Suzuki

Suzuki
Celerio

da 10.490

Lungh./Largh./Alt.

360/160/154 cm

Numero posti

5

Bagagliaio

254/726 litri

Garanzia (anni/km)

3/100.000
In sintesi

Esteticamente equilibrata per quanto poco personale, la Suzuki Celerio è una citycar spaziosa in rapporto ai 360 cm di lunghezza della carrozzeria: i posti omologati sono cinque (quattro per la “base” L) e il divano è adeguato a due adulti. Niente male nemmeno il bagagliaio (254/726 litri), di forma abbastanza regolare salvo il gradino che si forma a schienale reclinato. Ben fatti, ancorché non ricercati, gli interni: la maggior parte dei comandi sono disposti con raziocinio, e i portaoggetti non mancano; peccato solo che le tasche nelle porte anteriori siano piccole. Maneggevolissima e “facile” in città (lo sterzo è leggero), la Suzuki Celerio è sicura e piacevole fra le curve; non male il comfort, anche se, sull'asfalto "ruvido", si sente molto il rumore di rotolamento delle ruote. La massa contenuta (meno di 900 kg) facilita il compito del 1.0 a benzina da 68 CV, un tre cilindri disponibile sia con cambio manuale, sia robotizzato: l'accelerazione è brillante e i consumi molto contenuti. Prevista pure la variante DualJet (soltanto con cambio manuale), con due iniettori per cilindro, rapporto di compressione innalzato da 11:1 a 12:1 e Stop&Start: le prestazioni non cambiano, ma scendono emissioni e consumi. In rapporto al prezzo la dotazione è buona anche per la versione più economica (Easy) che, fra l’altro, offre già di serie la chiusura centralizzata, la radio cd/mp3/Aux/Usb, la regolazione in altezza del volante e del sedile di guida e i retrovisori elettrici. Al top della gamma c’è la Style, con luci diurne a led e fendinebbia, oltre ai cerchi in lega e al pacchetto Comfort (optional per le altre).

 

Versione consigliata

La Suzuki Celerio DualJet con due iniettori per cilindro per chi desidera il massimo risparmio alla pompa (le prestazioni sono quelle delle altre versioni), altrimenti la 1.0 Style, che è disponibile anche con il cambio robotizzato AGS (a cinque marce come quello manuale). La Easy conviene all’acquisto, ma fa rinunciare ai cerchi in lega, ai fendinebbia e agli airbag per la testa (sono previsti soltanto di quelli frontali e laterali anteriori).

 

Perché sì

Guida Facile prendere confidenza con la Celerio: i comandi sono leggeri, il comportamento sincero e prevedibile.

Consumi Sono bassi, specialmente nel caso della 1.0 DualJet. E si abbinano a prestazioni brillanti.

Praticità L’ampio angolo di apertura delle porte facilita l’accesso, e nell’abitacolo sono disseminati tanti portaoggetti (anche se non tutti ampi).

Spazio Per una citycar lunga appena 360 cm, ha un’abitabilità notevole e un discreto bagagliaio.

 

Perché no

Airbag Quelli per la testa sono riservati alla “ricca” Style.

Dettagli Le tasche nelle portiere sono anguste e il tasto dei fendinebbia (di serie per la Style, optional per le altre), che ha la spia incorporata, è in posizione nascosta.

Personalità La linea non è sgradevole, ma manca di originalità.

Suzuki Celerio
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
33
13
33
47
81
VOTO MEDIO
2,4
2.37198
207
Photogallery