Renault

Renault
Twingo

da 11.350

Lungh./Largh./Alt.

360/165/155 cm

Numero posti

4

Bagagliaio

188/980 litri

Garanzia (anni/km)

2/illimitati
In sintesi

Lunga appena 360 cm (10 meno della versione precedente), la Renault Twingo è una citycar simpatica e originale, tanto che si fatica a intuire che è stata sviluppata congiuntamente alla Smart forfour; è disponibile anche con il tetto apribile in tela. Il motore sistemato fra le ruote posteriori, quelle cui è affidata la trazione, e il passo relativamente lungo (249 cm) hanno permesso di ricavare un abitacolo spazioso: omologata per quattro persone e provvista di cinque porte (quelle dietro hanno le maniglie mimetizzate nelle cornici dei finestrini), questa citycar non fa viaggiare scomodi nemmeno sul divano. Piacevoli e ben fatti (per una citycar) gli interni, con la plancia e la consolle personalizzabili con inserti colorati, anche abbinati al rivestimento in due tonalità dei sedili. Per la versione di punta sono inclusi nel prezzo pure il volante in pelle, il sedile di guida regolabile in altezza e quello del passeggero che si può chiudere “a portafoglio”, facilitando il carico di oggetti molto lunghi, ed è disponibile il sistema multimediale “evoluto” con schermo di 7” a colori nella consolle (che mostra pure le immagini della telecamera posteriore). Non altrettanto positivo il giudizio sul bagagliaio della Renault Twingo, la cui capacità è penalizzata dall’ingombro della sottostante meccanica. A proposito di quest’ultima, si può scegliere fra due motori, entrambi tricilindrici a benzina: il 1.0 da 69 CV è regolare nel funzionamento, ma poco vivace e non molto economo; lo 0.9 turbo (disponibile nelle versioni da 90 e 109 cavalli) è invece un po' brusco, ma spinge forte pur consumando di meno; per ridurre i costi di utilizzo, non manca una versione a Gpl. In alternativa al cambio manuale a cinque marce, le versioni con alimentazione a sola benzina possono avere il robotizzato a doppia frizione EDC. Quest'ultimo è comodissimo e fluido, ma quando si parte ai semafori reagisce con una certa flemma. 

 

Versione consigliata

Una 1.0 SCe può essere la soluzione migliore per chi si muove soprattutto in città o ha una guida molto tranquilla. Gli altri, invece, pensino a una ben più scattante TCe da 90 cavalli, magari a Gpl. L'allestimento Duel2 ha già l'indispensabile.  

 

Perché sì

Abitabilità Pur essendo una vettura compattissima, la citycar francese non è scomoda nemmeno per quattro adulti.

Agilità La trazione posteriore ha consentito di contenere il raggio di sterzata su livelli da record.

Dotazione Esp, sensori di pressione delle gomme, luci diurne a led e servosterzo elettrico sono di serie sin dalla versione base.

Prezzo Tenendo conto dei contenuti e della “miniaturizzazione”, la Twingo non costa uno sproposito (ed è più accessibile della “cugina” Smart forfour).

Perché no

Baule La soglia di accesso è alta, e la capacità del vano non compete con quella offerta dalle rivali con motore davanti.

Comfort A velocità elevata l’insonorizzazione non è delle migliori; un po’ rigide le sospensioni.

Motore 1.0 Non garantisce delle prestazioni brillanti, e non è neppure un "campione" in fatto di consumi.

Tetto apribile La capote in tela è un’opzione riservata esclusivamente all’allestimento più costoso.

 

 

Renault Twingo
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
68
61
50
58
104
VOTO MEDIO
2,8
2.797655
341
Photogallery