Pneumatici: tutto su indici di carico e codici di velocità

9 novembre 2018
Legge e burocrazia
Cosa sono quelle cifre e quella lettera indicati sul fianco delle gomme dopo le dimensioni? E perché sono così importanti? Valgono anche per i pneumatici invernali? 

IN VISTA DEL CAMBIO GOMME… - Sulla “taglia” dei pneumatici è vietato sgarrare: deve essere tra quelle riportate nella carta di circolazione, che generalmente permette di scegliere fra più misure (sono indicate nel riquadro 3, quello in basso a sinistra). Si rischia una sanzione da 422 a 1.697 euro in base all’articolo 78 del codice della strada e il ritiro del libretto stesso. Vale anche per le gomme invernali, anche se in questo caso è ammessa una deroga. E riguarda il codice di velocità. Ma prima di parlarne, vediamo nel dettaglio come si legge la misura di un pneumatico.

LE DIMENSIONI - In senso stretto, la misura di un pneumatico è indicata con una serie di numeri. Per esempio, 205/55 R 16 identifica una gomma con un battistrada largo 205 millimetri, una sezione o fianco alti all’incirca il 55% di 205 (ovvero 113 millimetri) e che va montata su un cerchio di 16 pollici. La “R” invece indica la costruzione radiale, da anni impiegata per le vetture stradali. In generale, più è largo il battistrada, più la gomma fa presa (parlando di asfalto asciutto); per contro, aumentano i consumi di carburante e la rumorosità. Il comfort si riduce anche riducendo l’altezza del fianco: pneumatici ribassati (con sezione /40 o inferiore) assorbono male le buche, a vantaggio invece della sportività. Lo stesso vale per l’aumento della misura del cerchio.

L’INDICE DI CARICO - Dopo la misura del cerchio, si trova un numero che corrisponde all’indice di carico, ovvero il peso massimo sopportabile da ciascuna ruota, che moltiplicato per quattro sarà ovviamente molto maggiore del peso complessivo dell’auto diviso, per avere un adeguato margine di sicurezza. Per sapere a quanti chilogrammi corrisponde, bisogna rifarsi alla tabella qui sotto. Per esempio, l’indice 91 equivale a 615 kg per ruota. Per quanto riguarda l’indice di carico, si può scegliere un valore uguale o superiore rispetto a quanto indicato dalla carta di circolazione. Mai inferiore, pena la sanzione dell’articolo 78 del Codice della Strada.

Indice di carico

Peso per ruota kg

Indice di carico

Peso per ruota kg

Indice di carico

Peso per ruota kg

58

236

79

437

100

800

59

243

80

450

101

825

60

250

81

462

102

850

61

257

82

475

103

875

62

265

83

487

104

900

63

272

84

500

105

925

64

280

85

515

106

950

65

290

86

530

107

975

66

300

87

545

108

1000

67

307

88

560

109

1030

68

315

89

580

110

1060

69

325

90

600

111

1090

70

335

91

615

112

1120

71

345

92

630

113

1150

72

355

93

650

114

1180

73

365

94

670

115

1215

74

375

95

690

116

1250

75

387

96

710

117

1285

76

400

97

730

118

1320

77

412

98

750

119

1360

78

425

99

775

120

1400

 

IL CODICE DI VELOCITÀ - La lettera alla fine della misura è relativa al codice di velocità, equivalente (in base alla tabella qui sotto) alla punta massima per cui il pneumatico è omologato. Per esempio, “H” corrisponde a 210 km/h. Nel caso di codici W o Y, viene anche inserita nella misura la sigla ZR anziché R (lo stabilisce la direttiva europea 92/23). Anche per il codice di velocità, come per l’indice di carico, si può passare a valori superiori rispetto a quanto indicato sulla carta di circolazione. Tuttavia, nel caso dei pneumatici invernali (ma solo nel periodo dal 15 ottobre al 15 maggio, in base a quanto chiarito dalla circolare 1049 del 2014 del ministero dei trasporti) è consentito scendere fino al codice Q, che equivale a 160 km/h. In ogni caso occorre attaccare sulla plancia una “targhetta monitoria” (così la definisce la circolare 104/95 del ministero dei trasporti), ovvero un adesivo che ricordi il nuovo valore, anche se è superiore ai limiti consentiti sulle nostre autostrade e alla velocità massima dell’auto. In alcuni casi, nella carta di circolazione sono indicate apposite misure per i pneumatici invernali contraddistinte dalla sigla M+S in fondo.

