BUSINESS & FLOTTE

NEWS

Noleggio a lungo termine e car sharing: facciamo il punto

29 maggio 2018

L’associazione che raggruppa le aziende del settore, l’Aniasa, ha presentato il suo rapporto annuale sulle varie attività legate ai servizi di mobilità. 

Noleggio a lungo termine e car sharing: facciamo il punto

CAMBIAMENTO DI PELLE - Non molto tempo fa l’Aniasa era indicata soprattutto come l’associazione delle aziende operanti nel settore del noleggio, a breve e a lungo termine. Ora le cose sono molto cambiate. Assieme al noleggio l’Aniasa si occupa delle nuove forme di mobilità: il car sharing, la gestione delle flotte, i servizi di infomobilità. Un complesso di attività che ha già assunto dimensioni importanti e altre ancora più rilevanti è destinato ad assumere. Lo si constata dai numeri contenuti nella 17ª edizione del Rapporto Aniasa.

NUMERI SEMPRE PIÙ IMPORTANTI - Attualmente i veicoli a noleggio e in car sharing sono quasi un milione. Ogni giorno oltre 790 mila persone si servono di veicoli noleggiato a lungo termine, circa 94 mila sono invece coloro che ricorrono al rent a car, cioè all’autonoleggio a breve termine, e 19 mila sono le persone che si servono dei servizi di car sharing. Nel 2017 l’intero comparto del noleggio ha totalizzato un fatturato oltre 6 miliardi di euro, con un incremento del 7,7% rispetto al 2016. Dato significativo è poi quello della quota di vetture immatricolate nell’anno a nome di società di noleggio: il 22% del totale.

LA TENDENZA CONTINUA - Il trend non si è fermato con il 2018, anzi. Nei primi tre mesi dell’anno il fatturato del settore noleggio èà cresciuto del 16%, la flotta è arrivata a 936 mila unità, con 172 mila vetture immatricolate per la prima volta, contro le 154 mila del primo trimestre del 2017. Notevole poi è la crescita delle immatricolazione “noleggio” oltre il 27,5% dell’intero mercato è rappresentato da auto destinate al noleggio. Nel corso del 2017 a spingere la crescita è stata la normativa fiscale che ha riconosciuto il cosiddetto super-ammortamento, purtroppo soppresso con il 2018, ma non ci sono dubbi che il noleggio a lungo termine è visto sempre più come una soluzione conveniente, più conveniente che avere l’auto di proprietà. E questo vale anche per i privati. 

PIACE ANCHE AI PRIVATI - Secondo studi di settore, sono già 30 mila le famiglie italiane che hanno scelto di non essere proprietari della loro auto, ma hanno optato per possederla tramite il noleggio a lungo termine. Questo per la semplificazione che la formula permette. Niente più preoccupazioni per il rinnovo della polizza assicuratrice, per la manutenzione, e quant’altro legato all’automobile.

CAR SHARING IN FORTE CRESCITA - Altra voce di primo piano nel settore della mobilità è il car sharing, anch’esso fenomeno in via di sviluppo. Sono aumentati gli utenti iscritti per i servizi offerti (+21% la variazione rispetto al 2016, con un totale raggiunto di 1,3 milioni di utenti. Sono anche cresciuti quelli che usano effettivamente il servizio (820 mila persone, con un balzo del 38%. Il car sharing è servizio particolarmente adatto alle città, e non a caso le due realtà dove è più sviluppato sono Milano e Roma, rispettivamente con 3.100 e 2.100 veicoli nelle flotte di questo servizio.

Aggiungi un commento
Ritratto di Lo Stregone
29 maggio 2018 - 20:42
Anche io sto pensando al noleggio. In futuro è da valutare con cura.
Ritratto di Alfiere
30 maggio 2018 - 15:19
1
Sicuramente da valutare per molti casi, come i neopatentati. L'assicurazione è elevata e con le auto usate si rischia di non avere sotto controllo gli oneri di gestione, ma d'altra parte non è così interessante per chi ha prospettive di lavoro incerto: il contratto vincola per almeno 24 mesi, e ti lascia quasi sempre senza possibilità di riscattare l'auto.