Rolls-Royce

Rolls-Royce
Cullinan

da 351.000

Lungh./Largh./Alt.

534/200/184 cm

Numero posti

5

Bagagliaio

560/1930 litri

Garanzia (anni/km)

4/illimitati

In sintesi

Si chiama come il più grande diamante mai portato alla luce. Un nome così ambizioso, comunque, non è fuori luogo: la Rolls-Royce Cullinan è di gran lunga la suv più costosa oggi in vendita, oltre che il primo modello di questo tipo prodotto dalla casa inglese, di per sé sinonimo di auto di lusso. Lo stile è classico, con la grande mascherina a forma di tempio greco che orna un frontale squadrato e imponente; in generale, questa suv impressiona per le forme possenti, non certo per lo slancio. Forse per non fare un torto ad alcuni dei suoi clienti più affezionati, gli sceicchi, il costruttore non ha pensato né a una versione elettrica né a una ibrida: qui, l'energia propulsiva si ottiene tutta bruciando benzina (in abbondante quantità). Ciò non toglie che la meccanica sia assai raffinata e adotti soluzioni moderne per garantire il miglior compromesso fra comfort, prestazioni e guidabilità (con le priorità diposte rigorosamente in quest'ordine). Il 6.7 V12 biturbo che equipaggia tutti i modelli della marca sfodera una quantità di cavalli sufficienti per spingere a 250 km/h (autolimitati) un simile colosso, che a pieno carico supera le tre tonnellate nonostante la costruzione della scocca in lega leggera. Nel farlo, il dodici cilindri non lascia filtrare una vibrazione che sia una, e anche spinto al massimo il suo rumore si limita a un "sussurro". La trazione è integrale, tutte le ruote sono sterzanti e le sospensioni sono pneumatiche a controllo elettronico (alzano la vettura di 4 cm sui terreni più sconnessi e la abbassano di 4 quando si aprono le porte, per agevolare l'accesso) con barre antirollio attive; aderenza e doti fuoristradistiche sono garantite, a patto di tenere conto degli ingombri notevoli, anche in larghezza. L'abitacolo è ricoperto con tanta morbida pelle e con inserti in legno pregiato, o in fibra di carbonio o in qualunque altro materiale si possa desiderare: basta chiedere (e pagare); la plastica fa capolino proprio dove non se ne può fare a meno. L'accesso avviene tramite quattro porte con apertura ad armadio, con la parte inferiore che scende fino al sottoscocca. In questo modo, la battuta interna resta sempre pulita e non rischia di sporcare le gambe di che entra o esce. Il bagagliaio prevede un portellone con ribaltina inferiore, ad apertura elettrica; elettrico anche lo spostamento del piano interno, che si può posizionare su due altezze. La Cullinan si può avere con il classico divano a tre posti reclinabile (manco a dirlo, elettricamente), oppure con due poltrone posteriori ampiamente regolabili e un mobiletto-bar centrale. Un cristallo separa il vano bagagli dall'abitacolo, migliorando ulteriormente la silenziosità.                     

Versione consigliata

Dipende: la Black Badge, con una risposta più decisa ai comandi e molti dettagli neri, è più adatta a chi è giovane e vuole farsi notare il più possibile. La Rolls-Royce Cullinan "normale" è certo più elegante.

Perché sì

Comfort L'insonorizzazione è eccezionale, i sedili sono ampie poltrone dalle tante regolazioni e le sospensioni si comportano bene.

Finiture Chi spende tanti soldi per una suv si aspetta una realizzazione curatissima. In questo caso, la ottiene.

Versatilità Questa suv è l'unica "Rolls" che può muoversi agevolmente su tutti i terreni e con una grande capacità di carico.

Perché no

Ingombri In assoluto (e anche in rapporto allo spazio interno), è un'auto grande: il che può disturbare su alcune strade italiane (e se ci si avventura nel fuori strada).

Linea Il giudizio è soggettivo, ma si potevano certo ottenere forme un po' più filanti e aggraziate.

Motore Di per sé, il V12 è un "gioiello": possente e vellutato. Ma una versione ibrida (o anche elettrica) soddisferebbe di più la coscienza ambientale dei fortunati proprietari.

Rolls-Royce Cullinan
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
24
8
8
12
42
VOTO MEDIO
2,6
2.57447
94

Photogallery