 

Codice di velocità

km/h

Q

160

R

170

S

180

T

190

U

200

H

210

V

240

W

270

Y

300

 

M+S o FIOCCO DI NEVE? - La sigla M+S (o M/S o M-S) che sta per Mud&Snow, fango e neve proposito di gomme invernali, deve essere per legge riportata sul fianco dei pneumatici invernali. In realtà è utilizzata anche per diversi modelli per suv, che non sono “termici” ma mettono comunque al riparo dalle multe dove vige l’obbligo di transitare con gomme da neve o catene a bordo. Tuttavia, per viaggiare più sicuri in caso di nevicata, è bene cercare degli invernali “puri”. Che spesso sono contraddistinti dal simbolo col fiocco di neve all’interno di una montagna, il cosiddetto 3PMSF (3 peaks mountain snow flake): pur non essendo ancora obbligatorio in Italia, è utilizzato praticamente da tutti i costruttori di gomme.

Aggiungi un commento
Ritratto di 1951
10 novembre 2018 - 08:02
Sul pneumatico è riportata anche la data di fabbricazione ma vedo che non se ne parla nell'articolo.
Ritratto di Ivan92
10 novembre 2018 - 09:50
6
Articolo molto interessante, vorrei fare una precisazione sulla spalla delle gomme. Il comfort non è compromesso solo dal fatto che un pneumatico ha una spalla di /40 o inferiore, ma dal rapporto in % rispetto alla larghezza del pneumatico. Sulla mia auto monto pneumatici anteriori 225/40/ R 19 e 255/35 R 19 al posteriore, ma la spalla è sempre di di 90 mm (90 mm davanti e 89.25 mm dietro x la precisione) e il comfort non ne risente affatto. Una qualsiasi Supercar con delle sportivissime gomme 335/30/ R 20 ha una spalla di 100,5 mm mentre un utilitaria con delle gomme strette 185/55 R15 ha una spalla di 101,75 mm, praticamente uguale. Il problema potrebbe averlo chi monta gomme strette come le 205/35 R18, perchè con questa combinazione la spalla sarebbe di appena 71.75 mm. Ma se su un altra auto monti sempre delle 35/ R18 ma con un pneumatico largo 285 la spalla sarà di 99,75 mm.
Ritratto di Blueyes
13 novembre 2018 - 11:02
Ottima analisi. In effetti io che sono passato da una macchina con 185/55 ad una con 225/45 non ho notato nessun peggioramento del comfort.
Ritratto di deutsch
13 novembre 2018 - 14:39
in toeria ha ragione nel senso che l'altezza è una percentuale della larghezza, ma nella pratica i cerchi dei vari /40/35/30 sono molto più vicino di quanto lascerebbero pensare i tuoi calcoli seppur corretti. prova a misurare se tra cerchi e strada hai effettivamente 9 centimetri
Ritratto di prodottinotevoli
12 novembre 2018 - 16:20
se esiste un limite max di velocità ha senso parlare di codici da Q a Y tutti decisamente più alti?
Ritratto di deutsch
13 novembre 2018 - 14:40
per lo stesso motivo per cui esistono macchine che hanno velocità massime superiori al limite di velocità consentito

DA SAPERE PER CATEGORIA

listino
Le ultime entrate
  • Audi Q3
    Audi Q3
    da € 34.200 a € 44.300
  • Mercedes GLE
    Mercedes GLE
    da € 69.092 a € 86.221
  • BMW Serie 2 Gran Tourer
    BMW Serie 2 Gran Tourer
    da € 28.500 a € 47.650
  • Morgan Aero 8
    Morgan Aero 8
    da € 113.715 a € 117.633
  • Skoda Octavia
    Skoda Octavia
    da € 20.450 a € 33.540

PROVATE PER VOI

I PRIMI CONTATTI

  • Kia Ceed Sportswagon 1.4 T-GDi Evolution DCT
    € 27.000
    La nuova Kia Ceed famigliare è più sportiva e, al contempo, offre più spazio ai bagagli e ai passeggeri (ma l’accessibilità posteriore non è il massimo). Il 1.4 a benzina da 140 CV è brillante; più dolce che rapido il cambio a doppia frizione.
  • Dacia Duster 1.6 SCe 115 CV GPL Prestige 4X2
    € 16.050
    Anche in questa versione a Gpl, la Dacia Duster si conferma facile da guidare, spaziosa e con un prezzo allettante. Il 1.6, però, manca di grinta.
  • Volvo S60 T6 R-Design Geartronic AWD
    € 55.000*
    Anche in questo allestimento sportivo, la Volvo S60 è soprattutto sicura e comoda. Il 2.0 a benzina da 310 CV è molto energico, ma il cambio dovrebbe essere più reattivo.