Renault

Renault
Mégane Sporter

da 21.750

Lungh./Largh./Alt.

463/181/146 cm

Numero posti

5

Bagagliaio

521/1.504 litri

Garanzia (anni/km)

2/illimitati
In sintesi

La versione wagon della media francese si chiama Renault Mégane Sporter. Più lunga di 27 centimetri rispetto alla berlina e con un passo (la distanza fra ruote anteriori e posteriori) superiore di 4,3 centimetri, ha una linea moderna ed equilibrata; segni distintivi sono le luci anteriori "a C" e quelle posteriori a sviluppo orizzontale, nonché la base dei finestrini che sale con decisione andando dal parabrezza verso il lunotto. Gli interni sono ben fatti e poco elaborati, con lo strumento al centro del cruscotto di tipo digitale (dall'allestimento Duel2 in su) e la consolle che, nelle versioni più ricche, ospita un ampio display che serve per navigatore, radio, telefonino e impostazioni generali della vettura (come modalità di guida, illuminazione d'ambiente e climatizzazione). C'è spazio in abbondanza davanti e dietro per quattro adulti; l'imbottitura del divano, soffice anche al centro, consente di starci discretamente anche in tre. Il bagagliaio, molto ben rifinito, è ampio in senso assoluto ma non tra le wagon medie; alcune rivali dispongono di una decina di centimetri in più in profondità. La praticità, comunque, è ok: c'è un ampio vano sottostante, il pianale si può mettere su due altezze diverse, l'accessibilità è molto buona e le Mégane Sporter più equipaggiate hanno anche le levette per reclinare il divano a distanza, e lo schienale anteriore destro che si ripiega a libro (270 i cm disponibili). Su strada, se si escludono le versioni GT (con tutte le ruote sterzanti e i motori più potenti, sono molto veloci e maneggevoli), la dote più evidente è il comfort: sono auto silenziose e che passano senza sobbalzi sui fondi dissestati. La guida è agevole e abbastanza precisa, ma non sportiva: affrontando le curve con grinta, lo sterzo si appesantisce e la risposta diventa "elastica". Nell'ampia gamma di motori disponibili, spicca il 1.5 dCi da 110 cavalli: ha un brio più che sufficiente, ma soprattutto è molto omogeneo nella risposta e garantisce consumi limitati.            

Versione consigliata

La gamma è estesa: ce n'è per tutti i gusti. Ma chi cerca una wagon che metta insieme al meglio doti di comfort, economia di esercizio e piacere di guida scelga la 1.5 dCi da 110 cavalli, in allestimento Duel2 (o superiore) e magari con il valido cambio robotizzato a doppia frizione EDC.  

Perché sì

Comfort La Mégane Sporter è silenziosa anche in velocità, e assorbe bene lo sconnesso.

Finiture Abitacolo e bagagliaio sono realizzati con cura in quasi tutti i particolari.

Maneggevolezza (versioni GT) Le ruote posteriori sterzanti garantiscono rapidità negli inserimenti in curva e facilità nelle manovre.

Praticità del baule L'accesso è facile, e la sfruttabilità è facilitata da numerosi accessori.

Perché no

Capienza del baule Il vano non è piccolo in assoluto, ma ci sono concorrenti che caricano di più.

Ripresa ai bassi regimi (versione 1.6 dCi 131 CV) Finché il motore è sotto i 1500-2000 giri, la spinta è fiacca.

Tasto del cruise control  Così arretrato nel tunnel fra i sedili, non si può dire comodo.

Visuale posteriore I finestrini posteriori sono piccoli e il lunotto davvero minuscolo.

GLI INTERNI
Renault Mégane Sporter
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
16
22
11
7
8
VOTO MEDIO
3,5
3.484375
64
Photogallery