• Ferrari

    Ferrari
    488 Spider

    da 247.400

    Lungh./Largh./Alt.

    457/195/121 cm

    Numero posti

    2

    Bagagliaio

    230/n.d. litri

    Garanzia (anni/km)

    3/illimitati
    In sintesi

    Questa supercar racchiude in sé due vetture:  un’affascinante spider dalle forme sinuose e, chiudendo il tetto retrattile in metallo, una “cattivissima” coupé. La raffinata soluzione della capote rigida (di realizzazione tutt’altro che facile per un’auto con motore posteriore centrale) è ripresa dalla precedente 458 Spider, ma con un   con vantaggio in più: nella Ferrari 488 Spider si può azionare con l’auto in movimento fino a 45 km/h. L’aggravio di peso rispetto alla coupé (la 488 GTB) è di soli 50 kg (25 in meno rispetto a una soluzione con capote in tela), tra l’altro in posizione vicina al baricentro, quindi non disturbano il comportamento della vettura nelle curve. E infatti le prestazioni sono pari a quelle della GTB, che monta lo stesso V8 biturbo da 669 cavalli e ben 760 Nm di coppia… Ovviamente in questo caso il grintoso rombo si sente ancora meglio. Identiche le raffinate soluzioni tecniche che riguardano l’aerodinamica (come il flap a controllo elettronico sotto la vettura o lo spoiler posteriore “soffiato”, un brevetto della Ferrari). L’elettronica entra anche pesantemente nella gestione della dinamica di guida, ma senza togliere un briciolo di piacere al “pilota”: cambiando la posizione del manettino si varia la risposta del cambio robotizzato a doppia frizione a sette marce (reso più rapido anche del 40% rispetto a quello della 458), del differenziale autobloccante, del sistema di trazione e degli altri controlli. Potentissimi i freni carboceramici. Ciliegina sulla torta, i sette anni di manutenzione ordinaria gratuiti (come per le altre Ferrari di serie).

     

    Versione consigliata

    La scelta sta nelle infinite possibilità di personalizzazione: dal colore della pelle (che è di serie per sedili e plancia) ai tanti dettagli che si possono avere in carbonio. Irrinunciabile il volante realizzato con questo materiale, che ha anche dei led nella parte superiore che indicano l’avvicinarsi alla zona rossa del contagiri. Come sulle Formula 1…

     

    Perché sì

    Carrozzeria Pur mantenendo forme pulite (nessuno spoiler sporgente o altri orpelli), svolge un ruolo fondamentale per l’aerodinamica della vettura. E quindi per le prestazioni.

    Elettronica Gestisce ogni funzione della vettura (dalla risposte del motore a quella del cambio, passando per il differenziale e per il controllo di stabilità), ma non toglie un briciolo di piacere a chi è alla guida.

    Motore Ottenere tanti cavalli da un motore turbo è relativamente facile. Ma renderlo così progressivo, e limitare il ritardo di risposta a valori da motore aspirato no. Entusiasmante anche il rombo.

     

     

     

    Perché no

    Comandi sul volante Sono così tanti (dalle “frecce” al tergicristallo, passando per luci e clacson sulla corona) che possono disorientare.

    Display per il passeggero A capote aperta in certe condizioni di luce questo schermo opzionale si legge a fatica. Inoltre, avrebbe bisogno di un po’ più di colore.

    Navigatore Le mappe sono appannaggio solo del guidatore (lo stesso vale anche per le app dell’Apple CarPlayer). Perché escludere il passeggero?

     

     

    Ferrari 488 Spider
    TI PIACE QUEST'AUTO?
    I VOTI DEGLI UTENTI
    162
    3
    5
    1
    3
    VOTO MEDIO
    4,8
    4.83908
    174
    Allestimenti

    Ferrari 488 Spider benzina

    PREZZOCM3CV/kWKM/HCO2EURO
    3.9 V8 DCT Hele248.6203.902669/492326260euro 6
    3.9 V8 DCT247.4003.994721/530326n.d.euro 6
    Photogallery
    Primi contatti
    News
    Video
    • Ferrari 488 Spider 3.9 V8 DCT

      In vendita dalla metà del 2016 la 488 Spider pesa 50 kg in più della coupé GTB: ben poca cosa per i 670 CV del suo V8 turbo.