestimento Lusso, invece, non si paga il cambio automatico. Altre promozioni riguardano tutti i modelli a Gpl (fino a 6.500 euro di vantaggi) e a metano (lo sconto può arrivare a 6.600 euro).

HONDA

Per il mese di aprile la casa giapponese prevede offerte su tutta la gamma (resta esclusa solo la sportiva ibrida NSX). La “quattro metri” Honda Jazz (nella foto sopra) 1.3 i-VTEC Trend ha un listino di 15.550 euro, ma si può avere per 13.700 euro accedendo al finanziamento che include anche assicurazione furto e incendio per tre anni. In questo periodo si pagano 36 rate da 99 euro (anticipo 4.616, maxi-rata di 6.600 euro rifinanziabile nel caso in cui si voglia tenere la vettura). Il tan è di 2,95%, il taeg 5,14%. Formula analoga per la Civic 1.6 i-DTEC a gasolio. che si può avere nell’allestimento Comfort a 19.900 euro (anziché a 23.900), inclusi 36 mesi di assicurazione furto e incendi. Ai 199 euro al mese si sommano i 4.636 euro per l’anticipo; la maxi-rata finale è di 9.600 euro (tan 2,95%, taeg 4,34%). Offerte simili anche per la crossover HR-V che prevede mensilità da 189 euro per la 1.5 i-VTEC a benzina nell’allestimento Comfort (valore 21.600 euro, prezzo promozionale 18.900): l’anticipo è di 4.436 euro, la maxi-rata 9.100 (tan 2,95%, taeg 4,41%). Per la suv CR-V, invece, è previsto un ecobonus da 5.000 e 7.500 euro: per esempio, una 1.6 i-DTEC comfort 2WD si paga 21.900 euro anziché 26.900.

HYUNDAI

Per tutto aprile la casa coreana propone la suv di taglia media Tucson (nella foto sopra) 1.7 CRDi XPlus a trazione anteriore a 20.950 euro (4.700 in meno rispetto al listino) da finanziare con 35 rate da 299 euro, che si sommano all’anticipo di 4.606 euro. La rata finale, nel caso in cui si voglia riscattare la vettura, è di 11.308 euro (tan 5,99%, taeg 7.44%). L’offerta è condizionata alla permuta o rottamazione di un usato e all’immatricolazione della nuova vettura entro il 30 aprile.

JEEP

La casa del gruppo FCA propone per il mese di aprile la Compass (nella foto sopra) 1.6 Multijet in allestimento Business al prezzo promozionale di 26.000 euro (anziché 29.500). Per la versione Limited, invece, l’offerta prevede un importo scontato di 28.500 euro (contro un listino di 31.250) a fronte del finanziamento Jeep Excellence: anticipo di 8.120 euro, 36 rate da 239 euro e riscatto di 15.320 euro (tan 4,99%, taeg 6,64%). Sulla Longitude lo stesso tipo di promozione prevede una rata di 199 euro, un anticipo di 7.590 e un saldo di 13.408. In offerta anche la Cherokee, per la quale a settembre arriverà un significativo restyling (ne abbiamo parlato qui). A fronte di un listino di 48.950 euro, si può averla al prezzo promozionale di 38.528 con il finanziamento Jeep Free: anticipo 18.000 euro e maxirata dopo due anni di 20.528 euro, per chi intende tenere la vettura (tan 0%, taeg 1,28%). La stessa offerta finanziaria si può applicare alla Wrangler, della quale dopo l’estate arriverà il nuovo modello (qui la news): la 2.8 Sahara (valore 43.950 euro) si può avere con un anticipo di 18.000 euro e un saldo di 19.233.

LANCIA

Per l’unico modello della casa torinese, la Ypsilon (nella foto sopra), l’offerta di questo mese riguarda la possibilità di noleggiarla con la formula ShakeIt! che prevede un anticipo di 1.490 euro e canoni mensili da 99 euro (per la 1.2 a benzina Elefantino Blu) a 139 euro (per una 1.3 Multijet nello stesso allestimento). Dopo due anni si può decidere di restituirla, mentre la durata massima del leasing è di cinque anni, con un limite chilometrico di 10.000 km/anno.

