BUSINESS & FLOTTE

Proprietà

La fiscalità relativa alla proprietà delle autovetture prevede in caso di acquisto il 100% della detrazione Iva e il 100% della deduzione per le imposte dirette limitatamente ai mezzi immatricolati dalle aziende per uso strumentale. Sono altresì previsti il 100% della deduzione e della detrazione Iva per le cosiddette prestazioni accessorie, quali manutenzione, riparazioni, ricambi e carburante. Spese accessorie che, fatta eccezione per i rappresentanti di commercio e per gli agenti (per cui sono detraibili al 100% e deducibili all’80%), sono in generale detraibili al 40% e deducibili al 20% (la deducibilità sale al 70% solo per i veicoli assegnati ai dipendenti in uso promiscuo o di proprietà di aziende esercenti arti e professioni). Relativamente all’acquisto del mezzo, gli agenti e i rappresentanti di commercio godono di una detrazione Iva al 100% e di una deducibilità dalle imposte dirette dell’80%, subordinata al raggiungimento del tetto massimo di 25.822,84 euro. Per tutti gli altri, la detrazione Iva scende al 40%. Più articolato è il discorso sulla sua deducibilità. Per le aziende, gli enti o gli esercenti che la lascino in uso promiscuo ai dipendenti è fissata in misura del 70% dei costi totali. Per le rimanenti categorie il valore scende al 20% con differenti limitazioni. Per le aziende che ne facciano un uso non strumentale c’è semplicemente una cifra massima di 18.075,99 euro. Per gli esercenti di arti e professioni si aggiunge il vincolo di un solo veicolo con ragguaglio nell’anno; per le società semplici di un solo veicolo per socio con ragguaglio all’anno; e, per le associazioni, di un solo veicolo per associato con ragguaglio all’anno.

 

IN SINTESI

  • Per veicoli destinati a uso strumentale: detrazione e deduzione 100%
  • Per gli stessi veicoli: detrazione e deduzione 100% delle spese accessorie
  • In altri casi: in linea generale, detrazione 40% e deduzione 20% delle le spese accessorie (norme variabili soprattutto per la deducibilità)

 

  • ecoincentivi mezzogiorno piattaforma sara online
    Politica e trasporti

    Ecoincentivi: è online la piattaforma

    Si tratta della prima fase, dedicata alla registrazione dei concessionari, che in seguito potranno chiedere i contributi. Gli automobilisti non devono fare nulla.