BUSINESS & FLOTTE

NEWS

Autoingros: un flop i tamponi in concessionaria 

Pubblicato 04 gennaio 2021

L'autosalone torinese voleva offrire gratuitamente i test rapidi, ma senza personale medico: sono arrivati il sequestro e la denuncia.

Autoingros: un flop i tamponi in concessionaria 

AUTOGOL - Per fornire un servizio utile ai clienti, dal 29 dicembre la concessionaria Autoingros di Torino aveva iniziato ad offrire gratuitamente tamponi per la diagnosi rapida del Covid-19 (qui la news). Un’idea in linea con i tempi, studiata anche per riavvicinare i clienti in un momento di crisi per il mercato dell’auto, ma il tutto si è trasformato in un clamoroso autogol. 

MANCAVA IL PERSONALE - Dopo aver allestito un’apposita area dell’autosalone, il concessionario aveva previsto che ogni persona effettuasse da sé il tampone. La legge però non lo consente, perché i test possono essere eseguiti esclusivamente da personale sanitario qualificato, che ha l'obbligo di inserire i risultati dei tamponi nella banca dati regionale. 

SEQUESTRO E DENUNCIA - E così, come riporta il sito internet Torino Today, Autoingros ha ricevuto la visita dei Carabinieri, che non hanno potuto fare altro che sequestrare circa 150 test e denunciare la concessionaria. “Abbiamo acquistato i tamponi su internet - si è giustificato il presidente, Alberto di Tanno. È nata come un’iniziativa divertente, per la quale non pensavamo di dover chiamare personale sanitario”.





Aggiungi un commento
Ritratto di Antonio D.
6 gennaio 2021 - 14:25
1
Imbarazzante.. Ma almeno informarsi prima su cosa di poteva fare e cosa no? E questo signore dirige una concessionaria così grande?? Mah...
Ritratto di Lorenz99
6 gennaio 2021 - 18:53
È VERO CHE PER IL PIÙ GRANDE GRUPPO DI CONCESSIONARIE D'ITALIA È UNA FIGURACCIA, CONSIDERANDO QUANTI CONSULENTI CI LAVORANO CON LORO, MA ADDIRITTURA DENUNCIARLI, MI SEMBRA UN ESAGERAZIONE, ALLA FINE NON ERA UNA TRUFFA O UNA FRODE IN COMMERCIO.VORREI CAPIRE INVECE QUESTI MAGISTRATI, PERCHÈ NON DENUNCIANO I RESPONSABILI DELLE MANUTENZIONI STRADALI, CHE HANNO CAUSATO PIÙ DI UN MORTO SOPRATTUTTO TRA I MOTOCICLISTI. IL PAESE DELLA BUROCRAZIA DITTATORIALE A DISCREZIONE
Ritratto di Merigo2005
18 gennaio 2021 - 23:45
Ma sì dai, già che c'erano potevano fare anche prelievi del sangue: stai scherzando vero ritenendo la denuncia un'esagerazione ? E cosa c'entra che non era una truffa o una frode in commercio? Una concessionaria non è un Ambulatorio Medico: non mi sembra difficile da capire! Ripeto, penso tu stia scherzando e che io abbia abboccato.
Ritratto di Andre_a
6 gennaio 2021 - 20:18
9
Haha! Quest'articolo me lo salvo per la prossima volta che mi chiedono "perché non fai i tagliandi in concessionaria?"
Ritratto di Miti
7 gennaio 2021 - 22:10
1
Ahahahah. Carina.
Ritratto di helios22
8 gennaio 2021 - 13:46
“Nata come un’iniziativa divertente...”. Spero non siano le parole del presidente altrimenti a questo tipo non affiderei neanche la gestione dello sgabuzzino