MAZDA

La marca giapponese fino al 30 aprile propone l’offerta Extra Included Days, che consente di avere a prezzi vantaggiosi vetture arricchite di optional e pacchetti. Per esempio, l’utilitaria Mazda 2 1.5 a benzina da 75 CV nell’allestimento Evolve con il Comfort Pack (valore complessivo 15.150 euro) si può avere a 13.500 euro. Possibilità di finanziamento Mazda Advantage (tan 3,99%, taeg 6,54%), con rate da 150 euro al mese. Puntando sulla 1.5 turbodiesel l’offerta è di 14.850 euro, contro un listino di 17.850 (incluso il pacchetto Comfort). Sulla berlina media Mazda 3 lo stesso tipo di offerta si applica alla 1.5 a benzina Evolve arricchita con l’Evolve Pack, che si porta a casa a 18.950 euro anziché a 21.250. Nel caso della turbodiesel il prezzo promozionale è di 20.950 euro (anziché 23.650), con possibilità di finanziamento da 199 euro al mese (tan 3,99%, taeg 5,65%).

Chi vuole accedere al mondo dei crossover può avere la CX-3 2.0 Evolve col pacchetto Evolve a 18.900 euro (anziché a 21.870). Per la 1.5 turbodiesel, finanziabile anche a 199 euro al mese (tan 3,99%, taeg 5,55%), il prezzo promozionale è di 20.450 euro contro i 23.470 di listino. Per la più grande CX-5 (nella foto sopra) è previsto un finanziamento da 290 euro al mese (tan 3,99%, taeg 5,12%) in alternativa all’acquisto a 27.950 euro contro i 30.150 di listino di una 2.2 turbodiesel Evolve. In omaggio anche tre tagliandi. La Mazda 6 Wagon 2.2 D Evolve, invece, si può avere a 29.950 euro (ne costerebbe 32.350) o con 290 euro/mese (tan 3,99%, taeg 5,25%). Infine, la sfiziosissima spider MX-5 col 1.5 a benzina da 131 CV e allestimento Exceed (valore 27.850 euro) si porta a casa con 25.950 euro, oppure col finanziamento Get&Drive: anticpo di 12.025 euro e saldo dopo due anni (tan 0%, taeg 0,15%).

MITSUBISHI

Fino a 4.000 euro di sconto sulla suv compatta ASX (nella foto sopra). Il bonus sale a 5.000 euro per la Outlander. In entrambi i casi bisogna avere un usato da rottamare.

NISSAN

Per questo mese, chi ha un usato da dare in permuta o da rottamare, può avere la crossover compatta Juke (nella foto sopra) 1.5 turbodiesel Acenta con uno sconto di 4.200 euro, che diventano 5.200 per chi accede al finanziamento IntelligentBuy, personalizzabile nelle rate (a partire da 138 euro al mese) e nell’entità di anticipo e maxirata finale (tan e taeg massimi 4,49% e 6,17%). Nel caso della Visia a Gpl l’offerta è leggermente meno vantaggiosa: scontro di 3.050 euro, o 4.050 col finanziamento con rate da 139 euro/mese.  

OPEL 

A fronte di una rottamazione, ad aprile la casa tedesca lancia la crossover compatta Crossland X (nella foto sopra) 1.2 Advance al prezzo di 13.950 euro (ne costerebbe 18.450) con il finanziamento Scelta Opel: anticipo di 4.100 euro, poi 139 euro al mese per 35 rate e maxirata di 7.638 euro (tan 3,99%, taeg 5,83%). La stessa formula si può applicare alla Corsa 1.2 Black Edition 3 porte, che si trova a 9.950 euro (anziché 15.170) da versare con 3.670 euro al contratto, 35 mensilità da 109 euro e un saldo di 4.581 (tan 3,99%, taeg 7,15%). Per la Grandland X 1.6 turbodiesel Advance, che avrebbe un listino di 28.000 euro, il prezzo promozionale è di 21.400 euro: anticipo 5.600, rate da 189 euro più 12.656 nel caso in cui si voglia tenere l’auto a fine periodo. Tan 3,99%, taeg 5,17%. La Mokka X 1.6 a benzina nell’allestimento Advance, invece, è offerta a 16.900 euro (listino 22.700). In questo caso non è obbligatorio il finanziamento.

