Kia

Kia
Picanto

da 10.850

Lungh./Largh./Alt.

360/160/148 cm

Numero posti

5

Bagagliaio

255/1.010 litri

Garanzia (anni/km)

7/150.000
In sintesi

La nuova generazione della citycar coreana ha una ricca dotazione tecnologica e una linea più grintosa che dà all'auto un aspetto accattivante. Lunga 360 cm (come la precedente), la Kia Picanto è cresciuta di 1,5 cm nel passo, è più accogliente per i passeggeri e offre maggiore spazio per i bagagli (il baule è cresciuto di 55 litri nella capacità minima). Il frontale è caratterizzato dai grandi fari avvolgenti, elaborati nella forma, dall’ampia mascherina e dalle finte prese d’aria laterali, che aggiungono un tocco di sportività. La fiancata è solcata in basso da una nervatura che risale verso la parte posteriore, conferendo slancio alla carrozzeria. Dietro, le marcate linee orizzontali del paraurti, il lunotto avvolgente e i fanali verticali, che hanno una curiosa forma di parentesi, rendono visivamente ancora più larga e robusta la macchina. Evidenti le differenze rispetto al vecchio modello negli interni: la plancia, in plastica rigida, ma gradevole al tatto e alla vista, è poco vistosa e ha linee ben modellate. Le originali bocchette dell'aria verticali conferiscono all'abitacolo maggiore personalità. Colpisce anche lo schermo tattile di 7" a sbalzo: è ben visibile e a portata di mano. Il rinnovato sistema multimediale permette di sfruttare alcune app degli smartphone grazie ai protocolli Apple CarPlay e Android Auto (fa parte del pacchetto Techno, 1.000 euro, con i fari a led, il navigatore e la retrocamera). Apprezzabili pure alcuni dettagli, come gli attacchi delle cinture di sicurezza anteriori regolabili in altezza, il bracciolo scorrevole e il vano nella consolle con la ricarica wireless (senza fili) degli smartphone compatibili. Numerosi i portaoggetti. Oltre al 1.0 aspirato da 66 CV, l’auto può essere acquistata col 1.2 da 84 (solo nel ricco allestimento GT Line, 15.000 euro); più avanti anche nella versione a Gpl (col 1.0 da 66 CV), e col 1.0 turbo T-GDi da 100 CV, per chi apprezza un po’ di verve in più. Su strada la Picanto è agile e facile da guidare (ma in manovra la visibilità posteriore risulta un po' scarsa). Il rollio in curva si manifesta solo se si forza il ritmo: ad andatura tranquilla è una macchina comoda e sicura.

Versione consigliata

L’allestimento Cool è completo: sei airbag, cruise control, “clima” manuale, cerchi in lega di 14”, vetri elettrici anteriori e posteriori, luci automatiche e radio con schermo di 3,8”, Bluetooth e prese Usb e Aux. La frenata automatica d'emergenza è nel pacchetto Adas (600 euro).

Perché sì

Abitacolo. È ampio (per una citycar), accogliente e moderno.

Dotazione. È ricca per essere una piccola cittadina, specie per la versione Cool; inoltre, volendo, può essere arricchita con accessori importanti, come la frenata automatica d'emergenza, il sistema multimediale e l'utile retrocamera.

Finiture. I materiali della plancia e della consolle sono realizzati con cura, così come i rivestimenti dei sedili e i comandi principali.

Perché no

Cambio automatico. Non è disponibile neppure a pagamento: è una pecca per una vettura da città.

Motore 1.0. Il tre cilindri aspirato non è brioso e le marce sono lunghe: per riprendere velocità si deve scalare. 

Visibilità. Quella posteriore è davvero scarsa: nei parcheggi non si può fare a meno degli ausili elettronici (a pagamento).

Kia Picanto
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
25
29
21
11
18
VOTO MEDIO
3,3
3.30769
104
Photogallery