Aston Martin

Aston Martin
Vantage Coupé

da 143.324

Lungh./Largh./Alt.

447/194/127 cm

Numero posti

2

Bagagliaio

350 litri

Garanzia (anni/km)

2/illimitati

In sintesi

La Vantage Coupé presentata nel 2017 è la più piccola e la meno costosa fra le gran turismo Aston Martin, ma anche la più corsaiola e vistosa. Se lo stile generale (cofano motore lungo, tetto ad arco, piccoli finestrini e coda corta) è condiviso con gli altri modelli, qui il frontale è incentrato sulla grande mascherina che arriva fino al bordo inferiore del paraurti e, per contrasto, sui piccoli fari a led. Futuribile e aggressiva la coda, con le luci composte da una sottile e sinuosa striscia di led che contorna lo spoiler, mentre un estrattore aerodinamico completato da quattro alette laterali dà subito un'idea delle prestazioni raggiungibili. In effetti, per garantire un comportamento affidabile alle velocità più elevate, l'aerodinamica è molto curata: grazie anche al fondo carenato, la Vantage viene premuta al suolo dall'aria che corre intorno alla carrozzeria, invece di tendere all'alleggerimento come è la norma per le auto stradali. Questo discorso vale a maggior ragione per la F1 Edition, dotata di un alettone posteriore e di piccoli spoiler frontali (nonché di ruote di 21"): alla massima velocità, il carico aerodinamico supera di 200 kg quello della "sorella" meno corsaiola. L'abitacolo della Aston Martin Vantage Coupé è molto raccolto e ha posto solo per due persone, mentre il bagagliaio da 350 litri non è affatto male, anche perché l'accesso è agevolato da un ampio portellone; personale la plancia, con la consolle piena di pulsanti (inclusi quelli del cambio automatico, che, come di consueto nelle Aston Martin, prendono il posto della classica leva). Il V8 turbo 4.0 di origine Mercedes è un motore possente, che offre ben 685 Nm di coppia motrice già a 2000 giri, una risposta prontissima (al limite della brutalità) e un rombo inebriante per gli appassionati; si abbina a un cambio automatico a otto marce montato posteriormente (l'albero di trasmissione è in fibra di carbonio). In questo modo, si garantisce una distribuzione dei pesi equamente suddivisa fra ruote anteriori e posteriori, cosa che garantisce la massima aderenza in curva. Per scaricare al meglio la potenza a terra c'è un differenziale a controllo elettronico (E-Diff), che in pochi millisecondi può trasferire i cavalli verso la ruota che ha maggiore aderenza. La scocca deriva da quella della più grande DB11, ed è composta da elementi estrusi in alluminio, rivestiti da pannelli in acciaio.       

Versione consigliata

Per l'Aston Martin Vantage Coupé si può scegliere fra la versione "base" e la molto più corsaiola e vistosa F1 Edition, oltre a una nutrita serie di personalizzazioni. Per dire, ci sono 51 tinte esterne e 10 interne fra cui decidere, come anche due mascherine, una decina di cerchi in lega e così via. 

Perché sì

Fascino Le linee grintose e personali, la produzione limitata, le finiture curate artigianalmente, il marchio: tutto concorre a rendere la Vantage desiderabile per un appassionato.

Meccanica Si tratta di una sportiva "classica", con motore anteriore e trazione posteriore, ma i dettagli sono raffinati.

Prestazioni Sono decisamente elevate.

 

Perché no

Accessibilità Serve agilità per riuscire ad accomodarsi nell'abitacolo.

Comandi Molti i tasti nella zona centrale dell'abitacolo: serve abitudine per orientarsi in fretta.

Numero posti A differenza di qualche concorrente, la Vantage è solo per due persone.

Aston Martin Vantage Coupé
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
89
23
12
7
11
VOTO MEDIO
4,2
4.211265
142

Photogallery