SKODA

Per chi ha un usato, le offerte del mese della casa ceca partono dalla piccola Citigo che nella versione 1.0 60 CV Design Edition 3 porte (listino 12.150 euro) si può avere a 9.500 euro, oppure con il finanziamento PiùValore a 95 euro al mese per 72 rate. Anticipo 3.430 euro, tan 3,99% e taeg 7,21%. La Active, invece, che costerebbe 10.220 euro, si acquista a 7.950 euro o con 72 rate da 125 euro (tan 2,99%, taeg 5,32%). L’utilitaria Fabia 1.0 60 CV Design Edition (costerebbe 13.720 euro) si può avere per 10.900 euro oppure a rate di 139 euro, previo un versamento iniziale di 2.320 euro (tan 3,99%, taeg 6,22%). Per la Fabia Wagon l’offerta riguarda la 1.0 da 75 CV (nello stesso allestimento) e si pagano 11.950 euro, anziché 15.520, o 72 rate da 139 euro più un anticipo di 3.370. Per chi punta sulla Rapid Spaceback sono in offerta le 1.0 TSI 95 CV Active o Design Edition e la 1.0 TSI 110 CV ScoutLine: si parte da 13.500 euro, oppure 179 euro al mese per 35 rate, con un anticipo di 4.200 euro.

Anche per le famigliari Octavia Wagon (nella foto sopra) e Superb Wagon le offerte non mancano. Per la prima ci sono la 1.4 TSI G-Tec a metano 110 CV Ambition da 18.900 euro (ne costerebbe 24.490) e la 1.0 TSI 116 CV a benzina Active a 16.900 (anziché 21.500). In entrambi i casi si può ripiegare sul finanziamento con tan 3,99% e taeg massimo 5,50%. Per la Superb Wagon la 2.0 TDI 150 CV Style con cambio DSG (valore 37.310 euro) è offerta con un leasing di 215 euro al mese (anticipo 7.296) per due anni. Con quattro euro in più al mese (per 35 rate), oltre a un anticipo di 5.580 euro e una maxirata finale di 12.851, invece si diventa proprietari di una Superb berlina 1.4 TSI 150 CV Ambition, che si può avere anche in contanti a 23.900 euro (ne vale 29.810). Infine, per chi punta su suv e crossover ci sono le Karoq e Kodiaq. Per la prima, più compatta, una 1.6 TDI Executive (in listino a 27.700 euro) si paga 24.300 euro, oppure con un anticipo di 5.800 e 35 rate da 205 (maxirata finale 13.579, tan 3,99%, taeg 5,10%). La Kodiaq 2.0 TDI 150 CV Ambition DSG, invece, si paga 29.200 euro (anziché 32.970) o 7.110 euro più 35 versamenti mensili da 249 (saldo 15.975, tan 3,99%, taeg 4,96%).

SMART 

Per tutto il mese, l’azienda del gruppo Daimler celebra la primavera con l’offerta sulla fortwo cabrio 90 turbo suitebrown twinamic: si paga 20.762 euro (anziché 23.196) o con un anticipo di 2.220 euro, 35 mensilità da 220 euro e un saldo di 13.711 (tan 5,95%, taeg 7,14%). Bisogna però dare in permuta una vettura usata.

SSANGYONG

La casa coreana offre fino a 4.000 euro di sconto per chi entro fine aprile dà in permuta o rottama un usato, e acquista la crossover compatta Tivoli (nella foto sopra) o la più grande XLV. L’offerta consente di aderire pure al programma “100% Sicuri di sé”, che prevede la formula soddisfatti o rimborsati: permette di restituire l’auto entro 30 giorni se non risponde alle proprie aspettative. Formula che si applica anche alla Korando a Gpl, per la quale è previsto un Ecobonus di 4.000 euro.  

SUZUKI

La marca giapponese promuove le sue vetture 4x4 con sconti per chi immatricola uno dei seguenti modelli entro il mese di aprile: la piccola crossover Ignis 1.2 DualJet iCool 4WD viene offerta a 13.800 euro anziché a 15.700; l’utilitaria Swift 1.2 DualJet Hybrid Top 4WD (nella foto sopra) a 16.150 invece di 19.190; la crossover S-Cross 1.4 Boosterjet Cool S&S 4WD a 21.340 euro (ne costerebbe 26.090) e la più compatta Vitara 1.6 VVT V-Cool S&S 4WD a 20.100 al posto di 22.900 euro (in questo caso l’offerta è valida solo in caso di permuta o rottamazione). Per questi ultimi due modelli è in vigore anche una promozione per le versioni a due ruote motrici: la S-Cross 1.0 Boosterjet Easy S&S 2WD, che ha un listino di 18.990, viene proposta a 15.690 euro, mentre la Vitara 1.6 VVT V-Cool S&S 2WD (valore 20.200 euro) si può avere a 16.900 euro. Sempre per tutto il mese l’utilitaria Baleno 1.2 DualJet B-Easy si acquista, a fronte di una permuta o rottamazione, a 9.900 euro contro i 14.100 di listino.

