I consigli per guidare l'auto con il buio

15 dicembre 2014
Sicurezza
In questo periodo le giornate sono le più corte dell'anno, dunque il buio cala molto presto e anche i fari più potenti non fanno miracoli.
OCCHIO ALLA VELOCITÀ - D’inverno le ore di luce si riducono, e capita spesso di guidare col buio. Deve prestare maggiore attenzione soprattutto chi non ha una vista perfetta, perché in queste condizioni i “problemini” di messa a fuoco si amplificano; a tutti è richiesto, comunque, un plus di prudenza, adeguando l’andatura all’effettiva visibilità. Per viaggiare in sicurezza su una strada priva di una valida illuminazione pubblica, bisogna potersi fermare entro la zona rischiarata dagli anabbaglianti: autostrada esclusa, già 80 km/h (anche in presenza di un limite più alto) possono essere troppi.
 
ATTRAVERSAMENTO PERICOLOSO - Tante le insidie. In campagna, per esempio, può capitare che un animale attraversi la strada. Se avete tempo di reagire, non confidate sul fatto che scappi, ma frenate subito: spaventato dalla luce dei fari, potrebbe bloccarsi di fronte a voi. Schivarlo è pericoloso: si rischia di perdere il controllo dell’auto, e magari di spostarsi proprio nella stessa direzione dell’animale.
 
 
QUEI PICCOLI GESTI - 1) Per vedere bene fuori, l’interno dev’essere poco illuminato: diminuite la luce del cruscotto e, se c’è, attivate la funzione “notte” del navigatore. 2) Quando un veicolo vi segue, azionate lo scatto antiabbagliante del retrovisore. E se incrociate un’auto, puntate lo sguardo sulla destra della strada, per non venire abbagliati. 3) Prima degli incroci o delle curve “cieche”, lampeggiate con gli abbaglianti per avvisare in anticipo chi è in arrivo dall’altra parte. 4) Usate gli abbaglianti soltanto se non ci sono altri veicoli in vista, e i fendinebbia solo in presenza di foschia densa: in caso contrario disturbano gli altri (e sono vietati dalla legge). 5) Su strade a doppio senso di marcia non illuminate, effettuate un sorpasso solo se chi vi precede va davvero piano: più oltre potrebbero esserci una curva o un ostacolo nascosti nel buio. 6) Se i fari illuminano soltanto pochi metri d’asfalto, sono mal regolati: “allungate” il fascio di luce agendo sulla rotella di regolazione nella plancia. Se non basta, rivolgetevi al meccanico.
 
 
SE SI CHIAMANO DIURNE... - Tante auto recenti hanno le luci diurne: si accendono da sole all’avvio del motore e servono per farsi vedere da chi arriva di fronte (attenzione, i fanali posteriori restano spenti). Come dice il nome, servono in condizioni di buona luminosità, e non sostituiscono certo i fari tradizionali.
 
