BUSINESS & FLOTTE

NEWS

La Bosch collauda i furgoni a idrogeno

Pubblicato 14 settembre 2022

I test stanno fornendo dati per l'ulteriore sviluppo di questo sistema di propulsione. I primi risultati sull'autonomia e sui tempi di rifornimento sono sorprendenti.

La Bosch collauda i furgoni a idrogeno

ANCHE PER LUNGHE DISTANZE - Nel trasporto professionale di merci, ma all’occorrenza anche di persone, l’obiettivo di giungere a destinazione e di eseguire le consegne il più rapidamente possibile sovente si scontra con l’ancora limitata autonomia dei veicoli elettrici e con i lunghi tempi di ricarica delle loro batterie, senza contare l’influenza del carico trasportato (e delle condizioni meteo) sulla percorrenza a “portata di pieno”. I punti di forza dei veicoli elettrici alimentati da celle a combustibile, autonomia elevata e soprattutto tempi di rifornimento rapidi, di poco superiori a quelli richiesti da benzina e gasolio, possono entrare in gioco per affrontare e risolvere le tipiche criticità dei van elettrici a batteria. Con l’alimentazione fuel cell è infatti teoricamente possibile impiegare i veicoli commerciali anche su lunghe distanze, senza che il tempo necessario per un eventuale rifornimento intermedio (ammesso però di trovare un punto attrezzato!) condizioni in modo troppo svantaggioso la durata complessiva del viaggio.

IN COLLABORAZIONE CON ABT ELINE - Il partner del progetto è ABT eLine, che ha progettato e trasformato i veicoli insieme a Bosch Engineering. Per la cronaca, ABT (noto soprattutto in campo sportivo e nel tuning, per i legami con i marchi del Gruppo Volkswagen) ha allestito nel recente passato le varianti elettriche del Volkswagen T6 e del Caddy della serie precedente l’attuale proprio con la sua divisione dedita alle trasformazioni “green”. All'IAA Transportation di Hannover, il salone dedicato ai veicoli commerciali, in programma dal 20 al 25 settembre, Bosch offrirà ai visitatori l'opportunità di provare questi prototipi su strada. 

IL POWERTRAIN A IDROGENO - Per il sistema a celle a combustibile gli sviluppatori hanno potuto utilizzare quasi esclusivamente componenti Bosch. È stato montato un kit di celle a combustibile che comprende lo stack, il modulo di alimentazione anodica con iniettore di idrogeno gassoso e soffiante di ricircolo, l'unità di controllo elettronico, il compressore elettrico dell'aria e i componenti per il sistema di stoccaggio dell'idrogeno, oltre a un gran numero di sensori. La base tecnica di entrambi i veicoli è costituita da furgoni elettrificati disponibili in commercio. Le batterie sono state sostituite dalla cella a combustibile, da cinque serbatoi per un totale di oltre 10 kg di idrogeno e da una batteria agli ioni di litio più piccola. Il partner ABT eLine ha adattato il sistema di raffreddamento, il sistema di controllo del veicolo e l'impianto elettrico. Bosch ha progettato il sistema di celle a combustibile, lo ha integrato nel veicolo insieme al sistema di stoccaggio dell'idrogeno e ha sviluppato il relativo sistema di controllo. Dopo i test tecnici richiesti, i veicoli hanno ottenuto l'approvazione ufficiale per l'uso su strada. 

FINO A 540 KM - Il progetto sta già fornendo importanti informazioni: anche a pieno carico, i veicoli possono percorrere fino a 540 km e con un tempo di rifornimento completo di soli 6 minuti. La cella a combustibile può quindi essere in futuro una interessante soluzione alternativa alla propulsione elettrica, in particolare per gli operatori di flotte i cui furgoni coprono distanze particolarmente lunghe durante il giorno e tornano in deposito la sera. 