TOYOTA 

La casa che da più tempo punta sull’ibrido spinge su questa tecnologia anche quando si parla di promozioni: la crossover compatta C-HR 1.8 Hybrid E-CVT Active (nella foto sopra), che ha un listino di 28.550 euro, si può avere per tutto aprile a 24.050 a fronte di una permuta o rottamazione. Il vantaggio si riduce leggermente per le varianti non ibride: 3.800 euro di sconto per la 1.2 turbo Active, per la 1.2 turbo Trend CVT 4WD e per la 1.2 turbo Lounge CVT 4WD. Il bonus di 4.500 euro in caso di acquisto di una versione ibrida si applica anche per l’utilitaria Yaris e per le medie Auris (a gennaio arriva la nuova, di cui parliamo qui) e Prius. Nel caso della suv Rav4, della quale arriverà il nuovo modello a gennaio (leggi qui per saperne di più), lo sconto arriva a 7.000 euro. Per tutte sono disponibili finanziamenti con tan 4,95% e taeg massimo  7,62%. Per chi vuol puntare sulla citycar Aygo, disponibile solo col 1.0 a benzina da 69 CV, la x-Cool a tre porte si può avere a 8.750 euro (anziché a 11.650) o con 95 euro al mese per 47 rate (anticpo 1.850 euro e maxirata di 3.938), col programma Pay per Drive che consente di restituire l’auto prima della scadenza del finanziamento. Offerte analoghe per le versioni a cinque porte e per gli altri allestimenti.

VOLKSWAGEN

Ampio il ventaglio di offerte del marchio tedesco per il mese in corso. Si parte dalla citycar up!: una 1.0 60 CV take up! (costerebbe 11.000 euro) si paga 9.000 euro, interamente finanziabili con 48 rate da 188 euro (tan 0%, taeg 2,65%). Per l’utilitaria Polo una 1.0 MPI 65 CV Comfortline (listino 15.500 euro) bastano 14.000 euro, oppure 2.580 di anticipo e 35 rate da 129 euro/mese, oltre a un sald di 8.075 euro nel caso in cui a scadenza si voglia tenere l’auto. Il tan è del 3,99%, il taeg 5,73%. La Golf (nella foto sopra) viene proposta nella versione 1.0 TSI 110 CV Trendline 5 porte a 17.900 euro (valore 21.100 euro), mentre per la suv Tiguan 1.6 TDI Sport (listino 31.800 euro) il prezzo promozionale di 28.600 euro è legato a un finanziamento con anticipo di 6.232 euro, 35 rate da 249 e saldo di 15.951 per chi tiene la vettura (tan 3,99%, taeg 4,96%). Per la versione allungata, la Tiguan Allspace, l’offerta riguarda la 2.0 TDI 150 CV Business, che costerebbe 39.500 euro. Si porta a casa a 36.000 euro, con il finanziamento che prevede 9.215 euro subito, 35 mensilità da 279 euro e la maxirata di 19.813 euro. Bonus di 3.000 euro per le Passat berlina e Variant, inclusa la Alltrack, in alternativa ai finanziamenti. Per la nuova crossover compatta T-Roc, invece, lo sconto è di 1.500 euro per le versioni a gasolio e di 500 per quelle a benzina. Inoltre sono previste offerte mirate per la 1.0 TSI Style (listino 22.850) con un prezzo promozionale di 21.900 euro, versabili in alternativa con un anticipo di 4.867 euro, 35 rate da 189 euro e una finale da 12.507 (tan 3,99%, taeg 5,19%).

VOLVO

Per tutto aprile, la casa svedese offre la nuova suv XC60 (nella foto sopra) con un finanziamento che prevede 35 rate da 295 euro, oltre a un acconto di 17.763 euro e maxirata di 20.858 euro (tan 2,95%, taeg 3,58%): si tratta della D4 Business con cambio manuale, che a listino costerebbe 46.350 euro. La V90 D3 Kinetic, che vale 45.500 euro, è proposta in leasing con un anticipo di 20.920 euro, 35 mensilità da 302 euro e un riscatto di 17.745 (tan 1,90%, taeg 5,33%), eventualmente rifinanziabile. Il leasing per una XC90 D4 Geartronic Momentum (valore 59.650 euro) vede invece canoni da 536 euro e un anticipo di 22.533 euro; il valore di riscatto è di 23.264 euro (tan 1,9%, taeg 4,77%). 