 
FATEVI VEDERE ANCHE DA DIETRO - Anche se la vostra vettura ha le luci diurne, quindi, dovete ricordarvi di accendere gli anabbaglianti, in galleria e quando inizia a fare buio. L’ideale sono i fari ad accensione automatica: messo il comando su Auto, non ci si pensa più.
Aggiungi un commento
Ritratto di Mattia Bertero
15 dicembre 2014 - 17:33
3
Come sempre i consigli utili non sono mai indesiderati. come nel caso della guida sulla pioggia anche quella di notte la si acquisisce soltanto con l'esperienza e con qualche c.azzata che si compie durante i primi periodi di patente (nonché una buona dose di buonsenso che in molti automobilisti in giro per le strade ne si certifica l'assenza). Poi quando piove di notte è il massimo: tra i riflessi delle luce delle macchine dell'altra corsia e la visibilità ridotta dalla pioggia stessa, la strada molte volte risulta quasi invisibile. Un appunto personale sulle luci diurne che si accendono automaticamente: sulla mia Polo si accendono i fari veri e propri quando si aziona il motore, sia davanti che dietro.
Ritratto di IloveDR
15 dicembre 2014 - 17:43
4
che sia accendano automaticamente gli anabbaglianti e le posizioni posteriori...la mia Polo non è provvista di questa funzione, ne di luci diurne.
Ritratto di osmica
15 dicembre 2014 - 22:46
1) In altri stati, per ottenere la patente davi far tot ore do guida con istruttore: di giorno, di notte, con la pioggia. Da noi basta un'uscita con l'esaminatore e puoi guidare liberamente. Diciamo che il manca il buonsenso gia' prima di ottenere la patente. 2) La Polo (pre-restyling) poteva avere i fari diurni, era un optional (da un 30-50€) e avevi due fari aggiuntivi all'altezza dei fendinebbia. Questi erano i fari diurni, che si accendono al solo anteriore. (lo stesso vale per altre vetture del gruppo). Nel gruppo ottico "normale" avevi sempre i fari di posizione (utili per luci di ingombro), ana e abbaglianti.
Ritratto di Livio Lucaroni
15 dicembre 2014 - 17:51
Sono regole semplici, ma "ripetita juvant" (si scrive così? Boh!).
Ritratto di Robx58
15 dicembre 2014 - 17:55
12
sicuramente è più impegnativo che di giorno, come giustamente elencato dal servizio, bisogna attenersi a delle regole e precauzioni, accade però, a volte, di incrociare nelle strade a doppio senso di marcia, ( anche in quelle a 4 corsie, autostrada compresa) alcune auto che non rispettano questo " comportamento" che dovrebbe essere dato più dall'educazione che dai divieti. Incrocio auto che hanno fari dal colore blu/ viola, (che spesso non migliorano la visuale, ma infastidiscono chi si incrocia ), oppure mal regolati ( normalmente il sinistro che punta direttamente la corsia opposta ) anche chi viaggia con un faro solo ( si è bruciata una lampadina ) oppure quello che non abbassa mai i fari, neppure se gli alzi i tuoi allo xenon e gli fai la radiografia, non c'è nulla da fare! oggi per strada si trova di tutto, sia che è giorno, sia che è notte, l'unica cosa positiva (almeno dalle mie parti), è che la notte il traffico è meno intenso del giorno, e i mezzi pesanti sono solamente quelli che fanno la linea, che viaggiano sempre. A me è sempre piaciuto guidare di notte, l'ho anche fatto per lavoro, diciamo che il 40% dei chilometri che ho percorso, li ho fatti di notte, e se penso che fari avevano quelle auto che guidavo 30/40 anni fa... rispetto a ciò che oggi ho!
Ritratto di PongoII
15 dicembre 2014 - 20:02
7
Mi associo ai commenti di Mattia e Rob. I consigli utili non dovrebbero mai infastidire e, si, Livio, repetita iuvanti. Guido da più di 20 anni e, come Rob, ho viaggiato spesso di notte, prima per lavoro, anche dopo un 16/08 di servizio, poi per far riposare durante il trasferimento la triplice prole... ed ho visto di tutto. Se si aggiunge che sull'altipiano carsico, d'inverno, parti con la pioggia ed arrivi col ghiaccio che ti sembra di essere al rally dei 1000 laghi... bè devo dirmi fortunato ad essere qui a scriverlo. Poi, dove già la Natura non mette (o quantomeno consiglia) limiti, spesso ci sono delle tare mentali di altri automobilisti, ben descritte da Rob, dico solo che più di una volta ho creduto di incrociare una moto, ed invece era un TIR... La cura della minima efficienza della nostra auto, ricordiamocelo, salvaguarda sia la nostra che l'altrui vita!
Ritratto di cris25
15 dicembre 2014 - 22:52
1
che reputo molto interessante e soprattutto utile per chi è alle prime armi alla guida! Al buio i pericoli e le difficoltà aumentano, soprattutto con il cattivo tempo e in questi casi la prudenza non è mai abbastanza...
Ritratto di Flavio Pancione
15 dicembre 2014 - 22:59
7
Ci sono improvvisati pseudo tuning con improbabili fari bianco incandescente che puntano dritti agli occhi... Per lo meno.. Regolateli in basso!!!
Ritratto di mgiver
16 dicembre 2014 - 10:10
Colgo l'occasione per segnalare che più volte (moltissime) mi sono incrociato con trasportatori, soprattutto stranieri, che per far abbassare gli abbaglianti a chi incrociano ti radiografano con i loro otto fari da tetto. Secondo me in Italia non dovrebbero circolare tali mezzi o per lo meno lo potranno fare solamente se applicano una copertura meccanica. Quando accendono questi fari con la forte pioggia ti creano un muro di riflessi altamente pericoloso.
Ritratto di rebatour
16 dicembre 2014 - 12:15
gli angoli morti creati dai montanti: questo vale sempre, ma ancor più quando la visibilità è scarsa.
Pagine

DA SAPERE PER CATEGORIA

listino
Le ultime entrate
  • Mercedes GLE Coupé
    Mercedes GLE Coupé
    da € 72.804 a € 142.124
  • Audi A4
    Audi A4
    da € 35.350 a € 53.550
  • Dacia Logan MCV Stepway
    Dacia Logan MCV Stepway
    da € 13.500 a € 14.750
  • Ssangyong Actyon sports
    Ssangyong Actyon sports
    da € 22.950 a € 25.550
  • Bentley Mulsanne
    Bentley Mulsanne
    da € 308.500 a € 364.200

PROVATE PER VOI

I PRIMI CONTATTI