BUSINESS & FLOTTE

Corporate car sharing

È destinato a soddisfare esclusivamente le necessità di mobilità di una società e dei suoi dipendenti, quindi è di tipo “chiuso”. Il posteggio può essere interno e i veicoli vengono forniti su richiesta. Può utilizzare auto non assegnate già in proprietà o fare capo ai tradizionali operatori (ai quali iniziano ad aggiungersi alcuni noleggiatori a lungo termine). Qui, il rischio di rimanere appiedati per indisponibilità del mezzo viene ridotto dalla possibilità di accordare le rispettive esigenze con quelle dei colleghi. L’azienda, poi, può decidere di lasciare le auto a disposizione del personale che ne faccia richiesta negli orari di chiusura o nei weekend, offrendole con tariffe agevolate: una soluzione che può rivelarsi tanto una forma di incentivo quanto un guadagno che permette di abbassare il cosiddetto Total cost mobility (Tmc), compensando parte delle spese relative al parco vetture. Il “corporate” può essere integrato con una flotta in proprietà o in noleggio a lungo termine e/o con l’adesione a un car sharing tradizionale. 

 

IN SINTESI

  • "Circuito chiuso", solo per la società e suoi dipendenti
  • Veicoli forniti su richiesta
  • Auto disponibili in orario chiusura o week-end
  • Utile come integrazione a NLT e car sharing tradizionale

 

 

  • ecoincentivi mezzogiorno piattaforma sara online
    Politica e trasporti

    Ecoincentivi: è online la piattaforma

    Si tratta della prima fase, dedicata alla registrazione dei concessionari, che in seguito potranno chiedere i contributi. Gli automobilisti non devono fare nulla.