Aggiungi un commento
Ritratto di FRANCESCO31
5 aprile 2018 - 22:21
La Punto 1.2 Street è proposta a 9.000 euro. A questo prezzo non è male, che ne dite ? gli dai dentro un bussolotto da rottamare e magari ti tirano giù altri mille euro
Ritratto di Alfiere
6 aprile 2018 - 07:31
1
Gia mille te le tirano col finanziamento menomille, ma c'è da valutare bene tan e taeg: quelli di fiat sono alti.
Ritratto di gjgg
6 aprile 2018 - 09:19
1
Ci sono entrato un paio di volte e mi è sembrata ben all'altezza di auto anche ben oltre i 9000 euro sia come livello dei materiali (anche se i sedili della Lounge sono ben altro aspetto) che come dotazione delle cose essenziali per la vita a bordo (clima, chiusura centralizzata, alzacristalli e radio coi comandi al volante per intenderci e non intendo i vari sensori e telecamere e full led ora tanto in voga). Forse giusto qualche airbag in più glielo potevano lasciare. Per chi cerca un'auto nella sua essenzialità (ossia che offre tutto quanto fino a non più di dieci anni fa avrebbero ben accontentato tutti e definito una utilitaria non dico di lusso ma degnamente accessoriata) va più che bene. Magari molti che eventualmente la criticherebbero poi avranno comprato un usato con 4-5 anni e 70-80 mila km sulle spalle pagandola poco meno e ritrovandosi con in pratica gli stessi contenuti di questa Punto che però ti porti a casa nuova illibata.
6 aprile 2018 - 11:39
Ottimo acquisto Punto 1.2 a 8.000€ non smetterò mai di ripeterlo. Che poi tutti i sistemi di ass.za alla guida sono quasi fastidiosi al punto che mi verrebbe da disattivarli per il semplice fatto che sono ancora primordiali: O guido io o guida l'auto (ma deve farlo lei da sola autonoma al 100%). Le vie di mezzo non mi sono mai piaciute. Posso capire che il radar è utile per evitare di investire animali selvatici in carreggiata in piena notte con l'auto che frena in anticipo ma gli aggeggi che suonano o il volante che vibra ogni volta che devo fare uno scarto per evitare una voragine, di cui le strade italiane sono ricche dopo le piogge abbondanti dello scorso inverno, mi irritano e basta, vero che in caso di malore o colpo di sonno possono salvarti la vita (ho visto vari video di Tesla che frenano e accostano da sole in caso venga rilevata un uscita di corsia involontaria) ma i sistemi attuali sono troppo invadenti e spesso intervengono quando non c'è il minimo bisogno per questo dico si la guida autonoma ma solo se è come quella di K.I.T.T. ovvero fa tutto da sola e viene anche a prendermi quando la chiamo ma quando voglio guidare io e divertirmi possa godere della piena facoltà di passare alla guida manuale, altro che togliere del tutto il volante come certi concept già da modernariato.
Ritratto di gjgg
6 aprile 2018 - 12:11
1
Come non concordare? Al limite l'utilità dei da te citati sistemi quale di superamento della corsia o frenata automatica ecc. potrebbe essere che la terza / quarta volta che devono intervenire significa che tu quel giorno non sei buono per stare al volante -> ti si blocca l'auto e ti fai venìre a prendere da qualcun altro. O ti fanno ripartire dopo una mezz'oretta e al primo di nuovo errore ti incrementano il tempo di fermata obbligatoria. Magari diminuiscono drasticamente (riportandolo ai livelli di giusto qualche anno fa) il numero di persone che oggi in perfetto rettilineo zigzaga da una parte all'altra facendo ben intuire che in tutto è concentrata tranne che nel pensare a guidare
Ritratto di Mbutu
6 aprile 2018 - 12:45
Dico che una fiesta non costa molto di più ma almeno è un'auto moderna.
Ritratto di gjgg
6 aprile 2018 - 13:17
1
A quanto si porta via la base pagando cash? Curiosità
Ritratto di tramsi
7 aprile 2018 - 19:47
Diciamo che, a confronto, è un'altra galassia.
Ritratto di otttoz
6 aprile 2018 - 09:35
ho telefonato ad alcuni concessionari che offrono sul web vetture nuove o km0 a cifre allettanti...specchietti per allodole! o ti obbligano a costosi finanziamenti, o quella proposta è stata appna venduta ma ne hanno un'altra a tremila euro in più, oppure bisogna aggiungere i costi di approntamento,etc,etc...
Ritratto di morino
6 aprile 2018 - 10:22
Piovono polpette al diesel.... o forse polpettoni !?!?
Pagine