BMW

BMW
Serie 3 Touring

da 35.600

Lungh./Largh./Alt.

463/181/143 cm

Numero posti

5

Bagagliaio

495/1.500 litri

Garanzia (anni/km)

2/illimitati
In sintesi

Rinfrescata nel frontale e nelle luci posteriori a giugno 2015, la BMW Serie 3 Touring è una grintosa famigliare spaziosa soprattutto davanti, mentre sul divano si viaggia comodi soltanto in due. Sportiveggiante anche l’abitacolo, accuratamente rifinito ed equipaggiabile con numerosi accessori, fra cui l’head-up display a colori che proietta nel parabrezza alcune informazioni della strumentazione, oppure il navigatore con schermo di 8,8 pollici (anche con funzione TV); perfettibile, però, la collocazione dei comandi nel tunnel. Per facilitare l’accesso all’ampio baule (dalla forma regolare e con la soglia a soli 62 cm dal suolo) è possibile avere anche il portellone ad apertura elettrica; pratico il lunotto sollevabile separatamente (di serie). Tradizionalmente fedele alla trazione posteriore, non fa certo mancare il comfort ma, pure, offre qualità dinamiche di riferimento, che possono essere ulteriormente accentuate acquistando l’assetto adattativo M (con sospensioni elettroniche). Numerose le varianti nella gamma della BMW Serie 3 Touring, ma a benzina manca un motore "intermedio": si può scegliere solo fra il minuscolo tre cilindri 1.5 da 136 cavalli della 318i (comunque discretamente vigoroso) e il poderoso (ma costoso, anche da gestire) 3.0 da 326 CV della 340i. Le versioni turbodiesel si basano su un 2.0 declinato nelle varianti da 116 (316d), 150 (318d), 190 (320d) o 224 CV (325d), che si affiancano al 3.0 (a sei cilindri in linea) da 258 (330d) o 313 CV (335d). Chi è attento all’ecologia può orientarsi sulla 320d EfficientDynamics (con svariati accorgimenti per consumare e inquinare meno) da 163 cavalli. La trazione è posteriore o integrale per le xDrive.

 

Versione consigliata

La 320d da 190 CV rappresenta il miglior compromesso, per la BMW Serie 3 Touring, fra prezzo, prestazioni e consumi; potendo, è da preferire l’allestimento Luxury, che offre di serie anche il “clima” automatico bizona. Chi vuole spendere in optional può sbizzarrirsi a piacimento: si va dalla Surround View (un sistema a infrarossi che aiuta a individuare gli ostacoli mostrando la sagoma dell’auto dall’alto), al sistema d’accesso e avviamento con chiave elettronica per finire ai cerchi maggiorati (fino a 19 pollici) e all’impianto frenante potenziato.

 

Perché sì

Linea È muscolosa e trasmette dinamismo; equilibrata e filante anche la coda (contraddistinta dal lunotto molto inclinato), che non fa rimpiangere quella della berlina.

Motori Ce n’è per tutti i gusti: quelli a benzina coniugano prestazioni sportive e grande fruibilità, la gamma diesel spazia dalla “risparmiosa” 316d alla velocissima 335d.

Comportamento stradale L’assetto ben congegnato garantisce elevata tenuta di strada e grande maneggevolezza: è una famigliare che si presta alla guida brillante (senza far mancare il comfort).

Sicurezza Fra i molti accessori ad alta tecnologia, non mancano quelli che migliorano la sicurezza attiva, come il cruise control attivo o il sistema che avvisa se si cambia corsia senza volerlo.

 

Perché no

Abitabilità posteriore Pur leggermente più generoso rispetto al vecchio modello, lo spazio sul divano è inferiore a quello offerto dalle concorrenti.

Controllo iDrive La manopola con tastiera attraverso la quale si gestiscono radio, navigatore e varie regolazioni della vettura, è scomoda perché collocata troppo a destra nel tunnel.

Dotazione Assurdo che in una vettura così costosa si debba sborsare un extra per accessori come il vivavoce Bluetooth, le barre sul tetto o la disattivazione dell’airbag anteriore destro.

Visibilità posteriore Il lunotto è piccolo e parzialmente “occluso” dai poggiatesta posteriori (quelli abbattibili si pagano a parte, come i sensori di parcheggio e la telecamera).

 

BMW Serie 3 Touring
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
63
60
30
16
23
VOTO MEDIO
3,6
3.645835
192
Photogallery