Aggiungi un commento
Ritratto di Quello la
14 settembre 2022 - 12:08
Speriamo che qualcosa si muova. Diciamo che la capillarità è una sconosciuta (7 distributori in tutta Italia), ma ci sono a Bolzano, ok, ma anche Mestre. Più che sufficiente per la quotidianità (mia) e per le vacanze (sempre mie). Forse salto l'elettrico e passo direttamente all'idrogeno (che, però, sempre elettrico è). Quasi quasi vendo casa e mi compro una Mirai.
Ritratto di Gordo88
14 settembre 2022 - 13:20
1
Siamo arrivati a 7? Io sapevo del solo distributore di Bolzano, comunque fa piacere che si sviluppi anche questa tecnologia che può rappresentare una parte importante della mobilità del futuro..
Ritratto di alvola2023
14 settembre 2022 - 13:46
Appena fanno la/e App, vedrai che pure di questi/quelli a idrogeno nessun "reale" proprietario avrà motivo di lamentarsi di alcunché :) Ovviamente ne parlerà male e ci si farà problemi solo chi non ce l'ha mai avuto (se non ho capito male questa ora è la nuova regola/narrazione)
Ritratto di Mbutu
14 settembre 2022 - 12:48
Oddio, per definizione un risultato sorprendente è qualcosa che ti stupisce andando al di là delle aspettative. Visto che i problemi dell'idrogeno non sono mai stati autonomia e tempi di rifornimento questa gran sorpresa da dove deriverebbe?
Ritratto di Bpg clima
15 settembre 2022 - 18:38
1
Dal fatto che verrà applicata e funzionante con inquinamento ,al momento e pare, inferiore all'elettrico.
Ritratto di Lupo mannaro
14 settembre 2022 - 13:26
Che bello! Vai idrogeno!
Ritratto di Tu_Turbo48
14 settembre 2022 - 14:18
Finalmente si sperimenta anche su altro, e non solo sul 100% Elettrico. Alleluia.!!!
Ritratto di Freedom7
14 settembre 2022 - 23:27
Veramente da fine 2021 Stellantis già ha i furgoni a idrogeno in vendita in Germania e Francia. Sono i Citroën Jumpy, Peugeot Expert e Opel Vivaro con autonomia di oltre 400km e 3 minuti per il pieno.
Ritratto di Maximilian-92
14 settembre 2022 - 17:39
Io ho già qualcosa del genere installato sulla mia auto. Hydromoving per chi fosse interessato.
Ritratto di Gordo88
14 settembre 2022 - 19:16
1
Ho dato un' occhiata ma questo sistema è omologabile in mc? La combustione dell' idrogeno ti fa consumare realmente meno? Non c' è rischio per l' affidabilità del motore?
Ritratto di Mc9
14 settembre 2022 - 23:06
L'impianto ha un coato importante e interviene per una piccola parte rispetto al termico. Finché non ci saranno reali dimostrazioni di quanto costa l'impianto e quanto costa fare 1000 km, rimarrà solo un modo per fare soldi alle spalle di chi pensa veramente di viaggiare ad acqua e non a benzina..
Ritratto di CR1
15 settembre 2022 - 06:30
Mc9 guarda il video su youtube vero o falso non so ma sembra reale e mostra un ringiovanimento del motore e miglioramento dei consumi di carburante ma un declino precoce del sistema . Potrebbe essere un accessorio in listino o accoppiato all ibrido per i futuri motori euro 7
Ritratto di Maximilian-92
15 settembre 2022 - 10:14
Sono anni che macino Km e ad oggi non ho avuto problemi di alcun genere. Il risparmio c'è (molto evidente) e l'inquinamento è pari a 0.
Ritratto di Gordo88
15 settembre 2022 - 11:13
1
Pari a zero no però sicuramente interessante per abbattere una quota significativa di emissioni, chissà che con gli anni a venire possa essere adottato anche da qualche casa automobilistica
Ritratto di Bpg clima
15 settembre 2022 - 18:44
1
I motori girano sia a ciclo otto che diesel..basta irrobustirli rendendoli più massicci e con corsa lunga,lunghissima ... rispetto agli attuali
Ritratto di Oxygenerator
15 settembre 2022 - 09:25
Non aggiunge niente. Il problema dell’idrogeno non è il kilometraggio o il motore elettrico che utilizza. Il problema è lo stoccaggio, la produzione ed il mantenimento del sistema. Ci sono già in vendita auto e furgoni ad idrogeno. Inoltre, mi sembra di aver capito che per poter rendere disponibile l’idrogeno, si utilizza una quantità di energia tre volte superiore a quella che si userebbe, per percorrere gli stessi km, direttamente con l’auto elettrica.
Ritratto di pikkoz
15 settembre 2022 - 12:23
Staremo a vedere dove troveremo l energia per produrre l idrogeno visto che per 10kg (e più) di idrogeno servono circa 600kWh di energia.
Ritratto di Mbutu
15 settembre 2022 - 12:34
Ed i soldi. Che qui sclerano se le ricariche passano da 0,45 a 0,50.
Ritratto di Giuliano Della Rovere
15 settembre 2022 - 14:09
Basta andare a vedere che idrogeno erogano. Nel distributore di Eni di Mestre e in quelli futuri l'idrogeno è quello ricavato da combustibili fossili come il gas naturale. L'idrogeno blu. L'anidride carbonica di scarto viene spinta nei giacimenti di metano, contribuendo alla sua ulteriore estrazione.
Ritratto di Mbutu
15 settembre 2022 - 14:58
Giuliano, però anche tu. Lo sai che la quantità di energia necessaria e le fonti con cui è prodotta quell'energia sono importanti solo se si parla di BEV. Per il resto va bene tutto.
Ritratto di Giuliano Della Rovere
15 settembre 2022 - 15:37
Già. Incuriosisce anche l'attesa messianica dell'auto a idrogeno che è solo una macchina elettrica con tanti impicci in più. Il rifornimento rapido è un feticcio. Tornando seri, l'idrogeno potrà essere anche una soluzione che vedremo per il trasporto pesante, ma è evidente da chi è caldeggiata e perché.
Ritratto di Flynn
16 settembre 2022 - 21:23
Sicuramente l’idrogeno è più democratico, ma a livello energetico mi pare una corazzata Potemky assurda. Produco corrente per produrre idrogeno il quale a sua volta in auto mi torna ad essere ancora corrente.. bha ...
Ritratto di Bpg clima
15 settembre 2022 - 18:46
1
Centrali atomiche...e il cerchio senza un raggio si ripresenta
Ritratto di Bpg clima
15 settembre 2022 - 18:39
1
Come disse un famosi re delle due calabrie: into u culall'elettrico. Noi non inguiniamo...siamo anche un bo' altini...